il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Son nato fragile, come senza pelle ed a volte ero di una fragilità così assurda che nessuno la poteva capire bastava un alito di vento un pò più forte del normale a farmi stare male, a farmi soffrire Forse per questo mi piace guardare la realtà della vita come dal di fuori esserne parte per me significava stare male e continuavo a vedere gente che stava molto meglio di me e che invece si ...
Scritto nel 2014
On line da: sabato 20 giugno 2020
Stato: 1 Cod: 8902 - Tipo: p

Duecento milioni di donne infibulate perchè non le si vuole libere d'amare cento milioni di ciechi sanabili che quasi nessuno si preoccupa d'aiutare e da cinquemila anni almeno neanche un minuto senza una guerra è questa la tristissima realtà del pianeta terra... E gente che viene sfruttata senza pietà perchè siam tutti pieni d'egoismo inutile sperare cambi presto la situazione eppure a v ...
Scritto nel 2017
On line da: martedì 19 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8899 - Tipo: p

Tu, infelice virus assassino, hai organizzato il tuo cammino, e hai seminato il tuo veleno distrugendo tante anime innocenti di tutto il mondo. Noi, ti sapremo far sparire perchè da solo non sei capace a grogredire. Il nostro veleno è più forte del tuo. Morirai quando mai te lo aspetterai. ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 5 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8889 - Tipo: p

Espressione e specchio dell'anima i tuoi occhi sinceri cercano i miei, mentre il tuo sorriso mi sfiora dentro... i tuoi occhi pieni di noi sanno di me, profumo di nuvole rosa nell'azzurro inseguendo la scia di un aquilone... i tuoi occhi da favola, sospesi tra il senso e l'idea di noi dove tutto è da cogliere, cogliere sul fatto... i tuoi occhi profondi come il mare, dove posso immerger ...
Scritto nel 2020
On line da: venerdì 1 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8888 - Tipo: p

Paurosi e silenti momenti tolgono la forza al nostro sorriso. Con un cuore dolente e confuso speriamo di non essere perdenti Purtroppo,la poca forza non aiuta crediamo nel vero aiuto di Dio speriamo che non sia l'ultimo addio che la pace e la salute sia benvenuta Ogni strada deserta, è un cuore vuoto è un fiume che non scorre e si arena l'ultima goccia riposa silente e serena nessun an ...
Scritto nel 2020
On line da: domenica 5 aprile 2020
Stato: 1 Cod: 8886 - Tipo: p

Torna la primavera col mandorlo fiorito la frescura della sera dolcemente ho goduto Tutti i campi sono in fiore con il mare smeraldino c'è spontaneo ogni colore nello spazio del giardino Ogni uccello è contento e nidifica il suo nido del buon tempo io mi fido anche quando vola il vento Sopra l'ombra dei viali splende un sole cocente il suo caldo mai mente e ti salva dei brutt ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 17 marzo 2020
Stato: 1 Cod: 8885 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Un altro giorno m'è crollato addosso buttando a terra il cielo della sera, le stelle come lacrime di cera, altari, alari e mari dentro a un fosso. Un punto fisso inchioda il mio respiro come quel cristo sopra al crocifisso, tra spine che incoronano la vita sui versi di una luce tramontata. La nebbia ammanta il guscio della notte su cui rimbomba ancora l'eco spenta del sole, sormonta ...
Scritto nel 2013
On line da: giovedì 11 aprile 2013
Stato: 1 Cod: 7397 - Tipo: p

Ti dovevo dare qualcosa un sorriso almeno - un anello per avere spezzato le nubi qualche cosa che almeno era bello Ti dovevo uno spicchio di cielo te lo dovevo - nitido e terso ma stavo a giro per il mondo - forse perso e allora come cane senza padrone - per unico regalo - ti ho seguito senza rizzare il pelo ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 14 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 5026 - Tipo: p

La luna argentata questa sera nell'alto del cielo si è quasi fermata, mentre il mio canto "poeta del Signore" vola pieno di passione con voce in sordina, nell'alto corre lontano nel destino. Voglio dedicare questo cantico divino al mio tesoro lontano, esce dal mio cuore chiaro, come acqua di sorgente che scorre nel fiume. Mentre la sera s'imbruna ancora nelle ore, la luna argentata vuole il mare ...
Scritto nel 2006
On line da: sabato 28 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2741 - Tipo: r

Arde l'uccello nel nido guardando il cielo infinito si libra lieve a far giri nell'aria, felice a garrire. Anch'io uscii dal mio nido e girai per il mondo stupendo gioiello di mille bellezze palpitante di vite diverse. T'incontrai e la corsa finì. Anche noi insieme volammo felici nel cielo d'amore lasciammo il tempo all'eterno stretti stretti nel bugno di un'ape. Un demone nero ...
Scritto nel 2000
On line da: sabato 25 ottobre 2008
Stato: 1 Cod: 1765 - Tipo: c

Come fiume che scorre nelle vene questo il mio amore per te Scende tra pensieri lontani e ricordi nascosti per non più soffrire... Scivola sulla mia pelle come gocce di pioggia in estate e si ferma ad assaporare le labbra tue... Voglia che cresce tra rugiade di torrenti paralleli che ora qui sul mo corpo si sono ritrovati... Lasciami il tempo di accarezzare il tuo viso amore mio ...
Scritto nel 2009
On line da: domenica 12 luglio 2009
Stato: 1 Cod: 3269 - Tipo: p

Quante notti ho pianto... e tu dolce venivi a cullarmi... "ninna nanna d'amore il tuo canto" perché Amore eri Tu. Come una farfalla mi volavi intorno, tenera sostenevi i miei passi, presto imparai a camminare, forte diventai tra le braccia tue e Tu orgogliosa sorridevi. Occhi di sole erano i tuoi: "luce del mio cammino"; Dolci i giorni con te vicino, dolce crescere e averti. ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 13 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2288 - Tipo: p

