il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 29 novembre:

 
 

Oggi Nacque: Carlo Levi

 & nome_1_db_1(i) &

427
Carlo Levi
29 novembre 1902
Torino - Italia
Fu un sabato di 118 anni fa

Scomparve il
04 gennaio 1975
Roma - Italia
Fu un sabato di 45 anni fa
Aveva 73 anni

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Pittore e scrittore.
Nel 1924 si laureò in medicina, e nello stesso anno espose, alla biennale di Venezia, per la prima volta i suoi dipinti. Fu amico di Piero Gobetti e già dal 1935 iniziò una fattiva collaborazione nei gruppi di resistenza antifascista di Torino. Fu proprio la militanza a tali gruppi che lo portò all'esilio in un piccolo paese della Basilicata, Aliano. Fu ad Aliano che Levi scrisse la prima e più famosa delle sue opere letterarie Cristo si è fermato ad Eboli. Carlo Levi morì nel 1975 a Roma, ma fu sepolto nel paese Lucano dove visse l'esilio fascista.

 

Oggi Scomparve: Luigi Capuana, Giacomo Puccini, Mario Monicelli, George Harrison

 & nome_1_db_1(i) &

336
Luigi Capuana
29 novembre 1915
Catania - Italia
Fu un lunedì di 105 anni fa
Aveva 76 anni

Nacque il
28 maggio 1839
Mineo, Catania - Italia
Fu un martedì di 181 anni fa

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Scrittore, critico letterario e teatrale.
Primogenito di Gaetano Capuana e Dorotea Ragusa, nacque all'interno di un'agiata famiglia di proprietari terrieri. Dopo aver frequentato le scuole elementari a Mineo, all'età di dodici anni fu iscritto al Reale Collegio di Bronte, uno dei più prestigiosi collegi della Sicilia che dovette però lasciare, per motivi di salute, dopo soli due anni, proseguendo gli studi da autodidatta. Fu di questo periodo l'inizio del suo interesse per la lettura. Nel 1857, per volere della famiglia, si iscrisse alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Catania, ma nel 1860 abbandonò gli studi per andare a combattere al fianco di Giuseppe Garibaldi. Nel 1864 si stabilì a Firenze e lavorò come critico teatrale per il quotidiano "La Nazione". Nel 1866 pubblicò sul quotidiano fiorentino la sua prima novella intitolata "Il dottor Cymbalus" ispirata ad un racconto di Alexandre Dumas (figlio). Nel 1868 tornò in Sicilia e divenne ispettore scolastico, poi consigliere comunale ed infine sindaco di Mineo. Nel 1875, su consiglio dell'amico Giovanni Verga, si trasferì a Milano dove collaborò come critico letterario e teatrale per il "Corriere della Sera". Dal 1880 visse in prevalenza tra Roma e Catania dove tornò definitivamente nel 1902, chiamato dalla locale università per insegnare lessicografia e stilistica. Come Giovanni Verga, il Capuana usò la terra di Sicilia come sfondo per quasi tutti i suoi romanzi e le sue novelle. La sua opera narrativa fu molto ricca: il romanzo "Giacinta" fu considerato il manifesto del verismo italiano. Nel 1901 fu pubblicato il suo più famoso romanzo "Il marchese di Roccaverdina" al quale lo scrittore aveva dedicato vent'anni di fatiche: è la storia di un proprietario terriero innamorato di una contadina alla quale fa sposare un suo fattore con la promessa che il matrimonio non sarebbe stato consumato, ma il sospetto che la promessa non fosse stata mantenuta, lo spinse ad assassinare il fattore. Pubblicò anche numerose raccolte di novelle tra cui particolarmente riuscite "Le appassionate" (1893) e "Le paesane" (1894). Morì il 29 novembre 1915 poco dopo l'entrata in guerra dell'Italia.

 & nome_1_db_1(i) &

98
Giacomo Puccini
Giacomo Antonio Domenico Michele Secondo Maria Puccini
29 novembre 1924
Bruxelles - Belgio
Fu un sabato di 96 anni fa
Aveva 66 anni

