il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Son nato fragile, come senza pelle ed a volte ero di una fragilità così assurda che nessuno la poteva capire bastava un alito di vento un pò più forte del normale a farmi stare male, a farmi soffrire Forse per questo mi piace guardare la realtà della vita come dal di fuori esserne parte per me significava stare male e continuavo a vedere gente che stava molto meglio di me e che invece si ...
Scritto nel 2014
On line da: sabato 20 giugno 2020
Stato: 1 Cod: 8902 - Tipo: p

Duecento milioni di donne infibulate perchè non le si vuole libere d'amare cento milioni di ciechi sanabili che quasi nessuno si preoccupa d'aiutare e da cinquemila anni almeno neanche un minuto senza una guerra è questa la tristissima realtà del pianeta terra... E gente che viene sfruttata senza pietà perchè siam tutti pieni d'egoismo inutile sperare cambi presto la situazione eppure a v ...
Scritto nel 2017
On line da: martedì 19 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8899 - Tipo: p

Tu, infelice virus assassino, hai organizzato il tuo cammino, e hai seminato il tuo veleno distrugendo tante anime innocenti di tutto il mondo. Noi, ti sapremo far sparire perchè da solo non sei capace a grogredire. Il nostro veleno è più forte del tuo. Morirai quando mai te lo aspetterai. ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 5 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8889 - Tipo: p

Espressione e specchio dell'anima i tuoi occhi sinceri cercano i miei, mentre il tuo sorriso mi sfiora dentro... i tuoi occhi pieni di noi sanno di me, profumo di nuvole rosa nell'azzurro inseguendo la scia di un aquilone... i tuoi occhi da favola, sospesi tra il senso e l'idea di noi dove tutto è da cogliere, cogliere sul fatto... i tuoi occhi profondi come il mare, dove posso immerger ...
Scritto nel 2020
On line da: venerdì 1 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8888 - Tipo: p

Paurosi e silenti momenti tolgono la forza al nostro sorriso. Con un cuore dolente e confuso speriamo di non essere perdenti Purtroppo,la poca forza non aiuta crediamo nel vero aiuto di Dio speriamo che non sia l'ultimo addio che la pace e la salute sia benvenuta Ogni strada deserta, è un cuore vuoto è un fiume che non scorre e si arena l'ultima goccia riposa silente e serena nessun an ...
Scritto nel 2020
On line da: domenica 5 aprile 2020
Stato: 1 Cod: 8886 - Tipo: p

Torna la primavera col mandorlo fiorito la frescura della sera dolcemente ho goduto Tutti i campi sono in fiore con il mare smeraldino c'è spontaneo ogni colore nello spazio del giardino Ogni uccello è contento e nidifica il suo nido del buon tempo io mi fido anche quando vola il vento Sopra l'ombra dei viali splende un sole cocente il suo caldo mai mente e ti salva dei brutt ...
Scritto nel 2020
On line da: martedì 17 marzo 2020
Stato: 1 Cod: 8885 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Ti ho scritto una lettera in un momento di nostalgia desideravo farlo da tanto... da quando tu da me sei andata via da quando mi hai lasciato improvvisamente solo interrompendo bruscamente quel nostro meraviglioso volo ho iniziato a scrivere la lettera qualche giorno fa un po' a strattoni perché mentre una parola viene l'altra se ne va ora l'ho terminata e la chiudo in una busta anche se n ...
Scritto nel 2016
On line da: domenica 22 maggio 2016
Stato: 1 Cod: 8358 - Tipo: p

Ti porto via con me così per sempre potrò restare vicino a te ma bada e ascolta attentamente... che il tuo passato a questo nostro viaggio non è invitato e ti prego... lascia per sempre tutte le tue pene e trascorri con me solamente ore serene adesso non è più con me quel continuo, di sentimenti... andare e poi di nuovo viene e se questo tuo silenzio un po' l'ho meritato adesso col tuo am ...
Scritto nel 2015
On line da: venerdì 6 marzo 2015
Stato: 1 Cod: 8019 - Tipo: p

Ho preso a pugni la mia vita... calpestando sorrisi e lacrime furtive... Ho cercato di fermarmi per trovare nei miei sbagli la tua verità... In mancanza di te ho lottato e pianto illudendo la donna che a testa alta deponeva frammenti di ricordi tra le righe delle sue poesie... Ho visto nei tuoi occhi cieli azzurri e poi il nero della tua anima su cui corvi volteggiavano in cerca di ...
Scritto nel 2010
On line da: lunedì 1 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 3868 - Tipo: p

I fiori come mazzi di cartucce. Come-come? Ripetere con cura... Le palle dei caproni Le palle dei cannoni Le palle dei santoni. Mi giunse all'orecchio un suono strano era un fischiare minaccioso. Quando-quando? Ricostruire il peso... Proiettili germogliano sul prato e come son maturi partono. Dove-dove? Vanno di qua e di là io prenderli sul serio non mi va per questo tengo il ...
Scritto nel 1997
On line da: mercoledì 22 luglio 2009
Stato: 1 Cod: 3334 - Tipo: p

Io ero libero una volta per sbaglio. Ora che non si ammettono errori per sopravvivere giorno dopo giorno assaggio la morte, al canto del miserere, come posso... disintossica! Come và! Amico mio in sala funebre se ti ricordi poi fammi sapere per inciso che aria tira di nuovo dall'aldilà. Sei serio nel tuo grigiore del silenzio, registri l'anima con il corpo in cenere di una vita bruciata ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 8 settembre 2012
Stato: 1 Cod: 6415 - Tipo: p

Creata la poesia, i versi come petali profumati di un fiore volano nell'aria, come raggi di luce intensa, nel gran buio profondo illuminandolo, come il profumo di una rosa purpurea nel silenzio di un soffio, lo carpisce e nell'aria lo disperde come nettare profumato, come suono celestiale, come canto dolce melodioso che i cuori fa inebriare. Il poeta: Canta nell'aria, oltre il tempo ...
Scritto nel 2005
On line da: giovedì 22 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2367 - Tipo: p

