il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Son nato fragile, come senza pelle ed a volte ero di una fragilità così assurda che nessuno la poteva capire bastava un alito di vento un pò più forte del normale a farmi stare male, a farmi soffrire Forse per questo mi piace guardare la realtà della vita come dal di fuori esserne parte per me significava stare male e continuavo a vedere gente che stava molto meglio di me e che invece si ...
Scritto nel 2014
On line da: sabato 20 giugno 2020
Stato: 1 Cod: 8902 - Tipo: p

Duecento milioni di donne infibulate perchè non le si vuole libere d'amare cento milioni di ciechi sanabili che quasi nessuno si preoccupa d'aiutare e da cinquemila anni almeno neanche un minuto senza una guerra è questa la tristissima realtà del pianeta terra... E gente che viene sfruttata senza pietà perchè siam tutti pieni d'egoismo inutile sperare cambi presto la situazione eppure a v ...
Scritto nel 2017
On line da: martedì 19 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8899 - Tipo: p

Tu, infelice virus assassino, hai organizzato il tuo cammino, e hai seminato il tuo veleno distrugendo tante anime innocenti di tutto il mondo. Noi, ti sapremo far sparire perchè da solo non sei capace a grogredire. Il nostro veleno è più forte del tuo. Morirai quando mai te lo aspetterai. ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 5 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8889 - Tipo: p

Espressione e specchio dell'anima i tuoi occhi sinceri cercano i miei, mentre il tuo sorriso mi sfiora dentro... i tuoi occhi pieni di noi sanno di me, profumo di nuvole rosa nell'azzurro inseguendo la scia di un aquilone... i tuoi occhi da favola, sospesi tra il senso e l'idea di noi dove tutto è da cogliere, cogliere sul fatto... i tuoi occhi profondi come il mare, dove posso immerger ...
Scritto nel 2020
On line da: venerdì 1 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8888 - Tipo: p

Paurosi e silenti momenti tolgono la forza al nostro sorriso. Con un cuore dolente e confuso speriamo di non essere perdenti Purtroppo,la poca forza non aiuta crediamo nel vero aiuto di Dio speriamo che non sia l'ultimo addio che la pace e la salute sia benvenuta Ogni strada deserta, è un cuore vuoto è un fiume che non scorre e si arena l'ultima goccia riposa silente e serena nessun an ...
Scritto nel 2020
On line da: domenica 5 aprile 2020
Stato: 1 Cod: 8886 - Tipo: p

Torna la primavera col mandorlo fiorito la frescura della sera dolcemente ho goduto Tutti i campi sono in fiore con il mare smeraldino c'è spontaneo ogni colore nello spazio del giardino Ogni uccello è contento e nidifica il suo nido del buon tempo io mi fido anche quando vola il vento Sopra l'ombra dei viali splende un sole cocente il suo caldo mai mente e ti salva dei brutt ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 17 marzo 2020
Stato: 1 Cod: 8885 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Dalla biblioteca umana, dai ricordi del tempo ch'ei fù cosi si è dopo da sempre. Ogni volta che si nasce razzati umani che all'aria al sole, alla pioggia, al vento delle intemperie depone giù il frutto del sentimento vissuto. Le emozioni! Insaziabili in noi son come i semi nella terra piantumati, scelti per rivivere la vita con la natura per un'altra primavera. Della storia della vita ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 22 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6079 - Tipo: p

Quali oscure minacce ti preclusero la strada? Quali ombre ostili tenebrarono la luce nel tuo cuore? perché tu ti arrendessi, perché tu decidessi di recidere i legami con il mondo e con la vita, nel darti, in un ultimo volo, a quel nulla, perché ti liberassi dai gemiti di chi non ha vissuto! ...
Scritto nel 1995
On line da: mercoledì 23 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7198 - Tipo: p

C'è un brivido di luna nei respiri d'aurora, segue il filo del pensiero dai sorsi di rugiada che la strada ignora come il cielo all'imbrunire quando si schiude ai palpiti di stelle. E si fa spazio nel mio cuore folle quel senso d'infinita nostalgia che mi rivede bimba su una valle ormai fiorita dalla fantasia. Di quanta ingenuità ho bagnato gli occhi che ancora si commuovono a guard ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 8 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6758 - Tipo: p

Come un anima stanca, riposo i miei occhi sulla luna.. Contemplo il suo bagliore, ansiosa di una nuova alba. All'orizzonte, un faro.. maestoso, accompagna la mia attesa.. ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 22 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1929 - Tipo: p

Ripenso ai giorni di tenero incanto quando la gioia scoppiava nei cuori scorreva vita intrisa nel canto si sconosceva tristezze e dolori.   Solo al ricordo vien voglia di pianto ancora sento il profumo dei fiori ed il fragore del mare d'argento reminiscenza dei miei primi amori.   Viviamo immersi nel solo presente senza cultura ne più tradizione predestinati a un futuro in ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 30 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6876 - Tipo: p

18 anni, hai raggiunto una bellissima età, che la tua vita sia sempre brillante, frizzante ed armoniosa. Tanti auguri! ...
Scritto nel 2011
On line da: giovedì 2 giugno 2011
Stato: 1 Cod: 5200 - Tipo: p

Il suo nome era Albus. Un lupino bianco cresciuto con difficoltà su di una piantina che aveva messo dimora in un terreno acido e povero di calcare. Doveva difendersi — la leguminacea — dalle troppe radici di altre piante che: aggrovigliandosi sotto terra tendevano poi a marcire. La pianta si sentiva intirizzire dal freddo nei periodi invernali per poi tornare a crescere rigogliosa durante i mes ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 25 luglio 2010
Stato: 1 Cod: 4386 - Tipo: r

