il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Letteratura - Ricerca Testi - Risultati

Codice testo:
Ultimi n Testi del Sito:
Ultimi n Testi del Passato:
Letteratura: Testi; Poesie, Racconti, Canzoni, Massime
Gli ultimi testi degli Amici Autori:

Noi giovani d'oggi siamo straordinari, Abbiamo, tutti, un grosso problema... l'istruzione odierna. È come se fossimo sulla stessa barca ma nessuno Ha intenzione di remare, anzi, creiamo buchi sul fondo Così, da affondare. Tutti insieme. ...
Scritto nel 2020
On line da: mercoledì 15 gennaio 2020
Stato: 1 Cod: 8872 - Tipo: p

La verità è che tutto finto... E neanche questo è vero. L'unica travisata certezza è nella tirannia del dubbio. ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 12 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8871 - Tipo: m

Amico Il mio vicino, un anzianotto smilzo, arzillo, molto loquace, sempre in moto, nonostante l’età, un tipo singolare, con tanta voglia di chiacchierare e di blaterare, un amico che tiene compagnia, con tante cose da raccontare, l’esperienza di una vita, come sono importanti gli anzian ...
Scritto nel 2019
On line da: giovedì 3 ottobre 2019
Stato: 1 Cod: 8870 - Tipo: p

Sempre noi Sempre noi dell’igiene mentale, che non contiamo niente, non valiamo nulla, che non ci vogliono, non ci vedono, non contiamo, siamo in fondo, gli ultimi gradini sociali; sempre noi, che è sempre colpa nostra, che c’è sempre il sospetto di pazzia, noi, che ci ridono dietro, ...
Scritto nel 2019
On line da: venerdì 27 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8869 - Tipo: p

L’ultimo angelo nero Jim Morrison Voce sincopata, melodia ribelle, sovversiva, orientaleggiante, dalle tonalità originali, brani dal ritmo potente, continuo, martellante; Morrison Profeta di una generazione, angelo, demone, sconvolto, geniale, mezzo indiano, mezzo stregone; tra un ...
Scritto nel 2019
On line da: mercoledì 18 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8868 - Tipo: p

Bella dentro, per me sei sempre bella, come una volta, come anni fa, il tempo è passato, ma non ho smesso, di amarti; siamo un po’ più grossi e vecchi, un po’ rotondi, ma io ti guardo cogli occhi del cuore, e per me sei sempre come la prima volta; cara amica mia, sei unica, fantast ...
Scritto nel 2019
On line da: domenica 15 settembre 2019
Stato: 1 Cod: 8867 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Amici Autori:

Sù ragazzi venite con me voglio mostrarvi ciò che conta davvero Non solo vestiti viaggi e macchinoni ma tanto altruismo - regali - far doni! Già è mattino! appena alzati stampa un sorriso lavati il viso! Inventa un giuoco dove tutto sia vero gesti o parole - coccole o sberle Che tut ...
Scritto nel 2006
On line da: lunedì 4 febbraio 2008
Stato: 1 Cod: 836 - Tipo: p

Solo polvere e un filo di vento, solo vento e una goccia di mare, mal di cuore, di vita e sgomento fuori e dentro, fra questo mio andare. Ho sognato del tempo infinito quando infine lo trovo legato ad un cielo che già l'ha svanito dopo il tempo di averlo sfiorato. Devo chiudere gli occh ...
Scritto nel 2012
On line da: mercoledì 24 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6644 - Tipo: p

Giocare anima perduta tra le parabole d'amore scindere dai pentimenti cospargere la luce di segrete sfumature... ripercorrere le date sotto un cielo cupo che promette pioggia e così lavare via ...i ricordi più pesanti... un palloncino d'acqua che vola in alto esplode al mio sguardo ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 9 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6573 - Tipo: p

Qualcosa di invisibile e sempre inaspettato spinge due persone a legarsi, a stringere amicizia, ad amarsi e purtroppo talvolta anche ad odiarsi. Qualcosa di non visibile all'occhio umano ma che è sicuramente percepibile dall'animo e dalla complessità dei sentimenti… esattamente qualche c ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 4 giugno 2016
Stato: 1 Cod: 8362 - Tipo: r

Mi dolgono le mani, sono state poggiate troppo a lungo sul ventre piatto. Sono state pronte ad accarezzare volti a preparare dolci per i compleanni. Hanno fatto tanto queste mani. Disegnato, cucinato ed abbracciato. Hanno tanto amato queste mani. Anche se sono buffe sanno costrui ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 21 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1530 - Tipo: p

Tante stelle brillano in cielo ma alcune sono poco visibili a noi! ...chiudiamo allora gli occhi e le vedremo tutte!!! ...
Scritto nel 2008
On line da: venerdì 16 ottobre 2009
Stato: 1 Cod: 3535 - Tipo: m

Dietro alla tua sofferenza, Signore, notiamo la bellezza di una rosa avvolta dalle sue spine. ...
Scritto nel 2008
On line da: giovedì 7 agosto 2008
Stato: 1 Cod: 1490 - Tipo: r

