il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Le Rose sono rosse, le Viole sono viola... ma l'amore, quello ha il colore dei tuoi occhi e lo splendore del tuo sorriso. ...
Scritto nel 2020
On line da: venerdì 24 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8873 - Tipo: p

Noi giovani d'oggi siamo straordinari, Abbiamo, tutti, un grosso problema... l'istruzione odierna. È come se fossimo sulla stessa barca ma nessuno Ha intenzione di remare, anzi, creiamo buchi sul fondo Così, da affondare. Tutti insieme. ...
Scritto nel 2020
On line da: mercoledì 15 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8872 - Tipo: p

La verità è che tutto finto... E neanche questo è vero. L'unica travisata certezza è nella tirannia del dubbio. ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 12 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8871 - Tipo: m

Amico Il mio vicino, un anzianotto smilzo, arzillo, molto loquace, sempre in moto, nonostante l’età, un tipo singolare, con tanta voglia di chiacchierare e di blaterare, un amico che tiene compagnia, con tante cose da raccontare, l’esperienza di una vita, come sono importanti gli anzian ...
Scritto nel 2019
On line da: giovedì 3 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8870 - Tipo: p

Sempre noi Sempre noi dell’igiene mentale, che non contiamo niente, non valiamo nulla, che non ci vogliono, non ci vedono, non contiamo, siamo in fondo, gli ultimi gradini sociali; sempre noi, che è sempre colpa nostra, che c’è sempre il sospetto di pazzia, noi, che ci ridono dietro, ...
Scritto nel 2019
On line da: venerdì 27 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8869 - Tipo: p

L’ultimo angelo nero Jim Morrison Voce sincopata, melodia ribelle, sovversiva, orientaleggiante, dalle tonalità originali, brani dal ritmo potente, continuo, martellante; Morrison Profeta di una generazione, angelo, demone, sconvolto, geniale, mezzo indiano, mezzo stregone; tra un ...
Scritto nel 2019
On line da: mercoledì 18 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8868 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Semplice fantasia sfarzosa del colibrì dai colori variopinti indecifrabili, leggero il tocco della sicura mano col pennello sul candido telo che inerme ilare posa e tace, prendono vita i colori naturali nascendo come innocenti creature in fasce al primo vagito e pianto, per f ...
Scritto nel 2015
On line da: giovedì 7 maggio 2015
Stato: 1 Cod: 8065 - Tipo: p

Veniva attraverso le finestre con le scarpe tutte consumate e gobba, stanca, da quei lunghi percorsi che avevano consumato la sua scopa volante. Era così graziosa quella vecchina! Portava con se caramelle, cioccolatini un carico di altruismo. In una sera di stelle, un desiderio cercavo. vo ...
Scritto nel 2003
On line da: martedì 30 dicembre 2008
Stato: 1 Cod: 2179 - Tipo: p

Sui ciottoli bagnati dalla pioggia echeggia ancora l'eco del profumo di nuvole disfatte sull'aurora dell'ultima, tardiva primavera. Un velo di papaveri rincorre il filo dei pensieri, dai binari fuggono via le case come azzurre folate nei miei sguardi solitari. Seppure, anima mia, chiude ...
Scritto nel 2013
On line da: martedì 30 aprile 2013
Stato: 1 Cod: 7467 - Tipo: p

Da tre lustri, oramai, t'incontro poco. Quando va bene, un par di volte all'anno, e sempre in grande fretta, per di più. In quelle poche ore dedicate a un veloce saluto del paese regali una frazione del tuo tempo a tua madre, a tuo padre e a tuo fratello e tutto il resto per parenti e amic ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 26 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 5780 - Tipo: p

Dalle grondaie incomincia a cader una goccia d'acqua, lenta scende sempre più piano, lieve è il suo rumore, cala il freddo su queste mani, la pioggia lascia silenzi incolmabili dentro noi, lascia che un mare di perché assaliscano la ragione, tutto tace e tutto è spento in questa fotografia, gocce c ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 23 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1935 - Tipo: r

Sbiadiscono i colori in un ricordo perso nel tempo. Si smorzano i bagliori nelle luci del giorno. Cosi, assopita, ripercorro il sentiero del cielo, lo stesso percorso che porta negli infiniti meandri di questo cuore... cuore rapito da urlo di bimbo, a volte scucito da umili tentazioni, a vol ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 15 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 4471 - Tipo: p

È il sogno respirato sull'aurora di sabbie d'oro e fiocchi di rugiada nei rivoli di ondate scivolate sui vetri in un bisbiglio che riaffiora. Colora i nembi stesi sulle notti piovigginose dentro i miei pensieri nostalgici che vagano oltre i tetti del mondo da cui già mi sento fuori. Di ...
Scritto nel 2013
On line da: giovedì 27 giugno 2013
Stato: 1 Cod: 7555 - Tipo: p