Vola il mio pensiero, Verso una terra lontana, Tanto amata dagli emigranti Italiani. Terra del canguro e del koala, Un altro mondo, Un'altra Italia, Tanto grande è: l'Australia. Amore gioia di vivere e una casa, Ha dato all'emigrato. Giunga a Te mia compagna diletta E Ti affretta con amore A prepararti per il ritorno, Dopo tanti felici giorni Passati con gran gioia Vicino ai t ...
Scritto nel 2000
On line da: mercoledì 23 novembre 2011
Stato: 1 Cod: 5553 - Tipo: p

Amapola rossa nei campi floridi di maggio, delicata farfalla chiara nelle note di una voce che scivola nell'aria. Amapola magica e lontana come un amore nato che non torna dai caldi meriggi dell'estate, amapola di voce vellutata che non vola ora che il fiato dell'autunno implora un gorgheggio sfumato ed un sospiro, appena scende l'umido e la sera non se la sente di attendere l'auror ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 4 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3579 - Tipo: p

Non c'è ricchezza al mondo che abbia un valore cosi grande come la semplicità. vivere una vita semplice, avere un buon umore, sono sacrossanti pregi per una buona salute. Sentirsi libero come un'uccello al bosco, non vivere legato a pensieri malefici, essere possente di una vita aperta che rispecchia la semplicità del tuo proprio io, conoscere se stessi, stimarsi; ti aiu ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 9 novembre 2012
Stato: 1 Cod: 6763 - Tipo: p

Nelle sere buie, quando nulla ti aiuta e rimpiangi ciò che è stato, non pensare sia stato tutto vano. La vita è come un libro, ogni pagina è scritta con sudore, gioia e dolore. Alla fine del capitolo trai alcune conclusioni. Dopo, altri capitoli, altri concetti ti arricchiscono e così da pagina a pagina, da capitolo a capitolo la tua vita si snoda sino al capitolo finale che è soltanto non un pun ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 14 maggio 2008
Stato: 1 Cod: 1198 - Tipo: r

Senza di te La vita sa di noia e di malinconia, senza di te, la stanza e vuota e il silenzio è inumano; senza di te, i pomeriggi sono lunghi e flemmatici e troppo uguali; senza di te, col tuo sorriso, i tuo muoverti di continuo, la tua voce viva, le risate, le tue cose, le tue faccende, i guai; senza di te, i giorni sono spenti e vuoti, e dove andare cosa fare; senza di te, ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 11 maggio 2019
Stato: 1 Cod: 8832 - Tipo: p

M'immergo in cristalli trasparenti e fluttuo, dimentica di respiro, leggera come alga, mi aggiro ad occhi spalancati per catturare segnali palpitanti misteri nell'abisso sgombro di voci.. poi accompagnata da bolle attratte di sole riaffioro cullandomi di onde spumose e pian piano, aspirando la brezza dorata, perlata di sinuose gocce, avanzo al tuo sguardo e ti bacio per inebri ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 24 giugno 2008
Stato: 1 Cod: 1382 - Tipo: p

Buonanotte mio "cuore"... luce solare soffusa al tramonto... che colora la mia vita.... buonanotte mio "cuore ...
Scritto nel 2004
On line da: domenica 9 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 244 - Tipo: p

Se non inchiara l'opaco divenire e nel torbido nero tremo e avvizzisco se moccolo si fa il lucignolo della vita a che nel fugace resistere e respirare? Si, smettiamola: voglio capitolare! Su vieni Morte, proba amante annullami e innalza il tuo vessillo sulla sostanza del mio corpo, circondato da selvagge vermene tumulato io resti sotto i cipressi. A che vale restare al guinzaglio del t ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 4 novembre 2009
Stato: 1 Cod: 3582 - Tipo: p

Io non so che dire, eppure canto E forse in chi m'ascolta suscito l'idea d'esser profondo e saggio come un gufo sul ramo nella notte E invece metto insieme le parole Cogliendole nel vento, un po' a casaccio, come si colgono dagli alberi le mele. Passo giornate intere ad ascoltare Il soffio del maestrale alle persiane E mi diverto un mondo a raccontare come fossero mie storie che ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 7 febbraio 2008
Stato: 1 Cod: 849 - Tipo: p

Sonno, dormiente, oblio, incoscienza; pare passata un eternità; dormire un minuto, un ora, un secolo; e non accorgersi del passare del tempo, inesorabile azione; mi sveglio, e sono passate poche ore; la notte continua, coi suoi sogni, le sue sorprese. ...
Scritto nel 2013
On line da: sabato 8 giugno 2013
Stato: 1 Cod: 7518 - Tipo: p

Alzarsi al mattino scrutando l'orizzonte di memorie appena vissute... Scorgere attimi felici sciolti come fiocchi di neve al sopraggiungere del sole... mentre io, fragile foglia calpestata da vento inaspettato e gelido... ora per terra giaoio... Purché rimanga questo cielo nitido e azzurro come mare calmo a cui approdare dopo pensieri oscuri... Purché rimanga questo cielo a cui re ...
Scritto nel 2009
On line da: giovedì 20 agosto 2009
Stato: 1 Cod: 3433 - Tipo: p

Forse avrei bisogno solamente di riposare, di stendere le ossa su un suolo infernale, guatare da laggiù Dio e quella lastra di cielo che stramazzerà sui miei occhi, con passo cadenzato piomberà di forza sul petto, siffatta alla Sua forza Celeste. Distingueranno brandelli di fegato a gingillare nella risacca del mare. ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 26 agosto 2013
Stato: 1 Cod: 7631 - Tipo: p

Le lancette dell'orologio a volte sembrano fermarsi per un tempo indefinito, a volte scorrono veloci incuranti del mio desiderio di fermarle per poter assaporare attimi che non torneranno più, la vita è fatta di attimi, di istanti che molte volte sfuggono nel viavai dei giorni uguali, non voglio perdere un solo istante di questa mia vita, ne voglio gustare il sapore delle cose voglio credere vogl ...
Scritto nel 2011
On line da: giovedì 8 dicembre 2011
Stato: 1 Cod: 5595 - Tipo: r