Se fossi un po' artista, un po' strano, mi inventerei delle parole lì per lì, mai pensate, mai provate; per parlare al tuo cuore, e fermare il tuo cammino, e chiamarti a me, legarti, e vincere la tua distrazione, ed entrare un pochino, nel tuo cuore. Se avessi un pennello, colorerei la città di primavera, per scacciare il brutto ed il grigio; se potessi, comprare di più, comprere ...
Scritto nel 2013
On line da: martedì 21 maggio 2013
Stato: 1 Cod: 7496 - Tipo: p

E dentro questo mio cercar tra fogli persi nella via lasciati lì a marcire... foglie dal tempo ingiallite... ritrovo il profumo dei ricordi... di ciò che è stato penetrante nella mente... Di te il sapore brucia ancor sulle labbra fitto come pioggia d'autunno sulla pelle... umida percorre nei brividi improvvisi nel bacio mai dimenticato nelle parole sussurrate... Poesia di te... ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 31 luglio 2010
Stato: 1 Cod: 4401 - Tipo: p

Se nel parlar a nulla ferir potesse esser la mossa vincente, passerei il tempo mio a raccontar le vicende di un anima vaga dolente. Ma volle l'amor toccar il desiderio solenne senza lasciar ricordo alcuno, di un passo che non giunse mai ad esser un tutt'uno. Storie di parole mai ascoltate, che vivono solo nella mente di chi vive queste giornate. È chi ha un po' di curiosità nel volerl ...
Scritto nel 2011
On line da: mercoledì 10 dicembre 2014
Stato: 1 Cod: 1705 - Tipo: p

Fior di mimosa, tra rami rigogliosi di gialli ti vedo, al passaggio, e mi chiedo: perché dedicato sei messaggio... È un giorno particolare, qualcosa cambia, sorridere farai di più oggi che a ieri sembra uguale..? Oh! sì.. Forse per il mazzetto gentilmente donato, l'atteso augurio chissà arrivato, finalmente l'incontro tanto desiderato o.. per il sogno impossibile avverato...? Fi ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 10 marzo 2008
Stato: 1 Cod: 964 - Tipo: p

Antico sentimento nutrito del misero essere umano, che logora la nostra breve esistenza in questa vita, contrapposta l'una all'altra. Come l'acqua è il fuoco , il cielo è la terra, Il giorno e la notte, la vita e la morte. Nel creato nessuno può negare la loro coesistenza, senza l'uno non potrebbe esistere l'altro, la perfezione della creazione resa perfetta. Esempio da seguire tra tutte le molte ...
Scritto nel 2015
On line da: sabato 26 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8322 - Tipo: r

Follia d'uomo immolato per fede al Dio senza nome nella sacralità di vita vocata alla giustizia del Dio vivente, divinità resa vana dall'immagine d'una creatura imperfetta e fragile con l'udito sordo al grido pietoso, occhi accecati da fedi inesistenti col cuore indurito dai falsi profeti, sordi al grido di dolore nei cuori straziati di madri resi sterili, da inutile martirii di f ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 26 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8329 - Tipo: p

Trecento euro al mese, ti sta bene per lavorarti in questa mia vetrina in cui metto la faccia, il "cuore", il nome e merce, le amicizie che avvicina? Dovrai elargire abbracci con faccine ridenti (specialmente ai confidenti!), fingendo d'esser me, tanto qui dietro nessuno può vederti s'anche è vetro. Scaldare con il fiato le parole che devono apparire luccicanti, più belle della luce ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 6 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6563 - Tipo: p

Solo sul bordo del vecchio muretto  lo sguardo gettato sull'orizzonte  si vede il mare, nitido, perfetto  lui che m'ispira, lui l'unica fonte  Non posso evitarlo, sono costretto  osservando con la mano alla fronte  uno scenario che m'entra nel petto  della bella poesia vera sorgente  La mia sorgente di poesia e d'amore  quante carezze davanti quel mare  baci di cui sento ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 7 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7080 - Tipo: p

Amare, astratta ideologia dell'essere, invisibile e impalpabile come l'aria, ma essenziale per il cuore d'ogni anima. Amarsi è la libertà di farsi conoscere senza paura di mostrare forze e debolezze; è la naturale spontaneità di far esplodere ogni più piccola emozione senza limite né trepidazione, di dare e avere in perfetta armonia, in modi diversi ma in egual misura, senza mai chiedere o prete ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 30 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2947 - Tipo: r

Ancora noi Ancora siamo qui, siamo sempre noi, i ribelli, un po’ out, un po’ artisti, un po’ folli, o strani, un po’ maledetti, tra male e bene; gli scrittori beat, i pensatori out, sempre ribelli, sempre ai margini, detestati, abbandonati, vilipesi, sottovalutati, gli scrittori on the road, che parlano di tutto, raccontano, le cose delal vita di tutti i giorni; siamo noi, ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 8 giugno 2019
Stato: 1 Cod: 8848 - Tipo: p

Da un anno abbiamo deciso di provare a realizzare un sogno e non mi sembra ancora vero di essere quasi arrivata alla mèta. È stato dopo averti conosciuto che ho capito il significato dell'amore perché tu mi hai subito accettata per quella che sono, mi hai insegnato ad essere me stessa, mi hai fatto capire quanto importante è avere accanto una persona che ti voglia veramente bene. Queste piccole c ...
Scritto nel 1991
On line da: sabato 31 maggio 2008
Stato: 1 Cod: 1283 - Tipo: r

Ama la tua vita e tienitela cara, insieme ad essa, chi ti vuole bene, perché! La tua vita è una sola, ma! Chi ti vuole bene, sono molto pochi. ...
Scritto nel 2014
On line da: mercoledì 18 febbraio 2015
Stato: 1 Cod: 8005 - Tipo: m

Ho sogni nel cassetto. In frassino? No infranti. Sogni riciclati, ispirati, aspirati. Ho sogni notturni, sogno ad occhi aperti, sogno in lingua madre, sgretolo quelli di mio padre. Sogno di noi, di te, di me... sogno coniugando. Congiungendo... E si Ma... sogno dividendo il Me dal me! Poi moltiplico Per-chè ma il risultato è sempre Te. Sogno sassi ,massi, tassi, passi... fessi? Si spess ...
Scritto nel 2013
On line da: martedì 1 ottobre 2013
Stato: 1 Cod: 7740 - Tipo: p

