il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Notte!
Dipendenti tartassati...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Per la Madre e... il Libro
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Siamo chiusi in una bolla, una bolla di sapone, che non scoppia con un soffio o con un dito nel pallone. Aspettiamo d’incontrare quell’amico accanto a te chiuso in bolla come me. Il virus la libertà ha negato, portando silenzio e tanto vuoto. ...
Scritto nel 2001
On line da: lunedì 26 aprile 2021
Stato: 1 Cod: 8905 - Tipo: p

Mi alzerò una mattina col naso gelato ma ancora accaldata dal sonno e aprendo la finestra mi riscoprirò a sognare di danzare, mentre volteggi e tenue ti poggi sui capelli, sulle spalle e ad imbiancar le scarpe. sognerò, illusione bianca, mentre già ti dissolvi cadendo, appena posata come una spolverata di formaggio sulla pasta. mi risveglierò e sorridendo sussurrerò ...la neve! ...
Scritto nel 2021
On line da: venerdì 1 gennaio 2021
Stato: 1 Cod: 8904 - Tipo: p

Son nato fragile, come senza pelle ed a volte ero di una fragilità così assurda che nessuno la poteva capire bastava un alito di vento un pò più forte del normale a farmi stare male, a farmi soffrire Forse per questo mi piace guardare la realtà della vita come dal di fuori esserne parte per me significava stare male e continuavo a vedere gente che stava molto meglio di me e che invece si ...
Scritto nel 2014
On line da: sabato 20 giugno 2020
Stato: 1 Cod: 8902 - Tipo: p

Duecento milioni di donne infibulate perchè non le si vuole libere d'amare cento milioni di ciechi sanabili che quasi nessuno si preoccupa d'aiutare e da cinquemila anni almeno neanche un minuto senza una guerra è questa la tristissima realtà del pianeta terra... E gente che viene sfruttata senza pietà perchè siam tutti pieni d'egoismo inutile sperare cambi presto la situazione eppure a v ...
Scritto nel 2017
On line da: martedì 19 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8899 - Tipo: p

Tu, infelice virus assassino, hai organizzato il tuo cammino, e hai seminato il tuo veleno distrugendo tante anime innocenti di tutto il mondo. Noi, ti sapremo far sparire perchè da solo non sei capace a grogredire. Il nostro veleno è più forte del tuo. Morirai quando mai te lo aspetterai. ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 5 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8889 - Tipo: p

Espressione e specchio dell'anima i tuoi occhi sinceri cercano i miei, mentre il tuo sorriso mi sfiora dentro... i tuoi occhi pieni di noi sanno di me, profumo di nuvole rosa nell'azzurro inseguendo la scia di un aquilone... i tuoi occhi da favola, sospesi tra il senso e l'idea di noi dove tutto è da cogliere, cogliere sul fatto... i tuoi occhi profondi come il mare, dove posso immerger ...
Scritto nel 2020
On line da: venerdì 1 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8888 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Ogni giorno al levar del sole ti ringrazio o mio Signore perchè son viva e posso ascoltare le Tue parole. Ti penso, e non Ti vedo con il mio occhio ma quando Ti prego mi metto in ginocchio lontano da te non so stare Signore sei la mia guida e dai serenità nel cuore. Dio della gioia e dei dolori che scuti i segreti dei nostri cuori fortificaci e la nostra vita rinnova le cose vecchie ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 4 dicembre 2010
Stato: 1 Cod: 4803 - Tipo: p

Ed è nella tristezza di questi giorni... nel sorriso che non trovo... nel bagliore di speranza... che ...ancor di più io m'innamoro... Scacciar non so il sentimento... perché del sole... anche un sol raggio... a dar calore nei miei giorni... io cerco.... Tu... che sei di questa vita il mio respiro... è nel tuo abbraccio che rifugio... in te io credo... e ora sì vedo... spazzate v ...
Scritto nel 2011
On line da: venerdì 10 giugno 2011
Stato: 1 Cod: 5213 - Tipo: p

Oltre il tempo che cammina il giorno, ombroso solitamente mio, alla luce del buio guarda e muove nel suo domani il desiderio è un pensiero marinato nel sogno delle idee. Mah! Tutto confuso rimane nella depressione della malinconia. Il tempo arranca al minimo come le ruote che al muovere gli ultimi decibel di salute cigolano i raggi del destino oltre la morte con la sveglia dà l'ora per fare ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 21 agosto 2012
Stato: 1 Cod: 6309 - Tipo: p

Se tu fossi un ruscello Io sarei la tua acqua... Se tu fossi il mare... Io sarei la tua onda... Se tu fossi il sole... Io sarei il tuo raggio... Se tu fossi un tramonto.. Io sarei il tuo orizzonte. Se tu fossi un fulmine.., io sarei il tuono... Se tu fossi il vento... Io sarei la tua brezza d'estate... Se io fossi un pittore Tu saresti la mia opera d arte!! ...
Scritto nel 2015
On line da: giovedì 3 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8276 - Tipo: p

Dolce calava la nebbia sui castelli merlati di Jesi. Miravamo abbracciati e un po' tesi in un punto lontano l'azzurro del mare che invitava a dolcezze più rare. Un bicchiere, ci vuole: sai amore! E brindare alla gioia, alla vita. Sfioro appena il tuo volto con morbide dita che poi lievi scivolano via. Il tepore che emana il tuo corpo non trattiene il sapore e la linfa di un bacio che su ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 27 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 4523 - Tipo: p