Notte di stupore Notte di caldo e stupore Dove non c'è posto per i sogni Ma neanche per un viaggio oltreoceano Una birra, sigaro, una valigia nera di similpelle Alla stazione, lo speaker annuncia il ritardo di un'ora La signora mi guarda negli occhi come per dirmi: abbiamo tempo Non sa che il mio tempo è scaduto e comunque odio viaggiare con il treno Prendo la valigia rosa, la riempio di ...
Scritto nel 2007
On line da: martedì 23 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 465 - Tipo: p

Come il maroso all'arenile prende e spoglia, Alessandro, focoso, in un gesto vile, spegne la sua voglia. All'alba della giovinezza dopo tanto patito, è già santa Marietta che oblia l'efferatezza e, nelle mani dello Spirito, perdona in tutta fretta. ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 12 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3520 - Tipo: p

La fede... È cercare continuamente il Signore. È provare la potenza della preghiera più vera. È credere in Dio, inesauribile sorgente d'Amore eterno. È l'invito forte e coinvolgente, a stringere un'alleanza, preziosa, con le altre persone, e rispettarle ed amarle come nostri fratelli. È l'unica e vera arma di ognuno e sarà 'madre e padre' sempre nel momento di bisogno. ...
Scritto nel 2010
On line da: giovedì 18 novembre 2010
Stato: 1 Cod: 4754 - Tipo: p

La pioggia bortotta dovunque stanotte e una musica piange nel mesto fruscio che ribatte su vetri, vetrate, balconi, portoni, giardini e vetrine. La strada prosegue in salita svoltando improvvisa a sinistra, così sa di morte la vita e il cielo non ha una finestra. Fa niente, se ho perso la meta, non serve nessun sacrificio, né un bacio, una stretta di mano, un vespro o una nuova c ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 21 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7183 - Tipo: p

Fa niente, ormai anche a questo sono avvezza e per l'appunto poi sto meglio sola quando posso sfilarmi la corazza di dosso e sento l'anima leggera, malgrado le ferite tamponate col pianto silenzioso che mi accora. Quando vagabondando tra i respiri dei boschi sto in ascolto d'altre voci che piovono l'argento nei pensieri e sento di trovarmi in compagnia di veri amici e canti di Poesia. ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 23 settembre 2012
Stato: 1 Cod: 6464 - Tipo: p

Destino Eravamo lontani uno Dall’altra, io ero chiuso nel mio mondo, staccato, indifferente, come un gatto randagio ispido e ruvido, non credevo a niente e a nessuno; poi sei arrivata tu, il destino, ci ha fatto incontrare, tutto è cambiato, hai mutato la mia vita, hai smosso le carte, cambiato tutto; la mia vita è cambiata, grazie a te, che ci sei; ho incontrato te, amore mio ...
Scritto nel 2018
On line da: venerdì 3 maggio 2019
Stato: 1 Cod: 8824 - Tipo: p

Si svegliò stiracchiata nel cielo una notte deforme grassa di blu cobalto con striature nero pece che slordavano d'immanenza le frasche tenere del castagno fino a calarsi lente come acquattate fiere a straziare i tremuli spaventati fili d'erba. Solo un grillo impavido cantava impettito su uno stelo davanti all'intensa tenebra, finchè una grassa palla sfacciata di luce riflessa co ...
Scritto nel 2009
On line da: sabato 14 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2543 - Tipo: p

Sembrava nero ma era bianco. Il mite passerotto svelava tempra di cacciatore rapace. Il sole splendeva coperto da nuvole macchiate di crepuscolo. Il sorriso candido di quella creatura era ghigno di vecchia meretrice. Ti giurava amore eterno. Perversione di un animo che finge di non capire; si pone delle domande; sa già le risposte; Predica l'amore per il bene e, stupendamente ...
Scritto nel 2004
On line da: lunedì 22 agosto 2016
Stato: 1 Cod: 8414 - Tipo: p

Tutte le gioie le carezze le lacrime sono state tue... i giorni della felicità quelli bui del dolore quelli grigi dell'oblio che non vorrei mai ripercorrere... Non dimenticarmi! ...
Scritto nel 1995
On line da: lunedì 10 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1883 - Tipo: p

Là, dietro una collina, in quel lontano orizzonte, si nasconde il sole dietro nuvole bianche. La notte si avvicina silenziosa e clemente, con un cielo stellato da levante a ponente. Torna il buio silenzioso, torna l'occhio lucente, che in mezzo ad un'ombra maestosa, lo vedi brillare. Tornneremo a sognare nel silenzio sotto le calde lenzuola, infiniti sogni confusi, ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 10 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6767 - Tipo: p

Signori miei sfortunati, che con gli occhi state ad ascoltare 'sto scritto, che pare solo una lunga parola dietro l'altra a seguire... non so se sia prosa, o altro, o poesia... può anche essere che il capire è smaliziato, però son garante che in ogni anfratto di frase c'è un pezzo di verità mia, raccontata a modo mio. Tutto inizia con strilli di ilarità diffusa, simil-ori striati di rancori profu ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 18 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6053 - Tipo: r

L'offensiva minaccia, il nemico si avvicina, è un inferno di ferro e fuoco, feriti e morti qua e là. La gente impaurita e sconvolta è nascosta nelle buie cantine. Caschi blu, soldati dell'ONU, per riportare la pace, vedo giorno e notte impegnati. Poi ... più vicino, sento uno sparo. La vita di un bimbo, colpito, finisce così, fra le labbra sussurrando: Perché? ...
Scritto nel 2009
On line da: sabato 14 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3624 - Tipo: p

Vorrei poter pagar casse di tasse perché più tasse paga più guadagna la gente che cianciando invece lagna dei dazi che malvagi intaglian fosse. Non è così: tasse e balzelli vari crescono in base a utili e profitti: se non guadagni muoiono i conflitti: nulla hai da dar: né coppe né denari. Diverso è pel bieco concorrente che occulta al fisco redditi e contanti; gli onesti fasci amare ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 24 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6179 - Tipo: p