Volevo essere cuore nella mattinata grigia. Rose e spine e cielo quando potrò avervi? Sfuggite, sfuggite! Oh, deserti bianchi come distese di pensieri ove anonime oscillazioni vibrano. Ascolta! Il mio fioco pensiero giunge a te? Canti, distruttori ed artefici delle mie speranze, vortici di gioia e distruzione! Ascoltate! Il mio fioco pensiero giunge a voi? Rifletto, di front ...
Scritto nel 2011
On line da: venerdì 6 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5804 - Tipo: p

Una vacanza imprevista, una notte lunga, poche ore per la "magia"... ore indimenticabili che hanno riempito il mio cuore di Gioia... Non so come tu abbia fatto, non so come sia riuscito a farmi riscoprire l'Amore, ...a farmi ritrovare la fiducia, ...a farmi sentire protetta... ma i tuoi abbracci, i tuoi baci, le tue coccole, i tuoi sguardi, le tue parole, i tuoi silenzi... ...sono Luce ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 24 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 472 - Tipo: p

Stare al vento Non essere mai contento, andare avanti senza troppi guai, non rompendo, stare attento, a dei bastardi che entrano nella tua vita, per menarla, per comandare e farti andare; stare al vento come perdere tempo, essere in cammino, domani incerto, domani che spavento, che scoperta; aspettare te, ed essere meno solo, stare al vento. ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 26 maggio 2019
Stato: 1 Cod: 8843 - Tipo: p

Fa niente, passeremo pure questi momenti in cui ci pesa anche il respiro d'amaro che si annida in pochi gesti tra i sensi e la sostanza del pensiero. Sorridi, perlanera, guarda i nidi cui tornano le rondini sul vento primaverile, scordati il tormento del fiume che s'ingoia come fiele. Sorridi al giorno sfatto, fatti forza guardando il lato bello della vita, le rondini, un tramonto c ...
Scritto nel 2013
On line da: venerdì 12 aprile 2013
Stato: 1 Cod: 7400 - Tipo: p

Mi ricordo con ardore con gran nostalgia di quel tempo ormai lontano, della nostra giovinezza, che passata è tuttavia, e ci lascia nei ricordi della dolce malinconia, quanto amore ho nel cuore degli anni ormai passati, Ti ricordo con dolcezza e con gran nostalgia, sempre uniti noi vivremo fino a quando noi saremo relegati a questo mondo, fino all'ultimo sospiro, nell'amore ...
Scritto nel 1997
On line da: giovedì 15 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2303 - Tipo: p

Chiudo così un capitolo di vita con un decennio scritto dentro al cuore di affanni, corse, gioie e il dispiacere per i legami che ora lascio andare. Ad una ad una mancano già tutte quelle persone con cui ho condiviso dieci anni di cammino e di emozioni, giorni sereni e di preoccupazioni. Ad una ad una passano davanti lo sguardo e vedo scorrere gli eventi, dal primo incontro all'ulti ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 29 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6198 - Tipo: p

Già se ne sono andate le cicale coi canti che tremavano le sere roventi e un fresco arpeggio di grecale rimbalza gli echi della primavera, dall'ombra degli ulivi spettinati fino agli scrosci sopra la scogliera. Rincalza l'onda e scalza m'incammino col desiderio della tua presenza fra i rivoli di sabbia e il plenilunio di platino che non sa mai abbastanza di te nel mentre scivola dal m ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 30 agosto 2012
Stato: 1 Cod: 6366 - Tipo: p

Profumo arabescato in voluttuose spire leggere che sfiorano i sensi e li avvolgono pian piano di sublime piacere... La tazzina ondeggia il mescolare scuro con il dolce per un sentore amaro che inebria il palato... mentre veleggia tutt'intorno l'aroma che come magia ricompensa l'anima... ...
Scritto nel 2007
On line da: giovedì 20 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 306 - Tipo: p

Perché in un attimo la mia mente ti insegue e Non mi so spiegare, non riesco a capire Quella tristezza che attanaglia il mio corpo. Tu non sai, non immagini cosa sei per me! Sei la notte dove invano cerco di prenderti, il sogno che ad ogni costo cerco di afferrare, sei l'aria che stento a respirare, l'acqua che non mi disseta mai! Sei il giorno che passa troppo in fretta e Le ore che non ...
Scritto nel 2000
On line da: mercoledì 24 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 474 - Tipo: p

C'è un tempo nella vita, in cui ti accorgi di avere sbagliato strada... è quello dei sogni che non hai percorso, quello delle verità che non hai veduto, quello dei problemi che non hai potuto affrontare. E diviene un viaggio subdolo la pazzia di continuare... sentieri impervi, rigano il cuore... fortemente, disperatamente... e dentro spine di rose selvatiche ti perdi. "Non hai più destino se no ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 10 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2531 - Tipo: r

Quanno pe' respirà nu poco d`ammore cianciuso t'addumando si me vuò bene riffe e raffa, sùbbeto me dice: - Certo ca te voglio bene! - Tanta vote me pare overo e pe` nu poco s`accujeta stu core ca nun sape maje che le succede. Ma saccio pure ca l'ammore - l'ammore cu l'A maiuscola - è n'ata cosa, ca na buscìa, scanagliata, nun pò tenè forza! Si uno all'impruvviso d'into a l'uocchje 'e ...
Scritto nel 2006
On line da: mercoledì 4 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3581 - Tipo: p

Io cerco la guerra ma trovo solo l'Oriente tra i visi nascosti di piccole bestie, il volo c'è stato ma è stato ignorato, il primo ministro ha la pancia profonda. C'è chi lancia la palla oltre il confine tra le pozze di piscio straniero e nell'attesa del lesto ritorno rimbomba un fragore annunciato. Letti ora caldi di sangue versato per delle assenze frugate nel vuoto, l'orrore non can ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 4 maggio 2009
Stato: 1 Cod: 2992 - Tipo: p