Una poesia un po' così, nata per caso, con le parole a getto, il cuore in mano; per farti sorridere, per farti pensare; e fermati un momento, lascia stare le faccende; leggi le parole per te, fermati un attimo. ...
Scritto nel 2014
On line da: venerdì 17 gennaio 2014
Stato: 1 Cod: 7817 - Tipo: p

Solo, in mezzo alla gente, che và affaccendata, che passa, perdendosi; solo, in mezzo al casino; chi urla, chi impreca, o passeggia, viene e và; io stò seduto, col mio segreto, la mia anima, il mio essere; la vita dentro, tante cose da dire, da fare; stò seduto, tra chi, non mi ve ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7627 - Tipo: p

Ascolta, quel silenzio lontano... che magia! Una timida gioia fa capolino fra le nostre mani. Le menti stanche riposano e sui nostri volti scende un'espressione serena, un sorriso tiepido che ci scalda. Ti guardo, bambina, e vedo i tuoi occhi immensi, non hanno fine io ci cammino den ...
Scritto nel 1988
On line da: domenica 29 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 4532 - Tipo: p

A pascolar intento i bianchi agnelli casto Alessandro Lasci la verga per il dorato pomo a te la scelta. O stolto che sei stato! Tra ben tre Dee sei posto ed alfin la mela cedi. Scopri così la beffa della beltà muliebre che poco offre e tanto costa. E quando al talamo di Menela ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 30 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1979 - Tipo: p

Semplice nel dirupo delle emozioni questo mio scriver d'amor Al cielo innalzo gli occhi Su soffici nuvole giunge questo mio canto... Inno al desiderio... Sei tutto ciò che anelo, l'infinito in un abbraccio... Racchiusa nei tuoi baci nasce e vive l'eternità... Alito di calore, pas ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 13 febbraio 2011
Stato: 1 Cod: 4958 - Tipo: p

Sono un pò disorientato, non trovo la stanza, fà tanto caldo e la voce di mia moglie già rimbalza, e risuona tanto forte che il sudore mi avvolge. Infilo la chiave nella porta e lei il suo sguardo volge. Siamo arrivati tutti assieme sopra un automezzo, e la stanchezza ci perseguita da un pezz ...
Scritto nel 2017
On line da: lunedì 15 gennaio 2018
Stato: 1 Cod: 8786 - Tipo: p

Cos'è l'amore? Se non il tuo volto Da accarezzare tra petali profumati del mio desiderarti... O quell'alito di sospiro lieve che giunge catturato dal vento nelle notti in cui unico conforto è la tua voce roca... a passeggiar nei miei pensieri... Cos'è l'amore? Quell'attimo d'incertezza ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 18 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4165 - Tipo: p

Vivo in famiglia, solo sopravvivo alle pungenti moschee di chiacchiere, un uragano di burrasche che mi fa le feste fatte in casa. Le ferite interiori lecco e pulisco allo ione ideale nel bunker di fantasia ho la tana dolce densa dei tenaci ricordi dolcificante alla vecchiaia mia. Irresistibilmente ...
Scritto nel 2016
On line da: venerdì 11 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8263 - Tipo: r

Ho guardato nella valle, ma non ho visto luci Ho udito l'ululato del vento soffiare impetuoso sulle fronde degli alberi, ma non ne muoveva le punte Ho sentito il fragore del mare, ma non c'erano onde a incresparne la superficie Ho visto il Sole illuminare le montagne, ma le vette restare nell'om ...
Scritto nel 2010
On line da: mercoledì 19 maggio 2010
Stato: 1 Cod: 4153 - Tipo: p

Aggregati all'Europa con la crisi mondiale, noi disabili con coloro abili insieme affollati siamo, per essere danneggiati italiani giovani che con le mani stanno con quello in mano a contemplare l'amore fisico per il lavoro assente son occupati in anticipo conquistati dalla mafia della vecchiaia. U ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 4 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 6909 - Tipo: r

Ti lascio libero catene più non ho esci dalla mia anima inutile tenerti lì crear per te prigioni d'oro... Scriverti d'amore parlarti ore ed ore senso non ha... Altrove cerca la tua libertà il mio cuore più non fa per te... Mi lascio libera di vivere di nuovo volare oltre il tuo sguardo ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 28 settembre 2009
Stato: 1 Cod: 3499 - Tipo: p

Penso a te sospiro del mio cuore, e le lacrime sgorgano come un fiume che trabocca fuori del suo corso. Ti guardo così gracile e indifeso che l'impotenza della mia vita mi attanaglia il cuore. Piango le pene dell'inferno perchè questo dolore che mi preme l'anima so che non passerà p ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 28 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5865 - Tipo: p