E poi da una cascata scesa a pioggia di note penetrate nel pensiero, ricalca scivolando dal respiro la musica nel cuore e spadroneggia. È la malinconia di un po' di tutto il tempo stretto un attimo e volato tra rami e soffi verdi, o sopra un fiotto di luce in una fonte trasparente. È voce a Te devota, la carezza dell'anima, un sospiro di rugiada sfumato nel silenzio sulla brezza de ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 1 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6715 - Tipo: p

Cara Manu ti regalo questo fiore e spero tanto che ti scaldi il cuore con il calore che ruba ogni giorno al sole. ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 21 maggio 2008
Stato: 1 Cod: 1251 - Tipo: p

Non ho mai perso la certezza, nell'inseguire i miei sogni, di trovare la mia strada anche se la vita mi è stata avversa. Ho rincorso effimere gioie, eterne illusioni, talvolta superficiali desideri o stravaganti aspirazioni. Ma non ho mai smesso di cercare (per realizzare la mia vita) un amore leale e sincero, balsamo essenziale per la mia anima ferita. L'ho trovato nei tuoi occhi ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 18 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 5767 - Tipo: p

Un forte senso di nostalgia mi comprime il cuore... il tuo ricordo è un raggio di luce nei pensieri, un gabbiano che vola nel cielo della mia mente. Ripenso a tutte le volte che ti sono corsa incontro, a tutti gli abbracci e i baci che ti ho dato... Tu ogni giorno eri la mia gioia più grande. Ricordo le corse in bicicletta sotto i viali alberati, il profumo di primavera sulla nostra pelle... ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 13 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2279 - Tipo: r

Alcune volte, mi domando: "ma questa vita è reale o è solo un sogno, un'illusione. La mia vita la vivo io o lascio che accada il tutto. Sono io che mi creo il mio destino o più semplicemente, seguo quel che è già scritto". Io non sono importante e forse sono servita solo per generare qualcosa che è molto importante: le mie figlie. Sono loro l'universo, il fulcro della mia anima, della mia vita, ...
Scritto nel 2003
On line da: lunedì 6 febbraio 2012
Stato: 1 Cod: 5692 - Tipo: r

Credevi che il silenzio potesse parlare in vece tua L'ha fatto ma non mi ha detto "non t'ama" (è pietoso) ha solo sussurrato "è un vile" ...
Scritto nel 1979
On line da: mercoledì 18 luglio 2007
Stato: 1 Cod: 146 - Tipo: p

Solo nella notte, penso alla vita, alle sue corrotte strade; accanita sorte! con la morte solo è finita. Perdura la vita! Se pure, da lunga lotta infinita al termine giunga, sempre agguerrita la sorte prolunga. ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 6 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5813 - Tipo: p

Fogli candidi imbrattati di te stracciati gettati via. Quante volte l'ho fatto non riuscendo a trovar parole, giuste, appropriate. Appiccicate al mio cuore di bambina, oggi di donna, mamma anch'io, diversa da te. Voci sussurrano per non far troppo male. L'istinto materno non è innato cresce nel cuore, rinvigorisce. Dov'è il tuo dove lo hai nascosto, tra i fantasmi della tua ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 15 dicembre 2009
Stato: 1 Cod: 3744 - Tipo: p

Quel fine-settimana mi sentivo stranamente allegro, pur restando a Monaco. Di solito, anche in condizioni di maltempo, mi avventuravo verso casa. La faccenda più pesante, almeno dal punto di vista psicologico, era arrivare al Brennero. Poi mi sentivo a casa e, magari, i problemi grossi cominciavano proprio lì. Però la strada, a quel punto, era in discesa, in tutti i sensi! Quella volta, comunque ...
Scritto nel 2000
On line da: giovedì 19 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2577 - Tipo: r

Non seu poeta ma ollu circai De ponni in rima su chi m'intendu de nai. Tottus ringraziamentus in sa conca mia! De cali incumenzai, foras de ti fai arrubiai? Sa pena de anima e corpu m'in d'asi bogau et a custa terra m'asi torrau foras de t'in d'essiri bantau! Dottori abili! Omini leali! Amigu sinceru ti ses rivelau! Cun mei "Signora Ortu", chi t'appu trumentau, Passienziosu e giu ...
Scritto nel 2006
On line da: sabato 8 dicembre 2007
Stato: 1 Cod: 612 - Tipo: p

Basta! Mi lasci? Stare parkinson i tuoi dolori m'abbaiano come lupi e morsìcano da cani stracciano la pelle umana per avere un yorkshire da compagnia. Dio, dopo le mille poesie forse al fine mi depenni burattino matitando sfuse sensazioni che d'un nuovo paesaggio si staglia all'orizzonte intriga il fantastico. Per me, Signore! Hai un messaggio lo sento arrivare chiaro e forte. < Vienna ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 17 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6049 - Tipo: p

Nell'oscurità la Morte era vagabonda, attingeva ancora dal Maelström, un fracco di meteoriti guarniva i querceti, la strada sterrata, quando un brulichio di anime accorse dai bordelli e dalle capanne con le negre nude che impetravano il paradiso perduto. Sotto la canicola di luglio esplodeva il mare, saltellanti gli smerigli divenivano comete, gemeva l'ubriaco dietro il postribolo ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7641 - Tipo: p

Il fiume spezza il velo sugli scogli aguzzi e scintillanti come acciaio nel buio pesto come questo cuore che mi calpesta con indifferenza il cielo, ormai insensibile al dolore. Si sfogliano i respiri come i rami d'inverno trascinati dalla morsa di ghiaccio che si sfalda nella corsa dell'acqua e scaglia l'anima in frantumi. ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 7 settembre 2012
Stato: 1 Cod: 6409 - Tipo: p

