il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Noi giovani d'oggi siamo straordinari, Abbiamo, tutti, un grosso problema... l'istruzione odierna. È come se fossimo sulla stessa barca ma nessuno Ha intenzione di remare, anzi, creiamo buchi sul fondo Così, da affondare. Tutti insieme. ...
Scritto nel 2020
On line da: mercoledì 15 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8872 - Tipo: p

La verità è che tutto finto... E neanche questo è vero. L'unica travisata certezza è nella tirannia del dubbio. ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 12 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8871 - Tipo: m

Amico Il mio vicino, un anzianotto smilzo, arzillo, molto loquace, sempre in moto, nonostante l’età, un tipo singolare, con tanta voglia di chiacchierare e di blaterare, un amico che tiene compagnia, con tante cose da raccontare, l’esperienza di una vita, come sono importanti gli anzian ...
Scritto nel 2019
On line da: giovedì 3 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8870 - Tipo: p

Sempre noi Sempre noi dell’igiene mentale, che non contiamo niente, non valiamo nulla, che non ci vogliono, non ci vedono, non contiamo, siamo in fondo, gli ultimi gradini sociali; sempre noi, che è sempre colpa nostra, che c’è sempre il sospetto di pazzia, noi, che ci ridono dietro, ...
Scritto nel 2019
On line da: venerdì 27 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8869 - Tipo: p

L’ultimo angelo nero Jim Morrison Voce sincopata, melodia ribelle, sovversiva, orientaleggiante, dalle tonalità originali, brani dal ritmo potente, continuo, martellante; Morrison Profeta di una generazione, angelo, demone, sconvolto, geniale, mezzo indiano, mezzo stregone; tra un ...
Scritto nel 2019
On line da: mercoledì 18 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8868 - Tipo: p

Bella dentro, per me sei sempre bella, come una volta, come anni fa, il tempo è passato, ma non ho smesso, di amarti; siamo un po’ più grossi e vecchi, un po’ rotondi, ma io ti guardo cogli occhi del cuore, e per me sei sempre come la prima volta; cara amica mia, sei unica, fantast ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 15 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8867 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Scorrono per te questi miei versi e, tante sensazioni... che lasciano alla penna tutte insieme le emozioni per questo giorno per te poco speciale, troppo pesante... ma della tua vita è per me importante ogni istante per te dolce e prezioso amore mio... dono ancora indefinito di Dio sono trasc ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 13 febbraio 2011
Stato: 1 Cod: 4957 - Tipo: p

Non c'è una foglia Che si muove, la pioggia è passata, scassando non poco, ha lasciato le chiazze, e le pozzanghere; fuori c'è il silenzio, la notte, come un velo, si sente un cane lontano, e uno fischiare; moh! Quasi quasi ti mando un messaggio; messaggio, con tutto e niente, mi ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 7 maggio 2010
Stato: 1 Cod: 4121 - Tipo: p

Si discettò, dal '68 in poi su una questione davvero geniale: la qualità della vita... la VITA!... in vista del riscatto almeno parziale, del servo-uomo. E fu un'entusiasmante sfida. Mio padre lavorava anche la domenica. Io, dal '68 non lavorai più neanche il sabato. Sembrava che valesse ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 22 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1532 - Tipo: p

"Che cos'è la vita?" - "La vita è un labirinto!" - "Che cos'è la vita?" - "La vita è un labirinto!" - "Hai ragione!" - "Allora, ti prego, aiutami a trovare l'uscita!" - ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 30 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 4926 - Tipo: p

Ultimo atto ed è finito tutto, la pena in fondo all'anima, il sapore amaro delle lacrime nascoste nel letto, i sogni stretti a malincuore. Con gli occhi a cui ho già spento le pupille già vago tra le nuvole, in un fiotto di vento silenzioso, oltre il colore del giorno, della notte, e tra l ...
Scritto nel 2013
On line da: venerdì 21 giugno 2013
Stato: 1 Cod: 7539 - Tipo: p

Coriandoli di petali argentati volano via su un alito di vento gelato che strappato i miei respiri buttati a caso verso il cielo spento. Tacevo, immaginando di quel sole morente che sorgeva al nuovo giorno lasciandosi alle spalle notte e stelle per dare gli occhi a voli di farfalle. Sog ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 26 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6855 - Tipo: p

Ascolto il battito nel silenzio è quello del mio cuore mi racconta di me intonando giocosa melodia. Il desiderio è forte azzurro il cielo la voglia tanta di volermi bene. La finestra è bagnata come i miei occhi delle ultime gocce di pioggia. Lo spartito dell'anima adagiato nella mente s'a ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 1 marzo 2010
Stato: 1 Cod: 3925 - Tipo: p