È breve la nostra storia, nasce ad ogni incontro. È lunga la nostra storia non si contano le lune, e con alterne fortune arriviamo fino ad oggi da un giorno ch'è lontano. Dallo stagno si levano libellule e vibrano ali d'argento sulla querule voci della sera. Nasce, zoppica e pasce la verde serenità dell'incoscienza, poi si propaga e prende, sale, s'inerpica e scoscende nei dirupi ...
Scritto nel 2007
On line da: domenica 26 luglio 2009
Stato: 1 Cod: 3352 - Tipo: p

Si dice che... il denaro è un bene indispensabile il più delle volte... difficilmente catturabile per alcuni imprendibile per molti un sogno irrealizzabile ma c'è anche chi lo disprezza... costui forse è stolto oppure deve possederne... e possederne molto si dice che... chi in morale o in materiale sempre edifica sempre anche purifica ma quando è il materiale a edificare oltre a vuota ...
Scritto nel 2012
On line da: mercoledì 4 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5799 - Tipo: p

Linea melata gracile potenza melodia amorevole sul tam-tam dei teneri canterini così ben desti sotto l'india estate Coricati in lei scopriamo gli occhi mormorando un poco il frivolo bel apparir indi la prosa dell'America Latina ondeggia nell'intero sangue mio moro In lei zittiamo ogni male che mai smette povero col suo assedio Ma è nulla nel sano nulla così dolce di que ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 15 luglio 2013
Stato: 1 Cod: 7574 - Tipo: p

Ad aprile ancora non ti scoprire e poi di maggio ancora non ti fidare ma a giugno puoi davvero fare ciò che ti pare giugno è il mese di passaggio tra la primavera e l'state per i bimbi ora solamente giochi e favole con fate in questo mese viste piacevoli salutano gli occhi della bianca neve sono ormai lontani i fiocchi profumi piacevoli arrivano al naso e giugno nel mondo si è già steso n ...
Scritto nel 2016
On line da: domenica 5 giugno 2016
Stato: 1 Cod: 8364 - Tipo: p

Stanco, la notte si protende nello spazio e ne l tempo, e pare infinita; i pensieri si fanno grevi, gli occhi si chiudono; iniziano mondi strani di sogno, dove scivolo placidamente; tutto pare, irreale e sfumato; notte. ...
Scritto nel 2013
On line da: venerdì 14 giugno 2013
Stato: 1 Cod: 7527 - Tipo: p

Niente, dolce far niente, semplicemente fermarsi un attimo, a pensare, a contemplare, aspettare che il tempo passi, da sé, con calma, senza fare, senza correre, senza esserci; prendersela con calma, lasciare il mondo, alla sua follia; niente. ...
Scritto nel 2014
On line da: giovedì 27 novembre 2014
Stato: 1 Cod: 7959 - Tipo: p

Fermarsi un momento ad ammirare il nostro mondo, guardarsi intorno per vedere tutti i colori del creato dove noi viviamo. Realtà di questa nostra terra; guardiamo senza riflettere un istante, guardiamo la natura che ci circonda, così, distrattamente, senza notare i colori che ci circondano. Guardiamo un mondo a colori senza mai fermarci a contemplare la natura in ogni suo particolare, ogni cosa ...
Scritto nel 2001
On line da: sabato 29 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1974 - Tipo: r

Tende la mano il giovane uomo Chiede qualcosa Implorante lo sguardo Che Da ieri non mangia. È venuto da lontano In cerca di fortuna Su un barcone che solo un miracolo Ha tenuto a galla. Solo sfortuna Ha trovato fame e miseria e il cielo per tetto che una casa non l'ha. Come lui sono in tanti Sparsi per il mondo Dal paese fuggiti E approdati nel vuoto. ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 25 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2749 - Tipo: p

Imbrunire a giugno Mentre la macchina È sulla via del ritorno, rincasando, guardo fuori, verso l’alto, il cielo si staglia con un colorito rossastro, tante striature gialle, cromatismi colorati, nubi sottili, striature rossicce si dilungano nel cielo, imbrunire a giugno, cielo simile a una tavolozza da pittore, tante chiazze di colore, con venature scarlatte; spettacolo sug ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 9 giugno 2019
Stato: 1 Cod: 8849 - Tipo: p

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando mi misi in cerca della mia vita rintracciarla non fu cosa da niente, un fiasco fu l'impresa a me invisa si camuffò con mille maschere elusiva la fedifraga fuori pista mi mise tante volte nelle sue fantasmagoriche evolute temporali credulo le diedi ascolto confondendola con altra. Tra una bufala e un inganno da tenebra virò a luminosa poi nul ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 20 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 5059 - Tipo: p

"Per ora, una bella abbronzatura. Meglio di un paio di calzoni nuovi", pensò Gino, sdraiato su uno scoglio sotto la passeggiata di Nervi. "Come si sta bene qui, al sole di maggio, in un momento di libertà e un amore tutto nuovo da assaporare". Stasera ancora Silvana e una grossa bugia per Marisa: un complesso "anni settanta" in un locale dell'entroterra, con amici d'infanzia e pizza e birra.. ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 23 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1937 - Tipo: r

All'ombra della cattedrale di Bruges, tre tra le tante bigotte scacciavano al di fuor del recinto dei denti le penitenze imposte dal temuto confessore. Le vetrate, insolitamente recanti complessi messaggi teologici, lasciavano che il viso delle donne che accendevano candele rosso cardinale venisse illuminato da una pseudo luce omicida, la qual dipinse di un tenue color miele le loro speranze, del ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 26 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2397 - Tipo: r

prima un ciclone adesso solo l'aura prima quell'ansietà adesso la tranquillità oggi la distanza ci porta più lontano prima c'era tanto da dire oggi ci mancano le parole non riesco a vivere non riesco a sostenere una vita così vuota che non si può capire che non c'è senso non posso far crescere quello che non conosco non posso far finta che niente è successo che sono la stessa ...
Scritto nel 2009
On line da: domenica 8 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2673 - Tipo: p