Altre piogge, di odio e di piombo, imperversano dovunque. E di nuovo, altri lutti, altre angosce. Altra fame di giustizia, cui mai alcuno saprebbe o vorrebbe saziare. Odio. Un odio che sembra espandersi a contagiarne gli animi, affinché recidessero fiori, sradicassero alberi, isterilissero la terra: perché più nulla potesse germogliarvi... ...
Scritto nel 1995
On line da: domenica 27 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7243 - Tipo: p

Quando durante il cammino della vita tutto sembra scorrere lentamente si libera la mia mente e tutto ha un senso; mi sento libera di giocare e di amare, con forza costruisco pezzo per pezzo quel castella fatato tanto desiderato. Ma d'un tratto arrivano loro impetuosi, tortuosi a dar calci a quel castello e io non da lontano soffro invano. C'è la farò mi ripeto, li affronterò di ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 2 maggio 2008
Stato: 1 Cod: 1139 - Tipo: p

Vieni, avvicinati, avvicinati a me, non aver paura, buttati fra le mie braccia. Lascia che il nostro sogno diventi realtà. Facciamo parlare i nostri cuori, i nostri sinceri amori. Il tuo limpido viso, i tuoi occhi accoglienti, creano spazio dentro di me, e moltiplicano il mio amore su di te. Mi sento invaso della tua tenerezza, dove in questo angolo di terra,testimoni il ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 29 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6868 - Tipo: p

Sei una goccia nell'immenso oceano la piccola foglia nei prati d'autunno la goccia di rugiada nell'erba d'inverno quella dell'arcobaleno che perfora il cielo. Sei un granello di sabbia tra il vento un lampo invisibile in un giorno di sole la cima della montagna avvolta dalla foschia una piccola pagliuzza in una fattoria. Una stella poco luminosa che non si vede perché è distante e ri ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 17 dicembre 2016
Stato: 1 Cod: 8460 - Tipo: p

Una luce che mi sveglia alla mattina, una luce che mi accompagna a far colazione in cucina, una luce che sembra una sfera gialla, quella luce punta dritto al mio cuore. Una luce dolce che di notte scompare, una luce che ti da forza e coraggio per cantare, una luce che ti porta sulla via dell'amore, è la luce del tuo cuore. Seguila e ti porterà lontano. ...
Scritto nel 2009
On line da: martedì 6 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3510 - Tipo: p

Finestre chiuse, anche, nella notte, tacciono sconforti di miserie che non hanno fine. Solo il crepitio di ultime fiammelle di candele, il sussurrio del vento, lieve, e lo stormire flebile di foglie rompono il silenzio del dolore, in squallori di tavole non imbandite. E grigie solitudini attanagliano cuori, patendo desolatamente un morso disperato di abbandono. ...
Scritto nel 1999
On line da: lunedì 28 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7250 - Tipo: p

Mi piacerebbe amarti e fermare in te questo pellegrinare incerto di vecchio cavaliere Ho di latta le armi combatto battaglie che non vinco e stanco il mio cuore inutilmente nell'inseguire nubi ed ali di gabbiano. E di fronte Alle trame del destino Seppur cosciente Dell'inutilità del gesto Con senile imprudenza sfodero la spada (in verità un manico di scopa) e parto alla tenzon ...
Scritto nel 2004
On line da: martedì 20 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 558 - Tipo: p

Imbrunire a giugno Mentre la macchina È sulla via del ritorno, rincasando, guardo fuori, verso l’alto, il cielo si staglia con un colorito rossastro, tante striature gialle, cromatismi colorati, nubi sottili, striature rossicce si dilungano nel cielo, imbrunire a giugno, cielo simile a una tavolozza da pittore, tante chiazze di colore, con venature scarlatte; spettacolo sug ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 9 giugno 2019
Stato: 1 Cod: 8849 - Tipo: p

il cielo è terso, di un azzurro intenso, ricco quasi fosse un sovrano lo decorano impalpabili ancelle, quasi velate nubi mi trovo in una fiaba, l'ambiente è magico lo sovrastano silenziosi, innevati picchi, fidati custodi fanno da corona ai larici secolari, testimoni del divenire --- Rifugio Treviso – 28 gennaio 2007 ...
Scritto nel 2007
On line da: giovedì 22 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2364 - Tipo: p

N on so perchè questa disperazione E dentro me che mi L ascia fragile senza ideali, L'animo affranto appassito sull' O mbra grigia che S orvola l'entusiasmo di vivere. C on il tempo l'ossessione e le paure U ccidono le certezze dell'essere. R icordo pensieri d'angoscia, di I ncertezze coprire questo corpo T urbato per questa depressione che A ttanaglia questa vita mia. L ontano ve ...
Scritto nel 2009
On line da: sabato 2 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 5988 - Tipo: p

Tutto avvenne come sempre avviene nei sogni quando attraversi in un lampo lo spazio e il tempo e in un battito di ciglia percorri una vita intera ma come avviene di solito nei miei sogni ...sapevo di sognare e al di sopra delle leggi dell'essere e della ragione mi fermavo laddove il mio cuore voleva fermarsi. Mi vedevo bambina attaccata al tuo seno lisciavi i miei capelli color del grano ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 17 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 5295 - Tipo: p

Senza voler vedere... per non guardare senza voler sentire per non ascoltare senza voler parlare... per non dire senza volere voltarsi... per non ricordare ciò che è stato nel passato per non sapere ciò che potrebbe essere nel futuro senza niente nella testa... con il vuoto nella mente quel vuoto nullo dentro al cuore e l'oscura trasparenza dell'anima andarsene via di spalle per non dove ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 28 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6087 - Tipo: p

Sei stato vivo nei miei sogni e nei miei pensieri per molto tempo! Ora non ci sei più, ma il colore dei tuoi occhi e la sua luce, il tuo sorriso, la tua dolcezza e il tuo affetto, rimarrà per sempre nel grande libro dei ricordi, e dentro di me. ...
Scritto nel 2008
On line da: mercoledì 19 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1918 - Tipo: p

