il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Le Rose sono rosse, le Viole sono viola... ma l'amore, quello ha il colore dei tuoi occhi e lo splendore del tuo sorriso. ...
Scritto nel 2020
On line da: venerdì 24 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8873 - Tipo: p

Noi giovani d'oggi siamo straordinari, Abbiamo, tutti, un grosso problema... l'istruzione odierna. È come se fossimo sulla stessa barca ma nessuno Ha intenzione di remare, anzi, creiamo buchi sul fondo Così, da affondare. Tutti insieme. ...
Scritto nel 2020
On line da: mercoledì 15 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8872 - Tipo: p

La verità è che tutto finto... E neanche questo è vero. L'unica travisata certezza è nella tirannia del dubbio. ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 12 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8871 - Tipo: m

Amico Il mio vicino, un anzianotto smilzo, arzillo, molto loquace, sempre in moto, nonostante l’età, un tipo singolare, con tanta voglia di chiacchierare e di blaterare, un amico che tiene compagnia, con tante cose da raccontare, l’esperienza di una vita, come sono importanti gli anzian ...
Scritto nel 2019
On line da: giovedì 3 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8870 - Tipo: p

Sempre noi Sempre noi dell’igiene mentale, che non contiamo niente, non valiamo nulla, che non ci vogliono, non ci vedono, non contiamo, siamo in fondo, gli ultimi gradini sociali; sempre noi, che è sempre colpa nostra, che c’è sempre il sospetto di pazzia, noi, che ci ridono dietro, ...
Scritto nel 2019
On line da: venerdì 27 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8869 - Tipo: p

L’ultimo angelo nero Jim Morrison Voce sincopata, melodia ribelle, sovversiva, orientaleggiante, dalle tonalità originali, brani dal ritmo potente, continuo, martellante; Morrison Profeta di una generazione, angelo, demone, sconvolto, geniale, mezzo indiano, mezzo stregone; tra un ...
Scritto nel 2019
On line da: mercoledì 18 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8868 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

La casa fuori era nera, dentro piena di cuori, ora è più bella fuori, ma dentro è nera cera. Di quel vecchio splendore han demolito i cuori, è vuoto dentro e fuori, non più olézzo d'amore. Tutt'essa è desolata, ch'ogni sua luce è andata, e spersa è ogni fatica. Di quella cas ...
Scritto nel 2014
On line da: lunedì 28 dicembre 2015
Stato: 1 Cod: 8207 - Tipo: p

Non conosco stagioni ormai si sfalda il tempo più ai ripari non si corre. Sventola la falsità distesa gioiosa sull'arcobaleno perdono voglia di chiedere. Urla il vento urla potente disperato è il suo grido troppo silenzio allaccia i cardini del mondo fluide lacrime scorrono in aridi ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 25 febbraio 2016
Stato: 1 Cod: 8258 - Tipo: p

Guerriera di una terra senza nome cammino per strade senza tempo e orizzonti dove il mare non ha mai fine... Solo il manto luminoso della luna cornice al mio bisogno infinito d'amore... Io...anima fragile... erro senza meta senza perchè... Sulla tua pelle il marchio arroventato dei miei ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 27 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3666 - Tipo: p

Un incantevole blu oceano soffondeva la venusta volta celeste ingagliardendo purchessia zefiro primaverile, l'endemica peculiarità di quell'edonistico cielo librava assidua compenetrando nei reconditi precordi assisi nel mio estasiato cuore. Era una meravigliosa domenica di maggio inoltrat ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 7 settembre 2008
Stato: 1 Cod: 1612 - Tipo: p

rimani ancora un po' non andare via, rimani così guardami negli occhi ci baceremo ancora come la prima volta, rimani ancora un po' sento che l'alba giunge ed io ti perderò, non ci saranno regole nè promesse nè domani... tutto è qui tutto si è svolto, rimane così poco di questa eterna ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 24 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6081 - Tipo: p

All'ombra della cattedrale di Bruges, tre tra le tante bigotte scacciavano al di fuor del recinto dei denti le penitenze imposte dal temuto confessore. Le vetrate, insolitamente recanti complessi messaggi teologici, lasciavano che il viso delle donne che accendevano candele rosso cardinale venisse ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 26 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2397 - Tipo: r

Il desiderio pulsa nelle tempie gonfie di caldo sangue, i membri muti tacciono confusi da ribelli sensi, il tempo gela infuocati ardori dall'età matura colta dal tempo, ahimè! Forzata rassegnazione naturale, d'una vita consumata del fu! Amore. ...
Scritto nel 2015
On line da: lunedì 18 maggio 2015
Stato: 1 Cod: 8101 - Tipo: p