Nuvole spumeggianti e bianche scie frastagliate: l'idillio tra cielo e mare che solo Cuba ti può donare. La brezza sensuale, mi avvolge, accende il fuoco della vita amplifica la gioia ed è musica infinita. ...
Scritto nel 2015
On line da: martedì 27 ottobre 2015
Stato: 1 Cod: 8168 - Tipo: p

e... tu dove sei mentre mi metti in testa tutte quelle cose, mentre mi riaffiori ricordi ormai sopiti... mentre risvegli sensazioni e fremiti infine dimenticati, per chi batte il tuo cuore ai pensieri destinati, con chi scivoli tra lenzuola avvolgenti asciugando i tuoi umori, sussurrando parole condite di miele... mentre i miei sogni rinascono in te, t'avevo sepolto con una lapide s ...
Scritto nel 2011
On line da: martedì 23 agosto 2011
Stato: 1 Cod: 5372 - Tipo: p

Ho debuggato ho compilato poi ho linkato Ma c'è un baco c'è un baco Ma il mio idolo è Ashton Tate Ciclo do while ciclo for next nidificato Ma c'è un baco c'è un baco La mia gioventù non ritorna più Sarà un not found sarà un warning non l'ho trovato Ma c'è un baco c'è un baco Ma non mi arrenderò non lo troverò Non sei mica capace a fare i programmi Programma meglio mia nonna che ha ...
Scritto nel 1991
On line da: domenica 23 novembre 2014
Stato: 1 Cod: 7958 - Tipo: c

Vorrei sorprendere parole nascoste e coglierle di primo mattino quando la ragione è ancora assopita. Vorrei un sogno, da cullare come un bimbo aspettando solo il suo sorriso. Vorrei essere aria indispensabile al respiro, e sole dell'alba per illuminare desideri.. Vorrei essere una carezza come brezza d'estate e fresca goccia elettrizzare la pelle. Vorrei intorno sguardi e amic ...
Scritto nel 2007
On line da: giovedì 22 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 560 - Tipo: p

Quanta tristezza ho nel mio cuor cerca di colmarla o mio amor, Senza di te son perduto in questa valle di lacrime perso per sempre in questo mondo terso e oscuro, ma ecco che arrivi tu con la tua luce abbagliante e mi illumini all'istante, nelle profondità del mio cuore conserverò il tuo ricordo come pegno del mio amore, oh vento che oltrepassi gli oceani porta un messaggio alla ...
Scritto nel 2007
On line da: giovedì 11 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 397 - Tipo: p

Sono stanco di blaterare di me, di te che più non esisti di questa vita celeberrima di vano che in pulviscolo si sfalda dell'amore che brilla di menzogne della speranza che tracolla sul limine al farsi del giorno. Stracco sono di tutto, di te di me delle imbastiture di sogni degli atri labirinti senza uscite delle andane sverdite fuorimano che malmenato percorro da solo de ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 24 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2753 - Tipo: p

Vissi di te che vivesti un tempo nell'anima mia; In un giorno di oscurità mi seguisti ricoprendomi della tua luce, come il sole in un campo di grano baluardo di vita... stendardo di prosperità... Ed io... folle di felicità, intrisa di passione... fui vinta dal tuo amore. ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 13 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2278 - Tipo: p

25 anni fa avete festeggiato il vostro matrimonio e di sicuro non vi ha scelto il demonio, ma vi ha scelto l'amore, non per litigare ma per amare. Oggi ricordate quel giorno e noi vi giriamo intorno, per darvi questo regalo bellissimo e vi assicuro che sarà divertentissimo. ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 5 giugno 2009
Stato: 1 Cod: 3129 - Tipo: p

Il palcoscenico l'angolo di quattro mura, spettatori poche sedie e una stanza vuota, la voce è quella di un cantante sconosciuto, canzoni d'amore di un artista molto noto, l'originale testo in mente, mai dimenticato, dedicate alla donna del futuro e del passato. Canto la solitudine nel silenzio della notte, un canto nuovo per l'emozioni della gente, la voce trema tra le ombre in prima s ...
Scritto nel 2002
On line da: domenica 6 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 5005 - Tipo: c

Sono dentro al mio cuore Le lontane ore d'oblio e d'amore, Che dalla Tua persona ho avuto nella vita; E tutto il Tuo affetto infinito. Oggi quarant'anni da quando sposati, Il Tuo cuore al mio hai legato, E mai più di amarmi hai cessato. Ricordo quando ancor giovinetto, Io vivevo nel Tuo affetto, Nel Tuo amore, nel Tuo cuore, Mi sentivo talmente felice, Talmente appagato, Che ringr ...
Scritto nel 1998
On line da: sabato 18 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2859 - Tipo: p

Siamo grandi grandissimi come il mare ma ci perdiamo in un bicchiere d'acqua. ...
Scritto nel 2010
On line da: mercoledì 2 giugno 2010
Stato: 1 Cod: 4205 - Tipo: p

Una notte d'Agosto ho sognato. Un Castello incantato. Illuminato al chiaror della Luna. E nel prato c'è un grande silenzio. Un grillo soltanto non dorme ma canta al violino alla Luna una sua canzone. Che dice? Chissà! ...
Scritto nel 1977
On line da: giovedì 27 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 4914 - Tipo: p

Cara Antonella... Sia bello o brutto arrivare alla morte non è importante pensando che mi tocca una vita da vivere, per forza! Legato senza amici da casa o, amici da strada ho solo amici di penna come te per sopravvivere senza un cagnolino da compagnia perché negato. M`involo! Io nel mio verde dipinto a volte rosso vivo nell`etere con l`anima ma non sono morto! Almeno per ora, agire in t ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 12 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6138 - Tipo: p