Chi nella vita non va oltre col pensiero, è lettera morta. Divulgare è segno di una viva vita. Un fiume che scorre non lo lasci asciugare mai. È lui, che tiene viva la tua vita che, farà scorrere la sua limpida acqua, come finfa nelle tue vene. Dio ci ha creati con molti pregg ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 12 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6776 - Tipo: p

È un mortale incontro di sensi e l'abbiamo trovato per aria. Per timore hai taciuto il suo nome ma certo a qualcosa risponde, oltre che alle corde di un vecchio violino. Delle tante, è una cosa accaduta fra il succedere casuale di eventi, il destino che spesso chiamiamo cretino e al qu ...
Scritto nel 2001
On line da: martedì 20 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 1676 - Tipo: p

Il verde e la sua nota silenziosa, la chiave, l'uscio, il guscio della nuova aurora che svegliava a primavera virgulti dalla fonte della vita. Non passa sera, sai, non passa sera che il cielo non si adorni del suo manto soffiando quei profumi sopra al vento dei sogni messi in mano al firma ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 7 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 6926 - Tipo: p

Ti respiro come menta di campo, rosmarino selvaggio. Ti respiro e ti bevo come acqua di roggia, fredda e dura da spaccarmi i denti, una salutare scossa che le mani ti arrossa, ma anche una carezza lieve (gela anche la neve). Ti respiro mentre dormi serena e ti sfioro la schiena, e ti bevo ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 24 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3654 - Tipo: p

Un forte vento ora qui fischia al grido di pace si mischia ma è esso a risultare vincente e diventa sempre più tagliente... sempre più insistente come pioggia avvelenata e battente è un forte vento che scuote questo lembo di terra è un vento di guerra un vento tragico e assassino che non ri ...
Scritto nel 2016
On line da: domenica 28 agosto 2016
Stato: 1 Cod: 8419 - Tipo: p

L'aria è d'ovatta dietro ai vetri spenti da un'altra notte lenta che mi passa davanti agli occhi mentre tiri il filo dei miei pensieri... Poi ci sei tu solo ad alitarmi il vento nello sguardo per farti nostalgia in ogni ricordo. Nel dormiveglia il nome tuo è un sussurro che trema sulla pun ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 7 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7082 - Tipo: p

Sorvolando con il solo pensiero, questo bianco natale che si spegne raccontando come anche io possa volare, e la paura che restava ad aspettare li dietro a quella porta chiusa, sorvolavo con la mente queste montagne, ed ogni notte la voce dei ricordi attraversava tutta la città, e quanta solitudine ...
Scritto nel 2008
On line da: mercoledì 27 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1545 - Tipo: r

Discende buio eterno su deserti di asfalti metropolitani da nefasto piovoso inverno insieme a ricordi e cieli neri di frammenti pomeridiani. Nero fino a che non piange un cielo come un cuore che afferra la sua vita e lui sempre ancora spinge ma il suo occhio lui non finge se una len ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 16 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6615 - Tipo: p

Ci abbiamo provato in tutte le maniere, tra l'andare e il venire, tra il restare e il tornare, sulle strade dissestate, sulle ferrovie disagiate, sulle rotte aeree disorganizzate e pure voi se non amate non ci potete capire. Non fa per noi l'amore pendolare, un fugace fine settimana cos ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 17 ottobre 2008
Stato: 1 Cod: 1734 - Tipo: p

Su un prato fiorito di rosso e di bianco, tra cisti e asfodeli vedevo le corse del vecchio Gaetano, il caro somaro compagno da sempre, e del cane fonnese, che amavo, Nerone. Correvano, a gara col treno che, poco lontano, passava fumante. Nerone abbaiava al passare del treno. Gaet ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 13 ottobre 2008
Stato: 1 Cod: 1724 - Tipo: p

Gennaio è come un combattente coperto di ghiaccio lieve che cavalca un destriero coperto interamente di neve il primo giorno di gennaio tutti lo sanno si apre la scatola che contiene ciò che sarà dell'anno lentamente emergono i giorni che avranno solamente freddi e grigi contorni in questo me ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 9 gennaio 2016
Stato: 1 Cod: 8223 - Tipo: p

Ci vogliono le sfere, amico caro, ma so' rimaste appese all'alberello (qualcuno le avrà rotte pure a quello!), è inutile che fai lo sguardo scuro. Annàmo, su, che in fondo fanno ride ste penne piene d'anima e coraggio, che so' i valori ormai? Chi più li vede? So' seppelliti e nun c'è fine ...
Scritto nel 2013
On line da: martedì 8 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7091 - Tipo: p