Sei nel limpido delle tue incertezze. Hai superato l'esame della tua aspra maturità. Dovrai muoverti sotto un nuovo arco. Fuggirai dalle insinuazioni, farai credere di aver vissuto le prime esperienze, per l'unica volta sarai l'uomo più grande della tua terra. ...
Scritto nel 2004
On line da: domenica 28 dicembre 2008
Stato: 1 Cod: 2162 - Tipo: p

Un nastro liquido ed increspato, uno scintillio di tessere lucenti. le une hanno il sol schizzato, le altre d'azzurro son là ridenti. E sopra, il bianco così puro di un fiocco morbido nel cielo... Ora sì che divien sicuro il mio pianeta come un telo, un grande affresco sullo sfondo, di sem ...
Scritto nel 2007
On line da: martedì 16 settembre 2008
Stato: 1 Cod: 1649 - Tipo: p

Lampi fulmini scrosci di pioggia sulle tegole rosse. E all'interno piove dal tetto sconnesso. ...
Scritto nel 2005
On line da: venerdì 16 maggio 2008
Stato: 1 Cod: 1222 - Tipo: p

Sibila il vento fra i rami spogli racconta la solita storia che nessuno ascolta ...
Scritto nel 2003
On line da: sabato 8 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 240 - Tipo: p

Non nutro simpatia per Berlusconi anche se, lo confesso, l'ho votato convinto di votare il mal minore perché deluso da Romano Prodi, un pacioccone senza fantasia, capace di disfare in pochi mesi le buone cose del predecessore. Ma l'uno e l'altro s'erano attorniati di sbiadite figure e porta ...
Scritto nel 2011
On line da: giovedì 17 novembre 2011
Stato: 1 Cod: 5477 - Tipo: p

guardo fottuto il cielo di Panama guardo allibito il sole rosa sento vibrar la pelle e l'anima e dentro me l'adrenalina è esplosa il canto tribale si fa più forte gli schiavi sciolgono le catene il Dio che scende giù nella morte il Dio che cala fra mille pene tu peccatore vai navigando ...
Scritto nel 2007
On line da: venerdì 19 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 447 - Tipo: p

Scrutami, Signore, fammi giustizia Raffina Dio la mia mente e il mio cuore; non siedo con uomini di blandizia nella Tua bontà confido Signore! Odio l'alleanza di chi ha malizia; non travolgermi insieme al peccatore. Lavo nell' innocenza le mie mani: giro attorno al Tuo altare ed il mio piede ...
Scritto nel 2002
On line da: sabato 10 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2247 - Tipo: p

Con doccia e shampoo nel lavare il mio corpo arrugginito l'acqua sporca marcia densa è catrame, buona con la sabbia per riasfaltare con un tappetino nuovo la strada che conduce al cimitero. Morti!! Orsù svegliatevi dall'eterno letargo arrivano gli odiati parenti nel giorno del mese di novembre ...
Scritto nel 2012
On line da: venerdì 19 ottobre 2012
Stato: 1 Cod: 6621 - Tipo: p

Solo alcune cose per noi la vita dispose, vogliamo il pane eppure le rose: audaci, ribelli, preziose. Tu esisti e resisti, se racchiudi le dita in una carezza, in un pugno: rivoluzione infinita. ...
Scritto nel 2008
On line da: martedì 2 dicembre 2008
Stato: 1 Cod: 1995 - Tipo: p

Fanciulla... incornicia pensieri d'amore... tra fiori e stelle.... ricamati su pagine di diario... che sgualcite troveranno spazio... in sbiaditi angoli di tempo... Saranno lacrime versate... in anni in cui... una carezza... un bacio... faranno fremere il suo petto... Combatterà battagl ...
Scritto nel 2010
On line da: venerdì 5 marzo 2010
Stato: 1 Cod: 3933 - Tipo: p

Sei bella Paola, forse ancor più bella ora, di quando ancora acerba giocavamo insieme ora che il vento dell'Amore, ti ha portato lontano da me. Eppure sembra ieri quando la tua beltà e allegria riempiva le mie giornate. Quando un'acquazzone estivo, ci faceva restare chiusi in una stanza che ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 30 luglio 2016
Stato: 1 Cod: 8384 - Tipo: p

C'era una volta... un casolare, visto da fuori pareva un alveare. Nove eran tutti, aitanti e belli, cinque sorelle e quattro fratelli. La mamma chioccia a ramazzare, svelta di mani a sculaccioni, sedava al momento ogni ribellione, ma con l'intento di far ragione.Babbo non c'era perché lontano, dell ...
Scritto nel 2008
On line da: lunedì 4 febbraio 2008
Stato: 1 Cod: 835 - Tipo: r

Sono ingegnere di solida fattura ma un po' pigro in alcune faccende... Sei mesi fa mia madre mi fa notare un problema abbastanza increscioso al water. Chiamo il primo idraulico. Pensa di risolvere il problema: costo 100 euro. Dopo una settimana mia madre mi fa notare di nuovo lo stesso problema. ...
Scritto nel 2010
On line da: martedì 22 giugno 2010
Stato: 1 Cod: 4294 - Tipo: r