Viaggia quel ma a creare scompiglio. Innocente maciulla certezze. Rimescola viscere e carte. Bevo parole e occhi verdi liquidi sensi di un mare perplesso e imprevisto. E se fosse questo il solo tuo modo d'amare? Ognuno un libro diverso vari maestri. Vieni, ho messo lenzuola pulite. ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 6 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4661 - Tipo: p

A Leopardi, poeta desolato sepolto in un borgo selvatico. Lontano dagli sguardi; grande cultore ed erudito signore di se stesso e del suo genio; capace di trovare parole, laddove non c'erano per nessun altro, osservando la natura, e le cose, con attenzione certosina e feconda. Curvo nelle sue carte, perduto al mondo e a se stesso, vita negata, relegata tra le carte e i testi e ...
Scritto nel 2013
On line da: domenica 8 settembre 2013
Stato: 1 Cod: 7699 - Tipo: p

Come è stanco questo Natale, la neve si posa per metà sulla mia pelle, il freddo non sembra più padrone della scena, mentre attori e comparse fanno capolinea ad un altro anno che giunge al termine, noi presi in disparte ci scrolliamo via di dosso tutte queste gocce di silenzi, a piccoli passi dimentichiamo i nostri errori... la neve come un mantello, copre i tuoi peccati, imprigiona tutta la poes ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 10 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2248 - Tipo: r

Nessuno sforzo, nessuna distrazione potrà mai separarmi dal tuo cuore, dal tuo corpo, dai tuoi baci. È vero: le ore corrono, rapaci, nel tramestìo dei passi e nel furore di tutte le tensioni quotidiane. E noi incapaci di fermarci ad ascoltare quel silenzio che fa più rumore delle ali di una leggiadrissima farfalla. Mentre gustiamo birra e non assenzio, ci ricordiamo d'essere morta ...
Scritto nel 2011
On line da: mercoledì 4 maggio 2011
Stato: 1 Cod: 5154 - Tipo: p

Se di me parlasse il cuore, vorrei vederti sempre felice, anche lontano da me! Avrei cancellato ogni dolore e avresti di nuovo il mio amore, immacolato e senza rancori! Senza orgoglio e ignaro che potresti di nuovo ferirmi, mi concederei a te con passione travolgente, perdonandoti! Conscio che potevo stare al posto tuo! Ma se di me parlasse la mente, vorrei tu fossi dannata. tutta la ...
Scritto nel 2007
On line da: giovedì 11 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 402 - Tipo: p

Per due persone che stanno insieme come coppia il bene non basta, è indispensabile l'amore... che è quel sentimento molto più grande e profondo, quel sentire dentro inspiegabile che da mille sensazioni e altrettante emozioni, spesso confuse e contrastanti ma nello stesso tempo meravigliose... stupende, che danno gioia, felicità e quel dolore che non è possibile evitare... che quasi pare essere ne ...
Scritto nel 2011
On line da: domenica 6 novembre 2011
Stato: 1 Cod: 5496 - Tipo: m

Domani, ti interroghi se essere irrazionali rompere l'onda del fato o lasciar vagare la mente cavalcare l'evento: le parole si legano sulla griglia del filo e della rete. Basta poco Per frantumare propositi arditi; cambiare il proprio asse, Siamo macchine frenetiche troppo oberate per fermarsi allo stop. L'egoismo come un'onda ci allontana dallo scoglio di scelte importanti, ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 23 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2747 - Tipo: c

Colgo ogni pensiero che mi sveglia dal letargo, mentre l'effimere inerzia prevale impavida, ora! Apro i miei occhi, fuori la vita vegeta, sul web spopolano frasi, scritti, foto e video, molti reali, altri imitati e trafugati all'ignoto, privi di sentimento, del proprio orgoglio, nessuna emozione, nessun' intima vera realtà, vedere lo sguardo, gli occhi dello scrivente, entrare nelle paro ...
Scritto nel 2015
On line da: venerdì 11 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 8262 - Tipo: p

La gioia e la felicità non stanno nell'assaporare del nostro palato... ma in ciò che alla nostra anima diamo modo di ascoltare, di sentire e di ... assaporare. ...
Scritto nel 2011
On line da: venerdì 6 maggio 2011
Stato: 1 Cod: 5157 - Tipo: m

Batti il tempo su uno / molti muri non uscirà acqua / terra non uscirà fuoco / vento ma scopri la musica. Batti il tempo sull'acqua con una pietra / pietre che sfiorano i cerchi non uscirà pane / focaccia ma vien fuori la musica. Batti il tempo con un bastone/ramo intorno al fuoco / vento non uscirà terra / acqua non uscirà vino / lambrusco ma faville che suonano la fanfar ...
Scritto nel 2014
On line da: giovedì 1 gennaio 2015
Stato: 1 Cod: 7964 - Tipo: p

Ora io devo dirti che ti adoro, dirti che hai tutto il mio cuore; che molto soffro che a volte piango che non posso starti lontano, è un grido, così ti imploro, ti parlo attraverso un' ultima illusione. Io voglio restare pallido sole nella furia del vento; che sono tutte notti nere ed ombrose quelle senza di te, ogni speranza è rivolta a noi verso il futuro. È di notte, quando metto le mie mani s ...
Scritto nel 2012
On line da: lunedì 12 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 5756 - Tipo: p

Anche solo un anno d'amore È più bello di un'intera vita in solitudine Un unico momento perso tra le tue braccia È come una stella lanciata attraverso il mio cuore È sempre buio senza di te Sono prigioniero dell'amore che c'è dentro di te E mi sgretolo dappertutto sotto i tuoi piedi Sono solo e disperso ma tu puoi salvarmi Sono tremante di freddo ma tu alimenti una fiamma d'amore in me L ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 10 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2677 - Tipo: p

Lu picuraru li so piecurj ppj nnomu li canuscj, je socchi vuonnu iddrj cj lu duna senza ndoppj, li pascj nnj li tirrozza, ca nnj li siminatj lu viddranu l'assjcuta ccu la zappa, li crozzj calatj nderra nun spinginu un mumentu, mancu ppj taliarj si c'è lu chjanu o lu sbalanzu, si nnj currj una, a chiddra tuttj cj vannu appressu, nun sannu mangu siddru je sbagljatu o siddru j ...
Scritto nel 2011
On line da: martedì 23 aprile 2013
Stato: 1 Cod: 7440 - Tipo: p