Attorcigliato al cuore... stelo che avvolge i miei sensi... tra petali di rosa socchiusi e profumati... segue ogni mio passo e non dà pace... Pensiero fisso di te... Folate di vento lo catturano... verso nuvole silenziose e prati senza luce... Nella mia mente... nelle mie notti... sfior ...
Scritto nel 2010
On line da: giovedì 18 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 3903 - Tipo: p

I viaggi più belli sono sempre quelli che si fanno con la propria fantasia, guardando da una finestra il vuoto, cioè quelle parti del mondo che non contengono nulla. Ed è proprio in quel vuoto che si può vedere tutto ciò che intorno ad esso non si vedrà mai, ed è sempre con la fantasia che lo si pu ...
Scritto nel 2015
On line da: giovedì 29 ottobre 2015
Stato: 1 Cod: 8171 - Tipo: m

Lascia che asciughi le tue lacrime amato mio mare. Farai ritorno tra gli uomini dopo avermi mostrato come si scoprono nuove isole in questo deserto di nuvole. Il vento della sera ha smesso di chiamare in disparte invecchia una coltre di sole. Giudichino pure questi nostri affanni una se ...
Scritto nel 2015
On line da: martedì 15 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 4679 - Tipo: p

Cchi siemmu pazzi si, ppi lu Signuri si, cchi siemmu pazzi si, ppi lu Signuri. CCu la pazzia ca nuatri aviemmu, di lu Signuri siemmu nnammurati, aiddru sulu patri nuatri aviemmu, ppi iddru sulu nuatru pazzi siemmu. Signuri pazzi fanni addivintari, ccu la felicità ca aviemmu ncori, Si ...
Scritto nel 1995
On line da: venerdì 17 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2897 - Tipo: c

Recisi erano i fiori... strappati via dal vento... rabbia di quel momento... La terra profumo più non aveva... Eran i tuoi occhi... nell'ombra dei ricordi... a sussurrare piano... silenzi privi di senso... Poi... lampo improvviso... luce acceccante e pioggia... a cancellar lacrime ed il ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 15 marzo 2010
Stato: 1 Cod: 3982 - Tipo: p

Questo tuo poetar di è di grande aiuto poiché da voce a un cuore che grida muto raccoglie gocce di pioggia di un'anima che piange sopra il foglio le sue pene a chiare lettere le dipinge gioie e tristezze scritte in mille colori amici... nemici e grandi amori compiacimenti ed insoddisfazioni ...
Scritto nel 2016
On line da: domenica 14 agosto 2016
Stato: 1 Cod: 8404 - Tipo: p

se ti lascio andar via , cuore se ti lascio la tua libertà se aprissi questa gabbia dove batti silenzioso scandendo il passare del tempo come un orologio senza corda, se ti lascio andar via, cuore se ti lascio la tua libertà se aprissi questa gabbia dove gelosamente conservi tutto l'amore ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 25 maggio 2012
Stato: 1 Cod: 5953 - Tipo: p

Attimi. Lunghi nell'attesa. Brevi nella gioia. Tempo. Sostanza dei giorni, lamento nel vento. Voglia di agire, spezzando parole non dette. Nel tempo che argini non ha, questa vita scorre come fiume in piena devastando ogni luogo che lenta percorrerà. Aspettando solo la fine, lo scorrere ...
Scritto nel 2009
On line da: giovedì 22 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2361 - Tipo: p

Passi nascosti nella sabbia parole disperse nel silenzio solide basi di un incerto futuro ...
Scritto nel 2007
On line da: martedì 24 luglio 2007
Stato: 1 Cod: 161 - Tipo: p

Sento il movimento cullare le rotaie sotto il treno che mi porta via lontana, lontana... Il rumore che sento è un grido nell'anima, sensazioni che mi svegliano la nostalgia di un luogo già visto od un altro per esplorare. Sento il parlare della gente, il pianto d'un bambino che va in sinto ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 6 maggio 2012
Stato: 1 Cod: 5888 - Tipo: p

Ci saremo, alla festa annuale religiosa della seconda domenica del Maggio, allo sbocciare delle rose rosse profumatissime e, degne di essere ricordate con la festa di sette giorni del Volto Santo, di S. Nicola e, di S. Pancrazio. Di tutti i forestieri che vengono a Manoppello paese, ognuno ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 20 febbraio 2016
Stato: 1 Cod: 8249 - Tipo: p

Eran già trascorsi alcuni minuti, forse una dozzina, forse più. Rintanati dentro il salottino di una graziosa pasticceria, nei pressi di via Lagrange a Torino, sembravano più indaffarati a dimenticare il freddo pungente di fine dicembre, lasciato per il momento fuori dal locale, che ad esplorare l ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 5 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2213 - Tipo: r