Oggi è la festa della mamma, una dolce gentile signora che mi canta la ninna nanna anche se dormo solo per mezz'ora. Il tuo amore mi fa battere il cuore perché è dolce e grande come il suono dei tamburi delle bande. Sei come una stella talmente bella che è capace di coprire il sole anch ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 14 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2890 - Tipo: p

Signore, non rovinarmi più di ancora non farlo fermati per la vita, riposa! Per te son disposto a fare d'artista l'attore umano che nel cuor da sempre ti ama molto con tutto se stesso soffre con il sentimento che a te s'offre con devozione eeh travolge con quell'amare l'emozione dell'am ...
Scritto nel 2012
On line da: mercoledì 13 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6022 - Tipo: p

è carta straccia la mia storia con te, l'abbiamo stretta tra le mani e buttata con violenza contro l'asfalto, non potevamo fare altro dopo averla ideata scritta con cura letta e riletta recitata a voce bassa con cura conservata dimenticata poi ritrovata infine ancor riletta... non c ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 5 agosto 2012
Stato: 1 Cod: 6238 - Tipo: p

Esiste un momento in cui le parole si consumano e il silenzio comincia a raccontare. Ecco allora che riaffiorano i miei ricordi. Cosa sono i ricordi? Nulla. Non li puoi vedere, non li puoi toccare eppure sono così grandi da non dimenticarli e quando tornano alla mente, compare ...
Scritto nel 2007
On line da: martedì 3 luglio 2007
Stato: 1 Cod: 110 - Tipo: p

Tra le nuvole bianche si nascondono i pensieri che mi portano lontano Non ho la chiave della verità Nemmeno lo so se questo è realtà Ho soltanto due occhi che guardano l'orizzonte Sto sognando... o sarebbe la vita che mi vuol far crescere? Ogni mattina c'è un nuovo sole O sarà lo ste ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 9 gennaio 2010
Stato: 1 Cod: 3810 - Tipo: p

Sale l'anelito grido d'Italica gente tutta possan i giorni a tergo esser di rinascita nova. Del passato i triboli sian solo ricordo il gran seme terrato alfine sarà frutto. L'alacrità dell'ogni sia sereno pascimento e sugli sparigliati cozzi il gaudio della pace s'erga. Sorgi o de ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 6 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 5010 - Tipo: p

Senza di te La vita sa di noia e di malinconia, senza di te, la stanza e vuota e il silenzio è inumano; senza di te, i pomeriggi sono lunghi e flemmatici e troppo uguali; senza di te, col tuo sorriso, i tuo muoverti di continuo, la tua voce viva, le risate, le tue cose, le tue facc ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 11 maggio 2019
Stato: 1 Cod: 8832 - Tipo: p

Nel fuoco di rosso vestito, tra un vivido giallo accecante, un pennello disinibito, rapido e disinvolto (come tenero e calmo è il tuo volto), si riempie il cammino di foglie e di rami a ventaglio. Ma, forse, mi sbaglio: sarà il clima impazzito ed il ghiaccio polare, il suo squaglio, un tep ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 16 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3541 - Tipo: p

Convengo con la mente furba, ragion non si conviene al cor tremulo e al cor festante. Tra infiniti sguardi e voci fioche non bastano le emozioni. Convengo ragione e core : profonde sconosciute. Leggeri si sfiorano, giocano eppur lontani movimenti occulti. Convengo ragion d'amore. Amore ...
Scritto nel 2007
On line da: venerdì 7 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1855 - Tipo: p

Magicamente persa... fra le acque limpide di un tramonto, in una spiaggia dove la spiaggia è polvere di cielo e l'onda un'attimo. Inginocchiata in un'infinità che non è mia, ma del tempo, a contemplare un'eternità... che non è mai più eterna dell'anima. ...
Scritto nel 2006
On line da: venerdì 20 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2584 - Tipo: p

Bisognose creature afflitte e affamate poveri uomini stanchi e malati... Alla gente che soffre uniamoci tutti, portiamo il sorriso e la pace agli infelici nel mondo. Aiutiamoli a vincere in fretta e per sempre perchè questa umile gente non può più aspettare. Togliamoci le giacche ves ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 25 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3658 - Tipo: p

La terra di notte tremava, La gente serena dormiva, Ognuno il sogno sognava, Che all'alba tranqquillo si alzava. Le grida di un bimbo sentivi, coperto di sassi e mattoni, in silenzio il dolore soffrivi, senza colpa e senza ragioni. Neanche Dio ha potuto fermare, Quel demone che ha volu ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 18 maggio 2012
Stato: 1 Cod: 5922 - Tipo: p

Un attimo per iniziare... solo uno sguardo e una notte rubata per accendere la scintilla. Un attimo per dire basta... un attimo per spegnere la fiamma. Un attimo... ma un'eternità per dimenticare... ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 7 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 695 - Tipo: p