Soffoco in un tunnel privo di luce. Sento il respiro affaticato ma presente, di chi c'è sempre stato. Abbandonata dal resto del mondo, gioco con un gatto. Apro gli occhi, è ancora notte. ...
Scritto nel 2009
On line da: sabato 19 dicembre 2009
Stato: 1 Cod: 3755 - Tipo: p

Fulmini e saette in lontananza lacerano il sereno cielo stellato adirandosi gli si scagliano contro, prepotente il ruggito del vento mostra l'impeto irruente all'inerme terra spoglia sottostante, il verme striscia lentamente nel tentativo di salvar la pelle, il passero tra i rami frustati si nasconde tra le foglie morte, luci sfolgoranti in piena notte rischiarano la campagna sotto ...
Scritto nel 2013
On line da: giovedì 2 maggio 2013
Stato: 1 Cod: 7471 - Tipo: p

Di nuovo tornerà la primavera... ancora ci avvolgerà con la sua dolce atmosfera sarà come la tavolozza dei pittori... piena di tanti e splendidi colori... ci saranno nei campi migliaia di fiori sarà una cascata di profumi intensi... che ben sapranno come risvegliare i nostri sensi ancora pallidi e dormienti dal lungo inverno... come animali nel loro letargo pensieri e desideri ingrig ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 3 dicembre 2010
Stato: 1 Cod: 4800 - Tipo: p

Non partire, il tempo dell'uva è ormai finito, ora il mosto è maturo e la botte tace dopo il suo ribollire. Non partire... la pioggia è giunta alla finestra, bussa alla porta il vento. Non te ne andare... le lenzuola ancora calde della notte conservano il sapore di quel bacio; il profumo del tuo corpo nudo e spoglio si incatena alla mia avida bocca. Fermati.... senza tempo e pensi ...
Scritto nel 2008
On line da: mercoledì 14 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2297 - Tipo: p

Mi sveglio ogni mattina volendo il tuo abbraccio sperando un dolce bacio Sento le tue gambe sopra le mie ma non ci sei mai Guardo gli uomini per la strada e cerco di trovarti Guardo lo specchio e ti vedo negli occhi miei Sei quello che vorrei Sei bello ma non ci sei Un respiro caldo accanto il mio collo e ti sento vicino Mi chiudo dentro me stessa e sei tu nel mio cuore Allor ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 16 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3538 - Tipo: p

Ci rubano il pane di bocca, ci sfilano i soldi dalla tasche, ci succhiano il sangue ed il midollo, vorrebbero pure votare al nostro posto, ed in realtà occupano gli scranni di ogni istituzione e di governo (non sappiamo a quale titolo o per quale sconsiderato merito), intenti a partorire leggi inutili e decreti per il proprio esclusivo tornaconto. Sono proprio loro i vampiri della mode ...
Scritto nel 2010
On line da: mercoledì 13 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 4697 - Tipo: p

Sono ingegnere di solida fattura ma un po' pigro in alcune faccende... Sei mesi fa mia madre mi fa notare un problema abbastanza increscioso al water. Chiamo il primo idraulico. Pensa di risolvere il problema: costo 100 euro. Dopo una settimana mia madre mi fa notare di nuovo lo stesso problema. Secondo idraulico, altri 100 euro, di nuovo il solito problema. Allora mi sveglio e con la pazien ...
Scritto nel 2010
On line da: martedì 22 giugno 2010
Stato: 1 Cod: 4294 - Tipo: r

L' enciclopedia illustrata, indubbiamente mal posizionata, scivolò dalla mensola in noce direttamente sul piedistallo d'alabastro antico che oscillò per un battibaleno rovinando sul servizio di porcellane di quella cazzuta dinastia orientale e un coccio delle tazze frantumate mi saltò gagliardo nell'occhio, così da innescarmi un movimento d'imprecante e maldestra rapidità con l'avambraccio sulla ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 2 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2449 - Tipo: r

L'altalena in questa vita mia, prima mi porta in alto sospesa nell'aria in un paesaggio di colori e di profumi, e poi ad un tratto via giù nel burrone piena di lividi e tanto dolore, mi rialzo perchè ho voglia di volare ancora ...
Scritto nel 2011
On line da: mercoledì 16 novembre 2011
Stato: 1 Cod: 5541 - Tipo: p

Lui le sussurrò: "Ti amo", poi, le ordinò: "Dimmi che mi ami!". Lei rispose: "Ti amo". Vil denaro non fu, lussi e lustrini nemmeno. Giammai che dir de l'amore. Ah! Mesto sorriso, profondo supplizio, malinconia tristissima... Poi il lampo contento, mentre indossava la camicia rigonfia e salutava dall'alto della sua insufficienza. ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 20 giugno 2007
Stato: 1 Cod: 59 - Tipo: p

La poesia è corta anche se il tempo la sa lunga su di lui: Piero! Un uomo è con la faccia da bambino. Li conosce ma non è viziata la sua vita che traspare dal suo volto quando riposa nel sonno alle pendici del sogno. Poche sono le cose belle che meritano di vivere a dispetto della vita mia. Nulla gli dico perché niente c'è da dire alla mia copia esteriore: Mio figlio! Non lo dico e non ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 19 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6165 - Tipo: p

Sorridi di uno sguardo sereno E intenso verso di noi, umile e forte. La tua vita per noi, piccola e fragile, senza pieghe si confonde Nell'incommensurabile ragione Dell'essere. Piangi, come piangono Gli uomini forti, soffri come soffrono i piccoli uomini. Ma di te ho un ricordo, vivo, intenso: È il tuo infinito amore Per noi, rude, intenso, selvaggio che neppure tu hai ...
Scritto nel 2000
On line da: giovedì 10 aprile 2008
Stato: 1 Cod: 1064 - Tipo: p