La tua immagine rispecchia la mia umile sembianza, fiero e orgoglioso non trovo pregevoli frasi e parole, per esprimere la mia più lodevole e alta gratitudine, grande onore, concesso a un immeritevole uomo mancante, tu! Eterno mi rendi supremo su ogni essere del creato, permettendomi di gestire ogni mio gesto e sentimento, spesso dimenticcando questo privilegio, illudendomi di ...
Scritto nel 2013
On line da: venerdì 17 aprile 2015
Stato: 1 Cod: 8054 - Tipo: p

Sono notti fredde le mie! Anche la luna mi ha voltato le spalle! Cerco conforto nelle stelle. Anch'esse non danno calore! La mia mente fa strani sogni, intravedo due figure, amanti che non mi appartengono turbano il mio già precario sonno! Avvelenano la mia notte. Si insinua la vipera gelosia che accende il mio corpo che scosso. si gira, si rigira, un uragano tra le bianche lenzuola, ...
Scritto nel 2006
On line da: domenica 14 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 415 - Tipo: p

Sorprendo i miei pensieri sospinti dal mio ieri A reclamar parole e un poco di calore in questa nuova sera che cercar non vuole la falce della luna a illuminar la notte... E su discorsi persi al limite della ragione urla nel silenzio di questo vivere il cuore tutto il suo dolore... Sei tu quel sole a cui donare voglio nell'atto dell'amore tutto il mio ardore... Sei tu nel dest ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 20 febbraio 2011
Stato: 1 Cod: 4970 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

La bocca sollevò dal fiero pasto quel peccator, forbendola a' capelli del capo ch'elli avea di retro guasto. Poi cominciò: «Tu vuo' ch'io rinovelli disperato dolor che 'l cor mi preme già pur pensando, pria ch'io ne favelli. Ma se le mie parole esser dien seme che frutti infamia al traditor ch'i' rodo, parlar e lagrimar vedrai insieme. Io non so chi tu se' né per che modo venuto s ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8602 - Tipo: p

Settembre, teco io sia sul Loricino che fece blandi gli ozii del pretore: in sabbia quasi rosea fluisce scabra di rughe e sparsa di negrore come il palato del mio dolce veltro. Sorvolano le rondini quel vetro lieve cui godon rompere coi bianchi petti: una piuma cade e corre al mare. E di là dalle verdi canne i monti di Cori son cilestri come il mare. Forza del Lazio quanto sei soave ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8713 - Tipo: p

Parea dinanzi a me con l'ali aperte la bella image che nel dolce frui liete facevan l'anime conserte; parea ciascuna rubinetto in cui raggio di sole ardesse sì acceso, che ne' miei occhi rifrangesse lui. E quel che mi convien ritrar testeso, non portò voce mai, né scrisse incostro, né fu per fantasia già mai compreso; ch'io vidi e anche udi' parlar lo rostro, e sonar ne la voce e ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8655 - Tipo: p

Solo et pensoso i piú deserti campi vo mesurando a passi tardi et lenti, et gli occhi porto per fuggire intenti ove vestigio human l'arena stampi. Altro schermo non trovo che mi scampi dal manifesto accorger de le genti, perché negli atti d'alegrezza spenti di fuor si legge com'io dentro avampi: sí ch'io mi credo omai che monti et piagge et fiumi et selve sappian di che tempre sia ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8535 - Tipo: p

Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena, e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia, et garrir Progne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia. Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena; Giove s'allegra di mirar sua figlia; l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena; ogni animal d'amar si riconsiglia. Ma per me, lasso, tornano i piú gravi sospiri, che del cor profondo tragge ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8562 - Tipo: p

O delle imprese alla più degna accinto, Signor che la parola hai proferita, Che tante etadi indarno Italia attese; Ah! quando un braccio le teneano avvinto Genti che non vorrian toccarla unita, E da lor scissa la pascean d'offese; E l'ingorde udivam lunghe contese Dei re tutti anelanti a farle oltraggio; In te sol uno un raggio Di nostra speme ancor vivea, pensando Ch'era in Italia un s ...
Scritto nel 1815
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8743 - Tipo: p

In quella età che, di veder bramoso, Ancor l'ingegno a le cagioni è cieco, Ascoso un Genio, anco a me stesso ascoso, Disse improvviso al mio pensier: Son teco. Ei le cose mi mostra che animoso Primier, siccome io valgo, in luce io reco; Sicché da lui le tenga ogni cortese Cui non incresca de l'averle intese. Qual compagno s'avesse a la sua via Infin d'allora il giovinetto acerbo, Tal ...
Scritto nel 1809
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8741 - Tipo: p

Settembre, ora nel pian di Lombardia è già pronta la muta dei segugi, de' bei segugi falbi e maculati dall'orecchie biondette e molli come foglie del fiore di magnolia passe. La muta dei segugi a volpe e a damma or già tracciando va per scope e sterpi. Erta ogni coda in bianca punta splende. Presso il gran ponte sta Sesto Calende. Corre il Ticino tra selvette rare, verso diga di roseo ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8716 - Tipo: p

Tacque ciò detto, e su l'enfiate labbia Gorgogliava un suon muto di vendetta, Un fremer sordo d'intestina rabbia. E le affollate intorno ombre, "vendetta" Gridar, "vendetta", e la commossa riva Inorridita replicò "vendetta". I torbid'occhi il crino a lui copriva; Fascio parea di vepri o di gramigna, Onde un'atra erompea luce furtiva; Come veggiamo il sol, se una sanguigna Nugola i ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8739 - Tipo: p