Cari piccoli Bimbi, non dalle rive dell'Acheronte non dalla valle delle ombre infinite Voi invocavate la Luce del giorno e la Madre. E il Padre. Lungi lungi il loro bacio e la loro mano non possono sorreggervi più. Ma, in un luogo di Luce e di eterna Pace Voi attendete senza ansi ...
Scritto nel 1990
On line da: giovedì 27 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 4915 - Tipo: p

La gente che lì ti gira intorno, con un sorriso bello sulla bocca, "richiede" a te sì tante belle cose. E tu le fai, con il sorriso bello sulla bocca e con la morte, livida nel cuore... Sta diventando un lusso, (che non mi posso più permettere)... in ogni canzone che ascolto, in ogn ...
Scritto nel 2007
On line da: mercoledì 30 maggio 2007
Stato: 1 Cod: 57 - Tipo: p

Memorie di bei sogni e di realtà volano come nuvole correnti, da loro un odor di semplicità che ricopre i dolori qui presenti. Ciò che il tempo ci ha regalato non è trascorso quale storia vana, la mente ha in se stessa ricreato dai vecchi amori una cosa strana, una specie di pace senza ...
Scritto nel 2015
On line da: lunedì 7 settembre 2015
Stato: 1 Cod: 8139 - Tipo: p

Ancora noi Ancora siamo qui, siamo sempre noi, i ribelli, un po’ out, un po’ artisti, un po’ folli, o strani, un po’ maledetti, tra male e bene; gli scrittori beat, i pensatori out, sempre ribelli, sempre ai margini, detestati, abbandonati, vilipesi, sottovalutati, gli scrittori ...
Scritto nel 2019
On line da: sabato 8 giugno 2019
Stato: 1 Cod: 8848 - Tipo: p

Vita così vieni, vita così vai Mi credo felice, ma in fondo lo sarò mai? Domande inutili come cantare alle stelle Loro così serene, sempre così belle I desideri sono tanti forse troppi e non meritati Per noi cuori timorosi a volte troppo spaventati Spaventati da questa vita che corre e vola v ...
Scritto nel 2002
On line da: domenica 4 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2209 - Tipo: p

Non dimenticare Non dimenticare mai ciò che il cielo ci regalò Sogna ciò che si promise davanti a quel cancello Respira i tuoi sogni Costruisci la tua strada, con o senza di me Sarà sempre meravigliosa, meravigliosa perché l'hai costruita tu. Non dimenticare ciò che sei, non dimenticare ...
Scritto nel 2011
On line da: venerdì 13 aprile 2012
Stato: 1 Cod: 5827 - Tipo: p

Da oggi esprimerò in telegrafia quale nuovo "stil novo" la poesia, a margine una nota per spiegare la sensazione che non può passare. Ti parlerò di fragole, d'uccelli, carriole e precipizi di balconi, l'armadio, il pane, il gatto, i menestrelli reinterpretati dalle mie emozioni. Perdona ...
Scritto nel 2012
On line da: giovedì 27 dicembre 2012
Stato: 1 Cod: 7028 - Tipo: p

L'aria satura di emozioni vibranti, freme un timido desiderio, al solo pensiero di: Con le dita sfiorarti. Si tendono le membra, come un elastico d'una fionda tesa, colpito nel cuore ansimante, dal cupido silenzioso sibilante, sospira e spera il giovane amante. Trafitto dal sottil ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 5 agosto 2009
Stato: 1 Cod: 3362 - Tipo: p

Figlio mio credimi... con l'amore ti ho fatto nascere con la mia mente ti vedevo crescere; progettavo il tuo avvenire e felice ero del tuo vivere. Figlio mio credimi... ti ho insegnato com'era bello amare ma tu qel giorno non hai voluto ascoltare. Negli altri hai voluto credere ti ...
Scritto nel 2011
On line da: martedì 11 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 4882 - Tipo: p

Mi concepisti, mi portasti in grembo, mi partoristi, mi soffristi ti soffrì soli in quella notte di luglio, tutto condividemmo: dal primo abbraccio appena nato a quelli di tutta una vita quando crescendo mi sedevo e tu, alzata mi stringevi al tuo petto. Mi desti la vita, la luce, il mondo. ...
Scritto nel 2009
On line da: lunedì 7 settembre 2009
Stato: 1 Cod: 3458 - Tipo: p

Tra i sapienti di questo nostro mondo, di questa nostra società, tra coloro che pensano e credono di sapere sempre tutto c'è... chi crede si saper camminare sempre nella giusta direzione e... cammina e continua senza fermarsi e passo dopo passo distrugge, calpesta e non si volta mai indietro per ...
Scritto nel 2011
On line da: giovedì 29 settembre 2011
Stato: 1 Cod: 5430 - Tipo: m

Nell'aria d'un cimitero dei fiori tal affreschi lapidano a gocce il pianto in comune che ci divide e distrugge la nostra bella esistenza. Ooh vita! Vedo spuntar del prato della fantasia il profumo della poesia: Lì si fantastica solo muse in prospettiva, di soffrire tal è il suo rifugio i ...
Scritto nel 2012
On line da: martedì 4 settembre 2012
Stato: 1 Cod: 6386 - Tipo: p