Rinascerei ora se avessi la certezza che l'azzurro di questo cielo accarezzato sarebbe da bagliore d'arcobaleno mentre pioggia a cancellare tutte le lacrime seminate nel cammino ed il dolore più non avrebbe dimora negli occhi stanchi... Cercherei solo altri occhi, i tuoi, ove annegare la sera o ogni qualvolta la tristezza capolino farebbe tra le pareti di un'anima delusa... Rinas ...
Scritto nel 2011
On line da: mercoledì 2 marzo 2011
Stato: 1 Cod: 4993 - Tipo: p

Questa non me l'aspettavo. Questa non me la sarei mai aspettata. Questa, se non fosse che, alla mia veneranda età, non mi stupisco più di nulla, mi avrebbe davvero stupito. Seduto, tutt'altro che comodamente, su di una panchina del parco Carrara a Torino, beato assaporavo un freddo cornetto con tanti pezzettini di cioccolato, croccanti e distesi, sopra un bel batuffolone di panna al gusto di ...
Scritto nel 2012
On line da: sabato 9 giugno 2012
Stato: 1 Cod: 6004 - Tipo: r

Un'isola é il mio cuore Vi profumano venti d'Africa E caravanserraglio Schiumose e alte frangono le onde sulle scogliere a picco e relitti approdano alle baie d'albero tronchi ed alghe attorcigliate Non v'è ricordo qui Che non sia stato Un assetato naufrago Stremato Alla deriva ...
Scritto nel 2007
On line da: lunedì 5 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 515 - Tipo: p

Anime addormentate prego per voi che Dio vi doni la pace, che i vostri peccati man mano nel purgatorio possano essere scontati, nel paradiso possiate entrarvi, lì non avete più bisogno delle nostre preghiere ma volete sempre che noi non perdiamo la fede, perchè senza amor per Dio non si va in paradiso. Voi pregate anime addormentate, per gli abitanti della terra ora che siete con Dio a f ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 3 dicembre 2010
Stato: 1 Cod: 4793 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

«O sodalizio eletto a la gran cena del benedetto Agnello, il qual vi ciba sì, che la vostra voglia è sempre piena, se per grazia di Dio questi preliba di quel che cade de la vostra mensa, prima che morte tempo li prescriba, ponete mente a l'affezione immensa e roratelo alquanto: voi bevete sempre del fonte onde vien quel ch'ei pensa». Così Beatrice; e quelle anime liete si fero sp ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8660 - Tipo: p

Fin che il ver fu delitto, e la Menzogna Corse gridando, minacciosa il ciglio: "Io son sola che parlo, io sono il vero", Tacque il mio verso, e non mi fu vergogna, Non fu vergogna, anzi gentil consiglio; Ché non è sola lode esser sincero, Né rischio è bello senza nobil fine. Or che il superbo morso Ad onesta parola è tolto alfine, Ogni compresso affetto al labbro è corso; Or s'udrà ciò ...
Scritto nel 1814
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8742 - Tipo: p

Coronata di rose e di viole Scendea di Giano a rinserrar le porte La bella Pace pel cammin del sole, E le spade stringea d'aspre ritorte, E cancellava con l'orme divine I luridi vestigi de la morte; E la canizie de le pigre brine Scotean dal dorso, e de le verdi chiome Si rivestian le valli e le colline; Quand'io fui tratto in parte, io non so come, Io non so con qual possa o con ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8736 - Tipo: p

In quella parte del giovanetto anno che 'l sole i crin sotto l'Aquario tempra e già le notti al mezzo dì sen vanno, quando la brina in su la terra assempra l'imagine di sua sorella bianca, ma poco dura a la sua penna tempra, lo villanello a cui la roba manca, si leva, e guarda, e vede la campagna biancheggiar tutta; ond' ei si batte l'anca, ritorna in casa, e qua e là si lagna, co ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8593 - Tipo: p

Democrito, tu ridi e col tuo riso tutte le umane cose a scherno prendi e, sia del fato o mesto o lieto il viso, con lieto viso ogni accidente attendi. E tu col mento in sulla destra assiso piangi, Eraclito, e sempre al pianto intendi; forse che quanto è fra di noi diviso, lacrimosa tragedia esser comprendi. Ma siate pure al pianto o al riso intenti, che 'l riso e 'l pianto a me rasse ...
Scritto nel 1670
On line da: lunedì 12 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 8707 - Tipo: p

Non rifugiarti nell’ombra di quel folto di verzura come il falchetto che strapiomba fulmineo nella caldura. È ora di lasciare il canneto stento che pare s’addorma e di guardare le forme della vita che si sgretola. Ci muoviamo in un pulviscolo madreperlaceo che vibra, in un barbaglio che invischia gli occhi e un poco ci sfibra. Pure, lo senti, nel gioco d’aride onde che impigra in que ...
Scritto nel 1925
On line da: mercoledì 6 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8891 - Tipo: p

Col pensier, con gli orecchi e con le ciglia I' era immerso in quell'altera vista, Come colui che tace e maraviglia; Qual dicon che de' Spirti in fra la lista, Stette mirando le magiche note Il furente di Patmo Evangelista. Quand'io vidi la Dea, che su l'immote Maladette sorelle il cocchio spinse, E su le infami cigolar le rote, Primamente un terror freddo mi strinse, Poi surse in ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8737 - Tipo: p

I tronchi detti e il lagrimoso volto Di quella generosa Anima bella Avean là tutto il mio pensier raccolto, Quando tutto a sé 'l trasse una novella Turba, che di rincontro a me venia, D'abito più recente e di favella. Confuso e irresoluto io me ne gìa, Com'uom che in terra sconosciuta mova, Che lento lento dubbiando s'avvia. Ed erano color che per la nova Libertade s'alzar fra l'a ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8738 - Tipo: p

Così di ponte in ponte, altro parlando che la mia comedìa cantar non cura, venimmo; e tenavamo 'l colmo, quando restammo per veder l'altra fessura di Malebolge e li altri pianti vani; e vidila mirabilmente oscura. Quale ne l'arzanà de' Viniziani bolle l'inverno la tenace pece a rimpalmare i legni lor non sani, ché navicar non ponno - in quella vece chi fa suo legno novo e chi rist ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8590 - Tipo: p

