il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Noi giovani d'oggi siamo straordinari, Abbiamo, tutti, un grosso problema... l'istruzione odierna. È come se fossimo sulla stessa barca ma nessuno Ha intenzione di remare, anzi, creiamo buchi sul fondo Così, da affondare. Tutti insieme. ...
Scritto nel 2020
On line da: mercoledì 15 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8872 - Tipo: p

La verità è che tutto finto... E neanche questo è vero. L'unica travisata certezza è nella tirannia del dubbio. ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 12 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8871 - Tipo: m

Amico Il mio vicino, un anzianotto smilzo, arzillo, molto loquace, sempre in moto, nonostante l’età, un tipo singolare, con tanta voglia di chiacchierare e di blaterare, un amico che tiene compagnia, con tante cose da raccontare, l’esperienza di una vita, come sono importanti gli anzian ...
Scritto nel 2019
On line da: giovedì 3 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8870 - Tipo: p

Sempre noi Sempre noi dell’igiene mentale, che non contiamo niente, non valiamo nulla, che non ci vogliono, non ci vedono, non contiamo, siamo in fondo, gli ultimi gradini sociali; sempre noi, che è sempre colpa nostra, che c’è sempre il sospetto di pazzia, noi, che ci ridono dietro, ...
Scritto nel 2019
On line da: venerdì 27 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8869 - Tipo: p

L’ultimo angelo nero Jim Morrison Voce sincopata, melodia ribelle, sovversiva, orientaleggiante, dalle tonalità originali, brani dal ritmo potente, continuo, martellante; Morrison Profeta di una generazione, angelo, demone, sconvolto, geniale, mezzo indiano, mezzo stregone; tra un ...
Scritto nel 2019
On line da: mercoledì 18 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8868 - Tipo: p

Bella dentro, per me sei sempre bella, come una volta, come anni fa, il tempo è passato, ma non ho smesso, di amarti; siamo un po’ più grossi e vecchi, un po’ rotondi, ma io ti guardo cogli occhi del cuore, e per me sei sempre come la prima volta; cara amica mia, sei unica, fantast ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 15 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8867 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Non ho mai pensato veramente di essere io il primo a tagliare il traguardo: mi hai insegnato la pazienza ed il coraggio, la voglia dannata di vivere intensamente e di allungare sempre più lo sguardo, non ricercare mai un dopato vantaggio. Sono orgoglioso di essere tuo amico, quello più gi ...
Scritto nel 2011
On line da: lunedì 9 maggio 2011
Stato: 1 Cod: 5162 - Tipo: p

Era forse quella mancanza di coraggio che ci impediva di folli rincorse, quella pallidezza improvvisa che si stampava sulla tua faccia giacché non eri ancora quella baccante sodomizzante. Ed io, avvolto in quell'Ulster di mio padre, facevo da contorno al tuo manto di astrakan, nella mia log ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7642 - Tipo: p

Mancino, daltonico, del "Capo di Leuca", 'Acquario' un po' geniale forse, di certo sregolato e appassionato, , indefinito ma Presente io,.. ho ricevuto in dono da mia madre il piacere curioso di scrivere , di scrivere insomma; ed è con la metà si ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 11 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2884 - Tipo: p

Niente di ciò che si dice è così importante come quello che si tace, ...E non c'è parola tanto forte che non sbiadisca di fronte all'impeto terrìfico, agghiacciante e sordo del buio silenzio. ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 4266 - Tipo: m

Tu sembravi il grande amore che pareva mai finire la mia donna, l'ideale, quella che non fa soffrire ma poi il tempo ch'è passato non è stato amico mio l'ho capito nel momento che mi hai detto: Io vado, addio! Sono come un'automobile che non cammina più è finita la benzina che sapevi darmi tu ...
Scritto nel 2014
On line da: lunedì 20 ottobre 2014
Stato: 1 Cod: 7928 - Tipo: c

Voglio essere Acqua semplicemente e lavare via le ferite. Voglio essere tuo bene e sorgente di vita. Acqua per discendere sulla terra aspra. E far risorgere dalla pena le anime sole. Voglio essere fiume per arrivare agli oceani. Seguendo un tragitto, non opponendo dighe. Creando pi ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 28 luglio 2008
Stato: 1 Cod: 1475 - Tipo: p

Non seu poeta ma ollu circai De ponni in rima su chi m'intendu de nai. Tottus ringraziamentus in sa conca mia! De cali incumenzai, foras de ti fai arrubiai? Sa pena de anima e corpu m'in d'asi bogau et a custa terra m'asi torrau foras de t'in d'essiri bantau! Dottori abili! Omini leali! ...
Scritto nel 2006
On line da: sabato 8 dicembre 2007
Stato: 1 Cod: 612 - Tipo: p