Sempre volai nelle sfere dell'Etra... caddi ognora a capofitto e col mio dente elefantino feci un buco nel terreno molle. ...
Scritto nel 1960
On line da: sabato 4 dicembre 2010
Stato: 1 Cod: 4771 - Tipo: p

Una poesia un po' così, nata per caso, con le parole a getto, il cuore in mano; per farti sorridere, per farti pensare; e fermati un momento, lascia stare le faccende; leggi le parole per te, fermati un attimo. ...
Scritto nel 2014
On line da: venerdì 17 gennaio 2014
Stato: 1 Cod: 7817 - Tipo: p

Calma, ancora ombre residue della notte, cortile immoto, silente, muto panorama del cortile, tutto tace, tutto è fermo, statico; è mattino presto, con le ore, che non passano mai; nubi grosse, e grossi cumuli nuvolosi, promettono pioggia; che giornata sarà, sarà autunnale, con foglie secche, alla deriva per terra, l'erba umida, niente sole, o chissà, atmosfera grigia dell ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 12 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6590 - Tipo: p

Ppj stu vjaggju lu votu lu vuoglju li pajsanj ammja sinnacu mi fannu, l' amjcj nuoscj sjcuru cunsigljera, li ma parjentj anuratj assessura, preccupazjonj! Tu picca nnavjrj, ca di tja nun mj puozzu scurdarj, nnj l'anagrafj sicuru tu si scrjttu,, lu cetifjcatu a la to mortj ti fazzu, si un sjpoffarj li cartj li mbruoglju, l'amicj mja cadj lu celj un mj scuordu, nentj prumjndu siddru n ...
Scritto nel 2013
On line da: martedì 7 maggio 2013
Stato: 1 Cod: 7481 - Tipo: p

Se c'è qualcosa che mi scuote Io vado, e l'animo tranquillo mantengo E da ogni preoccupazione mi allontano Per divagare verso sperduti orizzonti Solo un pensiero mi tormenta E puro piacere mi provoca e suscita Di quella gioia dell'unità con il mondo E della pace con me e l'eterno Se in questo universo godimento sento Ci sprofondo con tutto il cuore Per divenire immortale nella liber ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 8 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2676 - Tipo: p

È aria dal profumo d'autunno imminente quella che scivola via sui fiori già quasi appassiti in giardini con dentro nient'altro che l'eco dell'estate passata ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 5 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 231 - Tipo: p

...Tardi capito male si cura peggio se carpito dosato con un medicinale soprannaturale collaterale. Con l`attivo principio micidiale in un attimo dal cuore la vita "In" realtà giocando nella bugia... La verità mi ruba l`anima! ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 29 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6200 - Tipo: p

inutile rimpiangere ciò che non si è fatto. cerca di fare ciò che non rimpiangerai. ...
Scritto nel 2011
On line da: sabato 5 novembre 2011
Stato: 1 Cod: 5491 - Tipo: m

Ricciolo di capello cucciolo d'arboscello iridi d'acquerello resta con me ricciolo corallino cucciolo di bambino iride del mattino resta con me io e te ceneremo con un toast e un caffè e ci rotoleremo sul nostro parquet resta con me ...
Scritto nel 1997
On line da: mercoledì 13 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4696 - Tipo: p

Nel chiuso della cella passa il tempo tutto uguale senza fretta. Nel cuore tanta è la pena di aver sbagliato, ancora una volta. Nella stanza scura i giorni trascorrono a contare le lune a guardare le stelle. Ma poi, il veder passare più lontano uccelli liberi in un lieto volar all'improvviso fa meditar sulla vita, sprecata alla ricerca di effimere cose. E segue nel cuore la p ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 21 dicembre 2009
Stato: 1 Cod: 3767 - Tipo: p

Mare, che infrangi silenzioso mare che da sempre mi hai accolto, mare che ravvivi le tue coste e che, con la tua bellezza infinita rallegri gli animi di tutti. ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 3 agosto 2009
Stato: 1 Cod: 3391 - Tipo: p

Se hai paura del buio, non potrai mai scoprire le meraviglie della notte!!! ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 5 febbraio 2008
Stato: 1 Cod: 841 - Tipo: m

Scjnnirj nchjazza mpompamagna, taljarj stj gentj njchj, dj ngapu a sutta, vantarjmj dj lu pjcca je nentj ca saccju farj mustrannu lu donu je l'antica crita dj valurj, farj vjdiri a ccu l'uocchj javj accjcatj dj mmjdja, lassannu lj chjarchjarj a cu assà chjarchjarja, sgunghjarj lj palluna dj tutta l'aria suprjecchju, sgunghjarjlj cuomu lu vjentu sgunghja la vela nmarj apjer ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 26 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8316 - Tipo: p

Se dalla vita vuoi aver buona stima continua il cammino intrapreso già prima! Prima d'or fosti bimbetta e dal mondo fosti costretta a dimostrar d'essere acuta e furbetta; ma pur sempre onesta e corretta. Furbetta e corretta tu diventasti ma del tuo esser non ti rallegrasti, conscia di non aver spensieratezza avuta intonata alla tua fanciullezza. Giovin ragazza tu diventasti, in u ...
Scritto nel 2007
On line da: venerdì 7 dicembre 2007
Stato: 1 Cod: 609 - Tipo: p

Pure la mia gatta le conosce, madre e figlia, per la natura matta del criterio che le inclina. Le tiene a bada, lontano. Sarà che diffida, non so dire, quel tratto fratesco di chi ciba le vite da randagio dei mici di un quartiere. E chissà, nel richiamo, un'aria triste teme.  Non so che le spinga, a modo di mestiere che è importante, in cima ai poggi d'un paese ...
Scritto nel 2007
On line da: domenica 9 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 245 - Tipo: p