Si è accesa una stella lucente ora nata dal tocco amoroso di mano fatata Risplende di luce di tanti bagliori invito lontano di morbidi cuori Tra tutte più bella è stata creata lassù tra sorelle sorride beata Ma se chiamata ha un compito alfine che a lungo guardare essa può lenire Sia pene di cuore sia rimpianti tardivi sia lucciconi di pianti furtivi Se alzi lo sguar ...
Scritto nel 1998
On line da: lunedì 28 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 791 - Tipo: p

Mare, che infrangi silenzioso mare che da sempre mi hai accolto, mare che ravvivi le tue coste e che, con la tua bellezza infinita rallegri gli animi di tutti. ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 3 agosto 2009
Stato: 1 Cod: 3391 - Tipo: p

Un mistero di silenzio ci separa mentr'io ti sento ancor più vicina, nei paraggi dell'esistenza. Nelle tue labbra ordinatrici trova ordine la mia vita; le tue parole racchiudono inesplicabili spazi, varcando senza vesti profondissime gote ed indugiando librate nell'aria (come aloni sospirati dal vento...). La mia voce tremante s'incatena alla tua suadente; in ogni mio pensiero ...
Scritto nel 2001
On line da: martedì 25 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1634 - Tipo: p

Soldatino col moschetto senza fili arriverai dal tuo amore vigoroso e nessuna matrioska bisbigliante per la tua uniforme mentre incedi sopraffatto dall'aghiacciante inverno e non ci siamo noi tuoi compagni di sventura a sorriderti dal bordo di zolle arate la morte ci ha investiti come sassolini sotto un rullo. Soldatino col moschetto e con le scarpe di cartone forse il tuo amore no ...
Scritto nel 1999
On line da: domenica 13 luglio 2008
Stato: 1 Cod: 1422 - Tipo: p

Che tu sia una lama in grado di sventrare la mia anima così affamata d'amore. Che tu sia ingordo del mio corpo da non poterti saziare mai. Che tu sia quello che cerco e quello che odio più di ogni altra cosa... io sono insaziabile, io sono quello che cerchi e quello che odi. Che tu sia per me la morte più dolce e la vita vissuta in tutto il suo splendore, che tu sia la paura più gr ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 26 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1542 - Tipo: p

Ccjaju un vulcanu jndra lu pjettu, je quannu arruttu addrumu lu ghjaccju, sjntenzj scrjttj nnj lu ma cjrjvjeddru, sunnu cunnannj ppj l'jmbamj dj turnu, nna draunera ca unghja dj bottu, je nun sj sgunghja sjddru nu scattu, jndra lu corj crjscjnu motu je dragunerj, je sulu vuommjcannu sj cujeta stu pjnzjerj, jndra lu mbjernu a lu scuru djtunnu, s'affaccja atu lu sulj ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 9 maggio 2013
Stato: 1 Cod: 7485 - Tipo: p

Rimango inerme a cercare il mio spazio in un fascio di luce che avvolge il mio cuore ma procura dolore. Un leggero tremore attraversa il mio corpo, e, in un solo momento mi accorgo che, il tuo ricordo ancora dentro mi porto. ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 9 settembre 2008
Stato: 1 Cod: 1626 - Tipo: r

Una fata, una strega, una musa ...ed una donna, ed ancor di più mi pare tu sia, sò solo che riesci a far vibrare di nuova ed eterna energia, ogni fibra dell'esser mio. Grande è il desiderio di te, e così arduo è seguire il tuo volo, ma tanto esaltante è la sfida, al tempo ed all'orizzonte infinito, e sentirsi al tuo fianco, il solo, a condividerla. Lascia che il mio tocco ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 24 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7624 - Tipo: p

Chiudo gli occhi E soffio caldo arriva in me... Respiro di te... intreccio caldo di mani nel letto, nel giorno che nasce... cerca sorrisi nascosti nel tempo... Nelle tue braccia mi perdo e nell'affondo di un silenzio... gabbiani,amanti, si rincorrono ed io... intatta ritrovo La mia libertà... ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 6 febbraio 2011
Stato: 1 Cod: 4941 - Tipo: p

Quel tempo era d'estate un'estate di tanto tempo fa e in quel tempo tu eri con me noi vivevamo insieme istante dopo istante ora dopo ora giorni e notti colmi di felicità di amore... di passione noi eravamo senza più un passato senza un domani soli... solo nel presente soli noi e l'amore l'amore... solo con noi... solo per noi poi venne un nuovo tempo... d'autunno e tu eri ancora con ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 28 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6088 - Tipo: p

Il clima si sta tropicalizzando anche qui da noi. Cosa stiamo aspettando? Non ci sono più eroi da mettere alla testa delle lotte e del riscatto. facciamola sta festa ma senza alcun baratto. Non ci spaventano fulmini e saette: le nostre tasche sono troppo strette tra la fame e la speculazione. E ornai il tempo della rivoluzione! ...
Scritto nel 2013
On line da: mercoledì 17 luglio 2013
Stato: 1 Cod: 7583 - Tipo: p

Quell'email è arrivata, come uno scintillìo ha riacceso la magia cha da tempo era andata via. Prendo carta e penna, mi riempio di fantasia e per fortuna è andata via la malinconia lasciando il posto alla mia allegria. Grazie a tutti mi va di scrivere ma un grazie particolare a te che hai creduto ancora in me. ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 23 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1539 - Tipo: p

Sotto la pensilina, tra la nebbia e l'unto odore metallico dei treni, le mani in tasca del mio cappotto rosso, impaziente aspetto di colmare il vuoto di troppi mesi pieni della tua assenza. Tra poco rivedrò il mio amore estraneo, udrò di nuovo la sua voce roca dirmi parole che non ho mai udito. "Il treno del Sole viaggia con dieci ore di ritardo" Ti penso stanco, ansioso di vederm ...
Scritto nel 2010
On line da: martedì 23 novembre 2010
Stato: 1 Cod: 4770 - Tipo: p