Ieri mi sono seduta su una riva d'alba e ho pianto. Ho pianto le luci del mondo ancora nere. Albatros e onde di spuma m'hanno udita, sui confini degli scogli mi hanno udita. E ho pianto. Ho pianto mondi ancora dispersi recondite catene di dolori e di versi, veleni violacei e sprazz ...
Scritto nel 2007
On line da: venerdì 6 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5805 - Tipo: p

Il ricordo m'inonda di parabole d'incenso e fango schizzate tra cielo e asfalto quali nubi sfregiate dal vento... Come una carezza lentamente stesa su di un mare incostante d'inquietudini e certezze, dolcemente crollano pareti di quercia e amianto da una sponda all'altra del tempo, ap ...
Scritto nel 2010
On line da: martedì 26 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4728 - Tipo: p

Tu che lontano fuggi e non dai tregua al destino... Vita impigliata tra carezze furtive e audaci e baci lievi su guance arrossate al primo cantico d'amore... Tu che sorridi e poi piangere fai per un amor mancato o per sottile differenza tra il credere e il volere... Attimi di te che ...
Scritto nel 2009
On line da: sabato 10 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3517 - Tipo: p

Ecco, è arrivato quel giorno speciale quando tutti aspettavano te, tu porterai gioia e serenità a chi ti conosce e conoscerà. ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 24 luglio 2010
Stato: 1 Cod: 4378 - Tipo: p

Ti ho amato come si ama ogni singolo respiro della vita. Come si cerca la luce nel buio. Come un appiglio tra il mare in tempesta. Povera anima senza pace e senza orgoglio la mia. Tu maestro, io studente. Come finirono quei giorni? Come iniziarono. Con un'eco lontana Che nessuno ascolta ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 24 dicembre 2010
Stato: 1 Cod: 4843 - Tipo: p

Catarsi Con le mani aperte come ali a sfidare l'aria solforosa e gli occhi anneriti dalla luce accecante d'un pezzo di specchio del natale precedente, ci presentiamo al mondo con carte in bianco da riempire con nere incisioni per traversare la strada senza essere spinti. Ma il bastone ...
Scritto nel 2011
On line da: giovedì 7 aprile 2011
Stato: 1 Cod: 5098 - Tipo: p

Tantissimi auguri per una serena Pasqua a tutti gli autori e autrici, a tutti i lettori e lettrici di poesie italiane. ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 26 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8328 - Tipo: r

Come il maroso all'arenile prende e spoglia, Alessandro, focoso, in un gesto vile, spegne la sua voglia. All'alba della giovinezza dopo tanto patito, è già santa Marietta che oblia l'efferatezza e, nelle mani dello Spirito, perdona in tutta fretta. ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 12 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3520 - Tipo: p

Na nova stella ne lo firmamento brilla è n'anima pia ne lo passar la dia. ...
Scritto nel 2017
On line da: mercoledì 4 ottobre 2017
Stato: 1 Cod: 8765 - Tipo: p

Vestita di pelle e luna la notte avvolge pensieri colora sogni accresce il desiderio Sentieri si aprono calde gocce di piacere respirano umida terra sapore inconfondibile di passione e vita... ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 13 giugno 2010
Stato: 1 Cod: 4246 - Tipo: p

prima un ciclone adesso solo l'aura prima quell'ansietà adesso la tranquillità oggi la distanza ci porta più lontano prima c'era tanto da dire oggi ci mancano le parole non riesco a vivere non riesco a sostenere una vita così vuota che non si può capire che non c'è senso non posso far c ...
Scritto nel 2009
On line da: domenica 8 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2673 - Tipo: p

Se io fossi... le regole della vita tutti daremmo il bene ricevendo da ognuno un grande umile trasportabile grazie motivo per amarsi e sapere di avere vera amicizia Questi sono i sentimenti sconosciuti dagli esseri umani ...
Scritto nel 1999
On line da: domenica 10 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1501 - Tipo: p

Cade più neve sopra ai fogli bianchi che sopra gli alti picchi di montagna, zucchera inzaccherando gli occhi stanchi del niveo, lieve manto che ricama le nuvole, le favole, le brume fra i rami, trama e rumina le brame. A me mi piacerebbe (cosa dici? "A me mi" non si dice? Fa lo stesso), H ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 15 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 6964 - Tipo: p

Occhi chiari occhi neri persi negli sguardi profondi e veri. Brillano se li accendi con le stelle e l'aurora portatori di verità e gioia. Piangono lacrime blu o nere colano di rimmel... solcano visi di chimere. Quel tocco di colore fragranza cristallina un'ombra d'amore. Son occ ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 9 aprile 2010
Stato: 1 Cod: 4058 - Tipo: p