Andare via sul suono dei tuoi passi e fingere d'averti mai incontrato mentre nel cuore sembrano dei sassi i battiti e mi cade a pezzi il fiato. Mi costa l'infinito, se potessi sprofonderei nel sonno più profondo chiedendo al cielo solo i tuoi riflessi per inventarci sopra un altro mondo. ...
Scritto nel 2013
On line da: lunedì 22 aprile 2013
Stato: 1 Cod: 7435 - Tipo: p

Vorrei tornare bambino Per sentirmi a mia madre vicino, Ascoltare le sue tenere parole d'amore Stringermi stretto, stretto al suo cuore, Per essere accarezzato e Dal suo amore coccolato. Sentire le sue tenere carezze pieni di passione, Sulla fronte, sui capelli, sul viso, I suoi baci amo ...
Scritto nel 2002
On line da: giovedì 4 giugno 2009
Stato: 1 Cod: 3120 - Tipo: p

Se non fossero ad astrarmi momenti in cui mi scopro in alternanti moti interiori; se io non mi adirassi o non sentissi martellarmi il petto per patetiche visioni o accadimenti; se mai non fossi colto da sbalzi d'umore angosciosi o improvvise, inspiegabili allegrezze; se io non contemp ...
Scritto nel 2001
On line da: giovedì 7 febbraio 2013
Stato: 1 Cod: 7294 - Tipo: p

Mamma, mai senza di te! Che tranquilla attendi lì vicino all'uscio per spalancarmi la porta del paradiso. Non vi è più speranza del tuo passaggio mamma Adele nella casa natia che, dalla sera alla mattina si è liberata con la morte della tua presenza ch'ancor si sente. Sì, la casa ha l'aria viz ...
Scritto nel 2011
On line da: venerdì 6 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6111 - Tipo: p

Ho gridato tra questi monti innevati per non sentirmi cosi'sola, ho gridato ti amo, l'eco mi ha risposto ti amo, è stata l'unica volta che ho udito questa magica parola, ho pianto calde lacrime in questo freddo giorno di neve, lo griderò ancora a squarciagola, l'eco mi risponderà ed io piangerò an ...
Scritto nel 2011
On line da: martedì 17 gennaio 2012
Stato: 1 Cod: 5606 - Tipo: p

Nungnè farfantaria chistu ma parlari, sicuru sacciu ca nascivu ppi muriri. Sugnu nni stu munnu sulu di passaggiu, nprova je mancu sacciu siddru la supiravu. La morti veni adunzatu senza t'avvisari, miegliu tinirisi pronti ppi lestu ripartiri. Lu ma tabbutu, lignu grezzu naturali, chissa la ...
Scritto nel 2015
On line da: sabato 12 marzo 2016
Stato: 1 Cod: 4656 - Tipo: p

Il sole che tramonta, la vetta che si staglia nel cielo rosso fuoco, il bosco si fa scuro si perdono le ombre in una ombra sola. Si specchia già nel rio l'argento della luna. Il vento fra i capelli, i piedi sopra l'erba, la mano nella mano, le labbra che si sfiorano, una carezza al vis ...
Scritto nel 2008
On line da: sabato 7 giugno 2008
Stato: 1 Cod: 1302 - Tipo: p

Prima di essere ciò che sono ora io ero dentro una flebile fiamma in essa era racchiusa tutta la mia vita... Dal mio passato io provengo... poiché... da esso sono nato sono figlio di quel mio passato in esso ho vissuto ancor prima di essere ciò che sono ora... me stesso nel mio presente o ...
Scritto nel 2016
On line da: sabato 27 febbraio 2016
Stato: 1 Cod: 8259 - Tipo: p

Le mie mani, le tue mani, ora sono qui, ci stringe la passione, la notte ci abbraccerà, saremo un sol corpo, nel gelo del tempo ci uniremo, ti amerò il più possibile. le mie mani, le tue mani, ora ci sono, ora riscaldano tutto il gelido amore, chiuso da un tempo ormai lontano. le mie m ...
Scritto nel 2007
On line da: domenica 2 dicembre 2007
Stato: 1 Cod: 592 - Tipo: p

Chiudo così un capitolo di vita con un decennio scritto dentro al cuore di affanni, corse, gioie e il dispiacere per i legami che ora lascio andare. Ad una ad una mancano già tutte quelle persone con cui ho condiviso dieci anni di cammino e di emozioni, giorni sereni e di preoccupazioni. ...
Scritto nel 2012
On line da: domenica 29 luglio 2012
Stato: 1 Cod: 6198 - Tipo: p

Perdonami se sono stata troppo sincera Ho imparato che la schiettezza non sempre ripaga; perdonami se ti consideravo una figlia ho imparato che l'amore fa soffrire; perdonami se anch'io non sono riuscita a vendere le bugie come verità ho imparato che non ne sono capace; perdonami se sof ...
Scritto nel 2009
On line da: mercoledì 25 marzo 2009
Stato: 1 Cod: 2755 - Tipo: p