Talvolta intervallo il lasso del mio quotidiano ponendomi i seguenti quesiti: "Quale sarà l'ultimo mio giorno di gioventù?" "In quale circostanza il nitido specchio rifletterà la mia parvenza soggetta ad un notevole processo di senescenza?" "Fino a quando potrò correre indefessa nei verdi, sterm ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 7 settembre 2008
Stato: 1 Cod: 1601 - Tipo: p

Ma allora non hai capito! L'angelo che mi bacia nei miei sogni sei tu, i miei occhi brillano perché vedono te e per la prima volta in vita mia ho aperto il mio cuore ad un'altra persona e mi succede questo. Come potrò rifarlo in futuro? Non ti sto chiedendo di amarmi alla follia, ma come puoi, come ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 20 ottobre 2008
Stato: 1 Cod: 1744 - Tipo: r

Vuota è la mia stanza Ed inerte l'aere intorno, sfuma lo sguardo in lontananza senza un sorriso di ritorno. Dove sono i ricci biondi, il dolce viso in fondo al cielo? Non vedo gli occhi tondi, son nascosti dietro un velo. Ora tu sei nell'azzurro mare, la tua anima è nel vento, la vita ...
Scritto nel 2007
On line da: lunedì 15 settembre 2008
Stato: 1 Cod: 1642 - Tipo: p

Creata la poesia, i versi come petali profumati di un fiore volano nell'aria, come raggi di luce intensa, nel gran buio profondo illuminandolo, come il profumo di una rosa purpurea nel silenzio di un soffio, lo carpisce e nell'aria lo disperde come nettare profumato, come suono celestiale, ...
Scritto nel 2005
On line da: giovedì 22 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2367 - Tipo: p

Spariscono gli ultimi col contagocce spariscono tra gli alambicchi del piccolo chimico il nonno equestre, l'uomo dell'anno nuovo ci raccontiamo favolose menzogne attorno al vecchio segreto desco brulicante di ceppi in calore le damigelle in ghingheri, i lupetti mannari all'asilo tanti augu ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 30 dicembre 2009
Stato: 1 Cod: 3783 - Tipo: p

Arde l'uccello nel nido guardando il cielo infinito si libra lieve a far giri nell'aria, felice a garrire. Anch'io uscii dal mio nido e girai per il mondo stupendo gioiello di mille bellezze palpitante di vite diverse. T'incontrai e la corsa finì. Anche noi insieme volammo felici nel ...
Scritto nel 2000
On line da: sabato 25 ottobre 2008
Stato: 1 Cod: 1765 - Tipo: c

Ascolta le note vagabonde della mia cetra, raccoglile, esse suonano per te. Riponile nello spartito del tuo cuore, non farle disperdere nel vento, potrebbero vibrare all'infinito ...
Scritto nel 2013
On line da: giovedì 10 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7108 - Tipo: p

Parole ammuffite dal passar del tempo che scampa per recuperare la sua ombra... Ci sei Attilio? Per l'ultima volta siamo pronti ad ascoltare per applaudire le canzoni del Festival di Sanremo. Chi con nostalgia e, chi con la rabbia in un corpo deficente con i lividi sul viso tutti per vedere ...
Scritto nel 2016
On line da: domenica 14 febbraio 2016
Stato: 1 Cod: 8243 - Tipo: p

Mi si accusa, ora che ho raggiunto il potere, di favorire gli amici per le investiture delle varie cariche. Da chi arrivano tali accuse? Dagli invidiosi, da coloro che hanno sempre vissuto di luce riflessa, per altro nemmeno diretta, ma dirottata con complessi sistemi di specchi a sponda. E allor ...
Scritto nel 2017
On line da: martedì 16 gennaio 2018
Stato: 1 Cod: 8787 - Tipo: r

Io abito negli occhi di un bambino dell'Africa, abito nei confini dei tuoi muti deserti.. Io abito sulle lacrime che rigano il tuo volto, nelle profondità abissali di un vecchio ricordo, Abito negli scantinati maleodoranti, dove come bestie, si rifugiano i clandestini. Io abito nei cartoni de ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 24 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2613 - Tipo: p

anche quest'inverno passerà, le foglie al vento ancora non ha perso che passato è già, non basteranno i giorni contati al calendario... tutti i vestiti nuovi appesi nell'armadio tutte le scarpe belle in scatole dorate non basteranno... se tu non mi vedrai, e tutti i capelli neri sciolti su ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 3 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 6898 - Tipo: p