In una piccola rocciosa collina, con macchie di cespugli di asfodelo, udii, il fruscio dell'acqua di un ruscello. Là, volava tranqilla una libellula! le api all'alveare. fitto fu il bosco... lontano era il mare. Il cielo era limpido e sereno. Godevo del profumo del biancospino. ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 26 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5852 - Tipo: p

Il solo pensiero di un nuovo incontro mi fa star bene il suo contatto è gioia, cedere all'abbraccio felicità pura. Il mio corpo rigenera e lo spirito fortifica, antiche reminescenze riafforano pure. Come grande madre chiama ed accoglie e il liquido primordiale mi riporta embrione... i ...
Scritto nel 2011
On line da: sabato 16 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 5291 - Tipo: p

Nell'aria d'un cimitero dei fiori tal affreschi lapidano a gocce il pianto in comune che ci divide e distrugge la nostra bella esistenza. Ooh vita! Vedo spuntar del prato della fantasia il profumo della poesia: Lì si fantastica solo muse in prospettiva, di soffrire tal è il suo rifugio i ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 4 settembre 2012
Stato: 1 Cod: 6386 - Tipo: p

Mi sono allontanato per un momento, sperduto mi ritrovai in questo mondo, non vidi più il tuo volto santo d'amore. Lo vedo sempre più lontano dal mio cuore, vagando solo col mio sogno ingannatore, inseguendo nell'oscurità sogni senza verità. A braccia aperte vieni incontro a me, mi strin ...
Scritto nel 1998
On line da: domenica 29 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2780 - Tipo: c

Una poesia un po' così, nata per caso, con le parole a getto, il cuore in mano; per farti sorridere, per farti pensare; e fermati un momento, lascia stare le faccende; leggi le parole per te, fermati un attimo. ...
Scritto nel 2014
On line da: venerdì 17 gennaio 2014
Stato: 1 Cod: 7817 - Tipo: p

Soltanto un latrato lontano sul primo mattino e gli schiocchi del vento fra i rami distesi tra soffi di nuvole e fiocchi. Un guizzo di luce e si strappa la tela notturna, c'è un tale con gli occhi annacquati di grappa che infila la strada di casa sgusciando in un freddo portone. Mi sem ...
Scritto nel 2013
On line da: venerdì 4 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7063 - Tipo: p

L'innocenza delle terre solitarie si nasconde nelle piogge di Novembre. Piogge fertili che non sanno piangere tra le stelle ma che trasformano le strade in un manto di petali bianchi petali caduti nel tempo quando le mele non c'erano ancora. ...
Scritto nel 2014
On line da: lunedì 5 gennaio 2015
Stato: 1 Cod: 7967 - Tipo: p

Scrivere è terapeutico e al momento che abbiamo messo in gioco le supposte con gli sciroppi, quel che dici è giusto, amico, ragioniamo dei clisteri, un modo come un altro poi per dire che qui c'è una gran presa di sederi. Clisteri amari, lunghi, medi o corti, di varie proporzioni, in base ...
Scritto nel 2013
On line da: giovedì 17 gennaio 2013
Stato: 1 Cod: 7145 - Tipo: p

rivolgo a lei il mio pensiero la sento a me vicino ascolto ancora il suo respiro, rivedo il suo petto dove bambina poggiavo il capo, era dolce il suo viso brunito dal sole delle mietiture, m'infondeva serenità, negli occhi scrutanti e sinceri leggevo tra il sorriso le affermazioni e le ...
Scritto nel 1990
On line da: lunedì 2 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2649 - Tipo: p

Ladri e... bellezze Ritorniamo sulla bicicletta. Non pensavo che un articolo così semplice potesse destare un notevole interesse. Un giovane mi ha fermato in mezzo alla strada, domenica pomeriggio e, molto educatamente, mi ha fatto rilevare che "Bellezze in bicicletta" era una canzone, ma non un ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 10 giugno 2008
Stato: 1 Cod: 1315 - Tipo: r

Nessuno di noi sa mai, veramente, quanta importanza abbia nella vita, il colore della pelle, il Dio in cui tu credi, la tua scelta di campo, il tuo impegno, la costanza, una fede da rispettare, una incosciente baldanza, quello che ti lega, che ti fa amare fino dalla nascita, quali radi ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 18 dicembre 2008
Stato: 1 Cod: 2103 - Tipo: p

