il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Autori: Ugo Foscolo

 

Autori: Ugo Foscolo

 
Ugo Foscolo

ID Autore: 2335

Iscrizione: mercoledì 9 giugno 2010

 

Biografia

Per la biografia di Ugo Foscolo, clicca qui: Ugo Foscolo

 

_

 
 

Le Poesie di: Ugo Foscolo

Alla Sera
Forse perché della fatal quiete tu sei l'immago a me sì cara vieni o Sera! E quando ti corteggian liete le nubi estive e i zeffiri sereni, e quando dal nevoso aere inquiete tenebre e lunghe all'universo meni sempre scendi invocata, e le secrete vie del mio cor soavemente tieni. Vagar mi fai co' miei pensier su l'orme che vanno al nulla eterno; e intanto fugge questo reo tempo, e van ...
Cod: 8519 - On line dal: venerdì 28 settembre 2007 - Ultima modifica: venerdì 28 settembre 2007

Dei Sepolcri
All'ombra de' cipressi e dentro l'urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro? Ove piú il Sole per me alla terra non fecondi questa bella d'erbe famiglia e d'animali, e quando vaghe di lusinghe innanzi a me non danzeran l'ore future, né da te, dolce amico, udrò piú il verso e la mesta armonia che lo governa, né piú nel cor mi parlerà lo spirto delle vergini Muse e ...
Cod: 8520 - On line dal: venerdì 28 settembre 2007 - Ultima modifica: venerdì 28 settembre 2007

A Zacinto
Né più mai toccherò le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque, Zacinto mia, che te specchi nell'onde del greco mar da cui vergine nacque Venere, e fea quelle isole feconde col suo primo sorriso, onde non tacque le tue limpide nubi e le tue fronde l'inclito verso di colui che l'acque cantò fatali, ed il diverso esiglio per cui bello di fama e di sventura baciò la s ...
Cod: 8504 - On line dal: domenica 23 settembre 2007 - Ultima modifica: domenica 23 settembre 2007

In morte del fratello Giovanni
Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo di gente in gente, me vedrai seduto su la tua pietra, o fratel mio, gemendo il fior de' tuoi gentili anni caduto. La madre or sol, suo dì tardo traendo, parla di me col tuo cenere muto: ma io deluse a voi le palme tendo; e se da lunge i miei tetti saluto, sento gli avversi numi, e le secrete cure che al viver tuo furon tempesta, e preg ...
Cod: 8505 - On line dal: domenica 23 settembre 2007 - Ultima modifica: domenica 23 settembre 2007

I MiniRacconti di: Ugo Foscolo

Le Massime di: Ugo Foscolo

Le Canzoni di: Ugo Foscolo

Gli Articoli di: Ugo Foscolo

Gli Annunci di: Ugo Foscolo

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...