Un giorno come pochi, vissuto in solitudine godendo, beato, momenti d'abbandono, dimentichi della moltitudine fragorosa delle genti. Mi addormento, mi sveglio, di nuovo cado nel sonno, nel susseguirsi continuo di immagini, abbaglio della mente che il sonno confonde. In questo giorno ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 27 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 5782 - Tipo: p

Che sballo quel bullo, che bello vedere con quanta passione coltiva le rose a cui tiene davvero e le fa rigogliose. Si spezza, singhiozza anche il fiume, l'incuria non è un buon concime, produce soltanto il pattume di sterpi, ma guarda che sballo le rose curate dal bullo! È vero che sp ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 4 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 6907 - Tipo: p

Non ho mai perso la certezza, nell'inseguire i miei sogni, di trovare la mia strada anche se la vita mi è stata avversa. Ho rincorso effimere gioie, eterne illusioni, talvolta superficiali desideri o stravaganti aspirazioni. Ma non ho mai smesso di cercare (per realizzare la mia vita) u ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 18 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 5767 - Tipo: p

Continuiamo a pensare sempre e soltanto a ciò che non abbiamo, questo è uno dei motivi che ci impedisce di essere felici. La felicità è fatta di attimi, ma sono attimi che possono riempirci una vita. Se imparassimo a raccogliere e conservare solo questi attimi e a buttar via subito gli altri la vi ...
Scritto nel 2002
On line da: mercoledì 23 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 766 - Tipo: m

E mi perdo, nella dolce nenia del tuo canto Madrigale di perla straziata, luce d'alba. Può il vento strappare le conchiglie al suo mare? Invidia dei tempi, insicurezza Persefone di farfalle d'ossidiana. E la luna insanguinata grida il suo dolore al mare, commiato di notti antiche. Tu, ...
Scritto nel 2011
On line da: venerdì 6 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5806 - Tipo: p

Rileggo i miei giorni trascorsi sfogliando i respiri del cielo, promesse, pensieri rincorsi tra campi di grano e sorrisi sbucciati sui palmi di mano tra i brevi papaveri accesi. Le fughe nei boschi, gli inciampi, i passi lasciati alla riva del mare e conchiglie fruscianti sussurri di mal ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 24 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6178 - Tipo: p

Da un pentagramma v'à ad incominciare un lieto concerto per il Santo Natale. Le corde del violino l'archetto sfiora e una dolce melodia nasce in quest'ora. Molti pomposi fiati pittano il celeste evento la nascita del Divin Bimbo tra il bue e l'asinello. L'ouverture dei suoni di ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 20 dicembre 2009
Stato: 1 Cod: 3764 - Tipo: p

accarezzerò la fotografia quella dove sei con lei toccherò con un dito, solo te il tuo viso distante dal suo il tuo sguardo rivolto altrove nemmeno un attimo insieme vicini eppur così lontani, altrove il tuo pensiero lo so dov'è percorre cieli e terre ...diverse, accarezzerò la fotografia ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 9 gennaio 2012
Stato: 1 Cod: 5649 - Tipo: p

Non si può toccare il cielo, non si può sfiorare il sole, nè immergersi nel bianco della luna, non si può arrivare a mezzo secolo di vita e credere nei sogni, non ci si può illudere che la vita finalmente ti sorrida, oggi sono sola senza più i miei sogni, senza più la mano che mi sorreggeva, senza ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 20 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5837 - Tipo: p

Lungo Come l'eternità L'attimo in cui Mi hai sorriso. ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 21 marzo 2010
Stato: 1 Cod: 3999 - Tipo: p

Tale ad un fumo che al soffio del vento si diradi, e chiare e nitide ci appaiano le forme delle cose. Così gli occhi della mente, se spingessero lo sguardo ad esplorare in fondo agli anni, rivedrebbero noi stessi in ciò che fummo, in ciò che niente c'incusse alcun rimorso o pent ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 16 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7134 - Tipo: p

Al capezzale del sole evanescente E giallo come il ventre di un cadavere Sfuma il tramonto nella dorata polvere Del bacio che mi sfiora la piaga nella mente Sulla tua guancia ansiosa indugia un poco Un debole rossore come di timida poesia E un gusto vago di aure di bosco Dolcemente insapor ...
Scritto nel 2000
On line da: mercoledì 1 luglio 2009
Stato: 1 Cod: 3224 - Tipo: p

Cotanto blaterare... il Mostro annaspa e arranca costretta ad ascoltare la gente appare stanca Invero il dir di ognuno promesse banderuole il Conto di ciascuno intanto geme e duole Termiti interessate delirii e mal governo poltrone ben ancorate tenute su disegno Arde sol desiderio e ciò ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 8 marzo 2008
Stato: 1 Cod: 960 - Tipo: p