Anime addormentate prego per voi che Dio vi doni la pace, che i vostri peccati man mano nel purgatorio possano essere scontati, nel paradiso possiate entrarvi, lì non avete più bisogno delle nostre preghiere ma volete sempre che noi non perdiamo la fede, perchè senza amor per Dio non si va in paradiso. Voi pregate anime addormentate, per gli abitanti della terra ora che siete con Dio a f ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 3 dicembre 2010
Stato: 1 Cod: 4793 - Tipo: p

Il diavolo non è poi brutto come lo si dipinge. Soprattutto quando, persi i suoi poteri si trova a rabattarsi in una penosa condizione umana. Avevano acquistato quel fabbricato da due anziani coniugi andati a vivere in città insieme alla loro figlia minore sacrificata per anni nel fare la spola in un andirivieni stressante. Oramai troppo avanti con l'età per rimanere soli in quel paesino in prov ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 9 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4674 - Tipo: r

Quando son nata piangevo perchè sapevo cosa mi attendeva, da un immenso profumo di fiori dove pace regnava, sono scesa nelle fogne tuttora piango. Quando mi spegnerò allor sarò contenta, perchè tornerò a sentire il profumo delicato dei fiori, tutto intorno a me piangerà. ...
Scritto nel 2010
On line da: mercoledì 6 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4659 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia, quand'ella altrui saluta, ch'ogne lingua devèn, tremando, muta, e li occhi no l'ardiscon di guardare. Ella si va, sentendosi laudare, benignamente d'umiltà vestuta, e par che sia una cosa venuta da cielo in terra a miracol mostrare. Mostrasi sì piacente a chi la mira che dà per li occhi una dolcezza al core, che 'ntender no la può chi ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8674 - Tipo: p

Quanto piú m'avicino al giorno extremo che l'umana miseria suol far breve, piú veggio il tempo andar veloce et leve, e 'l mio di lui sperar fallace et scemo. I' dico a' miei pensier': Non molto andremo d'amor parlando omai, ché 'l duro et greve terreno incarco come frescha neve si va struggendo; onde noi pace avremo: perché co·llui cadrà quella speranza che ne fe' vaneggiar sí lu ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8544 - Tipo: p

Era il giorno ch'al sol si scoloraro per la pietà del suo factore i rai, quando i' fui preso, et non me ne guardai, ché i be' vostr'occhi, donna, mi legaro. Tempo non mi parea da far riparo contra colpi d'Amor: però m'andai secur, senza sospetto; onde i miei guai nel commune dolor s'incominciaro. Trovommi Amor del tutto disarmato et aperta la via per gli occhi al core, che di lagrim ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8537 - Tipo: p

La concubina di Titone antico già s'imbiancava al balco d'oriente, fuor de le braccia del suo dolce amico; di gemme la sua fronte era lucente, poste in figura del freddo animale che con la coda percuote la gente; e la notte, de' passi con che sale, fatti avea due nel loco ov' eravamo, e 'l terzo già chinava in giuso l'ale; quand' io, che meco avea di quel d'Adamo, vinto dal sonno, ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8612 - Tipo: p

Se mai più che d'Euterpe il furor santo, E d'Erato il sospiro, o dolce madre, L'amaro ghigno di Talia mi piacque, Non è consiglio di maligno petto. Né del mio secol sozzo io già vorrei Rimescolar la fetida belletta, Se un raggio in terra di virtù vedessi, Cui sacrar la mia rima. A te sovente Così diss'io: ma poi che sospirando, Come si fa di cosa amata e tolta, Narrar t'udia di che virt ...
Scritto nel 1806
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8730 - Tipo: p

Altissimu, onnipotente bon Signore, Tue so' le laude, la gloria e l'honore et onne benedictione. Ad Te solo, Altissimo, se konfano, et nullu homo ene dignu te mentovare. Laudato sie, mi' Signore cum tucte le Tue creature, spetialmente messor lo frate Sole, lo qual è iorna, et allumeni noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore: de Te, Altissimo, porta significatione. ...
Scritto nel 1224
On line da: lunedì 7 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 8569 - Tipo: p

Io dico, seguitando, ch'assai prima che noi fossimo al piè de l'alta torre, li occhi nostri n'andar suso a la cima per due fiammette che i vedemmo porre, e un'altra da lungi render cenno, tanto ch'a pena il potea l'occhio tòrre. E io mi volsi al mar di tutto 'l senno; dissi: «Questo che dice? e che risponde quell' altro foco? e chi son quei che 'l fenno?». Ed elli a me: «Su per le ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8577 - Tipo: p

Guardando nel suo Figlio con l'Amore che l'uno e l'altro etternalmente spira, lo primo e ineffabile Valore quanto per mente e per loco si gira con tant' ordine fé, ch'esser non puote sanza gustar di lui chi ciò rimira. Leva dunque, lettore, a l'alte rote meco la vista, dritto a quella parte dove l'un moto e l'altro si percuote; e lì comincia a vagheggiar ne l'arte di quel maestro ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8646 - Tipo: p

Sutta un'antica quercia, Chi attraversu spurgìa da un vàusu alpestri, Cu 'na manu a la frunti, Don Chisciotti Mestissinu sidia: 'na rocca allatu Di chiàppari cuverta, e la pinnenti Arèddara d'attornu a la sua cima, Facìanu pavigghiuni a la sua testa, Ripusava oziusa la gran spata Tra la purvuli e l'erva, a un virdi ramu Stava appujata l'asta di la guerra, Sutta un vrazzu lu scutu, e l'e ...
Scritto nel 1810
On line da: sabato 12 dicembre 2015
Stato: 1 Cod: 8754 - Tipo: p