Anima persa nelle strade oscure di lastricati gelati Lontane osservi lucciole sul mare tremanti e morbide come petti d'amanti Anima leggera su punte di coltello spuma di mare e lacrime senza pace Anima emersa da soffici letti di neve fuggi via che già l'alba t'insegue tra i pini con livide frecce di luce. ...
Scritto nel 1980
On line da: sabato 21 luglio 2007
Stato: 1 Cod: 153 - Tipo: p

Signori miei sfortunati, che con gli occhi state ad ascoltare 'sto scritto, che pare solo una lunga parola dietro l'altra a seguire... non so se sia prosa, o altro, o poesia... può anche essere che il capire è smaliziato, però son garante che in ogni anfratto di frase c'è un pezzo di verità mia, raccontata a modo mio. Tutto inizia con strilli di ilarità diffusa, simil-ori striati di rancori profu ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 18 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6053 - Tipo: r

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

O poca nostra nobiltà di sangue, se gloriar di te la gente fai qua giù dove l'affetto nostro langue, mirabil cosa non mi sarà mai: ché là dove appetito non si torce, dico nel cielo, io me ne gloriai. Ben se' tu manto che tosto raccorce: sì che, se non s'appon di dì in die, lo tempo va dintorno con le force. Dal 'voi' che prima a Roma s'offerie, in che la sua famiglia men persevra, ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8652 - Tipo: p

Era lo loco ov' a scender la riva venimmo, alpestro e, per quel che v'er' anco, tal, ch'ogne vista ne sarebbe schiva. Qual è quella ruina che nel fianco di qua da Trento l'Adice percosse, o per tremoto o per sostegno manco, che da cima del monte, onde si mosse, al piano è sì la roccia discoscesa, ch'alcuna via darebbe a chi sù fosse: cotal di quel burrato era la scesa; e 'n su la ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8581 - Tipo: p

Oppresso di stupore, a la mia guida mi volsi, come parvol che ricorre sempre colà dove più si confida; e quella, come madre che soccorre sùbito al figlio palido e anelo con la sua voce, che 'l suol ben disporre, mi disse: «Non sai tu che tu se' in cielo? e non sai tu che 'l cielo è tutto santo, e ciò che ci si fa vien da buon zelo? Come t'avrebbe trasmutato il canto, e io ridendo, ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8658 - Tipo: p

Novilunio di settembre! Nell'aria lontana il viso della creatura celeste che ha nome Luna, trasparente come la medusa marina, come la brina nell'alba, labile come la neve su l'acqua, la schiuma su la sabbia, pallido come il piacere su l'origliere, pallido s'inclina e smuore e langue con una collana sotto il mento sì chiara che l'oscura: silenzioso viso esangue della creatura c ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8718 - Tipo: p

Viens-tu du ciel profond ou sors-tu de l'abîme, O Beauté ? ton regard, infernal et divin, Verse confusément le bienfait et le crime, Et l'on peut pour cela te comparer au vin. Tu contiens dans ton oeil le couchant et l'aurore; Tu répands des parfums comme un soir orageux; Tes baisers sont un philtre et ta bouche une amphore Qui font le héros lâche et l'enfant courageux. Sors-tu du g ...
Scritto nel 1845
On line da: venerdì 15 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 8704 - Tipo: p

Che fai? Che pensi? che pur dietro guardi nel tempo, che tornar non pote omai? Anima sconsolata, che pur vai giungnendo legne al foco ove tu ardi? Le soavi parole e i dolci sguardi ch'ad un ad un descritti et depinti ài, son levati de terra; et è, ben sai, qui ricercarli intempestivo et tardi. Deh non rinovellar quel che n'ancide non seguir piú penser vago, fallace, ma saldo et cer ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8559 - Tipo: p

Settembre, son mature le carrube. Or tu pel caldo mare di Cilicia conduci dalla riva cipriota la saica a scafo tondo e a vele quadre. Bonaccia, e nel saffiro non è nube. Germa con sue maggiori quattro vele, garbo o schirazzo, legni levantini carichi di baccelli dolci e bruni conduci verso l'isola dei Sardi. E vien teco un odor di tetro miele. La siliqua, che ingrassa la muletta dal ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8717 - Tipo: p

Affetto al suo piacer, quel contemplante libero officio di dottore assunse, e cominciò queste parole sante: «La piaga che Maria richiuse e unse, quella ch'è tanto bella da' suoi piedi è colei che l'aperse e che la punse. Ne l'ordine che fanno i terzi sedi, siede Rachel di sotto da costei con Bëatrice, sì come tu vedi. Sarra e Rebecca, Iudìt e colei che fu bisava al cantor che per ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8668 - Tipo: p

È curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto, hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8534 - Tipo: m

«Chi è costui che 'l nostro monte cerchia prima che morte li abbia dato il volo, e apre li occhi a sua voglia e coverchia?». «Non so chi sia, ma so ch'e' non è solo; domandal tu che più li t'avvicini, e dolcemente, sì che parli, acco'lo». Così due spirti, l'uno a l'altro chini, ragionavan di me ivi a man dritta; poi fer li visi, per dirmi, supini; e disse l'uno: «O anima che fitta ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8617 - Tipo: p

Imagini, chi bene intender cupe quel ch'i' or vidi - e ritegna l'image, mentre ch'io dico, come ferma rupe -, quindici stelle che 'n diverse plage lo ciel avvivan di tanto sereno che soperchia de l'aere ogne compage; imagini quel carro a cu' il seno basta del nostro cielo e notte e giorno, sì ch'al volger del temo non vien meno; imagini la bocca di quel corno che si comincia in pu ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8649 - Tipo: p