Là dove il Delta si confonde in mare e ci regala tanto ben di Dio (tronchi, carogne e molta spazzatura) la mia dolce metà passa le ferie. Io mi ci reco al fine settimana per farle almeno un po' di compagnia. Ma detesto passare le giornate con un giornale, sotto l'ombrellone. I vicini non ...
Scritto nel 2010
On line da: mercoledì 6 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4663 - Tipo: p

Ora che ci sei non ti lascio più davvero per nessuna ragione. Chissà cosa darei per respirare, sono sincero, ogni stagione del nostro amore finché respireremo assieme. E quando viene o verrà al più tardi che può o che potrà, scapperà con uno sfottò, la brutta comare secca, la morte che ...
Scritto nel 2013
On line da: mercoledì 17 luglio 2013
Stato: 1 Cod: 7589 - Tipo: p

Mi dolgono le mani, sono state poggiate troppo a lungo sul ventre piatto. Sono state pronte ad accarezzare volti a preparare dolci per i compleanni. Hanno fatto tanto queste mani. Disegnato, cucinato ed abbracciato. Hanno tanto amato queste mani. Anche se sono buffe sanno costrui ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 21 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1530 - Tipo: p

Tutte le gioie le carezze le lacrime sono state tue... i giorni della felicità quelli bui del dolore quelli grigi dell'oblio che non vorrei mai ripercorrere... Non dimenticarmi! ...
Scritto nel 1995
On line da: lunedì 10 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1883 - Tipo: p

Gli occhi dell'anima rivedono il passato, il freddo Natale con il profumo dei mandarini te che vaghi nei campi con chantilly e ombrello verde il focolare, il pane arrostito, la mamma con il suo splendido sorriso e le mani che odorano di cipolla ero la tua piccolina, ora sono vecchia, sento ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 22 ottobre 2008
Stato: 1 Cod: 1753 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

Forse perché della fatal quiete tu sei l'immago a me sì cara vieni o Sera! E quando ti corteggian liete le nubi estive e i zeffiri sereni, e quando dal nevoso aere inquiete tenebre e lunghe all'universo meni sempre scendi invocata, e le secrete vie del mio cor soavemente tieni. Vagar mi ...
Scritto nel 1802
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8519 - Tipo: p

Ruppemi l'alto sonno ne la testa un greve truono, sì ch'io mi riscossi come persona ch'è per forza desta; e l'occhio riposato intorno mossi, dritto levato, e fiso riguardai per conoscer lo loco dov' io fossi. Vero è che 'n su la proda mi trovai de la valle d'abisso dolorosa che 'ntrono ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8573 - Tipo: p

Quel color che viltà di fuor mi pinse veggendo il duca mio tornare in volta, più tosto dentro il suo novo ristrinse. Attento si fermò com' uom ch'ascolta; ché l'occhio nol potea menare a lunga per l'aere nero e per la nebbia folta. «Pur a noi converrà vincer la punga», cominciò el, «se n ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8578 - Tipo: p

Se mai continga che 'l poema sacro al quale ha posto mano e cielo e terra, sì che m'ha fatto per molti anni macro, vinca la crudeltà che fuor mi serra del bello ovile ov' io dormi' agnello, nimico ai lupi che li danno guerra; con altra voce omai, con altro vello ritornerò poeta, e in sul ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8661 - Tipo: p

Al dir del Monti, Mascheron che muore È fiamma, pesce, augello, anima e fiore. ...
Scritto nel 1799
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8721 - Tipo: p

La morte non è male: perché libera l'uomo da tutti i mali, e insieme coi beni gli toglie i desiderii. La vecchiezza è male sommo: perché priva l'uomo di tutti i piaceri, lasciandogliene gli appetiti; e porta seco tutti i dolori. Nondimeno gli uomini temono la morte, e desiderano la vecchiezza. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8524 - Tipo: m

Novo intatto sentier segnami, o Musa, Onde non stia tua fiamma in me sepolta. È forse a somma gloria ogni via chiusa, Che ancor non sia d'altri vestigj folta? Dante ha la tromba, e il cigno di Valchiusa La dolce lira; e dietro han turba molta. Flora ad Ascre agguagliosse; e Orobia incolta ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8725 - Tipo: p

Era lo loco ov' a scender la riva venimmo, alpestro e, per quel che v'er' anco, tal, ch'ogne vista ne sarebbe schiva. Qual è quella ruina che nel fianco di qua da Trento l'Adice percosse, o per tremoto o per sostegno manco, che da cima del monte, onde si mosse, al piano è sì la roccia di ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8581 - Tipo: p

«O Padre nostro, che ne' cieli stai, non circunscritto, ma per più amore ch'ai primi effetti di là sù tu hai, laudato sia 'l tuo nome e 'l tuo valore da ogne creatura, com' è degno di render grazie al tuo dolce vapore. Vegna ver' noi la pace del tuo regno, ché noi ad essa non potem da no ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8614 - Tipo: p