«O Padre nostro, che ne' cieli stai, non circunscritto, ma per più amore ch'ai primi effetti di là sù tu hai, laudato sia 'l tuo nome e 'l tuo valore da ogne creatura, com' è degno di render grazie al tuo dolce vapore. Vegna ver' noi la pace del tuo regno, ché noi ad essa non potem da noi, s'ella non vien, con tutto nostro ingegno. Come del suo voler li angeli tuoi fan sacrificio ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8614 - Tipo: p

Settembre, oggi veder vorrei l'azzurro del tuo cielo riempiere la bocca rotonda della maschera di pietra in cima alla colonna che si sfalda nei secoli, convolta dal rosaio che si sfoglia nell'ora, entro quel chiostro quadrato che di biondo travertino chiarisce il cotto delle antiche Terme. Forse d'Orfeo ragionerei con Erme sul margine del fonte ove i delfini reggon la tazza in su le c ...
Scritto nel 1093
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8712 - Tipo: p

Cercando col cupido sguardo, Tra il vel della nebbia terrena, Quel sol che in sua limpida piena V'avvolge or beati lassù; Il secol vi sdegna, e superbo Domanda qual merto agli altari V'addusse; che giovin gli avari Tesor di solinghe virtù. A Lui che nell'erba del campo La spiga vitale ripose, Il fil di tue vesti compose, Del farmaco i succhi temprò; Che il pino inflessibile agli austr ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8750 - Tipo: p

Spesso il male di vivere ho incontrato: era il rivo strozzato che gorgoglia, era l'incartocciarsi della foglia riarsa, era il cavallo stramazzato. Bene non seppi, fuori del prodigio che schiude la divina Indifferenza: era la statua nella sonnolenza del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato. ...
Scritto nel 1925
On line da: mercoledì 6 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8892 - Tipo: p

Riviere, bastano pochi stocchi d'erbaspada penduli da un ciglione sul delirio del mare; o due camelie pallide nei giardini deserti, e un eucalipto biondo che si tuffi tra sfrusci e pazzi voli nella luce; ed ecco che in un attimo invisibili fili a me si asserpano, farfalla in una ragna di fremiti d'olivi, di sguardi di girasoli. Dolce cattività, oggi, riviere di chi s'arrende pe ...
Scritto nel 1925
On line da: mercoledì 6 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8897 - Tipo: p

Nel tempo che Iunone era crucciata per Semelè contra 'l sangue tebano, come mostrò una e altra fiata, Atamante divenne tanto insano, che veggendo la moglie con due figli andar carcata da ciascuna mano, gridò: «Tendiam le reti, sì ch'io pigli la leonessa e ' leoncini al varco»; e poi distese i dispietati artigli, prendendo l'un ch'avea nome Learco, e rotollo e percosselo ad un sass ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8599 - Tipo: p

Quand Don Juan descendit vers l'onde souterraine Et lorsqu'il eut donné son obole à Charon, Un sombre mendiant, l'oeil fier comme Antisthène, D'un bras vengeur et fort saisit chaque aviron. Montrant leurs seins pendants et leurs robes ouvertes, Des femmes se tordaient sous le noir firmament, Et, comme un grand troupeau de victimes offertes, Derrière lui traînaient un long mugissement. ...
Scritto nel 1850
On line da: lunedì 10 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 8696 - Tipo: p

Sento l'aura mia anticha, e i dolci colli veggio apparire, onde 'l bel lume nacque che tenne gli occhi mei mentr'al ciel piacque bramosi et lieti, or li tèn tristi et molli. O caduche speranze, o penser' folli! Vedove l'erbe et torbide son l'acque, et vòto et freddo 'l nido in ch'ella giacque, nel qual io vivo, et morto giacer volli, sperando alfin da le soavi piante et da begli occh ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8564 - Tipo: p

Amore a Delia. A te non noto ancora, Se non di nome, io vengo, io quel di Cipri Fra gli uomini e gli Dei fanciul famoso; Dubbio innoltrando il pie', che già due lustri Da queste stanze ad altre sedi io trassi, Quando la Madre tua savia divenne, E cessò d'esser bella. Or riconosco De' miei trionfi i monumenti; or veggio Il fido letto, ch'io nel dì lucente, La notte il sonno coniugal calca ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8732 - Tipo: p

Per correr miglior acque alza le vele omai la navicella del mio ingegno, che lascia dietro a sé mar sì crudele; e canterò di quel secondo regno dove l'umano spirito si purga e di salire al ciel diventa degno. Ma qui la morta poesì resurga, o sante Muse, poi che vostro sono; e qui Caliopè alquanto surga, seguitando il mio canto con quel suono di cui le Piche misere sentiro lo colp ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8604 - Tipo: p

Settembre, teco io sia sul Loricino che fece blandi gli ozii del pretore: in sabbia quasi rosea fluisce scabra di rughe e sparsa di negrore come il palato del mio dolce veltro. Sorvolano le rondini quel vetro lieve cui godon rompere coi bianchi petti: una piuma cade e corre al mare. E di là dalle verdi canne i monti di Cori son cilestri come il mare. Forza del Lazio quanto sei soave ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8713 - Tipo: p

L'albero a cui tendevi la pargoletta mano, il verde melograno da' bei vermigli fior, nel muto orto solingo rinverdì tutto or ora e giugno lo ristora di luce e di calor. Tu fior della mia pianta percossa e inaridita, tu dell'inutil vita estremo unico fior, sei ne la terra fredda, sei ne la terra negra; né il sol più ti rallegra né ti risveglia amor. ...
Scritto nel 1871
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8501 - Tipo: p

S'io avessi le rime aspre e chiocce, come si converrebbe al tristo buco sovra 'l qual pontan tutte l'altre rocce, io premerei di mio concetto il suco più pienamente; ma perch' io non l'abbo, non sanza tema a dicer mi conduco; ché non è impresa da pigliare a gabbo discriver fondo a tutto l'universo, né da lingua che chiami mamma o babbo. Ma quelle donne aiutino il mio verso ch'aiut ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8601 - Tipo: p