Uscendo dal mercato è caduto mio orologio Perché? Perché mio orologio è caduto? Perché? Mio orologio è caduto Perché? Se è caduto, perché è caduto? C'è un motivo se cade l'orologio È caduto Perché? Senza cagione no Perché è caduto? È caduto perché? Tutto capita per qualche ragione ...
Scritto nel 2009
On line da: venerdì 17 aprile 2009
Stato: 1 Cod: 2904 - Tipo: p

Sa di me, quell'attimo appeso al volere che non c'è, non c'è e ancora nero appare a me. Sa di te, quel credo in tutto ciò che la terra è, una valanga di emozioni, una salita di tentazioni, un'arrampicata troppo ripida tra le delusioni. E nel tormento del chiedermi perché a tutto quello che non vo ...
Scritto nel 2009
On line da: domenica 18 gennaio 2009
Stato: 1 Cod: 2323 - Tipo: r

È in un bar che mi fa gli occhi dolci come gelide selci bagnate dalla luna morente sul monte dei miei sogni falciati alla fonte. La tazzina diffonde nell'aria la spirale di un caldo sapore di caffè, mando in fumo la storia del suo sguardo sfumato oltre il cuore. Sull'istante rivedo i tu ...
Scritto nel 2013
On line da: domenica 8 settembre 2013
Stato: 1 Cod: 7703 - Tipo: p

Invidioso, vengo a salutarti: mi tentano le avventure mai vissute e le cose che vedrai in paesi lontani, quelle che vivrai con i compagni, le risate, la paura. Ma è solo un minuto... E mentre vedo nel tuo volto l'impazienza di partire, il terrore dei giorni che verranno in attesa di ...
Scritto nel 2008
On line da: domenica 30 novembre 2008
Stato: 1 Cod: 1981 - Tipo: p

Viale Viale cittadino Vicino al negozio Orientale cinese Con cineserie varie, la gente guarda le vetrate, osserva ed entra o esce; mi fermo a lato della strada, via piena di traffico, piccoli alberelli e aiuole, traffico cittadino, nell’incrocio, macchine e tir, biciclette e ciclist ...
Scritto nel 2019
On line da: martedì 4 giugno 2019
Stato: 1 Cod: 8847 - Tipo: p

Alcuni testi a caso degli Autori del Passato:

A Victor Hugo I Dans les plis sinueux des vieilles capitales, Où tout, même l'horreur, tourne aux enchantements, Je guette, obéissant à mes humeurs fatales, Des êtres singuliers, décrépits et charmants. Ces monstres disloqués furent jadis des femmes, Eponine ou Lais ! Monstres brisés, ...
Scritto nel 1859
On line da: giovedì 19 agosto 2010
Stato: 1 Cod: 8672 - Tipo: p

O poca nostra nobiltà di sangue, se gloriar di te la gente fai qua giù dove l'affetto nostro langue, mirabil cosa non mi sarà mai: ché là dove appetito non si torce, dico nel cielo, io me ne gloriai. Ben se' tu manto che tosto raccorce: sì che, se non s'appon di dì in die, lo tempo va d ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8652 - Tipo: p

Col pensier, con gli orecchi e con le ciglia I' era immerso in quell'altera vista, Come colui che tace e maraviglia; Qual dicon che de' Spirti in fra la lista, Stette mirando le magiche note Il furente di Patmo Evangelista. Quand'io vidi la Dea, che su l'immote Maladette sorelle il cocch ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8737 - Tipo: p

O delle imprese alla più degna accinto, Signor che la parola hai proferita, Che tante etadi indarno Italia attese; Ah! quando un braccio le teneano avvinto Genti che non vorrian toccarla unita, E da lor scissa la pascean d'offese; E l'ingorde udivam lunghe contese Dei re tutti anelanti a far ...
Scritto nel 1815
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8743 - Tipo: p

Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo di gente in gente, me vedrai seduto su la tua pietra, o fratel mio, gemendo il fior de' tuoi gentili anni caduto. La madre or sol, suo dì tardo traendo, parla di me col tuo cenere muto: ma io deluse a voi le palme tendo; e se da lunge i miei tet ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 23 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8505 - Tipo: p

D'in su la vetta della torre antica, passero solitario, alla campagna cantando vai finché non more il giorno; ed erra l'armonia per questa valle. Primavera dintorno brilla nell'aria, e per li campi esulta, sì ch'a mirarla intenerisce il core. Odi greggi belar, muggire armenti; gli a ...
Scritto nel 1834
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8495 - Tipo: p

Ne l'ora che non può 'l calor diurno intepidar più 'l freddo de la luna, vinto da terra, e talor da Saturno - quando i geomanti lor Maggior Fortuna veggiono in oriente, innanzi a l'alba, surger per via che poco le sta bruna -, mi venne in sogno una femmina balba, ne li occhi guercia, e s ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8622 - Tipo: p

I tronchi detti e il lagrimoso volto Di quella generosa Anima bella Avean là tutto il mio pensier raccolto, Quando tutto a sé 'l trasse una novella Turba, che di rincontro a me venia, D'abito più recente e di favella. Confuso e irresoluto io me ne gìa, Com'uom che in terra sconosciuta mo ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8738 - Tipo: p