Starò giorni interi ad aspettare lo squillo del telefono, starò qui seduta a guardare un punto nel vuoto, mi perderò nei miei silenzi, mi asciugherò le lacrime, curerò un'altra ferita, sorriderò perdendomi nei ricordi, di giorni in cui ho creduto di poter vivere; invece ancora una volta non ho sapu ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 28 gennaio 2012
Stato: 1 Cod: 5682 - Tipo: p

Sulle tue spalle porti un peso insostenibile..... Cerchi di farti forza, eppure sommessamente tremi.. Ti accompagnano, esile tra le corsie di un ospedale... due figlie e un unico cuore. Dagli occhi rotolano lacrime... come fossero preghiere, Il tempo dell'attesa è interminabile, mentre le ore ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 24 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2616 - Tipo: p

Ti muovi nei miei sogni come il vento d'aprile, profumato di ginestra che lascia appiccicate alla finestra le foglie inumidite dalla brina, accompagnate nell'ultimo volo al passo di una danza là nel cielo. Ammutolita, con lo sguardo spento, la fronte contro il gelo e guardo dietro al vet ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 31 agosto 2012
Stato: 1 Cod: 6371 - Tipo: p

In ginocchio la Dama d'argento china su l' Eterno Riposo. Non conta più gli inverni passati di stenti, né la prole che ha portato nel suo grembo. È sola... Abbracciata all'Eterno Riposo lo annaffia in silenzio con le sue lacrime, l' arato volto rigato resta arido per il dolore che l ...
Scritto nel 1998
On line da: venerdì 23 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3554 - Tipo: p

Fresco profumo di viole nell'aria odor di limoni ed erba fresca, respiro mentre cammino il tuo sapore, ho addosso ancora te... ti cerco nelle nuvole e nei passi ti perdo nel raggiungerti lontano è pronta la mia mano e la mia voglia mi svuoto di sospiri e nostalgie dove sei... cosa rimane . ...
Scritto nel 2011
On line da: sabato 10 settembre 2011
Stato: 1 Cod: 5405 - Tipo: p

Qualcosa di invisibile e sempre inaspettato spinge due persone a legarsi, a stringere amicizia, ad amarsi e purtroppo talvolta anche ad odiarsi. Qualcosa di non visibile all'occhio umano ma che è sicuramente percepibile dall'animo e dalla complessità dei sentimenti… esattamente qualche c ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 4 giugno 2016
Stato: 1 Cod: 8362 - Tipo: r

Ogni rumore è sordo e lontano per me, sento la notte che arriva, silenziosa come il tempo e profonda come l'abisso. Pensieri monotoni inondano la mia mente, come una marea, la nebbia mi circonda e sono sola con il mio dolore. Il mio sguardo si perde nel buio della notte, in un tunnel senza amore.. ...
Scritto nel 1992
On line da: domenica 27 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 787 - Tipo: r

Proprio quando stavo per cadere per cedere e lasciare stanco di soffrire proprio quando stavo per morire qualcosa mi scosse all'improvviso toccandomi il viso qualcosa attraversò la mia pelle come un infuocato meteorite dalle stelle riscaldando quel freddo gelido in me quell'orrido donando ...
Scritto nel 2017
On line da: mercoledì 1 marzo 2017
Stato: 1 Cod: 8489 - Tipo: p

Vidi placide aurore, giorni tentai di afferrare. Ora, nei miei occhi è rimasto un sogno lontano, lontano.... In un soffio andai: era il mio destino. Vidi placide aurore, vidi cieli di guerra, ero lì dove volevo e dove era giusto stare per gridare tutta la passione e tutto l'amore ...
Scritto nel 2001
On line da: martedì 11 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1885 - Tipo: c

Saluto te! Ooh salute che vai via dalla vita mia. Ho fatto il pieno con un overdose d'emozioni accettando senza condizioni... Te! Come corpo per le aspirazioni dell'anima per una vita spericolata consumata alla spicciolata al fin con meno gioia,amore e fantasia a destarti stò ancora il g ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 25 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 7011 - Tipo: p

Granelli di sabbia portati dal vento attimi d'eternità che sfiorano il nostro andare. Dove? ...
Scritto nel 2007
On line da: giovedì 2 agosto 2007
Stato: 1 Cod: 166 - Tipo: p

Mi guardi e mi dici che sto invecchiando. Ma sono tua figlia! È amore materno il tuo o malvagità, a volte non ti capisco. Ridi di più e leggi di meno. Dormi di più e pensa di meno. Quello che fai ti invecchia. Talvolta sembro davvero vecchia. Certo che sei cattiva. Contrabbandi la tua cattiveria co ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 1 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1820 - Tipo: r