È risorto: or come a morte La sua preda fu ritolta? Come ha vinto l'atre porte, Come è salvo un'altra volta Quei che giacque in forza altrui? Io lo giuro per Colui Che da' morti il suscitò. È risorto: il capo santo Più non posa nel sudario; È risorto: dall'un canto Dell'avello solitario Sta il coperchio rovesciato: Come un forte inebbriato Il Signor si risvegliò. Come a mezzo del ca ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8745 - Tipo: p

O voi che siete in piccioletta barca, desiderosi d'ascoltar, seguiti dietro al mio legno che cantando varca, tornate a riveder li vostri liti: non vi mettete in pelago, ché forse, perdendo me, rimarreste smarriti. L'acqua ch'io prendo già mai non si corse; Minerva spira, e conducemi Appollo, e nove Muse mi dimostran l'Orse. Voialtri pochi che drizzaste il collo per tempo al pan de ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8638 - Tipo: p

La très chère était nue, et, connaissant mon coeur, Elle n'avait gardé que ses bijoux sonores, Dont le riche attirail lui donnait l'air vainqueur Qu'ont dans leurs jours heureux les esclaves des Mores. Quand il jette en dansant son bruit vif et moqueur, Ce monde rayonnant de métal et de pierre Me ravit en extase, et j'aime à la fureur Les choses où le son se mêle à la lumière. Elle é ...
Scritto nel 1856
On line da: mercoledì 12 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 8701 - Tipo: p

Luogo è in inferno detto Malebolge, tutto di pietra di color ferrigno, come la cerchia che dintorno il volge. Nel dritto mezzo del campo maligno vaneggia un pozzo assai largo e profondo, di cui suo loco dicerò l'ordigno. Quel cinghio che rimane adunque è tondo tra 'l pozzo e 'l piè de l'alta ripa dura, e ha distinto in dieci valli il fondo. Quale, dove per guardia de le mura più e ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8587 - Tipo: p

Forse semilia miglia di lontano ci ferve l'ora sesta, e questo mondo china già l'ombra quasi al letto piano, quando 'l mezzo del cielo, a noi profondo, comincia a farsi tal, ch'alcuna stella perde il parere infino a questo fondo; e come vien la chiarissima ancella del sol più oltre, così 'l ciel si chiude di vista in vista infino a la più bella. Non altrimenti il triunfo che lude ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8666 - Tipo: p

Il padre fra' Volpino Che pien di santo zelo Suda sui libri ascetici E veglia sul Vangelo, E quando alcun s'aspetta Di Bayle e di Calvino I dogmi iniqui e pazzi, Il seme giacobino, ecc. ...
Scritto nel 1799
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8720 - Tipo: p

«Osanna, sanctus Deus sabaòth, superillustrans claritate tua felices ignes horum malacòth!». Così, volgendosi a la nota sua, fu viso a me cantare essa sustanza, sopra la qual doppio lume s'addua; ed essa e l'altre mossero a sua danza, e quasi velocissime faville mi si velar di sùbita distanza. Io dubitava e dicea 'Dille, dille!' fra me, 'dille' dicea, 'a la mia donna che mi diset ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8643 - Tipo: p

Ne la stagion che 'l ciel rapido inchina verso occidente, et che 'l dí nostro vola a gente che di là forse l'aspetta, veggendosi in lontan paese sola, la stancha vecchiarella pellegrina raddoppia i passi, et piú et piú s'affretta; et poi cosí soletta al fin di sua giornata talora è consolata d'alcun breve riposo, ov'ella oblia la noia e 'l mal de la passata via. Ma, lasso, ogni dol ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8545 - Tipo: p

O patria mia, vedo le mura e gli archi e le colonne e i simulacri e l'erme torri degli avi nostri, ma la gloria non vedo, non vedo il lauro e il ferro ond'eran carchi i nostri padri antichi. Or fatta inerme, nuda la fronte e nudo il petto mostri. Oimè quante ferite, che lividor, che sangue! oh qual ti veggio, formosissima donna! Io chiedo al cielo e al mondo: dite dite; chi la ridusse ...
Scritto nel 1818
On line da: venerdì 4 gennaio 2008
Stato: 1 Cod: 8568 - Tipo: p

O falce di luna calante che brilli su l'acque deserte, o falce d'argento, qual messe di sogni ondeggia al tuo mite chiarore qua giù! Aneliti brevi di foglie, sospiri di fiori dal bosco esalano al mare: non canto non grido non suono pe 'l vasto silenzio va. Oppresso d'amor, di piacere, il popol de' vivi s'addorme... O falce calante, qual messe di sogni ondeggia al tuo mite chiarore ...
Scritto nel 1881
On line da: lunedì 18 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8710 - Tipo: p

Poscia che l'accoglienze oneste e liete furo iterate tre e quattro volte, Sordel si trasse, e disse: «Voi, chi siete?». «Anzi che a questo monte fosser volte l'anime degne di salire a Dio, fur l'ossa mie per Ottavian sepolte. Io son Virgilio; e per null' altro rio lo ciel perdei che per non aver fé». Così rispuose allora il duca mio. Qual è colui che cosa innanzi sé sùbita vede on ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8610 - Tipo: p

Spiran l'anima lieve Aure Sicane, E miri i flutti al tuo cammin più queti. Son di Scilla i latrati applausi or lieti, S'apre a naufragj altrui gole profane. Franger liquida morte all'acque insane Sappian di vele i corredati abeti, Che tu governi infra l'ondosa Teti, Posti i rischi in oblio, prora di lane Sia nave un pesce a Giona, e non offeso Fermi in lido sicuro il pié costante, C ...
Scritto nel 1670
On line da: lunedì 12 marzo 2012
Stato: 1 Cod: 8706 - Tipo: p

In qual parte del ciel, in quale idea era l'essempio, onde Natura tolse quel bel viso leggiadro, in ch'ella volse mostrar qua giú quanto lassú potea? Qual nimpha in fonti, in selve mai qual dea, chiome d'oro sí fino a l'aura sciolse? quando un cor tante in sé vertuti accolse? benché la somma è di mia morte rea. Per divina bellezza indarno mira, chi gli occhi de costei già mai non ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8554 - Tipo: p

«Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile e alta più che creatura, termine fisso d'etterno consiglio, tu se' colei che l'umana natura nobilitasti sì, che 'l suo fattore non disdegnò di farsi sua fattura. Nel ventre tuo si raccese l'amore, per lo cui caldo ne l'etterna pace così è germinato questo fiore. Qui se' a noi meridiana face di caritate, e giuso, intra ' mortali, se' di ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8669 - Tipo: p

Così discesi del cerchio primaio giù nel secondo, che men loco cinghia e tanto più dolor, che punge a guaio. Stavvi Minòs orribilmente, e ringhia: essamina le colpe ne l'intrata; giudica e manda secondo ch'avvinghia. Dico che quando l'anima mal nata li vien dinanzi, tutta si confessa; e quel conoscitor de le peccata vede qual loco d'inferno è da essa; cignesi con la coda tante vol ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8574 - Tipo: p

Già era in loco onde s'udia 'l rimbombo de l'acqua che cadea ne l'altro giro, simile a quel che l'arnie fanno rombo, quando tre ombre insieme si partiro, correndo, d'una torma che passava sotto la pioggia de l'aspro martiro. Venian ver' noi, e ciascuna gridava: «Sòstati tu ch'a l'abito ne sembri essere alcun di nostra terra prava». Ahimè, che piaghe vidi ne' lor membri, ricenti e ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8585 - Tipo: p

Du temps que la Nature en sa verve puissante Concevait chaque jour des enfants monstrueux, J'eusse aimé vivre auprès d'une jeune géante, Comme aux pieds d'une reine un chat voluptueux. J'eusse aimé voir son corps fleurir avec son âme Et grandir librement dans ses terribles jeux; Deviner si son coeur couve une sombre flamme Aux humides brouillards qui nagent dans ses yeux; Parcourir à ...
Scritto nel 1855
On line da: mercoledì 12 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 8700 - Tipo: p

Soffermati sull'arida sponda, Vòlti i guardi al varcato Ticino, Tutti assorti nel novo destino, Certi in cor dell'antica virtù, Han giurato: Non fia che quest'onda Scorra più tra due rive straniere; Non fia loco ove sorgan barriere Tra l'Italia e l'Italia, mai più! L'han giurato: altri forti a quel giuro Rispondean da fraterne contrade, Affilando nell'ombra le spade Che or levate sci ...
Scritto nel 1821
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8744 - Tipo: p

O toison, moutonnant jusque sur l'encolure! O boucles! O parfum chargé de nonchaloir! Extase! Pour peupler ce soir l'alcôve obscure Des souvenirs dormant dans cette chevelure, Je la veux agiter dans l'air comme un mouchoir! La langoureuse Asie et la brûlante Afrique, Tout un monde lointain, absent, presque défunt, Vit dans tes profondeurs, forêt aromatique! Comme d'autres esprits vog ...
Scritto nel 1859
On line da: sabato 21 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8673 - Tipo: p

Perché, Pagani, de l'assente amico Non immemore vivi, il ciel ti serbi Sano e celibe sempre: or breve al tuo Di me benigno interrogar rispondo. Valido è il corpo in prima, e tal che l'opra Non chiegga di Galen; men sano alquanto Il frammento di Giove; e non è rado Che a purgar quei due morbi, ira ed amore, O la smania d'onor mi giovin l'erbe De l'orto Epicureo. Che se mi chiedi A che l' ...
Scritto nel 1804
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8734 - Tipo: p

Lungi dal proprio ramo, povera foglia frale, dove vai tu? Dal faggio l à dov'io nacqui, mi divise il vento. Esso, tornando, a volo dal bosco alla campagna, dalla valle mi porta alla montagna. Seco perpetuamente vo pellegrina, e tutto l'altro ignoro. Vo dove ogni altra cosa, dove naturalmente va la foglia di rosa, e la foglia d'alloro. ...
Scritto nel 1935
On line da: giovedì 20 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8499 - Tipo: p

Tentava la vostra mano la tastiera, i vostri occhi leggevano sul foglio gl'impossibili segni; e franto era ogni accordo come una voce di cordoglio. Compresi che tutto, intorno, s'inteneriva in vedervi inceppata inerme ignara del linguaggio più vostro: ne bruiva oltre i vetri socchiusi la marina chiara. Passò nel riquadro azzurro una fugace danza di farfalle; una fronda si scrollò nel ...
Scritto nel 1925
On line da: mercoledì 6 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8894 - Tipo: p

La gola e 'l somno et l'otiose piume ànno del mondo ogni vertú sbandita, ond'è dal corso suo quasi smarrita nostra natura vinta dal costume; et è sí spento ogni benigno lume del ciel, per cui s'informa humana vita, che per cosa mirabile s'addita chi vòl far d'Elicona nascer fiume. Qual vaghezza di lauro, qual di mirto? Povera et nuda vai philosophia, dice la turba al vil guadagno ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8541 - Tipo: p

Imagini, chi bene intender cupe quel ch'i' or vidi - e ritegna l'image, mentre ch'io dico, come ferma rupe -, quindici stelle che 'n diverse plage lo ciel avvivan di tanto sereno che soperchia de l'aere ogne compage; imagini quel carro a cu' il seno basta del nostro cielo e notte e giorno, sì ch'al volger del temo non vien meno; imagini la bocca di quel corno che si comincia in pu ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8649 - Tipo: p

O carrettiere che dai neri monti vieni tranquillo, e fosti nella notte sotto ardue rupi, sopra aerei ponti; che mai diceva il querulo aquilone che muggia nelle forre e fra le grotte? Ma tu dormivi sopra il tuo carbone. A mano a mano lungo lo stradale venìa fischiando un soffio di procella: ma tu sognavi ch'era di natale; udivi i suoni d'una cennamella. ...
Scritto nel 1891
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8512 - Tipo: p