Le soleil, en l'azur d'un ciel pur et nouveau Dont le bleu printanier de lumière ruisselle, Monte royalement, et sa vaste étincelle Allume un feu de joie au fond des flaques d'eau. La neige amoncelée au toit luisant et haut, Où s'épand longuement la flamme universelle, S'affaisse, se dissou ...
Scritto nel 1910
On line da: sabato 9 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8692 - Tipo: p

Qual masso che dal vertice Di lunga erta montana, Abbandonato all'impeto Di rumorosa frana, Per lo scheggiato calle Precipitando a valle, Batte sul fondo e sta; Là dove cadde, immobile Giace in sua lenta mole; Né, per mutar di secoli, Fia che riveda il sole Della sua cima antica, Se una ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8747 - Tipo: p

Sì come quando i primi raggi vibra là dove il suo fattor lo sangue sparse, cadendo Ibero sotto l'alta Libra, e l'onde in Gange da nona riarse, sì stava il sole; onde 'l giorno sen giva, come l'angel di Dio lieto ci apparse. Fuor de la fiamma stava in su la riva, e cantava 'Beati mundo co ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8630 - Tipo: p

En ces temps merveilleux où la Théologie Fleurit avec le plus de sève et d'énergie, On raconte qu'un jour un docteur des plus grands, – Après avoir forcé les coeurs indifférents ; Les avoir remués dans leurs profondeurs noires ; Après avoir franchi vers les célestes gloires Des chemins singu ...
Scritto nel 1845
On line da: lunedì 10 gennaio 2011
Stato: 1 Cod: 8697 - Tipo: p

Taci. Su le soglie del bosco non odo parole che dici umane; ma odo parole più nuove che parlano gocciole e foglie lontane. Ascolta. Piove dalle nuvole sparse. Piove su le tamerici salmastre ed arse, piove su i pini scagliosi ed irti, piove su i mirti divini, su le ginestre fulgenti ...
Scritto nel 1902
On line da: lunedì 18 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8709 - Tipo: p

Cara beltà che amore lunge m'inspiri o nascondendo il viso, fuor se nel sonno il core ombra diva mi scuoti, o ne' campi ove splenda p iù vago il giorno e di natura il riso; forse tu l'innocente secol beasti che dall'oro ha nome, or leve intra la gente anima voli? o te la sorte avara c h'a ...
Scritto nel 1823
On line da: lunedì 17 settembre 2007
Stato: 1 Cod: 8496 - Tipo: p

La morte non è male: perché libera l'uomo da tutti i mali, e insieme coi beni gli toglie i desiderii. La vecchiezza è male sommo: perché priva l'uomo di tutti i piaceri, lasciandogliene gli appetiti; e porta seco tutti i dolori. Nondimeno gli uomini temono la morte, e desiderano la vecchiezza. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8524 - Tipo: m

È risorto: or come a morte La sua preda fu ritolta? Come ha vinto l'atre porte, Come è salvo un'altra volta Quei che giacque in forza altrui? Io lo giuro per Colui Che da' morti il suscitò. È risorto: il capo santo Più non posa nel sudario; È risorto: dall'un canto Dell'avello solitario ...
Scritto nel 1812
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8745 - Tipo: p

Settembre, oggi veder vorrei l'azzurro del tuo cielo riempiere la bocca rotonda della maschera di pietra in cima alla colonna che si sfalda nei secoli, convolta dal rosaio che si sfoglia nell'ora, entro quel chiostro quadrato che di biondo travertino chiarisce il cotto delle antiche Terme. ...
Scritto nel 1093
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8712 - Tipo: p

Già si godeva solo del suo verbo quello specchio beato, e io gustava lo mio, temprando col dolce l'acerbo; e quella donna ch'a Dio mi menava disse: «Muta pensier; pensa ch'i' sono presso a colui ch'ogne torto disgrava». Io mi rivolsi a l'amoroso suono del mio conforto; e qual io allor vi ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8654 - Tipo: p

Nessun maggior segno d'essere poco filosofo e poco savio, che volere savia e filosofica tutta la vita. ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8527 - Tipo: m

«Pape Satàn, pape Satàn aleppe!», cominciò Pluto con la voce chioccia; e quel savio gentil, che tutto seppe, disse per confortarmi: «Non ti noccia la tua paura; ché, poder ch'elli abbia, non ci torrà lo scender questa roccia». Poi si rivolse a quella 'nfiata labbia, e disse: «Taci, malad ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8576 - Tipo: p

Diva di fonte umil, non d'altro ricca Che di pura onda e di minuto gregge, Te, come piacque al ciel, nato a le grandi De l'Eridano sponde, a questi ameni Cheti recessi e a tacit'ombre invito. Non feroci portenti o scogli immani Né pompa io vanto d'infinito flutto O di abitati pin; né imperio ...
Scritto nel 1803
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8729 - Tipo: p