Anima nell'oscurità avvolta. Una contraddizione sorge alla mente. Quella creatura non indossa una veste morale. ma è piena di fede. Il corpo è ormai dal male devastato. Scende interminabile la misericordia divina. Dio ama la propria creatura anche se da essa è da Lui lontano. E la p ...
Scritto nel 2003
On line da: domenica 21 agosto 2016
Stato: 1 Cod: 8413 - Tipo: p

Ho alzato gli occhi al cielo, gli uccelli volavano felici, volevo essere un aquilone. Mi trovai in riva dell'azzurro mare, vidi i pesciolini nuotare con grazia e desiderai di essere un delfino. Camminando tra i verdi prati in primavera, le viole fungevano da tappeto, credetti di essere un f ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 5 dicembre 2008
Stato: 1 Cod: 2007 - Tipo: p

Un muro, una lapide, un fiore nell'acqua del pianto e va' avanti lasciandoti dietro l'amaro respiro che brucia i momenti. Se senti che ancora qualcosa ti scuote nell'anima, fuggi lontano da chi non comprende o l'anima stessa distruggi. Non dare il sapore del cuore a chi non capisce e l ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 4 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6735 - Tipo: p

Che altro, se non il solo aspettare che cessi la tormenta, che diradino le ombre, come l'ombre delle nuvole che passano, e van via. Che altro, se non arare nuove terre vergini, ché dessero alla luce germogli di amicizia. Che altro, fra lo spegnersi del sole e il crollo d'ideali, ...
Scritto nel 2005
On line da: giovedì 17 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7149 - Tipo: p

Seduta qui, su questa bianca sabbia che sgrano tra le dita, libero il pensiero. Lo sguardo si prolunga, la linea che divide il cielo e il mare chiara non appare. Immenso è il mio respiro, che tira dentro l'anima il profumo di terre lontane, di genti, filtrato da distanze, su cres ...
Scritto nel 2005
On line da: martedì 23 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 466 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

Lungi dal proprio ramo, povera foglia frale, dove vai tu? Dal faggio l à dov'io nacqui, mi divise il vento. Esso, tornando, a volo dal bosco alla campagna, dalla valle mi porta alla montagna. Seco perpetuamente vo pellegrina, e tutto l'altro ignoro. Vo dove ogni altra cosa, dove natur ...
Scritto nel 1935
On line da: giovedì 20 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8499 - Tipo: p

O Simon mago, o miseri seguaci che le cose di Dio, che di bontate deon essere spose, e voi rapaci per oro e per argento avolterate, or convien che per voi suoni la tromba, però che ne la terza bolgia state. Già eravamo, a la seguente tomba, montati de lo scoglio in quella parte ch'a pun ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8588 - Tipo: p

Luogo è in inferno detto Malebolge, tutto di pietra di color ferrigno, come la cerchia che dintorno il volge. Nel dritto mezzo del campo maligno vaneggia un pozzo assai largo e profondo, di cui suo loco dicerò l'ordigno. Quel cinghio che rimane adunque è tondo tra 'l pozzo e 'l piè de l' ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8587 - Tipo: p

La vita fugge, et non s'arresta una hora, et la morte vien dietro a gran giornate, et le cose presenti et le passate mi dànno guerra, et le future anchora; e 'l rimembrare et l'aspettar m'accora, or quinci or quindi, sí che 'n veritate, se non ch'i' ò di me stesso pietate, i' sarei già di ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8558 - Tipo: p

I tronchi detti e il lagrimoso volto Di quella generosa Anima bella Avean là tutto il mio pensier raccolto, Quando tutto a sé 'l trasse una novella Turba, che di rincontro a me venia, D'abito più recente e di favella. Confuso e irresoluto io me ne gìa, Com'uom che in terra sconosciuta mo ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8738 - Tipo: p

Solea creder lo mondo in suo periclo che la bella Ciprigna il folle amore raggiasse, volta nel terzo epiciclo; per che non pur a lei faceano onore di sacrificio e di votivo grido le genti antiche ne l'antico errore; ma Dione onoravano e Cupido, quella per madre sua, questo per figlio, e ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8644 - Tipo: p

La molta gente e le diverse piaghe avean le luci mie sì inebriate, che de lo stare a piangere eran vaghe. Ma Virgilio mi disse: «Che pur guate? perché la vista tua pur si soffolge là giù tra l'ombre triste smozzicate? Tu non hai fatto sì a l'altre bolge; pensa, se tu annoverar le credi, ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8598 - Tipo: p