Era forse quella mancanza di coraggio che ci impediva di folli rincorse, quella pallidezza improvvisa che si stampava sulla tua faccia giacché non eri ancora quella baccante sodomizzante. Ed io, avvolto in quell'Ulster di mio padre, facevo da contorno al tuo manto di astrakan, nella mia log ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7642 - Tipo: p

Sono nato in un borgo, dove tutti ci conosciamo. La critica era all'ordine del giorno, anche quando non era giusta. Mi piaceva una ragazza... ...ero innamorato! Ma la mentalità arcaica della gente del borgo, non mi consentiva tanta libertà. Ci toccava imitare i pipistrelli ed uscire d ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 24 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6847 - Tipo: p

Bastavano due occhi Per suggellare amore, per interpretare gioie e delusioni. In quei due occhi, L'eterno. L'eterno chiedersi perchè. Perchè ci si è incontrati. L'eterno viversi senza mai sfiorarsi, l'eterno sole che illumina i desideri. In quei due occhi, oggi ritrovi il senso per non la ...
Scritto nel 2009
On line da: sabato 2 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4629 - Tipo: p

Nel gruppo del Lagorai con le ciaspe - Racconto semiserio di una domenica immersi nella natura L'appuntamento non è per i tiratardi, ore 7.00 difronte alla Chiesa. Il narratore è in leggero anticipo, cosa che gli permette di ammirare l'albeggiare sullo sfondo della Torre. I prodi si radunano, ...
Scritto nel 2006
On line da: giovedì 30 agosto 2007
Stato: 1 Cod: 217 - Tipo: r

Ti credevo perso, perso per sempre, ma sei tornato, non hai detto niente. Mi hai preso solo fra le tue braccia, hai detto piano: "Mà, mi sei mancata!" mi hai stretto forte e mentre piangevo lasciarti andare, no, non volevo!!! Ti credevo perso ma sei ritornato e anche un regalo tu ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 23 maggio 2008
Stato: 1 Cod: 1254 - Tipo: p

Sei morto? No! Proprio, non esisti Giampiero per piangere c'è sempre tempo ora cerchiamo di portare a compimento lo sforzo estremo della sofferenza. Dolore quanto tempo hai bisogno per elaborare azioni incrociate sulla carne del mio corpo stanco. Dolore, sei la mia debolezza schianti l'ani ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 21 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6072 - Tipo: p

Vorrei amarti in pace, invecchiare con te, con la tua amicizia, io non chiedo di più, che trovare il modo giusto per dirtelo, per dirti il bene che provo, che ho da darti, per te, per te: e sono qua a parlare di amore, mentre tu traffichi e non mi ascolti, non dici niente, sei dist ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 12 maggio 2019
Stato: 1 Cod: 8834 - Tipo: p

Il sole ormai rosso s'insinua fra le acque del placido mare. Sulla sabbia le orme dei vostri passi, prima distanti, sono adesso vicine. E mentre l'orizzonte spegne in un abbraccio l'ultimo giorno d'estate un'onda ruffiana bagna in una carezza il tuo primo giorno di primavera. ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 29 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1977 - Tipo: p

Rosso pulsante muscolo a scommettere cerchio levigato composta variante quando scivolerai tra le coltri dense di questa stagione stolta quando il mio richiamo chiuso in ostinati passi sarà latrato solitario abbeverato al capezzale del sogno ed il colore, il sangue a traboccare inutili ...
Scritto nel 1997
On line da: venerdì 16 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2308 - Tipo: p

Il sentiero meno sterrato è quello che porta all'esistenza ma non so come raggiungerlo forse in barca a vela forse scivolando lungo un arido torrente nelle ore dell'apocalisse dell'Essere. Ma la sete di conoscenza fa di me un problema di fine primavera che non lascia fuggire i ...
Scritto nel 2015
On line da: martedì 17 marzo 2015
Stato: 1 Cod: 8031 - Tipo: p

Dona l'arcobaleno un filamento che tessitrici muse ci han foggiato crisalide libratasi nel vento magico incanto del divin creato. Nutresi all'armonia di libertà ch'origine trovò a forar di guscio raggiante per cotanta immensità gioì di volo al salutar dell'uscio. La meraviglia di stupor ...
Scritto nel 2001
On line da: martedì 19 giugno 2007
Stato: 1 Cod: 100 - Tipo: p

Nell'ora della notte quando il tempo lascia tra le sue braccia il nostro corpo e l'animo si poggia sul guanciale del giorno appena spento, l'irrequieto cervello colora i suoi pensieri e cerca amici per strade sconosciute. S'intrufola in un bar pieno di luci tra una folla di volti senza occhi ...
Scritto nel 2012
On line da: mercoledì 3 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6547 - Tipo: p