Solea creder lo mondo in suo periclo che la bella Ciprigna il folle amore raggiasse, volta nel terzo epiciclo; per che non pur a lei faceano onore di sacrificio e di votivo grido le genti antiche ne l'antico errore; ma Dione onoravano e Cupido, quella per madre sua, questo per figlio, e ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8644 - Tipo: p

O voi che siete in piccioletta barca, desiderosi d'ascoltar, seguiti dietro al mio legno che cantando varca, tornate a riveder li vostri liti: non vi mettete in pelago, ché forse, perdendo me, rimarreste smarriti. L'acqua ch'io prendo già mai non si corse; Minerva spira, e conducemi Appo ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8638 - Tipo: p

Nel tempo che Iunone era crucciata per Semelè contra 'l sangue tebano, come mostrò una e altra fiata, Atamante divenne tanto insano, che veggendo la moglie con due figli andar carcata da ciascuna mano, gridò: «Tendiam le reti, sì ch'io pigli la leonessa e ' leoncini al varco»; e poi dis ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8599 - Tipo: p

Levommi il mio penser in parte ov'era quella ch'io cerco, et non ritrovo in terra: ivi, fra lor che 'l terzo cerchio serra, la rividi piú bella et meno altera. Per man mi prese, et disse: - In questa spera sarai anchor meco, se 'l desir non erra: i' so' colei che ti die' tanta guerra, et ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8539 - Tipo: p

Già era dritta in sù la fiamma e queta per non dir più, e già da noi sen gia con la licenza del dolce poeta, quand' un'altra, che dietro a lei venìa, ne fece volger li occhi a la sua cima per un confuso suon che fuor n'uscia. Come 'l bue cicilian che mugghiò prima col pianto di colui, e ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8596 - Tipo: p

Settembre, teco io sia sul Loricino che fece blandi gli ozii del pretore: in sabbia quasi rosea fluisce scabra di rughe e sparsa di negrore come il palato del mio dolce veltro. Sorvolano le rondini quel vetro lieve cui godon rompere coi bianchi petti: una piuma cade e corre al mare. E di ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8713 - Tipo: p

Di nova pena mi conven far versi e dar matera al ventesimo canto de la prima canzon, ch'è d'i sommersi. Io era già disposto tutto quanto a riguardar ne lo scoperto fondo, che si bagnava d'angoscioso pianto; e vidi gente per lo vallon tondo venir, tacendo e lagrimando, al passo che fanno ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8589 - Tipo: p

Parea dinanzi a me con l'ali aperte la bella image che nel dolce frui liete facevan l'anime conserte; parea ciascuna rubinetto in cui raggio di sole ardesse sì acceso, che ne' miei occhi rifrangesse lui. E quel che mi convien ritrar testeso, non portò voce mai, né scrisse incostro, né f ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8655 - Tipo: p

Tacque ciò detto, e su l'enfiate labbia Gorgogliava un suon muto di vendetta, Un fremer sordo d'intestina rabbia. E le affollate intorno ombre, "vendetta" Gridar, "vendetta", e la commossa riva Inorridita replicò "vendetta". I torbid'occhi il crino a lui copriva; Fascio parea di vepri o ...
Scritto nel 1801
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8739 - Tipo: p

Gli occhi di ch'io parlai sí caldamente, et le braccia et le mani et i piedi e 'l viso, che m'avean sí da me stesso diviso, et fatto singular da l'altra gente; le crespe chiome d'òr puro lucente e 'l lampeggiar de l'angelico riso, che solean fare in terra un paradiso, poca polvere son, c ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8561 - Tipo: p

Chi poria mai pur con parole sciolte dicer del sangue e de le piaghe a pieno ch'i' ora vidi, per narrar più volte? Ogne lingua per certo verria meno per lo nostro sermone e per la mente c'hanno a tanto comprender poco seno. S'el s'aunasse ancor tutta la gente che già, in su la fortunata ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8597 - Tipo: p

Viens-tu du ciel profond ou sors-tu de l'abîme, O Beauté ? ton regard, infernal et divin, Verse confusément le bienfait et le crime, Et l'on peut pour cela te comparer au vin. Tu contiens dans ton oeil le couchant et l'aurore; Tu répands des parfums comme un soir orageux; Tes baisers sont ...
Scritto nel 1845
On line da: venerdì 15 luglio 2011
Stato: 1 Cod: 8704 - Tipo: p

Qual su le Cinzie cime Alta sovrasta a le minori Oreadi Col volto, e col sublime D'auree frecce sonante omero Delia, E appar movendo per la sacra riva Veracemente Diva; Tal prima a gli occhi miei Non ancor dotti d'amorose lagrime Appariva costei, Vincendo di splendor l'emule Vergini Per ...
Scritto nel 1802
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8727 - Tipo: p

Ne la stagion che 'l ciel rapido inchina verso occidente, et che 'l dí nostro vola a gente che di là forse l'aspetta, veggendosi in lontan paese sola, la stancha vecchiarella pellegrina raddoppia i passi, et piú et piú s'affretta; et poi cosí soletta al fin di sua giornata talora è cons ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8545 - Tipo: p