Quel sol che pria d'amor mi scaldò 'l petto, di bella verità m'avea scoverto, provando e riprovando, il dolce aspetto; e io, per confessar corretto e certo me stesso, tanto quanto si convenne leva' il capo a proferer più erto; ma visione apparve che ritenne a sé me tanto stretto, per vedersi, che di mia confession non mi sovvenne. Quali per vetri trasparenti e tersi, o ver per acq ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8639 - Tipo: p

Già era 'l sole a l'orizzonte giunto lo cui meridian cerchio coverchia Ierusalèm col suo più alto punto; e la notte, che opposita a lui cerchia, uscia di Gange fuor con le Bilance, che le caggion di man quando soverchia; sì che le bianche e le vermiglie guance, là dov' i' era, de la bella Aurora per troppa etate divenivan rance. Noi eravam lunghesso mare ancora, come gente che pen ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8605 - Tipo: p

Imagini, chi bene intender cupe quel ch'i' or vidi - e ritegna l'image, mentre ch'io dico, come ferma rupe -, quindici stelle che 'n diverse plage lo ciel avvivan di tanto sereno che soperchia de l'aere ogne compage; imagini quel carro a cu' il seno basta del nostro cielo e notte e giorno, sì ch'al volger del temo non vien meno; imagini la bocca di quel corno che si comincia in pu ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8649 - Tipo: p

Perché, Pagani, de l'assente amico Non immemore vivi, il ciel ti serbi Sano e celibe sempre: or breve al tuo Di me benigno interrogar rispondo. Valido è il corpo in prima, e tal che l'opra Non chiegga di Galen; men sano alquanto Il frammento di Giove; e non è rado Che a purgar quei due morbi, ira ed amore, O la smania d'onor mi giovin l'erbe De l'orto Epicureo. Che se mi chiedi A che l' ...
Scritto nel 1804
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8734 - Tipo: p

Chiare, fresche et dolci acque, ove le belle membra pose colei che sola a me par donna; gentil ramo ove piacque (con sospir' mi rimembra) a lei di fare al bel fiancho colonna; herba et fior' che la gonna leggiadra ricoverse co l'angelico seno; aere sacro, sereno, ove Amor co' begli occhi il cor m'aperse: date udienza insieme a le dolenti mie parole extreme. S'egli è pur mio destino ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8550 - Tipo: p

Solea creder lo mondo in suo periclo che la bella Ciprigna il folle amore raggiasse, volta nel terzo epiciclo; per che non pur a lei faceano onore di sacrificio e di votivo grido le genti antiche ne l'antico errore; ma Dione onoravano e Cupido, quella per madre sua, questo per figlio, e dicean ch'el sedette in grembo a Dido; e da costei ond' io principio piglio pigliavano il vocab ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8644 - Tipo: p

Buio d'inferno e di notte privata d'ogne pianeto, sotto pover cielo, quant' esser può di nuvol tenebrata, non fece al viso mio sì grosso velo come quel fummo ch'ivi ci coperse, né a sentir di così aspro pelo, che l'occhio stare aperto non sofferse; onde la scorta mia saputa e fida mi s'accostò e l'omero m'offerse. Sì come cieco va dietro a sua guida per non smarrirsi e per non dar ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8619 - Tipo: p

Passa la nave mia colma d'oblio per aspro mare, a mezza notte il verno, enfra Scilla et Caribdi; et al governo siede 'l signore, anzi 'l nimico mio. A ciascun remo un penser pronto et rio che la tempesta e 'l fin par ch'abbi a scherno; la vela rompe un vento humido eterno di sospir', di speranze, et di desio. Pioggia di lagrimar, nebbia di sdegni bagna et rallenta le già stanche sart ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8555 - Tipo: p

Una medesma lingua pria mi morse, sì che mi tinse l'una e l'altra guancia, e poi la medicina mi riporse; così od' io che solea far la lancia d'Achille e del suo padre esser cagione prima di trista e poi di buona mancia. Noi demmo il dosso al misero vallone su per la ripa che 'l cinge dintorno, attraversando sanza alcun sermone. Quiv' era men che notte e men che giorno, sì che 'l v ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8600 - Tipo: p

Les cloîtres anciens sur leurs grandes murailles Etalaient en tableaux la sainte Vérité, Dont l'effet réchauffant les pieuses entrailles, Tempérait la froideur de leur austérité. En ces temps où du Christ florissaient les semailles, Plus d'un illustre moine, aujourd'hui peu cité, Prenant pour atelier le champ des funérailles, Glorifiait la Mort avec simplicité. – Mon âme est un tom ...
Scritto nel 1842
On line da: venerdì 24 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8688 - Tipo: p

'Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l'etterno dolore, per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore; fecemi la divina podestate, la somma sapienza e 'l primo amore. Dinanzi a me non fuor cose create se non etterne, e io etterno duro. Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate'. Queste parole di colore oscuro vid' io scritte al sommo d'una porta; ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8572 - Tipo: p

Erano i capei d'oro a l'aura sparsi che 'n mille dolci nodi gli avvolgea, e 'l vago lume oltre misura ardea di quei begli occhi, ch'or ne son sì scarsi; e 'l viso di pietosi color farsi, non so se vero o falso, mi parea : i' che l'esca amorosa al petto avea, qual meraviglia se di subito arsi? Non era l'andar suo cosa mortale, ma d'angelica forma, e le parole sonavan altro che pur vo ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8538 - Tipo: p

Sì, che tu sei terribile! Sì, che in quei lini ascoso, In braccio a quella Vergine, Sovra quel sen pietoso, Come da sopra i turbini Regni, o Fanciul severo! È fato il tuo pensiero, È legge il tuo vagir. Vedi le nostre lagrime, Intendi i nostri gridi, Il voler nostro interroghi, E a tuo voler decidi. Mentre, a stornare il fulmine Trepido il prego ascende, Sordo il tuo fulmin scende ...
Scritto nel 1835
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8753 - Tipo: p