Avrei voluto vivere, crescere, giocare, conoscere la vita , con i libri sottobraccio andare a scuola ed imparare. Avrei voluto un'aquilone rosso, farlo correre in riva al mare, accarezzare le nuvole, affidargli i miei sogni e sinuosi farli danzare. Avrei voluto crescere diventare grande ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 25 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 4607 - Tipo: p

Ti ho sfiorata senza mai compromettere il tuo volo e tu Farfalla libera ti posavi su di me poi all'improvviso sei diventata inafferrabile. ...
Scritto nel 2011
On line da: giovedì 8 settembre 2011
Stato: 1 Cod: 5399 - Tipo: p

È il tuo modo di guardare l'istantanea avversione al reale; un capovolto modo di atterrire balugina nel costante travaso di un passaggio inatteso. È forse un giardino distante al tuo tempo, ottocentesco, triste, come un poeta che passeggia fra il chiar di luna del tuo pensiero (o sotto i ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7685 - Tipo: p

Poi batte forte il vento, nella notte spalanca la finestra all'improvviso, dell'anima, m'investe con un giro di pietre sollevate senza peso. Oltre la luna piena splende il nero smaltato del respiro dell'immenso e tu, che voli dentro il mio silenzio più in alto delle stelle, sei il bagliore ...
Scritto nel 2012
On line da: mercoledì 1 agosto 2012
Stato: 1 Cod: 6220 - Tipo: p

Tu eri bambina tra le tue bambole, sorrisi sospesi dentro i tuoi cartoons, lacrime dentro quei muri. Grida d'aiuto sorde nel tuo lettino lanciate nel vuoto cadute in mare tra le onde spumeggianti. Tu eri ragazzina jeans e maglietta mascara sul cuore rossetto colava tra le parole o ...
Scritto nel 2010
On line da: sabato 5 giugno 2010
Stato: 1 Cod: 4214 - Tipo: p

Tra i tanti contatti che ho avuto via Internet, ho conosciuto una donna molto colta, giovane, sportiva ma schizzinosa..... Nel mezzo di un nostro colloquio, così ella conclude, riportando la frase di un famoso saggio cinese: "Quando le pietre rotolano lungo la collina, non sanno quale direzione pr ...
Scritto nel 2004
On line da: venerdì 5 agosto 2005
Stato: 1 Cod: 82 - Tipo: m

È mattina, però vorrei scappare via, decollare come un aquilone dell'infanzia, partire, e andare via, a modo mio; volare sopra i guai, e i cattivi pensieri, e lasciare dietro la tristezza, e la solitudine; volare alto, e non pensare, come da bambino, seduto tra l'erba; e aleggerei, ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 21 settembre 2012
Stato: 1 Cod: 6455 - Tipo: p

Vorrei poterti dire: Amore mio, ...senza stancarmi di ripetertelo, Vorrei tenerti per mano, percorrendo il cammino delle nostre vite, donandoti, ad ogni passo, amore infinito, ma, forse, non ci conosceremo mai, nè vivremo mai insieme, eppure il pensiero di te è così forte, ti sento così vicino, Amo ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 17 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2856 - Tipo: r

Filtra nella stanza il primo raggio di sole sulle note di "Al chiaro di luna". Le ascolto e mi rammento di allora... mentre con ansia t'aspettavo. Mi chiedo solo adesso se sia davvero trascorso tanto tempo, e perché il tempo ha stroncato i nostri sogni! Frugo nella mente... negli angoli ...
Scritto nel 2004
On line da: mercoledì 30 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 806 - Tipo: p

Davanti a rovine incantate... Incantate perché abbandonate, distrutte perché vive, presenti perché remote. Frutti imperituri di secoli passati alla penombra d'un sole splendente; mi tiepida il cuore, lo colma d'amore sfuggente, lo rattrista d'una dolce malinconia per il tempo che fu, ...
Scritto nel 2015
On line da: lunedì 26 dicembre 2016
Stato: 1 Cod: 8466 - Tipo: p

Non è importante far sapere chi sei stato. Altresì chi potresti essere: Ma! Lascia che gli altri lo dicano. ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 20 maggio 2013
Stato: 1 Cod: 7492 - Tipo: m

Svegliarsi la mattina presto vedere il cielo limpido e terso il garrir delle rondini in volo lo sguardo elevato a Lui solo ammirare l'orizzonte unito l'universo l'ascoltare degli uccelli ogni loro verso veder la pallida luna nel ciel svanire i raggi del sol che stan per apparire bagnato ...
Scritto nel 2011
On line da: sabato 5 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 5001 - Tipo: p

Un lezioso aroma dolciastro si diffonde con accortezza nella nostra stanza soffusa da candele smorzate. Mi causa un temporaneo oblio pacifico. Elargisce un'acquolina stuzzicante, trapela da un dolce prelibato o dalla grata saporosità della tua pelle. Vaniglia accoccolata in un dessert di fragol ...
Scritto nel 2008
On line da: mercoledì 27 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1544 - Tipo: p