Settembre, ora nel pian di Lombardia è già pronta la muta dei segugi, de' bei segugi falbi e maculati dall'orecchie biondette e molli come foglie del fiore di magnolia passe. La muta dei segugi a volpe e a damma or già tracciando va per scope e sterpi. Erta ogni coda in bianca punta splende. ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8716 - Tipo: p

Gli occhi di ch'io parlai sí caldamente, et le braccia et le mani et i piedi e 'l viso, che m'avean sí da me stesso diviso, et fatto singular da l'altra gente; le crespe chiome d'òr puro lucente e 'l lampeggiar de l'angelico riso, che solean fare in terra un paradiso, poca polvere son, c ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8561 - Tipo: p

Già era dritta in sù la fiamma e queta per non dir più, e già da noi sen gia con la licenza del dolce poeta, quand' un'altra, che dietro a lei venìa, ne fece volger li occhi a la sua cima per un confuso suon che fuor n'uscia. Come 'l bue cicilian che mugghiò prima col pianto di colui, e ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8596 - Tipo: p

Intra due cibi, distanti e moventi d'un modo, prima si morria di fame, che liber' omo l'un recasse ai denti; sì si starebbe un agno intra due brame di fieri lupi, igualmente temendo; sì si starebbe un cane intra due dame: per che, s'i' mi tacea, me non riprendo, da li miei dubbi d'un mod ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8640 - Tipo: p

Già era l'angel dietro a noi rimaso, l'angel che n'avea vòlti al sesto giro, avendomi dal viso un colpo raso; e quei c'hanno a giustizia lor disiro detto n'avea beati, e le sue voci con 'sitiunt', sanz' altro, ciò forniro. E io più lieve che per l'altre foci m'andava, sì che sanz' alcun ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8625 - Tipo: p

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno, e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto, e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto da' duo begli occhi che legato m'hanno; e benedetto il primo dolce affanno ch'i'ebbi ad esser con Amor congiunto, e l'arco, e le saette ond'io fui punto, ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8536 - Tipo: p

L'Alpe di Mommio un pallido velame d'ulivi effonde al cielo di giacinto, come un colle dell'isola di Same o di Zacinto. Il Monte Magno di più cupo argento fascia la sua piramide; il Matanna è porpora e viola come il lento fior della canna. O canneti lungh'essi i fiumicelli di Camaiore, ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8719 - Tipo: p

Capel bruno: alta fronte; occhio loquace: Naso non grande e non soverchio umile: Tonda la gota e di color vivace: Stretto labbro e vermiglio: e bocca esile: Lingua or spedita or tarda, e non mai vile, Che il ver favella apertamente, o tace. Giovin d'anni e di senno; non audace: Duro di mod ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8723 - Tipo: p

Sempre caro mi fu quest'ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte de l'ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminato spazio di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura. E come il vento o ...
Scritto nel 1820
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8494 - Tipo: p

Sento l'aura mia anticha, e i dolci colli veggio apparire, onde 'l bel lume nacque che tenne gli occhi mei mentr'al ciel piacque bramosi et lieti, or li tèn tristi et molli. O caduche speranze, o penser' folli! Vedove l'erbe et torbide son l'acque, et vòto et freddo 'l nido in ch'ella giacq ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8564 - Tipo: p

Padre del ciel, dopo i perduti giorni, dopo le notti vaneggiando spese, con quel fero desio ch'al cor s'accese, mirando gli atti per mio mal sì adorni, piacciati omai col tuo lume ch'io torni ad altra vita et a più belle imprese, sì ch'avendo le reti indarno tese, il mio duro adversario se ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8548 - Tipo: p

Io dico, seguitando, ch'assai prima che noi fossimo al piè de l'alta torre, li occhi nostri n'andar suso a la cima per due fiammette che i vedemmo porre, e un'altra da lungi render cenno, tanto ch'a pena il potea l'occhio tòrre. E io mi volsi al mar di tutto 'l senno; dissi: «Questo che ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8577 - Tipo: p

Di pensier in pensier, di monte in monte mi guida Amor, ch'ogni segnato calle provo contrario a la tranquilla vita. Se 'n solitaria piaggia, rivo, o fonte, se 'nfra duo poggi siede ombrosa valle, ivi s'acqueta l'alma sbigottita; e come Amor l'envita, or ride, or piange, or teme, or s'assecur ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8552 - Tipo: p

Né più mai toccherò le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque, Zacinto mia, che te specchi nell'onde del greco mar da cui vergine nacque Venere, e fea quelle isole feconde col suo primo sorriso, onde non tacque le tue limpide nubi e le tue fronde l'inclito verso di colui ch ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 23 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8504 - Tipo: p