Cantando come donna innamorata, continüò col fin di sue parole: 'Beati quorum tecta sunt peccata!'. E come ninfe che si givan sole per le salvatiche ombre, disiando qual di veder, qual di fuggir lo sole, allor si mosse contra 'l fiume, andando su per la riva; e io pari di lei, picciol passo con picciol seguitando. Non eran cento tra ' suoi passi e ' miei, quando le ripe igualmente ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8632 - Tipo: p

Tu sì che a noi t'ascondi: L'occhio ti cerca invano; Ma l'opre di tua mano Ti svelano, o Signor. Tutto del tuo gran nome In terra, in ciel, favella; Risplende in ogni stella, È scritto in ogni fior ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8751 - Tipo: p

Viens-tu du ciel profond ou sors-tu de l'abîme, O Beauté ? ton regard, infernal et divin, Verse confusément le bienfait et le crime, Et l'on peut pour cela te comparer au vin. Tu contiens dans ton oeil le couchant et l'aurore; Tu répands des parfums comme un soir orageux; Tes baisers sont un philtre et ta bouche une amphore Qui font le héros lâche et l'enfant courageux. Sors-tu du g ...
Scritto nel 1845
On line da: venerdì 15 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 8704 - Tipo: p

Au-dessus des étangs, au-dessus des vallées, Des montagnes, des bois, des nuages, des mers, Par delà le soleil, par delà les éthers, Par delà les confins des sphères étoilées, Mon esprit, tu te meus avec agilité, Et, comme un bon nageur qui se pâme dans l'onde, Tu sillonnes gaiement l'immensité profonde Avec une indicible et mâle volupté. Envole-toi bien loin de ces miasmes morbides ...
Scritto nel 1856
On line da: domenica 5 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8679 - Tipo: p

Vago già di cercar dentro e dintorno la divina foresta spessa e viva, ch'a li occhi temperava il novo giorno, sanza più aspettar, lasciai la riva, prendendo la campagna lento lento su per lo suol che d'ogne parte auliva. Un'aura dolce, sanza mutamento avere in sé, mi feria per la fronte non di più colpo che soave vento; per cui le fronde, tremolando, pronte tutte quante piegavano ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8631 - Tipo: p

Qual su le Cinzie cime Alta sovrasta a le minori Oreadi Col volto, e col sublime D'auree frecce sonante omero Delia, E appar movendo per la sacra riva Veracemente Diva; Tal prima a gli occhi miei Non ancor dotti d'amorose lagrime Appariva costei, Vincendo di splendor l'emule Vergini Per mover d'occhi dolcemente grave E per voce soave. Da gl'innocenti sguardi Che ancor lor possa e ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8727 - Tipo: p

Contemplons ce trésor de grâces florentines; Dans l'ondulation de ce corps musculeux L'Elégance et la Force abondent, sÂœurs divines. Cette femme, morceau vraiment miraculeux, Divinement robuste, adorablement mince, Est faite pour trôner sur des lits somptueux Et charmer les loisirs d'un pontife ou d'un prince. – Aussi, vois ce souris fin et voluptueux Où la Fatuité promène son extas ...
Scritto nel 1857
On line da: venerdì 18 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 8702 - Tipo: p

A ciascun'alma presa, e gentil core, nel cui cospetto ven lo dir presente, in ciò che mi rescrivan suo parvente salute in lor segnor, cioè Amore. Già eran quasi che atterzate l'ore del tempo che onne stella n'è lucente, quando m'apparve Amor subitamente cui essenza membrar mi dà orrore. Allegro mi sembrava Amor tenendo meo core in mano, e ne le braccia avea madonna involta in un dra ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8676 - Tipo: p

Altissimu, onnipotente bon Signore, Tue so' le laude, la gloria e l'honore et onne benedictione. Ad Te solo, Altissimo, se konfano, et nullu homo ene dignu te mentovare. Laudato sie, mi' Signore cum tucte le Tue creature, spetialmente messor lo frate Sole, lo qual è iorna, et allumeni noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore: de Te, Altissimo, porta significatione. ...
Scritto nel 1224
On line da: lunedì 7 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 8569 - Tipo: p

Nel campo mezzo grigio e mezzo nero resta un aratro senza buoi, che pare dimenticato, tra il vapor leggero. E cadenzato dalla gora viene lo sciabordare delle lavandare con tonfi spessi e lunghe cantilene: Il vento soffia e nevica la frasca, e tu non torni ancora al tuo paese! Quando partisti, come son rimasta! Come l'aratro in mezzo alla maggese. ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8507 - Tipo: p

Noi eravamo al sommo de la scala, dove secondamente si risega lo monte che salendo altrui dismala. Ivi così una cornice lega dintorno il poggio, come la primaia; se non che l'arco suo più tosto piega. Ombra non lì è né segno che si paia: parsi la ripa e parsi la via schietta col livido color de la petraia. «Se qui per dimandar gente s'aspetta», ragionava il poeta, «io temo forse ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8616 - Tipo: p

Gli occhi di ch'io parlai sí caldamente, et le braccia et le mani et i piedi e 'l viso, che m'avean sí da me stesso diviso, et fatto singular da l'altra gente; le crespe chiome d'òr puro lucente e 'l lampeggiar de l'angelico riso, che solean fare in terra un paradiso, poca polvere son, che nulla sente. Et io pur vivo, onde mi doglio et sdegno, rimaso senza 'l lume ch'amai tanto, i ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8561 - Tipo: p

Ora sen va per un secreto calle, tra 'l muro de la terra e li martìri, lo mio maestro, e io dopo le spalle. «O virtù somma, che per li empi giri mi volvi», cominciai, «com' a te piace, parlami, e sodisfammi a' miei disiri. La gente che per li sepolcri giace potrebbesi veder? già son levati tutt' i coperchi, e nessun guardia face». E quelli a me: «Tutti saran serrati quando di Iosa ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8579 - Tipo: p