Sussulta il corpo affamato... Pensieri vagabondi affondano nell'intimo, in cerca di piacere mani passeggiano... Brividi accolgono il protendersi calore che assale ed io qui assaporo nettare di te... Scorri nel mio mare... affonda la tua essenza brucia la tua voglia inonda queste acqu ...
Scritto nel 2010
On line da: domenica 20 giugno 2010
Stato: 1 Cod: 4287 - Tipo: p

Vedo, talvolta, sul nero mare, un veliero con le vele nere colmo di bare. Soffia il vento, s'alzan le onde, s'accende una luce, ma tutto è silenzio sul nero mare. Sopra il veliero sono i miei sogni. Passano i morti della mia gente. Guardo il veliero, ormai è laggiù. S'accende una luce ...
Scritto nel 1973
On line da: sabato 28 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3668 - Tipo: p

Chi mai io sognerò senza più sogni che sapessero di te, senza più amore? E vano e incolore sarà il percorso, triste, che rimane. Sarà certo un percorso senza gioie, ora che il tempo si è fermato. E tutto, si è fermato. Tutto si è dissolto in nulla. Il mondo. Gli altri. Il c ...
Scritto nel 1989
On line da: domenica 3 febbraio 2013
Stato: 1 Cod: 7276 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

Solo et pensoso i piú deserti campi vo mesurando a passi tardi et lenti, et gli occhi porto per fuggire intenti ove vestigio human l'arena stampi. Altro schermo non trovo che mi scampi dal manifesto accorger de le genti, perché negli atti d'alegrezza spenti di fuor si legge com'io dentro ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8535 - Tipo: p

Il genere umano e, dal solo individuo in fuori, qualunque minima porzione di esso, si divide in due parti: gli uni usano prepotenza, e gli altri la soffrono. Né legge né forza alcuna, né progresso di filosofia né di civiltà potendo impedire che uomo nato o da nascere non sia o degli uni o degli alt ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8528 - Tipo: m

Era il giorno ch'al sol si scoloraro per la pietà del suo factore i rai, quando i' fui preso, et non me ne guardai, ché i be' vostr'occhi, donna, mi legaro. Tempo non mi parea da far riparo contra colpi d'Amor: però m'andai secur, senza sospetto; onde i miei guai nel commune dolor s'incomi ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8537 - Tipo: p

O Simon mago, o miseri seguaci che le cose di Dio, che di bontate deon essere spose, e voi rapaci per oro e per argento avolterate, or convien che per voi suoni la tromba, però che ne la terza bolgia state. Già eravamo, a la seguente tomba, montati de lo scoglio in quella parte ch'a pun ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8588 - Tipo: p

L'albero a cui tendevi la pargoletta mano, il verde melograno da' bei vermigli fior, nel muto orto solingo rinverdì tutto or ora e giugno lo ristora di luce e di calor. Tu fior della mia pianta percossa e inaridita, tu dell'inutil vita estremo unico fior, sei ne la terra fredda, ...
Scritto nel 1871
On line da: venerdì 21 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8501 - Tipo: p

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno, e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto, e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto da' duo begli occhi che legato m'hanno; e benedetto il primo dolce affanno ch'i'ebbi ad esser con Amor congiunto, e l'arco, e le saette ond'io fui punto, ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8536 - Tipo: p

Soffermati sull'arida sponda, Vòlti i guardi al varcato Ticino, Tutti assorti nel novo destino, Certi in cor dell'antica virtù, Han giurato: Non fia che quest'onda Scorra più tra due rive straniere; Non fia loco ove sorgan barriere Tra l'Italia e l'Italia, mai più! L'han giurato: altri fort ...
Scritto nel 1821
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8744 - Tipo: p

Godi, Fiorenza, poi che se' sì grande che per mare e per terra batti l'ali, e per lo 'nferno tuo nome si spande! Tra li ladron trovai cinque cotali tuoi cittadini onde mi ven vergogna, e tu in grande orranza non ne sali. Ma se presso al mattin del ver si sogna, tu sentirai, di qua da pic ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8595 - Tipo: p

O delle imprese alla più degna accinto, Signor che la parola hai proferita, Che tante etadi indarno Italia attese; Ah! quando un braccio le teneano avvinto Genti che non vorrian toccarla unita, E da lor scissa la pascean d'offese; E l'ingorde udivam lunghe contese Dei re tutti anelanti a far ...
Scritto nel 1815
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8743 - Tipo: p