In forma dunque di candida rosa mi si mostrava la milizia santa che nel suo sangue Cristo fece sposa; ma l'altra, che volando vede e canta la gloria di colui che la 'nnamora e la bontà che la fece cotanta, sì come schiera d'ape che s'infiora una fiata e una si ritorna là dove suo laboro ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8667 - Tipo: p

Santo nome, in fra i mortali Quale è il nome che ti avanza? Tu sei nome di speranza, Tu sei nome di pietà. Se d'Adamo il pazzo orgoglio Al Signor ci fa ribelli, Per te, o Madre, siam fratelli Di Colui che ci creò. Per te ancora al Ciel perduto Nostra mente si solleva; Tu ci togli al fallo ...
Scritto nel 1823
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8752 - Tipo: p

Io dico, seguitando, ch'assai prima che noi fossimo al piè de l'alta torre, li occhi nostri n'andar suso a la cima per due fiammette che i vedemmo porre, e un'altra da lungi render cenno, tanto ch'a pena il potea l'occhio tòrre. E io mi volsi al mar di tutto 'l senno; dissi: «Questo che ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8577 - Tipo: p

Buio d'inferno e di notte privata d'ogne pianeto, sotto pover cielo, quant' esser può di nuvol tenebrata, non fece al viso mio sì grosso velo come quel fummo ch'ivi ci coperse, né a sentir di così aspro pelo, che l'occhio stare aperto non sofferse; onde la scorta mia saputa e fida mi s' ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8619 - Tipo: p

'Deus, venerunt gentes', alternando or tre or quattro dolce salmodia, le donne incominciaro, e lagrimando; e Bëatrice, sospirosa e pia, quelle ascoltava sì fatta, che poco più a la croce si cambiò Maria. Ma poi che l'altre vergini dier loco a lei di dir, levata dritta in pè, rispuose, ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8636 - Tipo: p

I tronchi detti e il lagrimoso volto Di quella generosa Anima bella Avean là tutto il mio pensier raccolto, Quando tutto a sé 'l trasse una novella Turba, che di rincontro a me venia, D'abito più recente e di favella. Confuso e irresoluto io me ne gìa, Com'uom che in terra sconosciuta mo ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8738 - Tipo: p

Dolce e chiara è la notte e senza vento, e queta sovra i tetti e in mezzo agli orti posa la luna, e di lontan rivela serena ogni montagna. O donna mia, g ià tace ogni sentiero, e pei balconi rara traluce la notturna lampa: tu dormi, che t'accolse agevol sonno nelle tue chete stanze; e non ti ...
Scritto nel 1820
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8518 - Tipo: p

Imagini, chi bene intender cupe quel ch'i' or vidi - e ritegna l'image, mentre ch'io dico, come ferma rupe -, quindici stelle che 'n diverse plage lo ciel avvivan di tanto sereno che soperchia de l'aere ogne compage; imagini quel carro a cu' il seno basta del nostro cielo e notte e giorn ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8649 - Tipo: p

'Al Padre, al Figlio, a lo Spirito Santo', cominciò, 'gloria!', tutto 'l paradiso, sì che m'inebriava il dolce canto. Ciò ch'io vedeva mi sembiava un riso de l'universo; per che mia ebbrezza intrava per l'udire e per lo viso. Oh gioia! oh ineffabile allegrezza! oh vita intègra d'amore e ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8663 - Tipo: p

Altissimu, onnipotente bon Signore, Tue so' le laude, la gloria e l'honore et onne benedictione. Ad Te solo, Altissimo, se konfano, et nullu homo ene dignu te mentovare. Laudato sie, mi' Signore cum tucte le Tue creature, spetialmente messor lo frate Sole, lo qual è iorna, et allumeni noi ...
Scritto nel 1224
On line da: lunedì 7 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 8569 - Tipo: p

Tant' eran li occhi miei fissi e attenti a disbramarsi la decenne sete, che li altri sensi m'eran tutti spenti. Ed essi quinci e quindi avien parete di non caler - così lo santo riso a sé traéli con l'antica rete! -; quando per forza mi fu vòlto il viso ver' la sinistra mia da quelle dee ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8635 - Tipo: p

Spiran l'anima lieve Aure Sicane, E miri i flutti al tuo cammin più queti. Son di Scilla i latrati applausi or lieti, S'apre a naufragj altrui gole profane. Franger liquida morte all'acque insane Sappian di vele i corredati abeti, Che tu governi infra l'ondosa Teti, Posti i rischi in oblio ...
Scritto nel 1670
On line da: lunedì 12 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 8706 - Tipo: p