Non voglio dirimere questo rapporto, idolatrare fa parte del mio carattere. Viviamo in una contrada. Interpretare ruoli amichevoli con questa gentaglia sembra inutile... Avvenimenti imprevisti attribuiti all'incredulo destino. Ciò che nutro io per te è incontrastabile, sei la metà del mi ...
Scritto nel 2006
On line da: domenica 28 dicembre 2008
Stato: 1 Cod: 2160 - Tipo: p

Chiude gli occhi un momento Un breve lampo è la certezza che attraversa mente e cuore tu davvero non l'hai amata. Non l'hai nemmeno mai sfiorata non una carezza o bacio lieve e mai ricorda dolci occhi su di lei. In uno stanco accoppiamento di sola rabbia e frustrazione l'hai rivestit ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 31 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 4931 - Tipo: p

Tutto va per meglio fermarsi Tutto scorre per meglio filtrarsi Tutto passa per meglio restare Tutto muore per meglio rinascere ...
Scritto nel 2007
On line da: venerdì 22 gennaio 2016
Stato: 1 Cod: 8231 - Tipo: p

Il mondo si è ricomposto adesso è lì ed è a portata di mano Il cerchio si è chiuso e te ne sei al centro ma quanto più di prima è vasto l'orizzonte del tuo sé che non più è naufrago adesso e invece è ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 16 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 4891 - Tipo: p

Cumm'à n'aucedduzzo caruto ra nu niri sott'à l'irmici re na casa vecchia re la via Filippo Patella, sotto à li scaluni re preta viva, ca' portano a lu' centro storico, la parte re chistu paese ca' se specchia rint'àlu mari, assettata annanti a 'nu purtone re legno re noce carulato, cu' ...
Scritto nel 2013
On line da: domenica 20 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7182 - Tipo: p

Cos'è alfine questo "uomo" che vanta intelligenze, conquista gli spazi, vola su pianeti, raggiunge primati, sovrasta scienze, matematiche; e della chirurgia par venga proclamato il nuovo dio? Cos'è, questo stesso essere che offende la natura e la distrugge? Perché così sanguinario e ...
Scritto nel 2013
On line da: martedì 19 febbraio 2013
Stato: 1 Cod: 7333 - Tipo: p

Tra le onde del mare, ti vedo nuotare tra il forte vento, io ti sento ti vedo volare insieme agli angeli e ai santi. Nel paradiso ti vedo e sempre ci credo, che scriverai poesie d'amore al nostro Creatore. Il Signore allora potrà benedirti e sempre custodirti, tra le sue braccia coccolarti e ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 4 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4650 - Tipo: p

Questa vita fatta di erranza, sradicamento, stranezza, disperazione... Questa vita di tormento, assenza, dipendenza, insoddisfazione. Questa vita di numi distratti, padri assenti, falsi predicatori; Questa vita coronata di spine, mantata di lacrime... intrisa di speranza. Questa vita, dove tutt ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 27 febbraio 2009
Stato: 1 Cod: 2632 - Tipo: p

Bambino della vicina, gioca facendo chiasso, parlando a volte forte; tra poco comincia la scuola, tutto ricomincia a settembre; mese di transizione, una via di mezzo, tra l'estate e l'autunno, le giornate, si fanno corte, soffia il vento freddlino, che alza polvere e sbatte le foglie c ...
Scritto nel 2013
On line da: sabato 14 settembre 2013
Stato: 1 Cod: 7708 - Tipo: p

E dopo cinquant'anni sempre insieme! La scorsa settimana, all'improvviso, m'hai chiesto se ti voglio ancora bene, ancora bene come ai tempi belli, ai tempi belli della giovinezza. La cosa, che m'ha preso alla sprovvista, non era mai successa, prima d'ora! Io t'ho risposto sol con un sorris ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 2 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2206 - Tipo: p

Ad aprile ancora non ti scoprire e poi di maggio ancora non ti fidare ma a giugno puoi davvero fare ciò che ti pare giugno è il mese di passaggio tra la primavera e l'state per i bimbi ora solamente giochi e favole con fate in questo mese viste piacevoli salutano gli occhi della bianca neve so ...
Scritto nel 2016
On line da: domenica 5 giugno 2016
Stato: 1 Cod: 8364 - Tipo: p

Perché non torni Mamma a far la mamma? Perché non riedi a noi addolorati e ai piccoletti far la ninna nanna? Perché resti lontana dai tuoi amati? Da quando ti partisti, o dolce Mamma, Il focolare in casa è sempre spento. Nessuno attizza più la rossa fiamma dacché verificato è il triste eve ...
Scritto nel 1991
On line da: mercoledì 30 dicembre 2015
Stato: 1 Cod: 8209 - Tipo: p