Perché, Pagani, de l'assente amico Non immemore vivi, il ciel ti serbi Sano e celibe sempre: or breve al tuo Di me benigno interrogar rispondo. Valido è il corpo in prima, e tal che l'opra Non chiegga di Galen; men sano alquanto Il frammento di Giove; e non è rado Che a purgar quei due morbi ...
Scritto nel 1804
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8734 - Tipo: p

L'uomo è condannato o a consumare la gioventù senza proposito, la quale è il solo tempo di far frutto per l'età che viene, e di provvedere al proprio stato, o a spenderla in procacciare godimenti a quella parte della sua vita, nella quale egli non sarà più atto a godere. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8529 - Tipo: m

Tacita un giorno a non so qual pendice Salia d'un fabbro nazaren la sposa; Salia non vista alla magion felice D'una pregnante annosa; E detto: "Salve" a lei, che in reverenti Accoglienze onorò l'inaspettata, Dio lodando, sclamò: Tutte le genti Mi chiameran beata. Deh! con che scherno udito ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8746 - Tipo: p

Un vate di gran lode Sul principio d'un'ode Piange il suo fior gentile E il suo vigor virile, E quando alcun s'aspetta Ch'egli invochi il Paletta Od altro di tal arte, Invoca Bonaparte. ...
Scritto nel 1799
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8722 - Tipo: p

Così di ponte in ponte, altro parlando che la mia comedìa cantar non cura, venimmo; e tenavamo 'l colmo, quando restammo per veder l'altra fessura di Malebolge e li altri pianti vani; e vidila mirabilmente oscura. Quale ne l'arzanà de' Viniziani bolle l'inverno la tenace pece a rimpalma ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8590 - Tipo: p

In su l'estremità d'un'alta ripa che facevan gran pietre rotte in cerchio, venimmo sopra più crudele stipa; e quivi, per l'orribile soperchio del puzzo che 'l profondo abisso gitta, ci raccostammo, in dietro, ad un coperchio d'un grand' avello, ov' io vidi una scritta che dicea: 'Anastas ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8580 - Tipo: p

Cercando col cupido sguardo, Tra il vel della nebbia terrena, Quel sol che in sua limpida piena V'avvolge or beati lassù; Il secol vi sdegna, e superbo Domanda qual merto agli altari V'addusse; che giovin gli avari Tesor di solinghe virtù. A Lui che nell'erba del campo La spiga vitale ripo ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8750 - Tipo: p

Se alcun da furia d'irritato nervo O da grave Ciprigna o da loquace Tosse dannato a l'odiosa coltre Me sanator volesse, il poverello, Cred'io, n'andrebbe a giudicar se vera D'Aristippo o di Plato è la sentenza. Venga un altro e mi dica: Il mal vicino Deviò l'acqua dal mio fondo: a lui Vo' m ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8733 - Tipo: p

Democrito, tu ridi e col tuo riso tutte le umane cose a scherno prendi e, sia del fato o mesto o lieto il viso, con lieto viso ogni accidente attendi. E tu col mento in sulla destra assiso piangi, Eraclito, e sempre al pianto intendi; forse che quanto è fra di noi diviso, lacrimosa tragedi ...
Scritto nel 1670
On line da: lunedì 12 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 8707 - Tipo: p

Capel bruno: alta fronte; occhio loquace: Naso non grande e non soverchio umile: Tonda la gota e di color vivace: Stretto labbro e vermiglio: e bocca esile: Lingua or spedita or tarda, e non mai vile, Che il ver favella apertamente, o tace. Giovin d'anni e di senno; non audace: Duro di mod ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8723 - Tipo: p

Quando il settentrion del primo cielo, che né occaso mai seppe né orto né d'altra nebbia che di colpa velo, e che faceva lì ciascuno accorto di suo dover, come 'l più basso face qual temon gira per venire a porto, fermo s'affisse: la gente verace, venuta prima tra 'l grifone ed esso, al ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8633 - Tipo: p

Già eran li occhi miei rifissi al volto de la mia donna, e l'animo con essi, e da ogne altro intento s'era tolto. E quella non ridea; ma «S'io ridessi», mi cominciò, «tu ti faresti quale fu Semelè quando di cener fessi: ché la bellezza mia, che per le scale de l'etterno palazzo più s'acc ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8657 - Tipo: p

Qual masso che dal vertice Di lunga erta montana, Abbandonato all'impeto Di rumorosa frana, Per lo scheggiato calle Precipitando a valle, Batte sul fondo e sta; Là dove cadde, immobile Giace in sua lenta mole; Né, per mutar di secoli, Fia che riveda il sole Della sua cima antica, Se una ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8747 - Tipo: p