Settembre, chiare fresche e dolci l'acque ove il tuo delicato viso miri; e dolce m'è nella memoria il mio natale Aterno in letto d'erbe lente, e l'Amaseno quando muor domato presso l'Appia col fratel suo l'Uffente, e la Cyane ascosa tra i papíri, e la Vella sì cara alla vitalba. E pien di deità dai colli d'Alba lo specchio di Diana ancor mi luce. Ma un'altr'acqua al mio sogno è più d ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8714 - Tipo: p

La bocca sollevò dal fiero pasto quel peccator, forbendola a' capelli del capo ch'elli avea di retro guasto. Poi cominciò: «Tu vuo' ch'io rinovelli disperato dolor che 'l cor mi preme già pur pensando, pria ch'io ne favelli. Ma se le mie parole esser dien seme che frutti infamia al traditor ch'i' rodo, parlar e lagrimar vedrai insieme. Io non so chi tu se' né per che modo venuto s ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8602 - Tipo: p

Quand, les deux yeux fermés, en un soir chaud d'automne, Je respire l'odeur de ton sein chaleureux, Je vois se dérouler des rivages heureux Qu'éblouissent les feux d'un soleil monotone; Une île paresseuse où la nature donne Des arbres singuliers et des fruits savoureux; Des hommes dont le corps est mince et vigoureux, Et des femmes dont l'oeil par sa franchise étonne. Guidé par ton o ...
Scritto nel 1946
On line da: venerdì 15 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 8705 - Tipo: p

O toison, moutonnant jusque sur l'encolure! O boucles! O parfum chargé de nonchaloir! Extase! Pour peupler ce soir l'alcôve obscure Des souvenirs dormant dans cette chevelure, Je la veux agiter dans l'air comme un mouchoir! La langoureuse Asie et la brûlante Afrique, Tout un monde lointain, absent, presque défunt, Vit dans tes profondeurs, forêt aromatique! Comme d'autres esprits vog ...
Scritto nel 1859
On line da: sabato 21 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8673 - Tipo: p

La tortora che ha perso la compagna fa una vita molto dolorosa; va in un fiumicello, e vi si bagna, e beve di quell'acqua torbidosa. Cogli altri uccelli non ci s'accompagna. Negli alberi fioriti non si posa. Si bagna l'ale e si percuote il petto. Ha perso la compagna: oh che tormento! ...
Scritto nel 1450
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8503 - Tipo: p

Quando per dilettanze o ver per doglie, che alcuna virtù nostra comprenda, l'anima bene ad essa si raccoglie, par ch'a nulla potenza più intenda; e questo è contra quello error che crede ch'un'anima sovr' altra in noi s'accenda. E però, quando s'ode cosa o vede che tegna forte a sé l'anima volta, vassene 'l tempo e l'uom non se n'avvede; ch'altra potenza è quella che l'ascolta, e ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8607 - Tipo: p

Luogo è in inferno detto Malebolge, tutto di pietra di color ferrigno, come la cerchia che dintorno il volge. Nel dritto mezzo del campo maligno vaneggia un pozzo assai largo e profondo, di cui suo loco dicerò l'ordigno. Quel cinghio che rimane adunque è tondo tra 'l pozzo e 'l piè de l'alta ripa dura, e ha distinto in dieci valli il fondo. Quale, dove per guardia de le mura più e ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8587 - Tipo: p

'Al Padre, al Figlio, a lo Spirito Santo', cominciò, 'gloria!', tutto 'l paradiso, sì che m'inebriava il dolce canto. Ciò ch'io vedeva mi sembiava un riso de l'universo; per che mia ebbrezza intrava per l'udire e per lo viso. Oh gioia! oh ineffabile allegrezza! oh vita intègra d'amore e di pace! oh sanza brama sicura ricchezza! Dinanzi a li occhi miei le quattro face stavano acces ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8663 - Tipo: p

Posto avea fine al suo ragionamento l'alto dottore, e attento guardava ne la mia vista s'io parea contento; e io, cui nova sete ancor frugava, di fuor tacea, e dentro dicea: 'Forse lo troppo dimandar ch'io fo li grava'. Ma quel padre verace, che s'accorse del timido voler che non s'apriva, parlando, di parlare ardir mi porse. Ond' io: «Maestro, il mio veder s'avviva sì nel tuo lum ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8621 - Tipo: p

Godi, Fiorenza, poi che se' sì grande che per mare e per terra batti l'ali, e per lo 'nferno tuo nome si spande! Tra li ladron trovai cinque cotali tuoi cittadini onde mi ven vergogna, e tu in grande orranza non ne sali. Ma se presso al mattin del ver si sogna, tu sentirai, di qua da picciol tempo, di quel che Prato, non ch'altri, t'agogna. E se già fosse, non saria per tempo. Cos ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8595 - Tipo: p

Poscia che 'ncontro a la vita presente d'i miseri mortali aperse 'l vero quella che 'mparadisa la mia mente, come in lo specchio fiamma di doppiero vede colui che se n'alluma retro, prima che l'abbia in vista o in pensiero, e sé rivolge per veder se 'l vetro li dice il vero, e vede ch'el s'accorda con esso come nota con suo metro; così la mia memoria si ricorda ch'io feci riguarda ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8664 - Tipo: p

Forse semilia miglia di lontano ci ferve l'ora sesta, e questo mondo china già l'ombra quasi al letto piano, quando 'l mezzo del cielo, a noi profondo, comincia a farsi tal, ch'alcuna stella perde il parere infino a questo fondo; e come vien la chiarissima ancella del sol più oltre, così 'l ciel si chiude di vista in vista infino a la più bella. Non altrimenti il triunfo che lude ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8666 - Tipo: p

Levommi il mio penser in parte ov'era quella ch'io cerco, et non ritrovo in terra: ivi, fra lor che 'l terzo cerchio serra, la rividi piú bella et meno altera. Per man mi prese, et disse: - In questa spera sarai anchor meco, se 'l desir non erra: i' so' colei che ti die' tanta guerra, et compie' mia giornata inanzi sera. Mio ben non cape in intelletto humano: te solo aspetto, et que ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8539 - Tipo: p