«Osanna, sanctus Deus sabaòth, superillustrans claritate tua felices ignes horum malacòth!». Così, volgendosi a la nota sua, fu viso a me cantare essa sustanza, sopra la qual doppio lume s'addua; ed essa e l'altre mossero a sua danza, e quasi velocissime faville mi si velar di sùbita di ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8643 - Tipo: p

Mon coeur est maintenant ouverte comme une porte. Il vous attend, ma Bien-Aimée: y viendrez-vous? Que vous veniez aujourd'hui ou demain, peu m'importe! Le jour, lointain ou proche, en sera-t-il moins doux? Ce n'est point un vain mal que celui de l'attente! Il conserve nouveau le plus ancien ...
Scritto nel 1909
On line da: sabato 9 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8684 - Tipo: p

Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e aspra e forte che nel pensier rinova la paura! Tant'è amara che poco è più morte; ma per trattar del ben ch'i' vi trovai, d ...
Scritto nel 1313
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8570 - Tipo: p

Benigna volontade in che si liqua sempre l'amor che drittamente spira, come cupidità fa ne la iniqua, silenzio puose a quella dolce lira, e fece quietar le sante corde che la destra del cielo allenta e tira. Come saranno a' giusti preghi sorde quelle sustanze che, per darmi voglia ch'io ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8651 - Tipo: p

Io era già da quell' ombre partito, e seguitava l'orme del mio duca, quando di retro a me, drizzando 'l dito, una gridò: «Ve' che non par che luca lo raggio da sinistra a quel di sotto, e come vivo par che si conduca!». Li occhi rivolsi al suon di questo motto, e vidile guardar per marav ...
Scritto nel 1315
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8608 - Tipo: p

Chi viaggia molto, ha questo vantaggio dagli altri, che i soggetti delle sue rimembranze presto divengono remoti; di maniera che esse acquistano in breve quel vago e quel poetico, che negli altri non è dato loro se non dal tempo. Chi non ha viaggiato punto, ha questo svantaggio, che tutte le sue ri ...
Scritto nel 1832
On line da: martedì 16 ottobre 2007
Stato: 1 Cod: 8531 - Tipo: m

Dans l'herbe noire Les Kobolds vont. Le vent profond Pleure, on veut croire. Quoi donc se sent? L'avoine siffle. Un buisson gifle L'oeil au passant. Plutôt des bouges Que des maisons. Quels horizons De forges rouges! On sent donc quoi? Des gares tonnent, Les yeux s ...
Scritto nel 1872
On line da: sabato 9 aprile 2011
Stato: 1 Cod: 8703 - Tipo: p

Settembre, chiare fresche e dolci l'acque ove il tuo delicato viso miri; e dolce m'è nella memoria il mio natale Aterno in letto d'erbe lente, e l'Amaseno quando muor domato presso l'Appia col fratel suo l'Uffente, e la Cyane ascosa tra i papíri, e la Vella sì cara alla vitalba. E pien d ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8714 - Tipo: p

La tribu prophétique aux prunelles ardentes Hier s'est mise en route, emportant ses petits Sur son dos, ou livrant à leurs fiers appétits Le trésor toujours prêt des mamelles pendantes. Les hommes vont à pied sous leurs armes luisantes Le long des chariots où les leurs sont blottis, Promen ...
Scritto nel 1859
On line da: lunedì 11 ottobre 2010
Stato: 1 Cod: 8693 - Tipo: p

Sì, che tu sei terribile! Sì, che in quei lini ascoso, In braccio a quella Vergine, Sovra quel sen pietoso, Come da sopra i turbini Regni, o Fanciul severo! È fato il tuo pensiero, È legge il tuo vagir. Vedi le nostre lagrime, Intendi i nostri gridi, Il voler nostro interroghi, E a tuo v ...
Scritto nel 1835
On line da: domenica 10 novembre 2013
Stato: 1 Cod: 8753 - Tipo: p

Padre del ciel, dopo i perduti giorni, dopo le notti vaneggiando spese, con quel fero desio ch'al cor s'accese, mirando gli atti per mio mal sì adorni, piacciati omai col tuo lume ch'io torni ad altra vita et a più belle imprese, sì ch'avendo le reti indarno tese, il mio duro adversario se ...
Scritto nel 13??
On line da: sabato 3 novembre 2007
Stato: 1 Cod: 8548 - Tipo: p

«Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile e alta più che creatura, termine fisso d'etterno consiglio, tu se' colei che l'umana natura nobilitasti sì, che 'l suo fattore non disdegnò di farsi sua fattura. Nel ventre tuo si raccese l'amore, per lo cui caldo ne l'etterna pace così è ger ...
Scritto nel 1316
On line da: lunedì 15 febbraio 2010
Stato: 1 Cod: 8669 - Tipo: p

L'Alpe di Mommio un pallido velame d'ulivi effonde al cielo di giacinto, come un colle dell'isola di Same o di Zacinto. Il Monte Magno di più cupo argento fascia la sua piramide; il Matanna è porpora e viola come il lento fior della canna. O canneti lungh'essi i fiumicelli di Camaiore, ...
Scritto nel 1903
On line da: martedì 19 marzo 2013
Stato: 1 Cod: 8719 - Tipo: p

 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...