Affetto al suo piacer, quel contemplante libero officio di dottore assunse, e cominciò queste parole sante: «La piaga che Maria richiuse e unse, quella ch'è tanto bella da' suoi piedi è colei che l'aperse e che la punse. Ne l'ordine che fanno i terzi sedi, siede Rachel di sotto da costei ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8668 - Tipo: p

Era già l'ora che volge il disio ai navicanti e 'ntenerisce il core lo dì c'han detto ai dolci amici addio; e che lo novo peregrin d'amore punge, se ode squilla di lontano che paia il giorno pianger che si more; quand' io incominciai a render vano l'udire e a mirare una de l'alme surta, ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8611 - Tipo: p

Al fine de le sue parole il ladro le mani alzò con amendue le fiche, gridando: «Togli, Dio, ch'a te le squadro!». Da indi in qua mi fuor le serpi amiche, perch' una li s'avvolse allora al collo, come dicesse 'Non vo' che più diche'; e un'altra a le braccia, e rilegollo, ribadendo sé stes ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8594 - Tipo: p

Io era già da quell' ombre partito, e seguitava l'orme del mio duca, quando di retro a me, drizzando 'l dito, una gridò: «Ve' che non par che luca lo raggio da sinistra a quel di sotto, e come vivo par che si conduca!». Li occhi rivolsi al suon di questo motto, e vidile guardar per marav ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8608 - Tipo: p

Mentre che li occhi per la fronda verde ficcava io sì come far suole chi dietro a li uccellin sua vita perde, lo più che padre mi dicea: «Figliuole, vienne oramai, ché 'l tempo che n'è imposto più utilmente compartir si vuole». Io volsi 'l viso, e 'l passo non men tosto, appresso i savi, ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8626 - Tipo: p

S'io avessi le rime aspre e chiocce, come si converrebbe al tristo buco sovra 'l qual pontan tutte l'altre rocce, io premerei di mio concetto il suco più pienamente; ma perch' io non l'abbo, non sanza tema a dicer mi conduco; ché non è impresa da pigliare a gabbo discriver fondo a tutto ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8601 - Tipo: p

Taciti, soli, sanza compagnia n'andavam l'un dinanzi e l'altro dopo, come frati minor vanno per via. Vòlt' era in su la favola d'Isopo lo mio pensier per la presente rissa, dov' el parlò de la rana e del topo; ché più non si pareggia 'mo' e 'issa' che l'un con l'altro fa, se ben s'accopp ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8592 - Tipo: p

O carrettiere che dai neri monti vieni tranquillo, e fosti nella notte sotto ardue rupi, sopra aerei ponti; che mai diceva il querulo aquilone che muggia nelle forre e fra le grotte? Ma tu dormivi sopra il tuo carbone. A mano a mano lungo lo stradale venìa fischiando un soffio di procell ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8512 - Tipo: p

La gloria di colui che tutto move per l'universo penetra, e risplende in una parte più e meno altrove. Nel ciel che più de la sua luce prende fu' io, e vidi cose che ridire né sa né può chi di là sù discende; perché appressando sé al suo disire, nostro intelletto si profonda tanto, che ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8637 - Tipo: p

Già si godeva solo del suo verbo quello specchio beato, e io gustava lo mio, temprando col dolce l'acerbo; e quella donna ch'a Dio mi menava disse: «Muta pensier; pensa ch'i' sono presso a colui ch'ogne torto disgrava». Io mi rivolsi a l'amoroso suono del mio conforto; e qual io allor vi ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8654 - Tipo: p

Quanto tra l'ultimar de l'ora terza e 'l principio del dì par de la spera che sempre a guisa di fanciullo scherza, tanto pareva già inver' la sera essere al sol del suo corso rimaso; vespero là, e qui mezza notte era. E i raggi ne ferien per mezzo 'l naso, perché per noi girato era sì 'l ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8618 - Tipo: p

Quel color che viltà di fuor mi pinse veggendo il duca mio tornare in volta, più tosto dentro il suo novo ristrinse. Attento si fermò com' uom ch'ascolta; ché l'occhio nol potea menare a lunga per l'aere nero e per la nebbia folta. «Pur a noi converrà vincer la punga», cominciò el, «se n ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8578 - Tipo: p

Io vidi già cavalier muover campo, e cominciare stormo e far lor mostra, e talvolta partir per loro scampo; corridor vidi per la terra vostra, o Aretini, e vidi gir gualdane, fedir torneamenti e correr giostra; quando con trombe, e quando con campane, con tamburi e con cenni di castella, ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8591 - Tipo: p