Mentre che li occhi per la fronda verde ficcava io sì come far suole chi dietro a li uccellin sua vita perde, lo più che padre mi dicea: «Figliuole, vienne oramai, ché 'l tempo che n'è imposto più utilmente compartir si vuole». Io volsi 'l viso, e 'l passo non men tosto, appresso i savi, che parlavan sìe, che l'andar mi facean di nullo costo. Ed ecco piangere e cantar s'udìe 'Labi ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8626 - Tipo: p

Buio d'inferno e di notte privata d'ogne pianeto, sotto pover cielo, quant' esser può di nuvol tenebrata, non fece al viso mio sì grosso velo come quel fummo ch'ivi ci coperse, né a sentir di così aspro pelo, che l'occhio stare aperto non sofferse; onde la scorta mia saputa e fida mi s'accostò e l'omero m'offerse. Sì come cieco va dietro a sua guida per non smarrirsi e per non dar ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8619 - Tipo: p

A Victor Hugo I Dans les plis sinueux des vieilles capitales, Où tout, même l'horreur, tourne aux enchantements, Je guette, obéissant à mes humeurs fatales, Des êtres singuliers, décrépits et charmants. Ces monstres disloqués furent jadis des femmes, Eponine ou Lais ! Monstres brisés, bossus Ou tordus, aimons-les ! ce sont encor des âmes. Sous des jupons troués et sous de froids t ...
Scritto nel 1859
On line da: giovedì 19 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8672 - Tipo: p

Donne ch'avete intelletto d'amore, i' vo' con voi de la mia donna dire, non perch'io creda sua laude finire, ma ragionar per isfogar la mente. Io dico che pensando il suo valore, Amor sì dolce mi si fa sentire, che s'io allora non perdessi ardire, farei parlando innamorar la gente. E io non vo' parlar sì altamente, ch'io divenisse per temenza vile; ma tratterò del suo stato gentile ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8675 - Tipo: p

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno, e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto, e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto da' duo begli occhi che legato m'hanno; e benedetto il primo dolce affanno ch'i'ebbi ad esser con Amor congiunto, e l'arco, e le saette ond'io fui punto, e le piaghe che 'nfin al cor mi vanno. Benedette le voci tante ch'io chiamando il nome de mia d ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8536 - Tipo: p

Se mai continga che 'l poema sacro al quale ha posto mano e cielo e terra, sì che m'ha fatto per molti anni macro, vinca la crudeltà che fuor mi serra del bello ovile ov' io dormi' agnello, nimico ai lupi che li danno guerra; con altra voce omai, con altro vello ritornerò poeta, e in sul fonte del mio battesmo prenderò 'l cappello; però che ne la fede, che fa conte l'anime a Dio, ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8661 - Tipo: p

Né più mai toccherò le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque, Zacinto mia, che te specchi nell'onde del greco mar da cui vergine nacque Venere, e fea quelle isole feconde col suo primo sorriso, onde non tacque le tue limpide nubi e le tue fronde l'inclito verso di colui che l'acque cantò fatali, ed il diverso esiglio per cui bello di fama e di sventura baciò la s ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 23 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8504 - Tipo: p

La vita fugge, et non s'arresta una hora, et la morte vien dietro a gran giornate, et le cose presenti et le passate mi dànno guerra, et le future anchora; e 'l rimembrare et l'aspettar m'accora, or quinci or quindi, sí che 'n veritate, se non ch'i' ò di me stesso pietate, i' sarei già di questi penser' fòra. Tornami avanti, s'alcun dolce mai ebbe 'l cor tristo; et poi da l'altra pa ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8558 - Tipo: p

Lenta la neve fiocca, fiocca, fiocca. Senti: una zana dondola pian piano. Un bimbo piange, il piccol dito in bocca; canta una vecchia, il mento sulla mano. La vecchia canta: Intorno al tuo lettino c'è rose e gigli, tutto un bel giardino. Nel bel giardino il bimbo s'addormenta. La neve fiocca lenta, lenta, lenta. ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8511 - Tipo: p

«Ecco la fiera con la coda aguzza, che passa i monti e rompe i muri e l'armi! Ecco colei che tutto 'l mondo appuzza!». Sì cominciò lo mio duca a parlarmi; e accennolle che venisse a proda, vicino al fin d'i passeggiati marmi. E quella sozza imagine di froda sen venne, e arrivò la testa e 'l busto, ma 'n su la riva non trasse la coda. La faccia sua era faccia d'uom giusto, tanto be ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8586 - Tipo: p

Quando il settentrion del primo cielo, che né occaso mai seppe né orto né d'altra nebbia che di colpa velo, e che faceva lì ciascuno accorto di suo dover, come 'l più basso face qual temon gira per venire a porto, fermo s'affisse: la gente verace, venuta prima tra 'l grifone ed esso, al carro volse sé come a sua pace; e un di loro, quasi da ciel messo, 'Veni, sponsa, de Libano' ca ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8633 - Tipo: p

L'uomo è quasi sempre tanto malvagio quanto gli bisogna. Se si conduce dirittamente, si può giudicare che la malvagità non gli è necessaria. Ho visto persone di costumi dolcissimi, innocentissimi, commettere azioni delle più atroci, per fuggire qualche danno grave, non evitabile in altra guisa. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8533 - Tipo: m

Colui che con fatiche e con patimenti, o anche solo dopo molto aspettare, ha conseguito un bene, se vede altri conseguire il medesimo con facilità e presto, in fatti non perde nulla di ciò che possiede, e nondimeno tal cosa è naturalmente odiosissima, perché nell'immaginativa il bene ottenuto scema a dismisura se diventa comune a chi per ottenerlo ha speso e penato poco o nulla. Perciò l'operaio ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8525 - Tipo: m

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...