«O Padre nostro, che ne' cieli stai, non circunscritto, ma per più amore ch'ai primi effetti di là sù tu hai, laudato sia 'l tuo nome e 'l tuo valore da ogne creatura, com' è degno di render grazie al tuo dolce vapore. Vegna ver' noi la pace del tuo regno, ché noi ad essa non potem da no ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8614 - Tipo: p

D'in su la vetta della torre antica, passero solitario, alla campagna cantando vai finché non more il giorno; ed erra l'armonia per questa valle. Primavera dintorno brilla nell'aria, e per li campi esulta, sì ch'a mirarla intenerisce il core. Odi greggi belar, muggire armenti; gli a ...
Scritto nel 1834
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8495 - Tipo: p

C'è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d'antico: io vivo altrove, e sento che sono intorno nate le viole. Son nate nella selva del convento dei cappuccini, tra le morte foglie che al ceppo delle quercie agita il vento. Si respira una dolce aria che scioglie le dure zolle, e visita le ...
Scritto nel 1900
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8513 - Tipo: p

L'albero a cui tendevi la pargoletta mano, il verde melograno da' bei vermigli fior, nel muto orto solingo rinverdì tutto or ora e giugno lo ristora di luce e di calor. Tu fior della mia pianta percossa e inaridita, tu dell'inutil vita estremo unico fior, sei ne la terra fredda, ...
Scritto nel 1871
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8501 - Tipo: p

Poi che sdegnato dai patrizi deschi Partissi Como, ed a la sua nemica Temperanza diè loco, a nove mense Bacco recando e la seguace Gioja E i rari augelli e i preziosi parti De la greggia di Proteo e i macri servi Del biondo nume, io, del bel numer uno, A la tua ricca mensa, o generoso Trima ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8735 - Tipo: p

'Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l'etterno dolore, per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore; fecemi la divina podestate, la somma sapienza e 'l primo amore. Dinanzi a me non fuor cose create se non etterne, e io etterno duro. Lasciate ogne ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8572 - Tipo: p

Chiare, fresche et dolci acque, ove le belle membra pose colei che sola a me par donna; gentil ramo ove piacque (con sospir' mi rimembra) a lei di fare al bel fiancho colonna; herba et fior' che la gonna leggiadra ricoverse co l'angelico seno; aere sacro, sereno, ove Amor co' begli occhi ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8550 - Tipo: p

La tortora che ha perso la compagna fa una vita molto dolorosa; va in un fiumicello, e vi si bagna, e beve di quell'acqua torbidosa. Cogli altri uccelli non ci s'accompagna. Negli alberi fioriti non si posa. Si bagna l'ale e si percuote il petto. Ha perso la compagna: oh che tormento! ...
Scritto nel 1450
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8503 - Tipo: p

'Deus, venerunt gentes', alternando or tre or quattro dolce salmodia, le donne incominciaro, e lagrimando; e Bëatrice, sospirosa e pia, quelle ascoltava sì fatta, che poco più a la croce si cambiò Maria. Ma poi che l'altre vergini dier loco a lei di dir, levata dritta in pè, rispuose, ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8636 - Tipo: p

Cercando col cupido sguardo, Tra il vel della nebbia terrena, Quel sol che in sua limpida piena V'avvolge or beati lassù; Il secol vi sdegna, e superbo Domanda qual merto agli altari V'addusse; che giovin gli avari Tesor di solinghe virtù. A Lui che nell'erba del campo La spiga vitale ripo ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8750 - Tipo: p

A ciascun'alma presa, e gentil core, nel cui cospetto ven lo dir presente, in ciò che mi rescrivan suo parvente salute in lor segnor, cioè Amore. Già eran quasi che atterzate l'ore del tempo che onne stella n'è lucente, quando m'apparve Amor subitamente cui essenza membrar mi dà orrore. ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8676 - Tipo: p

Ruppemi l'alto sonno ne la testa un greve truono, sì ch'io mi riscossi come persona ch'è per forza desta; e l'occhio riposato intorno mossi, dritto levato, e fiso riguardai per conoscer lo loco dov' io fossi. Vero è che 'n su la proda mi trovai de la valle d'abisso dolorosa che 'ntrono ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8573 - Tipo: p

Così di ponte in ponte, altro parlando che la mia comedìa cantar non cura, venimmo; e tenavamo 'l colmo, quando restammo per veder l'altra fessura di Malebolge e li altri pianti vani; e vidila mirabilmente oscura. Quale ne l'arzanà de' Viniziani bolle l'inverno la tenace pece a rimpalma ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8590 - Tipo: p