Nacque il
22 dicembre 1858
Lucca - Italia
Fu un mercoledì di 162 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Compositore (musica lirica e da camera).
I componenti della famiglia Puccini erano, da 5 generazioni, maestri di cappella (direttori di coro e d'orchestra) del Duomo San Martino di Lucca. A soli 5 anni, il piccolo Giacomo rimase orfano di padre e così andò a studiare dallo zio materno Fortunato Magi e divenne organista (dato che il comune gli aveva tenuto il posto in onore del padre). Poi, grazie alla passione per le opere liriche ed ad una borsa di studio, andò a studiare al conservatorio di Milano (fu allievo di Amilcare Ponchielli e Antonio Bazzini) ove si diplomò nel 1883. Fu in quell'anno che compose la sua prima opera 'Le Villi', su libretto di Ferdinando Fontana, per partecipare ad un concorso che non vinse ma gli permise di essere notato dall'editore Giulio Ricordi che l'anno successivo lo mandò in scena. Il vero successo nazionale arrivò con 'Manon Lescaut', libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, (la prima fu al Teatro Regio di Torino l'1 febbraio 1893). Seguirono altri successi: 'La Boheme' del 1896, 'Tosca' del 1900, 'Madama Butterfly' del 1904, 'La fanciulla del West' del 1910, 'La rondine' del 1917, 'Il trittico' del 1918, ed infine 'Turandot', incompiuta e completata (ultimi 2 atti) da Franco Alfano nel 1926. Il giorno della prima della 'Turandot', al Teatro alla Scala di Milano, il 25 aprile 1926, però, il maestro Arturo Toscanini interruppe l'esecuzione esattamente dove Giacomo Puccini era arrivato, saltando quindi gli ultimi 2 atti; nel 2001, Luciano Berio, riscrisse il finale basandosi sugli abbozzi originali di Puccini.

 & nome_1_db_1(i) &

312
Mario Monicelli
29 novembre 2010
Roma - Italia
Fu un lunedì di 10 anni fa
Aveva 95 anni

Nacque il
15 maggio 1915
Viareggio, Lucca - Italia
Fu un sabato di 105 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Regista, sceneggatore.
Figlio d'arte, dato che suo papà Tommaso fu critico teatrale e giornalista. Dopo la laurea in filosofia, iniziò a fare il critico cinematografico, e, grazie all'amico Giacomo Forzano iniziò a frequentare alcuni studios cinematografici. Nacque e crebbe così la sua passione per la regia e la sceneggiatura che favorì il suo debutto ufficiale da regista nel 1949 in coppia con Steno (Stefano Vanzina), con "Totò cerca casa". In realtà il suo primo lavoro risale al 1934 con il cortometraggio "Cuore rivelatore", seguito da un mediometraggio muto "I ragazzi della via Paal", che gareggiò e fu premiato a Venezia. I successi ed i premi di Mario Monicelli non si contano. Ricordiamo alcuni tra i lavori più rappresentativi della sua carriera: "Guardie e ladri" (1951), "I soliti ignoti" (1958), "La grande guerra" (1959), "I compagni" (1963), "L'armata Brancaleone" (1965), "Amici miei" (1975), "Un borghese piccolo piccolo" (1977), "Il Marchese del Grillo" (1981), "Speriamo che sia femmina" (1985), "Parenti serpenti" (1992), "Cari fottutissimi amici" (1994). Mario Monicelli prestò la sua opera anche come regista teatrale, commediografo, regista televisivo ed, occasionalmente, attore.
Vinse molti premi come il "Leone d'oro alla carriera" nel 1991, molti "David di Donatello" (l'ultimo dei quali nel 2005), diversi "Nastri d'Argento", una nomination all'"Oscar" e molti altri. Non mancarono nemmeno le onoreficenze come (giusto per citarne l'ultimo) la "Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte" insiglito a Roma il 25 febbraio 2000.
Morì suicida, all'età di 95 anni, lanciandosi da un balcone del quinto piano della clinica (Ospedale San Giovanni reparto urologia) in cui era ricoverato a causa di un tumore alla prostata in fase terminale che lo aveva ormai irrimediabilmente debilitato.

 & nome_1_db_1(i) &

143
George Harrison
29 novembre 2001
Los Angeles - Stati uniti d'America
Fu un giovedì di 19 anni fa
Aveva 58 anni

Nacque il
25 febbraio 1943
Liverpool - Inghilterra
Fu un giovedì di 77 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.thebeatles.com/

 

Ricerca Avanzata

Musicista, Cantante, Autore
Iniziò giovanissimo a suaonare la chitarra, e nel 1957 impressionò per la sua bravura Paul McCartney che lo volle con lui e John Lennon nel loro gruppo, i Quarry Men, che diventarono successivamente i Beatles. Nel 1970 i Beatles si separarono, ma George continuò la sua passione per la musica producendo moltissimi successi e collaborando con importanti personaggii della musica internazionale. Nel 1999 fu accoltellato da Michael Abram, uno squilibrato ex tossico, ma fortunatamente, riuscì a salvarsi. Scomparve prematuramente il 29 novembre 2001 a causa di un tumore.

 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...