Era il tramonto: ai garruli trastulli erano intenti, nella pace d'oro dell'ombroso viale, i due fanciulli. Nel gioco, serio al pari d'un lavoro, corsero a un tratto, con stupor de' tigli, tra lor parole grandi più di loro. A sé videro nuovi occhi, cipigli non più veduti, e l'uno e l'altro, esangue, ne' tenui diti si trovò gli artigli, e in cuore un'acre bramosia di sangue, e lo v ...
Scritto nel 1904
On line da: giovedì 27 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8514 - Tipo: p

Santo nome, in fra i mortali Quale è il nome che ti avanza? Tu sei nome di speranza, Tu sei nome di pietà. Se d'Adamo il pazzo orgoglio Al Signor ci fa ribelli, Per te, o Madre, siam fratelli Di Colui che ci creò. Per te ancora al Ciel perduto Nostra mente si solleva; Tu ci togli al fallo d'Eva, Tu ci torni al primo onor. Quando pesa sul cuor mio L'ingiustizia dei mortali, Quando a ...
Scritto nel 1823
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8752 - Tipo: p

Dans l'herbe noire Les Kobolds vont. Le vent profond Pleure, on veut croire. Quoi donc se sent? L'avoine siffle. Un buisson gifle L'oeil au passant. Plutôt des bouges Que des maisons. Quels horizons De forges rouges! On sent donc quoi? Des gares tonnent, Les yeux s'étonnent, Où Charleroi? Parfums sinistres! Qu'est-ce que c'est? Quoi bruissait Comme de ...
Scritto nel 1872
On line da: sabato 9 aprile 2011
Stato: 1 Cod: 8703 - Tipo: p

Avvegna che la subitana fuga dispergesse color per la campagna, rivolti al monte ove ragion ne fruga, i' mi ristrinsi a la fida compagna: e come sare' io sanza lui corso? chi m'avria tratto su per la montagna? El mi parea da sé stesso rimorso: o dignitosa coscienza e netta, come t'è picciol fallo amaro morso! Quando li piedi suoi lasciar la fretta, che l'onestade ad ogn' atto dism ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8606 - Tipo: p

Intra due cibi, distanti e moventi d'un modo, prima si morria di fame, che liber' omo l'un recasse ai denti; sì si starebbe un agno intra due brame di fieri lupi, igualmente temendo; sì si starebbe un cane intra due dame: per che, s'i' mi tacea, me non riprendo, da li miei dubbi d'un modo sospinto, poi ch'era necessario, né commendo. Io mi tacea, ma 'l mio disir dipinto m'era nel ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8640 - Tipo: p

'Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l'etterno dolore, per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore; fecemi la divina podestate, la somma sapienza e 'l primo amore. Dinanzi a me non fuor cose create se non etterne, e io etterno duro. Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate'. Queste parole di colore oscuro vid' io scritte al sommo d'una porta; ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8572 - Tipo: p

Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena, e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia, et garrir Progne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia. Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena; Giove s'allegra di mirar sua figlia; l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena; ogni animal d'amar si riconsiglia. Ma per me, lasso, tornano i piú gravi sospiri, che del cor profondo tragge ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8562 - Tipo: p

Vago già di cercar dentro e dintorno la divina foresta spessa e viva, ch'a li occhi temperava il novo giorno, sanza più aspettar, lasciai la riva, prendendo la campagna lento lento su per lo suol che d'ogne parte auliva. Un'aura dolce, sanza mutamento avere in sé, mi feria per la fronte non di più colpo che soave vento; per cui le fronde, tremolando, pronte tutte quante piegavano ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8631 - Tipo: p

J'ai longtemps habité sous de vastes portiques Que les soleils marins teignaient de mille feux, Et que leurs grands piliers, droits et majestueux, Rendaient pareils, le soir, aux grottes basaltiques. Les houles, en roulant les images des cieux, Mêlaient d'une façon solennelle et mystique Les tout-puissants accords de leur riche musique Aux couleurs du couchant reflété par mes yeux. ...
Scritto nel 1854
On line da: lunedì 27 settembre 2010
Stato: 1 Cod: 8691 - Tipo: p

Qual venne a Climenè, per accertarsi di ciò ch'avëa incontro a sé udito, quei ch'ancor fa li padri ai figli scarsi; tal era io, e tal era sentito e da Beatrice e da la santa lampa che pria per me avea mutato sito. Per che mia donna «Manda fuor la vampa del tuo disio», mi disse, «sì ch'ella esca segnata bene de la interna stampa: non perché nostra conoscenza cresca per tuo parlare ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8653 - Tipo: p

Cigola la carrucola del pozzo, l'acqua sale alla luce e vi si fonde. Trema un ricordo nel ricolmo secchio, nel puro cerchio un'immagine ride. Accosto il volto ad evanescenti labbri: si deforma il passato, si fa vecchio, appartiene ad un altro... Ah che già stride la ruota, ti ridona all'atro fondo, visione, una distanza ci divide. ...
Scritto nel 1925
On line da: mercoledì 6 maggio 2020
Stato: 1 Cod: 8895 - Tipo: p

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno, e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto, e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto da' duo begli occhi che legato m'hanno; e benedetto il primo dolce affanno ch'i'ebbi ad esser con Amor congiunto, e l'arco, e le saette ond'io fui punto, e le piaghe che 'nfin al cor mi vanno. Benedette le voci tante ch'io chiamando il nome de mia d ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8536 - Tipo: p

Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia, quand'ella altrui saluta, ch'ogne lingua devèn, tremando, muta, e li occhi no l'ardiscon di guardare. Ella si va, sentendosi laudare, benignamente d'umiltà vestuta, e par che sia una cosa venuta da cielo in terra a miracol mostrare. Mostrasi sì piacente a chi la mira che dà per li occhi una dolcezza al core, che 'ntender no la può chi ...
Scritto nel 1293
On line da: giovedì 26 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8674 - Tipo: p

Mentr' io dubbiava per lo viso spento, de la fulgida fiamma che lo spense uscì un spiro che mi fece attento, dicendo: «Intanto che tu ti risense de la vista che hai in me consunta, ben è che ragionando la compense. Comincia dunque; e dì ove s'appunta l'anima tua, e fa ragion che sia la vista in te smarrita e non defunta: perché la donna che per questa dia region ti conduce, ha ne ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8662 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...