Poscia che l'accoglienze oneste e liete furo iterate tre e quattro volte, Sordel si trasse, e disse: «Voi, chi siete?». «Anzi che a questo monte fosser volte l'anime degne di salire a Dio, fur l'ossa mie per Ottavian sepolte. Io son Virgilio; e per null' altro rio lo ciel perdei che per non aver fé». Così rispuose allora il duca mio. Qual è colui che cosa innanzi sé sùbita vede on ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8610 - Tipo: p

Al dir del Monti, Mascheron che muore È fiamma, pesce, augello, anima e fiore. ...
Scritto nel 1799
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8721 - Tipo: p

Era già l'ora che volge il disio ai navicanti e 'ntenerisce il core lo dì c'han detto ai dolci amici addio; e che lo novo peregrin d'amore punge, se ode squilla di lontano che paia il giorno pianger che si more; quand' io incominciai a render vano l'udire e a mirare una de l'alme surta, che l'ascoltar chiedea con mano. Ella giunse e levò ambo le palme, ficcando li occhi verso l'or ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8611 - Tipo: p

Se pien d'alto disdegno e in me securo Alteramente io parlo e penso e scrivo Oltre l'etate e il vil tempo in ch'io vivo, E piacer sozzo e vano onor non curo; Opra è tua, Donna, e del celeste e puro Foco che nel mio petto accese il vivo Lume de gli occhi tuoi, che mi fa schivo Di quanto parmi, al tuo paraggio, impuro. Piacerti io voglio; né piacer ti posso, Fin ch'io non sia, ne gli a ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8726 - Tipo: p

Pour soulever un poids si lourd, Sisyphe, il faudrait ton courage! Bien qu'on ait du coeur à l'ouvrage, L'Art est long et le Temps est court. Loin des sépultures célèbres, Vers un cimetière isolé, Mon coeur, comme un tambour voilé, Va battant des marches funèbres. – Maint joyau dort enseveli Dans les ténèbres et l'oubli, Bien loin des pioches et des sondes; Mainte fleur épanche ...
Scritto nel 1850
On line da: lunedì 27 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8690 - Tipo: p

«Osanna, sanctus Deus sabaòth, superillustrans claritate tua felices ignes horum malacòth!». Così, volgendosi a la nota sua, fu viso a me cantare essa sustanza, sopra la qual doppio lume s'addua; ed essa e l'altre mossero a sua danza, e quasi velocissime faville mi si velar di sùbita distanza. Io dubitava e dicea 'Dille, dille!' fra me, 'dille' dicea, 'a la mia donna che mi diset ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8643 - Tipo: p

In su l'estremità d'un'alta ripa che facevan gran pietre rotte in cerchio, venimmo sopra più crudele stipa; e quivi, per l'orribile soperchio del puzzo che 'l profondo abisso gitta, ci raccostammo, in dietro, ad un coperchio d'un grand' avello, ov' io vidi una scritta che dicea: 'Anastasio papa guardo, lo qual trasse Fotin de la via dritta'. «Lo nostro scender conviene esser tardo, ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8580 - Tipo: p

Da poi che Carlo tuo, bella Clemenza, m'ebbe chiarito, mi narrò li 'nganni che ricever dovea la sua semenza; ma disse: «Taci e lascia muover li anni»; sì ch'io non posso dir se non che pianto giusto verrà di retro ai vostri danni. E già la vita di quel lume santo rivolta s'era al Sol che la riempie come quel ben ch'a ogne cosa è tanto. Ahi anime ingannate e fatture empie, che da s ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8645 - Tipo: p

La tortora che ha perso la compagna fa una vita molto dolorosa; va in un fiumicello, e vi si bagna, e beve di quell'acqua torbidosa. Cogli altri uccelli non ci s'accompagna. Negli alberi fioriti non si posa. Si bagna l'ale e si percuote il petto. Ha perso la compagna: oh che tormento! ...
Scritto nel 1450
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8503 - Tipo: p

Né 'l dir l'andar, né l'andar lui più lento facea, ma ragionando andavam forte, sì come nave pinta da buon vento; e l'ombre, che parean cose rimorte, per le fosse de li occhi ammirazione traean di me, di mio vivere accorte. E io, continüando al mio sermone, dissi: «Ella sen va sù forse più tarda che non farebbe, per altrui cagione. Ma dimmi, se tu sai, dov' è Piccarda; dimmi s'io ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8627 - Tipo: p

Sublime specchio di veraci detti, mostrami in corpo e in anima qual sono: capelli, or radi in fronte, or rossi pretti; lunga statura, e capo a terra prono; sottil persona in su due stinchi schietti; bianca pelle, occhi azzurri, aspetto buono; giusto naso, bel labbro, e denti eletti; pallido in volto, più che un re sul trono: or duro, acerbo, ora pieghevol, mite; irato sempre, e non m ...
Scritto nel 1786
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8521 - Tipo: p

Contra miglior voler voler mal pugna; onde contra 'l piacer mio, per piacerli, trassi de l'acqua non sazia la spugna. Mossimi; e 'l duca mio si mosse per li luoghi spediti pur lungo la roccia, come si va per muro stretto a' merli; ché la gente che fonde a goccia a goccia per li occhi il mal che tutto 'l mondo occupa, da l'altra parte in fuor troppo s'approccia. Maladetta sie tu, an ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8623 - Tipo: p