La città della sera - come un mappamondo di stelle ubriache di malinconia - riflette un cielo d'occhi dispersi tra coni d'ombra e vicoli in preghiera... Le strade son deserte, deserti di silenzi colmanti vuoti inesplicabili d'incanto ...e solitudine Ed io? E tu? Io ti vò cerca ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 27 febbraio 2012
Stato: 1 Cod: 5724 - Tipo: p

Protagonista dei miei passi nel palcoscenico di questa vita mentre a te mi lascio andare e a te conduco il dire... Nell'aria che respira il mio mattino, nel sorriso accennato, nel canticchiare di una canzone trasognato il momento, sei tu quell'orizzonte che vedo vicino e come naufraga se ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 14 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6024 - Tipo: p

Orsù brindiamo mia splendida Brunilde, vuotiamo i dolci calici argentati, ci perderemo nel ritmo celeste di affascinanti musiche zigane. Beviamo a questa vita che è passata, perduta tra dubbi e vaniloqui, brindiamo a quella che deve venire, oggi per noi comincia un'altra età. A nudo met ...
Scritto nel 1995
On line da: venerdì 2 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2202 - Tipo: p

Non è reale il mistero che avvolge il cammino attraverso i sensi risvegliati perché le anime non mentono nella brama di possesso ometton solo di svelare gli abissi dell'intimo tormento. Passi barcollanti di ombre familiari che nei pensieri si avviluppano fiere come rovi di ginepro ...
Scritto nel 2007
On line da: sabato 2 febbraio 2008
Stato: 1 Cod: 817 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

O insensata cura de' mortali, quanto son difettivi silogismi quei che ti fanno in basso batter l'ali! Chi dietro a iura e chi ad amforismi sen giva, e chi seguendo sacerdozio, e chi regnar per forza o per sofismi, e chi rubare e chi civil negozio, chi nel diletto de la carne involto s'a ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8647 - Tipo: p

Sutta un'antica quercia, Chi attraversu spurgìa da un vàusu alpestri, Cu 'na manu a la frunti, Don Chisciotti Mestissinu sidia: 'na rocca allatu Di chiàppari cuverta, e la pinnenti Arèddara d'attornu a la sua cima, Facìanu pavigghiuni a la sua testa, Ripusava oziusa la gran spata Tra la pur ...
Scritto nel 1810
On line da: sabato 12 dicembre 2015
Stato: 1 Cod: 8754 - Tipo: p

La tortora che ha perso la compagna fa una vita molto dolorosa; va in un fiumicello, e vi si bagna, e beve di quell'acqua torbidosa. Cogli altri uccelli non ci s'accompagna. Negli alberi fioriti non si posa. Si bagna l'ale e si percuote il petto. Ha perso la compagna: oh che tormento! ...
Scritto nel 1450
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8503 - Tipo: p

Homme libre, toujours tu chériras la mer! La mer est ton miroir; tu contemples ton âme Dans le déroulement infini de sa lame, Et ton esprit n'est pas un gouffre moins amer. Tu te plais à plonger au sein de ton image; Tu l'embrasses des yeux et des bras, et ton cÂœur Se distrait quelquefois ...
Scritto nel 1858
On line da: lunedì 11 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8694 - Tipo: p

Se mai continga che 'l poema sacro al quale ha posto mano e cielo e terra, sì che m'ha fatto per molti anni macro, vinca la crudeltà che fuor mi serra del bello ovile ov' io dormi' agnello, nimico ai lupi che li danno guerra; con altra voce omai, con altro vello ritornerò poeta, e in sul ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8661 - Tipo: p

Non era ancor di là Nesso arrivato, quando noi ci mettemmo per un bosco che da neun sentiero era segnato. Non fronda verde, ma di color fosco; non rami schietti, ma nodosi e 'nvolti; non pomi v'eran, ma stecchi con tòsco. Non han sì aspri sterpi né sì folti quelle fiere selvagge che 'n o ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8582 - Tipo: p

Il padre fra' Volpino Che pien di santo zelo Suda sui libri ascetici E veglia sul Vangelo, E quando alcun s'aspetta Di Bayle e di Calvino I dogmi iniqui e pazzi, Il seme giacobino, ecc. ...
Scritto nel 1799
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8720 - Tipo: p

«O sodalizio eletto a la gran cena del benedetto Agnello, il qual vi ciba sì, che la vostra voglia è sempre piena, se per grazia di Dio questi preliba di quel che cade de la vostra mensa, prima che morte tempo li prescriba, ponete mente a l'affezione immensa e roratelo alquanto: voi beve ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8660 - Tipo: p

Era il giorno ch'al sol si scoloraro per la pietà del suo factore i rai, quando i' fui preso, et non me ne guardai, ché i be' vostr'occhi, donna, mi legaro. Tempo non mi parea da far riparo contra colpi d'Amor: però m'andai secur, senza sospetto; onde i miei guai nel commune dolor s'incomi ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8537 - Tipo: p