Posto avea fine al suo ragionamento l'alto dottore, e attento guardava ne la mia vista s'io parea contento; e io, cui nova sete ancor frugava, di fuor tacea, e dentro dicea: 'Forse lo troppo dimandar ch'io fo li grava'. Ma quel padre verace, che s'accorse del timido voler che non s'apriv ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8621 - Tipo: p

Dal centro al cerchio, e sì dal cerchio al centro movesi l'acqua in un ritondo vaso, secondo ch'è percosso fuori o dentro: ne la mia mente fé sùbito caso questo ch'io dico, sì come si tacque la gloriosa vita di Tommaso, per la similitudine che nacque del suo parlare e di quel di Beatrice ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8650 - Tipo: p

Madre de' Santi, immagine Della città superna, Del sangue incorruttibile Conservatrice eterna; Tu che, da tanti secoli, Soffri, combatti e preghi, Che le tue tende spieghi Dall'uno all'altro mar; Campo di quei che sperano; Chiesa del Dio vivente, Dov'eri mai? qual angolo Ti raccogliea na ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8749 - Tipo: p

Qual venne a Climenè, per accertarsi di ciò ch'avëa incontro a sé udito, quei ch'ancor fa li padri ai figli scarsi; tal era io, e tal era sentito e da Beatrice e da la santa lampa che pria per me avea mutato sito. Per che mia donna «Manda fuor la vampa del tuo disio», mi disse, «sì ch'e ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8653 - Tipo: p

J'aime le souvenir de ces époques nues, Dont Phoebus se plaisait à dorer les statues. Alors l'homme et la femme en leur agilité Jouissaient sans mensonge et sans anxiété, Et, le ciel amoureux leur caressant l'échine, Exerçaient la santé de leur noble machine. Cybèle alors, fertile en produit ...
Scritto nel 1845
On line da: venerdì 10 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8683 - Tipo: p

Je suis belle, ô mortels ! comme un rêve de pierre, Et mon sein, où chacun s'est meurtri tour à tour, Est fait pour inspirer au poète un amour Eternel et muet ainsi que la matière. Je trône dans l'azur comme un sphinx incompris; J'unis un coeur de neige à la blancheur des cygnes ; Je hai ...
Scritto nel 1845
On line da: lunedì 10 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 8698 - Tipo: p

Nove fanciulle d'immortal bellezza, Vergini tutte e d'un sol padre nate, Di diversa vaghezza M'han preso il cor, che fra lor dubbio stassi, Né sa qual segua o lassi; Ché varia è in lor, non disugual, beltate: Io chiamato le seguo e con lor vivo, Di lor sol penso ed ho tutt'altro a schivo. ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8728 - Tipo: p

Amore a Delia. A te non noto ancora, Se non di nome, io vengo, io quel di Cipri Fra gli uomini e gli Dei fanciul famoso; Dubbio innoltrando il pie', che già due lustri Da queste stanze ad altre sedi io trassi, Quando la Madre tua savia divenne, E cessò d'esser bella. Or riconosco De' miei tr ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8732 - Tipo: p

La tribu prophétique aux prunelles ardentes Hier s'est mise en route, emportant ses petits Sur son dos, ou livrant à leurs fiers appétits Le trésor toujours prêt des mamelles pendantes. Les hommes vont à pied sous leurs armes luisantes Le long des chariots où les leurs sont blottis, Promen ...
Scritto nel 1859
On line da: lunedì 11 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8693 - Tipo: p

Ora cen porta l'un de' duri margini; e 'l fummo del ruscel di sopra aduggia, sì che dal foco salva l'acqua e li argini. Quali Fiamminghi tra Guizzante e Bruggia, temendo 'l fiotto che 'nver' lor s'avventa, fanno lo schermo perché 'l mar si fuggia; e quali Padoan lungo la Brenta, per dife ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8584 - Tipo: p

È ben altro. Alle prese col destino veglia un ragazzo che con gesti rari fila un suo lungo penso di latino. Il capo ad ora ad ora egli solleva dalla catasta dei vocabolari, come un galletto garrulo che beva. Povero bimbo! di tra i libri via appare il bruno capo tuo, scompare; come d'un ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8510 - Tipo: p

«S'io ti fiammeggio nel caldo d'amore di là dal modo che 'n terra si vede, sì che del viso tuo vinco il valore, non ti maravigliar, ché ciò procede da perfetto veder, che, come apprende, così nel bene appreso move il piede. Io veggio ben sì come già resplende ne l'intelletto tuo l'ettern ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8641 - Tipo: p

Cantando come donna innamorata, continüò col fin di sue parole: 'Beati quorum tecta sunt peccata!'. E come ninfe che si givan sole per le salvatiche ombre, disiando qual di veder, qual di fuggir lo sole, allor si mosse contra 'l fiume, andando su per la riva; e io pari di lei, picciol p ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8632 - Tipo: p