Guardando nel suo Figlio con l'Amore che l'uno e l'altro etternalmente spira, lo primo e ineffabile Valore quanto per mente e per loco si gira con tant' ordine fé, ch'esser non puote sanza gustar di lui chi ciò rimira. Leva dunque, lettore, a l'alte rote meco la vista, dritto a quella parte dove l'un moto e l'altro si percuote; e lì comincia a vagheggiar ne l'arte di quel maestro ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8646 - Tipo: p

Se mai continga che 'l poema sacro al quale ha posto mano e cielo e terra, sì che m'ha fatto per molti anni macro, vinca la crudeltà che fuor mi serra del bello ovile ov' io dormi' agnello, nimico ai lupi che li danno guerra; con altra voce omai, con altro vello ritornerò poeta, e in sul fonte del mio battesmo prenderò 'l cappello; però che ne la fede, che fa conte l'anime a Dio, ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8661 - Tipo: p

Movesi il vecchierel canuto et biancho del dolce loco ov'à sua età fornita et da la famigliuola sbigottita che vede il caro padre venir manco; indi trahendo poi l'antiquo fianco per l'extreme giornate di sua vita, quanto piú pò, col buon voler s'aita, rotto dagli anni, et dal cammino stanco; et viene a Roma, seguendo 'l desio, per mirar la sembianza di colui ch'ancor lassú nel cie ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8543 - Tipo: p

Sì tosto come l'ultima parola la benedetta fiamma per dir tolse, a rotar cominciò la santa mola; e nel suo giro tutta non si volse prima ch'un'altra di cerchio la chiuse, e moto a moto e canto a canto colse; canto che tanto vince nostre muse, nostre serene in quelle dolci tube, quanto primo splendor quel ch'e' refuse. Come si volgon per tenera nube due archi paralelli e concolori, ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8648 - Tipo: p

In quella parte del giovanetto anno che 'l sole i crin sotto l'Aquario tempra e già le notti al mezzo dì sen vanno, quando la brina in su la terra assempra l'imagine di sua sorella bianca, ma poco dura a la sua penna tempra, lo villanello a cui la roba manca, si leva, e guarda, e vede la campagna biancheggiar tutta; ond' ei si batte l'anca, ritorna in casa, e qua e là si lagna, co ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8593 - Tipo: p

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno, e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto, e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto da' duo begli occhi che legato m'hanno; e benedetto il primo dolce affanno ch'i'ebbi ad esser con Amor congiunto, e l'arco, e le saette ond'io fui punto, e le piaghe che 'nfin al cor mi vanno. Benedette le voci tante ch'io chiamando il nome de mia d ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8536 - Tipo: p

O carrettiere che dai neri monti vieni tranquillo, e fosti nella notte sotto ardue rupi, sopra aerei ponti; che mai diceva il querulo aquilone che muggia nelle forre e fra le grotte? Ma tu dormivi sopra il tuo carbone. A mano a mano lungo lo stradale venìa fischiando un soffio di procella: ma tu sognavi ch'era di natale; udivi i suoni d'una cennamella. ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8512 - Tipo: p

Mentre che sì per l'orlo, uno innanzi altro, ce n'andavamo, e spesso il buon maestro diceami: «Guarda: giovi ch'io ti scaltro»; feriami il sole in su l'omero destro, che già, raggiando, tutto l'occidente mutava in bianco aspetto di cilestro; e io facea con l'ombra più rovente parer la fiamma; e pur a tanto indizio vidi molt' ombre, andando, poner mente. Questa fu la cagion che died ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8629 - Tipo: p

Nella Torre il silenzio era già alto. Sussurravano i pioppi del Rio Salto. I cavalli normanni alle lor poste frangean la biada con rumor di croste. Là in fondo la cavalla era, selvaggia, nata tra i pini su la salsa spiaggia; che nelle froge avea del mar gli spruzzi ancora, e gli urli negli orecchi aguzzi. Con su la greppia un gomito, da essa era mia madre; e le dicea sommessa: ...
Scritto nel 1903
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8515 - Tipo: p

«O Padre nostro, che ne' cieli stai, non circunscritto, ma per più amore ch'ai primi effetti di là sù tu hai, laudato sia 'l tuo nome e 'l tuo valore da ogne creatura, com' è degno di render grazie al tuo dolce vapore. Vegna ver' noi la pace del tuo regno, ché noi ad essa non potem da noi, s'ella non vien, con tutto nostro ingegno. Come del suo voler li angeli tuoi fan sacrificio ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8614 - Tipo: p

Ma pauvre muse, hélas! Qu'as-tu donc ce matin? Tes yeux creux sont peuplés de visions nocturnes, Et je vois tour à tour réfléchis sur ton teint La folie et l'horreur, froides et taciturnes. Le succube verdâtre et le rose lutin T'ont-ils versé la peur et l'amour de leurs urnes? Le cauchemar, d'un poing despotique et mutin T'a-t-il noyée au fond d'un fabuleux Minturnes? Je voudrais qu' ...
Scritto nel 1944
On line da: domenica 19 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8686 - Tipo: p

Il genere umano e, dal solo individuo in fuori, qualunque minima porzione di esso, si divide in due parti: gli uni usano prepotenza, e gli altri la soffrono. Né legge né forza alcuna, né progresso di filosofia né di civiltà potendo impedire che uomo nato o da nascere non sia o degli uni o degli altri, resta che chi può eleggere, elegga. Vero è che non tutti possono, né sempre. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8528 - Tipo: m

Io son sí stanco sotto 'l fascio antico de le mie colpe et de l'usanza ria ch'i' temo forte di mancar tra via, et di cader in man del mio nemico. Ben venne a dilivrarmi un grande amico per somma et ineffabil cortesia; poi volò fuor de la veduta mia, sí ch'a mirarlo indarno m'affatico. Ma la sua voce anchor qua giú rimbomba: O voi che travagliate, ecco 'l camino; venite a me, se ' ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8549 - Tipo: p