Passa la nave mia colma d'oblio per aspro mare, a mezza notte il verno, enfra Scilla et Caribdi; et al governo siede 'l signore, anzi 'l nimico mio. A ciascun remo un penser pronto et rio che la tempesta e 'l fin par ch'abbi a scherno; la vela rompe un vento humido eterno di sospir', di sp ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8555 - Tipo: p

Mentre che sì per l'orlo, uno innanzi altro, ce n'andavamo, e spesso il buon maestro diceami: «Guarda: giovi ch'io ti scaltro»; feriami il sole in su l'omero destro, che già, raggiando, tutto l'occidente mutava in bianco aspetto di cilestro; e io facea con l'ombra più rovente parer la fi ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8629 - Tipo: p

Poi che sdegnato dai patrizi deschi Partissi Como, ed a la sua nemica Temperanza diè loco, a nove mense Bacco recando e la seguace Gioja E i rari augelli e i preziosi parti De la greggia di Proteo e i macri servi Del biondo nume, io, del bel numer uno, A la tua ricca mensa, o generoso Trima ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8735 - Tipo: p

Posto avea fine al suo ragionamento l'alto dottore, e attento guardava ne la mia vista s'io parea contento; e io, cui nova sete ancor frugava, di fuor tacea, e dentro dicea: 'Forse lo troppo dimandar ch'io fo li grava'. Ma quel padre verace, che s'accorse del timido voler che non s'apriv ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8621 - Tipo: p

Ruppemi l'alto sonno ne la testa un greve truono, sì ch'io mi riscossi come persona ch'è per forza desta; e l'occhio riposato intorno mossi, dritto levato, e fiso riguardai per conoscer lo loco dov' io fossi. Vero è che 'n su la proda mi trovai de la valle d'abisso dolorosa che 'ntrono ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8573 - Tipo: p

«Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile e alta più che creatura, termine fisso d'etterno consiglio, tu se' colei che l'umana natura nobilitasti sì, che 'l suo fattore non disdegnò di farsi sua fattura. Nel ventre tuo si raccese l'amore, per lo cui caldo ne l'etterna pace così è ger ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8669 - Tipo: p

Donne ch'avete intelletto d'amore, i' vo' con voi de la mia donna dire, non perch'io creda sua laude finire, ma ragionar per isfogar la mente. Io dico che pensando il suo valore, Amor sì dolce mi si fa sentire, che s'io allora non perdessi ardire, farei parlando innamorar la gente. E io ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8675 - Tipo: p

Forse semilia miglia di lontano ci ferve l'ora sesta, e questo mondo china già l'ombra quasi al letto piano, quando 'l mezzo del cielo, a noi profondo, comincia a farsi tal, ch'alcuna stella perde il parere infino a questo fondo; e come vien la chiarissima ancella del sol più oltre, così ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8666 - Tipo: p

Sublime specchio di veraci detti, mostrami in corpo e in anima qual sono: capelli, or radi in fronte, or rossi pretti; lunga statura, e capo a terra prono; sottil persona in su due stinchi schietti; bianca pelle, occhi azzurri, aspetto buono; giusto naso, bel labbro, e denti eletti; pallid ...
Scritto nel 1786
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8521 - Tipo: p

Lorsque, par un décret des puissances suprêmes, Le Poète apparaît en ce monde ennuyé, Sa mère épouvantée et pleine de blasphèmes Crispe ses poings vers Dieu, qui la prend en pitié: – «Ah! que n'ai-je mis bas tout un noeud de vipères, Plutôt que de nourrir cette dérision! Maudite soit la ...
Scritto nel 1859
On line da: venerdì 10 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8682 - Tipo: p

Santo nome, in fra i mortali Quale è il nome che ti avanza? Tu sei nome di speranza, Tu sei nome di pietà. Se d'Adamo il pazzo orgoglio Al Signor ci fa ribelli, Per te, o Madre, siam fratelli Di Colui che ci creò. Per te ancora al Ciel perduto Nostra mente si solleva; Tu ci togli al fallo ...
Scritto nel 1823
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8752 - Tipo: p

Diva di fonte umil, non d'altro ricca Che di pura onda e di minuto gregge, Te, come piacque al ciel, nato a le grandi De l'Eridano sponde, a questi ameni Cheti recessi e a tacit'ombre invito. Non feroci portenti o scogli immani Né pompa io vanto d'infinito flutto O di abitati pin; né imperio ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8729 - Tipo: p

C'è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d'antico: io vivo altrove, e sento che sono intorno nate le viole. Son nate nella selva del convento dei cappuccini, tra le morte foglie che al ceppo delle quercie agita il vento. Si respira una dolce aria che scioglie le dure zolle, e visita le ...
Scritto nel 1900
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8513 - Tipo: p