Se alcun da furia d'irritato nervo O da grave Ciprigna o da loquace Tosse dannato a l'odiosa coltre Me sanator volesse, il poverello, Cred'io, n'andrebbe a giudicar se vera D'Aristippo o di Plato è la sentenza. Venga un altro e mi dica: Il mal vicino Deviò l'acqua dal mio fondo: a lui Vo' m ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8733 - Tipo: p

Passata è la tempesta: odo augelli far festa, e la gallina, tornata in su la via, che ripete il suo verso. Ecco il sereno rompe là da ponente, alla montagna; sgombrasi la campagna, e chiaro nella valle il fiume appare. Ogni cor si rallegra, in ogni lato risorge il romorio torna il lavoro u ...
Scritto nel 1829
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8498 - Tipo: p

Perché, Pagani, de l'assente amico Non immemore vivi, il ciel ti serbi Sano e celibe sempre: or breve al tuo Di me benigno interrogar rispondo. Valido è il corpo in prima, e tal che l'opra Non chiegga di Galen; men sano alquanto Il frammento di Giove; e non è rado Che a purgar quei due morbi ...
Scritto nel 1804
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8734 - Tipo: p

Una medesma lingua pria mi morse, sì che mi tinse l'una e l'altra guancia, e poi la medicina mi riporse; così od' io che solea far la lancia d'Achille e del suo padre esser cagione prima di trista e poi di buona mancia. Noi demmo il dosso al misero vallone su per la ripa che 'l cinge din ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8600 - Tipo: p

Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo di gente in gente, me vedrai seduto su la tua pietra, o fratel mio, gemendo il fior de' tuoi gentili anni caduto. La madre or sol, suo dì tardo traendo, parla di me col tuo cenere muto: ma io deluse a voi le palme tendo; e se da lunge i miei tet ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 23 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8505 - Tipo: p

Ei fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro, stette la spoglia immemore orba di tanto spiro, così percossa, attonita la terra al nunzio sta, muta pensando all'ultima ora dell'uom fatale; né sa quando una simile orma di pie' mortale la sua cruenta polvere a calpestar verr ...
Scritto nel 1821
On line da: domenica 30 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8522 - Tipo: p

I' vo piangendo i miei passati tempi i quai posi in amar cosa mortale, senza levarmi a volo, abbiend'io l'ale, per dar forse di me non bassi exempi. Tu che vedi i miei mali indegni et empi, Re del cielo invisibile immortale, soccorri a l'alma disviata et frale, e 'l suo defecto di tua grat ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8566 - Tipo: p

La gloria di colui che tutto move per l'universo penetra, e risplende in una parte più e meno altrove. Nel ciel che più de la sua luce prende fu' io, e vidi cose che ridire né sa né può chi di là sù discende; perché appressando sé al suo disire, nostro intelletto si profonda tanto, che ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8637 - Tipo: p

All'ombra de' cipressi e dentro l'urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro? Ove piú il Sole per me alla terra non fecondi questa bella d'erbe famiglia e d'animali, e quando vaghe di lusinghe innanzi a me non danzeran l'ore future, né da te, dolce amico, udrò piú il v ...
Scritto nel 1807
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8520 - Tipo: p

Vago augelletto che cantando vai, over piangendo, il tuo tempo passato, vedendoti la notte e 'l verno a lato e 'l dí dopo le spalle e i mesi gai, se, come i tuoi gravosi affanni sai, cosí sapessi il mio simile stato, verresti in grembo a questo sconsolato a partir seco i dolorosi guai. ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8565 - Tipo: p

Novo intatto sentier segnami, o Musa, Onde non stia tua fiamma in me sepolta. È forse a somma gloria ogni via chiusa, Che ancor non sia d'altri vestigj folta? Dante ha la tromba, e il cigno di Valchiusa La dolce lira; e dietro han turba molta. Flora ad Ascre agguagliosse; e Orobia incolta ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8725 - Tipo: p

Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena, e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia, et garrir Progne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia. Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena; Giove s'allegra di mirar sua figlia; l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena; ogni animal d' ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8562 - Tipo: p

«O tu che se' di là dal fiume sacro», volgendo suo parlare a me per punta, che pur per taglio m'era paruto acro, ricominciò, seguendo sanza cunta, «dì, dì se questo è vero; a tanta accusa tua confession conviene esser congiunta». Era la mia virtù tanto confusa, che la voce si mosse, e pr ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8634 - Tipo: p

Imagini, chi bene intender cupe quel ch'i' or vidi - e ritegna l'image, mentre ch'io dico, come ferma rupe -, quindici stelle che 'n diverse plage lo ciel avvivan di tanto sereno che soperchia de l'aere ogne compage; imagini quel carro a cu' il seno basta del nostro cielo e notte e giorn ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8649 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...