Lungo la strada vedi su la siepe ridere a mazzi le vermiglie bacche: nei campi arati tornano al presepe tarde le vacche. Vien per la strada un povero che il lento passo tra foglie stridule trascina: nei campi intuona una fanciulla al vento: fiore di spina... ...
Scritto nel 1894
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8508 - Tipo: p

Ora cen porta l'un de' duri margini; e 'l fummo del ruscel di sopra aduggia, sì che dal foco salva l'acqua e li argini. Quali Fiamminghi tra Guizzante e Bruggia, temendo 'l fiotto che 'nver' lor s'avventa, fanno lo schermo perché 'l mar si fuggia; e quali Padoan lungo la Brenta, per difender lor ville e lor castelli, anzi che Carentana il caldo senta: a tale imagine eran fatti quel ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8584 - Tipo: p

Passa la nave mia colma d'oblio per aspro mare, a mezza notte il verno, enfra Scilla et Caribdi; et al governo siede 'l signore, anzi 'l nimico mio. A ciascun remo un penser pronto et rio che la tempesta e 'l fin par ch'abbi a scherno; la vela rompe un vento humido eterno di sospir', di speranze, et di desio. Pioggia di lagrimar, nebbia di sdegni bagna et rallenta le già stanche sart ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8555 - Tipo: p

Tentava la vostra mano la tastiera, i vostri occhi leggevano sul foglio gl'impossibili segni; e franto era ogni accordo come una voce di cordoglio. Compresi che tutto, intorno, s'inteneriva in vedervi inceppata inerme ignara del linguaggio più vostro: ne bruiva oltre i vetri socchiusi la marina chiara. Passò nel riquadro azzurro una fugace danza di farfalle; una fronda si scrollò nel ...
Scritto nel 1925
On line da: mercoledì 6 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8894 - Tipo: p

O tementi dell'ira ventura, Cheti e gravi oggi al tempio moviamo, Come gente che pensi a sventura, Che improvviso s'intese annunziar. Non s'aspetti di squilla il richiamo; Nol concede il mestissimo rito: Qual di donna che piange il marito, È la veste del vedovo altar. Cessan gl'inni e i misteri beati, Tra cui scende, per mistica via, Sotto l'ombra de' pani mutati, L'ostia viva di pace ...
Scritto nel 1821
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8748 - Tipo: p

Avvegna che la subitana fuga dispergesse color per la campagna, rivolti al monte ove ragion ne fruga, i' mi ristrinsi a la fida compagna: e come sare' io sanza lui corso? chi m'avria tratto su per la montagna? El mi parea da sé stesso rimorso: o dignitosa coscienza e netta, come t'è picciol fallo amaro morso! Quando li piedi suoi lasciar la fretta, che l'onestade ad ogn' atto dism ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8606 - Tipo: p

Buio d'inferno e di notte privata d'ogne pianeto, sotto pover cielo, quant' esser può di nuvol tenebrata, non fece al viso mio sì grosso velo come quel fummo ch'ivi ci coperse, né a sentir di così aspro pelo, che l'occhio stare aperto non sofferse; onde la scorta mia saputa e fida mi s'accostò e l'omero m'offerse. Sì come cieco va dietro a sua guida per non smarrirsi e per non dar ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8619 - Tipo: p

For de la bella caiba fuge lo lusignolo. Piange lo fantino però che non trova lu so osilino ne la gaiba nova, e dise cum dolo: "Chi gli avrì l'usolo?" e dise cum dolo: "Chi gli avrì l'usolo?" E in un buschetto se mise ad andare, sentì l'oseletto sì dolze cantare: "Oi bel lusignolo, torna nel meo broylo oi bel lusignolo, torna nel meo broylo". ...
Scritto nel 1250
On line da: lunedì 24 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8506 - Tipo: c

Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono di quei sospiri ond'io nudriva 'l core in sul mio primo giovenile errore quand'era in parte altr'uom da quel ch'i' sono, del vario stile in ch'io piango et ragiono fra le vane speranze e 'l van dolore, ove sia chi per prova intenda amore, spero trovar pietà, nonché perdono. Ma ben veggio or sì come al popol tutto favola fui gran tempo, onde so ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8540 - Tipo: p

Erano i capei d'oro a l'aura sparsi che 'n mille dolci nodi gli avvolgea, e 'l vago lume oltre misura ardea di quei begli occhi, ch'or ne son sì scarsi; e 'l viso di pietosi color farsi, non so se vero o falso, mi parea : i' che l'esca amorosa al petto avea, qual meraviglia se di subito arsi? Non era l'andar suo cosa mortale, ma d'angelica forma, e le parole sonavan altro che pur vo ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8538 - Tipo: p

Taci. Su le soglie del bosco non odo parole che dici umane; ma odo parole più nuove che parlano gocciole e foglie lontane. Ascolta. Piove dalle nuvole sparse. Piove su le tamerici salmastre ed arse, piove su i pini scagliosi ed irti, piove su i mirti divini, su le ginestre fulgenti di fiori accolti, su i ginepri folti di coccole aulenti, piove su i nostri volti silvani, piove ...
Scritto nel 1902
On line da: lunedì 18 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8709 - Tipo: p

Vergine bella, che di sol vestita, coronata di stelle, al sommo Sole piacesti sí, che 'n te Sua luce ascose, amor mi spinge a dir di te parole: ma non so 'ncominciar senza tu' aita, et di Colui ch'amando in te si pose. Invoco lei che ben sempre rispose, chi la chiamò con fede: Vergine, s'a mercede miseria extrema de l'humane cose già mai ti volse, al mio prego t'inchina, soccorri a la ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8567 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2021 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...