Affetto al suo piacer, quel contemplante libero officio di dottore assunse, e cominciò queste parole sante: «La piaga che Maria richiuse e unse, quella ch'è tanto bella da' suoi piedi è colei che l'aperse e che la punse. Ne l'ordine che fanno i terzi sedi, siede Rachel di sotto da costei ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8668 - Tipo: p

Io vidi già cavalier muover campo, e cominciare stormo e far lor mostra, e talvolta partir per loro scampo; corridor vidi per la terra vostra, o Aretini, e vidi gir gualdane, fedir torneamenti e correr giostra; quando con trombe, e quando con campane, con tamburi e con cenni di castella, ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8591 - Tipo: p

In forma dunque di candida rosa mi si mostrava la milizia santa che nel suo sangue Cristo fece sposa; ma l'altra, che volando vede e canta la gloria di colui che la 'nnamora e la bontà che la fece cotanta, sì come schiera d'ape che s'infiora una fiata e una si ritorna là dove suo laboro ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8667 - Tipo: p

Già era in loco onde s'udia 'l rimbombo de l'acqua che cadea ne l'altro giro, simile a quel che l'arnie fanno rombo, quando tre ombre insieme si partiro, correndo, d'una torma che passava sotto la pioggia de l'aspro martiro. Venian ver' noi, e ciascuna gridava: «Sòstati tu ch'a l'abito n ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8585 - Tipo: p

Soffermati sull'arida sponda volti i guardi al varcato Ticino, tutti assorti nel novo destino, certi in cor dell'antica virtù, han giurato: non fia che quest'onda scorra più tra due rive straniere; non fia loco ove sorgan barriere tra l'Italia e l'Italia, mai più! L'han giurato: al ...
Scritto nel 1821
On line da: domenica 30 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8523 - Tipo: p

L'uomo è condannato o a consumare la gioventù senza proposito, la quale è il solo tempo di far frutto per l'età che viene, e di provvedere al proprio stato, o a spenderla in procacciare godimenti a quella parte della sua vita, nella quale egli non sarà più atto a godere. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8529 - Tipo: m

Perché, Pagani, de l'assente amico Non immemore vivi, il ciel ti serbi Sano e celibe sempre: or breve al tuo Di me benigno interrogar rispondo. Valido è il corpo in prima, e tal che l'opra Non chiegga di Galen; men sano alquanto Il frammento di Giove; e non è rado Che a purgar quei due morbi ...
Scritto nel 1804
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8734 - Tipo: p

Quand, les deux yeux fermés, en un soir chaud d'automne, Je respire l'odeur de ton sein chaleureux, Je vois se dérouler des rivages heureux Qu'éblouissent les feux d'un soleil monotone; Une île paresseuse où la nature donne Des arbres singuliers et des fruits savoureux; Des hommes dont le ...
Scritto nel 1946
On line da: venerdì 15 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 8705 - Tipo: p

Ora sen va per un secreto calle, tra 'l muro de la terra e li martìri, lo mio maestro, e io dopo le spalle. «O virtù somma, che per li empi giri mi volvi», cominciai, «com' a te piace, parlami, e sodisfammi a' miei disiri. La gente che per li sepolcri giace potrebbesi veder? già son leva ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8579 - Tipo: p

Settembre, oggi veder vorrei l'azzurro del tuo cielo riempiere la bocca rotonda della maschera di pietra in cima alla colonna che si sfalda nei secoli, convolta dal rosaio che si sfoglia nell'ora, entro quel chiostro quadrato che di biondo travertino chiarisce il cotto delle antiche Terme. ...
Scritto nel 1093
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8712 - Tipo: p

O cameretta che già fosti un porto a le gravi tempeste mie diürne, fonte se' or di lagrime nocturne, che 'l dí celate per vergogna porto. O letticciuol che requie eri et conforto in tanti affanni, di che dogliose urne ti bagna Amor, con quelle mani eburne, solo ver 'me crudeli a sí gran ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8557 - Tipo: p

E cielo e terra si mostrò qual era: la terra ansante, livida, in sussulto; il cielo ingombro, tragico, disfatto: bianca bianca nel tacito tumulto una casa apparì sparì d'un tratto; come un occhio, che, largo, esterrefatto, s'aprì si chiuse, nella notte nera. ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8509 - Tipo: p

Su le populee rive e sul bel piano Da le insubri cavalle esercitato, Ove di selva coronate attolle La mia città le favolose mura, Prego, suoni quest'Inno: e se pur degna Penne comporgli di più largo volo La nostra Musa, o sacri colli, o d'Arno Sposa gentil, che a te gradito ei vegna Chieggo ...
Scritto nel 1809
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8740 - Tipo: p