Amore a Delia. A te non noto ancora, Se non di nome, io vengo, io quel di Cipri Fra gli uomini e gli Dei fanciul famoso; Dubbio innoltrando il pie', che già due lustri Da queste stanze ad altre sedi io trassi, Quando la Madre tua savia divenne, E cessò d'esser bella. Or riconosco De' miei tr ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8732 - Tipo: p

Poi che sdegnato dai patrizi deschi Partissi Como, ed a la sua nemica Temperanza diè loco, a nove mense Bacco recando e la seguace Gioja E i rari augelli e i preziosi parti De la greggia di Proteo e i macri servi Del biondo nume, io, del bel numer uno, A la tua ricca mensa, o generoso Trima ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8735 - Tipo: p

Non era ancor di là Nesso arrivato, quando noi ci mettemmo per un bosco che da neun sentiero era segnato. Non fronda verde, ma di color fosco; non rami schietti, ma nodosi e 'nvolti; non pomi v'eran, ma stecchi con tòsco. Non han sì aspri sterpi né sì folti quelle fiere selvagge che 'n o ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8582 - Tipo: p

Già era in loco onde s'udia 'l rimbombo de l'acqua che cadea ne l'altro giro, simile a quel che l'arnie fanno rombo, quando tre ombre insieme si partiro, correndo, d'una torma che passava sotto la pioggia de l'aspro martiro. Venian ver' noi, e ciascuna gridava: «Sòstati tu ch'a l'abito n ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8585 - Tipo: p

Les cloîtres anciens sur leurs grandes murailles Etalaient en tableaux la sainte Vérité, Dont l'effet réchauffant les pieuses entrailles, Tempérait la froideur de leur austérité. En ces temps où du Christ florissaient les semailles, Plus d'un illustre moine, aujourd'hui peu cité, Prenant p ...
Scritto nel 1842
On line da: venerdì 24 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8688 - Tipo: p

«Chi è costui che 'l nostro monte cerchia prima che morte li abbia dato il volo, e apre li occhi a sua voglia e coverchia?». «Non so chi sia, ma so ch'e' non è solo; domandal tu che più li t'avvicini, e dolcemente, sì che parli, acco'lo». Così due spirti, l'uno a l'altro chini, ragionava ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8617 - Tipo: p

In quella età che, di veder bramoso, Ancor l'ingegno a le cagioni è cieco, Ascoso un Genio, anco a me stesso ascoso, Disse improvviso al mio pensier: Son teco. Ei le cose mi mostra che animoso Primier, siccome io valgo, in luce io reco; Sicché da lui le tenga ogni cortese Cui non incresca de ...
Scritto nel 1809
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8741 - Tipo: p

Homme libre, toujours tu chériras la mer! La mer est ton miroir; tu contemples ton âme Dans le déroulement infini de sa lame, Et ton esprit n'est pas un gouffre moins amer. Tu te plais à plonger au sein de ton image; Tu l'embrasses des yeux et des bras, et ton cÂœur Se distrait quelquefois ...
Scritto nel 1858
On line da: lunedì 11 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8694 - Tipo: p

Passa la nave mia colma d'oblio per aspro mare, a mezza notte il verno, enfra Scilla et Caribdi; et al governo siede 'l signore, anzi 'l nimico mio. A ciascun remo un penser pronto et rio che la tempesta e 'l fin par ch'abbi a scherno; la vela rompe un vento humido eterno di sospir', di sp ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8555 - Tipo: p

Le soleil, en l'azur d'un ciel pur et nouveau Dont le bleu printanier de lumière ruisselle, Monte royalement, et sa vaste étincelle Allume un feu de joie au fond des flaques d'eau. La neige amoncelée au toit luisant et haut, Où s'épand longuement la flamme universelle, S'affaisse, se dissou ...
Scritto nel 1910
On line da: sabato 9 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8692 - Tipo: p

'Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l'etterno dolore, per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore; fecemi la divina podestate, la somma sapienza e 'l primo amore. Dinanzi a me non fuor cose create se non etterne, e io etterno duro. Lasciate ogne ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8572 - Tipo: p

Fiamma dal ciel su le tue treccie piova, malvagia, che dal fiume et da le ghiande per l'altrui impoverir se' ricca et grande, poi che di mal oprar tanto ti giova; nido di tradimenti, in cui si cova quanto mal per lo mondo oggi si spande, de vin serva, di lecti et di vivande, in cui Luxuria ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8553 - Tipo: p

Chi poria mai pur con parole sciolte dicer del sangue e de le piaghe a pieno ch'i' ora vidi, per narrar più volte? Ogne lingua per certo verria meno per lo nostro sermone e per la mente c'hanno a tanto comprender poco seno. S'el s'aunasse ancor tutta la gente che già, in su la fortunata ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8597 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...