Ne l'ora che non può 'l calor diurno intepidar più 'l freddo de la luna, vinto da terra, e talor da Saturno - quando i geomanti lor Maggior Fortuna veggiono in oriente, innanzi a l'alba, surger per via che poco le sta bruna -, mi venne in sogno una femmina balba, ne li occhi guercia, e s ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8622 - Tipo: p

Poscia che 'ncontro a la vita presente d'i miseri mortali aperse 'l vero quella che 'mparadisa la mia mente, come in lo specchio fiamma di doppiero vede colui che se n'alluma retro, prima che l'abbia in vista o in pensiero, e sé rivolge per veder se 'l vetro li dice il vero, e vede ch'el ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8664 - Tipo: p

O patria mia, vedo le mura e gli archi e le colonne e i simulacri e l'erme torri degli avi nostri, ma la gloria non vedo, non vedo il lauro e il ferro ond'eran carchi i nostri padri antichi. Or fatta inerme, nuda la fronte e nudo il petto mostri. Oimè quante ferite, che lividor, che sangue! ...
Scritto nel 1818
On line da: venerdì 4 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 8568 - Tipo: p

Vago augelletto che cantando vai, over piangendo, il tuo tempo passato, vedendoti la notte e 'l verno a lato e 'l dí dopo le spalle e i mesi gai, se, come i tuoi gravosi affanni sai, cosí sapessi il mio simile stato, verresti in grembo a questo sconsolato a partir seco i dolorosi guai. ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8565 - Tipo: p

Che fai? Che pensi? che pur dietro guardi nel tempo, che tornar non pote omai? Anima sconsolata, che pur vai giungnendo legne al foco ove tu ardi? Le soavi parole e i dolci sguardi ch'ad un ad un descritti et depinti ài, son levati de terra; et è, ben sai, qui ricercarli intempestivo et ta ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8559 - Tipo: p

La vita fugge, et non s'arresta una hora, et la morte vien dietro a gran giornate, et le cose presenti et le passate mi dànno guerra, et le future anchora; e 'l rimembrare et l'aspettar m'accora, or quinci or quindi, sí che 'n veritate, se non ch'i' ò di me stesso pietate, i' sarei già di ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8558 - Tipo: p

Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena, e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia, et garrir Progne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia. Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena; Giove s'allegra di mirar sua figlia; l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena; ogni animal d' ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8562 - Tipo: p

Sempre caro mi fu quest'ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte de l'ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminato spazio di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura. E come il vento o ...
Scritto nel 1820
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8494 - Tipo: p

Benigna volontade in che si liqua sempre l'amor che drittamente spira, come cupidità fa ne la iniqua, silenzio puose a quella dolce lira, e fece quietar le sante corde che la destra del cielo allenta e tira. Come saranno a' giusti preghi sorde quelle sustanze che, per darmi voglia ch'io ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8651 - Tipo: p

La Nature est un temple où de vivants piliers Laissent parfois sortir de confuses paroles; L'homme y passe à travers des forêts de symboles Qui l'observent avec des regards familiers. Comme de longs échos qui de loin se confondent Dans une ténébreuse et profonde unité, Vaste comme la nuit ...
Scritto nel 1857
On line da: domenica 5 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8680 - Tipo: p

Per correr miglior acque alza le vele omai la navicella del mio ingegno, che lascia dietro a sé mar sì crudele; e canterò di quel secondo regno dove l'umano spirito si purga e di salire al ciel diventa degno. Ma qui la morta poesì resurga, o sante Muse, poi che vostro sono; e qui Caliop ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8604 - Tipo: p

Poscia che l'accoglienze oneste e liete furo iterate tre e quattro volte, Sordel si trasse, e disse: «Voi, chi siete?». «Anzi che a questo monte fosser volte l'anime degne di salire a Dio, fur l'ossa mie per Ottavian sepolte. Io son Virgilio; e per null' altro rio lo ciel perdei che per ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8610 - Tipo: p

Lo giorno se n'andava, e l'aere bruno toglieva li animai che sono in terra da le fatiche loro; e io sol uno m'apparecchiava a sostener la guerra sì del cammino e sì de la pietate, che ritrarrà la mente che non erra. O muse, o alto ingegno, or m'aiutate; o mente che scrivesti ciò ch'io vi ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8571 - Tipo: p

Contemplons ce trésor de grâces florentines; Dans l'ondulation de ce corps musculeux L'Elégance et la Force abondent, sÂœurs divines. Cette femme, morceau vraiment miraculeux, Divinement robuste, adorablement mince, Est faite pour trôner sur des lits somptueux Et charmer les loisirs d'un po ...
Scritto nel 1857
On line da: venerdì 18 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 8702 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...