La donzelletta vien dalla campagna, in sul calar del sole, col suo fascio dell'erba; e reca in mano un mazzolin di rose e di viole, onde, siccome suole, ornare ella si appresta dimani, al dì di festa, il petto e il crine. Siede con le vicine su la scala a filar la vecchierella, in ...
Scritto nel 1829
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8497 - Tipo: p

Né 'l dir l'andar, né l'andar lui più lento facea, ma ragionando andavam forte, sì come nave pinta da buon vento; e l'ombre, che parean cose rimorte, per le fosse de li occhi ammirazione traean di me, di mio vivere accorte. E io, continüando al mio sermone, dissi: «Ella sen va sù forse p ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8627 - Tipo: p

Tutto annerò. Brillava, in alto in alto, il cielo azzurro. In via con me non c'eri, in lontananza, se non tu, Rio Salto. Io non t'udiva: udivo i cantonieri tuoi, le rane, gridar rauche l'arrivo d'acqua, sempre acqua, a maceri e poderi. Ricordavo. A' miei venti anni, mal vivo, pensai ...
Scritto nel 1903
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8517 - Tipo: p

Novo intatto sentier segnami, o Musa, Onde non stia tua fiamma in me sepolta. È forse a somma gloria ogni via chiusa, Che ancor non sia d'altri vestigj folta? Dante ha la tromba, e il cigno di Valchiusa La dolce lira; e dietro han turba molta. Flora ad Ascre agguagliosse; e Orobia incolta ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8725 - Tipo: p

Capel bruno: alta fronte; occhio loquace: Naso non grande e non soverchio umile: Tonda la gota e di color vivace: Stretto labbro e vermiglio: e bocca esile: Lingua or spedita or tarda, e non mai vile, Che il ver favella apertamente, o tace. Giovin d'anni e di senno; non audace: Duro di mod ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8723 - Tipo: p

All'ombra de' cipressi e dentro l'urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro? Ove piú il Sole per me alla terra non fecondi questa bella d'erbe famiglia e d'animali, e quando vaghe di lusinghe innanzi a me non danzeran l'ore future, né da te, dolce amico, udrò piú il v ...
Scritto nel 1807
On line da: venerdì 28 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8520 - Tipo: p

Taci. Su le soglie del bosco non odo parole che dici umane; ma odo parole più nuove che parlano gocciole e foglie lontane. Ascolta. Piove dalle nuvole sparse. Piove su le tamerici salmastre ed arse, piove su i pini scagliosi ed irti, piove su i mirti divini, su le ginestre fulgenti ...
Scritto nel 1902
On line da: lunedì 18 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8709 - Tipo: p

A ciascun'alma presa, e gentil core, nel cui cospetto ven lo dir presente, in ciò che mi rescrivan suo parvente salute in lor segnor, cioè Amore. Già eran quasi che atterzate l'ore del tempo che onne stella n'è lucente, quando m'apparve Amor subitamente cui essenza membrar mi dà orrore. ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8676 - Tipo: p

Cantando come donna innamorata, continüò col fin di sue parole: 'Beati quorum tecta sunt peccata!'. E come ninfe che si givan sole per le salvatiche ombre, disiando qual di veder, qual di fuggir lo sole, allor si mosse contra 'l fiume, andando su per la riva; e io pari di lei, picciol p ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8632 - Tipo: p

O tementi dell'ira ventura, Cheti e gravi oggi al tempio moviamo, Come gente che pensi a sventura, Che improvviso s'intese annunziar. Non s'aspetti di squilla il richiamo; Nol concede il mestissimo rito: Qual di donna che piange il marito, È la veste del vedovo altar. Cessan gl'inni e i mis ...
Scritto nel 1821
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8748 - Tipo: p

'Al Padre, al Figlio, a lo Spirito Santo', cominciò, 'gloria!', tutto 'l paradiso, sì che m'inebriava il dolce canto. Ciò ch'io vedeva mi sembiava un riso de l'universo; per che mia ebbrezza intrava per l'udire e per lo viso. Oh gioia! oh ineffabile allegrezza! oh vita intègra d'amore e ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8663 - Tipo: p

Per correr miglior acque alza le vele omai la navicella del mio ingegno, che lascia dietro a sé mar sì crudele; e canterò di quel secondo regno dove l'umano spirito si purga e di salire al ciel diventa degno. Ma qui la morta poesì resurga, o sante Muse, poi che vostro sono; e qui Caliop ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8604 - Tipo: p

Quel rosignol, che sí soave piagne, forse suoi figli, o sua cara consorte, di dolcezza empie il cielo et le campagne con tante note sí pietose et scorte, et tutta notte par che m'accompagne, et mi rammente la mia dura sorte: ch'altri che me non ò di ch'i' mi lagne, ché 'n dee non credev' ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8563 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...