La donzelletta vien dalla campagna, in sul calar del sole, col suo fascio dell'erba; e reca in mano un mazzolin di rose e di viole, onde, siccome suole, ornare ella si appresta dimani, al dì di festa, il petto e il crine. Siede con le vicine su la scala a filar la vecchierella, incontro là dove si perde il giorno; e novellando vien del suo buon tempo, quando ai dì della fest ...
Scritto nel 1829
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8497 - Tipo: p

Dolce e chiara è la notte e senza vento, e queta sovra i tetti e in mezzo agli orti posa la luna, e di lontan rivela serena ogni montagna. O donna mia, g ià tace ogni sentiero, e pei balconi rara traluce la notturna lampa: tu dormi, che t'accolse agevol sonno nelle tue chete stanze; e non ti morde cura nessuna; e già non sai nè pensi quanta piaga m'apristi in mezzo al petto. Tu dormi: i ...
Scritto nel 1820
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8518 - Tipo: p

Io era già da quell' ombre partito, e seguitava l'orme del mio duca, quando di retro a me, drizzando 'l dito, una gridò: «Ve' che non par che luca lo raggio da sinistra a quel di sotto, e come vivo par che si conduca!». Li occhi rivolsi al suon di questo motto, e vidile guardar per maraviglia pur me, pur me, e 'l lume ch'era rotto. «Perché l'animo tuo tanto s'impiglia», disse 'l m ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8608 - Tipo: p

Mentr' io dubbiava per lo viso spento, de la fulgida fiamma che lo spense uscì un spiro che mi fece attento, dicendo: «Intanto che tu ti risense de la vista che hai in me consunta, ben è che ragionando la compense. Comincia dunque; e dì ove s'appunta l'anima tua, e fa ragion che sia la vista in te smarrita e non defunta: perché la donna che per questa dia region ti conduce, ha ne ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8662 - Tipo: p

D'in su la vetta della torre antica, passero solitario, alla campagna cantando vai finché non more il giorno; ed erra l'armonia per questa valle. Primavera dintorno brilla nell'aria, e per li campi esulta, sì ch'a mirarla intenerisce il core. Odi greggi belar, muggire armenti; gli altri augelli contenti, a gara insieme per lo libero ciel fan mille giri, pur festeggiando il lor ...
Scritto nel 1834
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8495 - Tipo: p

Mon coeur est maintenant ouverte comme une porte. Il vous attend, ma Bien-Aimée: y viendrez-vous? Que vous veniez aujourd'hui ou demain, peu m'importe! Le jour, lointain ou proche, en sera-t-il moins doux? Ce n'est point un vain mal que celui de l'attente! Il conserve nouveau le plus ancien désir. L'inattendu bonheur dont la venue enchante Passe; à peine en a-t-on su goûter le plaisir. ...
Scritto nel 1909
On line da: sabato 9 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8684 - Tipo: p

La vita fugge, et non s'arresta una hora, et la morte vien dietro a gran giornate, et le cose presenti et le passate mi dànno guerra, et le future anchora; e 'l rimembrare et l'aspettar m'accora, or quinci or quindi, sí che 'n veritate, se non ch'i' ò di me stesso pietate, i' sarei già di questi penser' fòra. Tornami avanti, s'alcun dolce mai ebbe 'l cor tristo; et poi da l'altra pa ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8558 - Tipo: p

O graziosa luna, io mi rammento che, or volge l'anno, sovra questo colle io venia pien d'angoscia a rimirarti: e tu pendevi allor su quella selva siccome or fai, che tutta la rischiari. Ma nebuloso e tremulo dal pianto che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci il tuo volto apparia, che travagliosa era mia vita: ed è, nè cangia stile o mia diletta luna. E pur mi giova la ricordanza, e il n ...
Scritto nel 1820
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8493 - Tipo: p

Pour soulever un poids si lourd, Sisyphe, il faudrait ton courage! Bien qu'on ait du coeur à l'ouvrage, L'Art est long et le Temps est court. Loin des sépultures célèbres, Vers un cimetière isolé, Mon coeur, comme un tambour voilé, Va battant des marches funèbres. – Maint joyau dort enseveli Dans les ténèbres et l'oubli, Bien loin des pioches et des sondes; Mainte fleur épanche ...
Scritto nel 1850
On line da: lunedì 27 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8690 - Tipo: p

Poi che sdegnato dai patrizi deschi Partissi Como, ed a la sua nemica Temperanza diè loco, a nove mense Bacco recando e la seguace Gioja E i rari augelli e i preziosi parti De la greggia di Proteo e i macri servi Del biondo nume, io, del bel numer uno, A la tua ricca mensa, o generoso Trimalcione, lo seguo, e a l'affollata Cena il mio ventre e la mia lira aggiungo. Ma che dirò che dal t ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8735 - Tipo: p

Novilunio di settembre! Nell'aria lontana il viso della creatura celeste che ha nome Luna, trasparente come la medusa marina, come la brina nell'alba, labile come la neve su l'acqua, la schiuma su la sabbia, pallido come il piacere su l'origliere, pallido s'inclina e smuore e langue con una collana sotto il mento sì chiara che l'oscura: silenzioso viso esangue della creatura c ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8718 - Tipo: p

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno, e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto, e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto da' duo begli occhi che legato m'hanno; e benedetto il primo dolce affanno ch'i'ebbi ad esser con Amor congiunto, e l'arco, e le saette ond'io fui punto, e le piaghe che 'nfin al cor mi vanno. Benedette le voci tante ch'io chiamando il nome de mia d ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8536 - Tipo: p

Chi viaggia molto, ha questo vantaggio dagli altri, che i soggetti delle sue rimembranze presto divengono remoti; di maniera che esse acquistano in breve quel vago e quel poetico, che negli altri non è dato loro se non dal tempo. Chi non ha viaggiato punto, ha questo svantaggio, che tutte le sue rimembranze sono di cose in qualche parte presenti, poiché presenti sono i luoghi ai quali ogni sua me ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8531 - Tipo: m

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...