il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 26 marzo:

 
 

Oggi Nacque: Palmiro Togliatti

 & nome_1_db_1(i) &

384
Palmiro Togliatti
Ercole Ercoli
26 marzo 1893
Genova - Italia
Fu un domenica di 127 anni fa

Scomparve il
21 agosto 1964
Jalta, Ucraina - Russia
Fu un venerdì di 56 anni fa
Aveva 71 anni

(A cura di Laura Fleres)
http://www.palmirotogliatti.it/

 

Ricerca Avanzata

Uomo politico
Studente a Torino con Antonio Gramsci, fu tra i fondatori della rivista "Ordine Nuovo" attorno alla quale si formò una delle fazioni socialiste che diede origine al Partito Comunista d'Italia nel 1921. Togliatti entrò nell'esecutivo del partito nel 1926 nel Congresso di Lione. Scrisse opere di carattere propagandistico con lo pseudonimo di Ercole Ercoli fino al 1926 quando, per sfuggire alle persecuzioni del regime fascista, fuggì all'estero. Trasferitosi a Mosca come rappresentante dell'Internazionale comunista e succeduto ad Antonio Gramsci come segretario del Partito Comunista, diventò uno dei più stretti collaboratori di Stalin. Tra il 1937 e il 1939 partecipò alla guerra civile spagnola. Rientrò in Italia nel 1944. Fu ministro nel secondo governo Badoglio e nel primo governo Bonomi, vicepresidente del secondo governo Bonomi, ministro della giustizia nel primo governo De Gasperi e leader indiscusso del Partito Comunista Italiano. Cercò di impostare la politica italiana sotto il segno della collaborazione tra i partiti antifascisti. Ma già nel 1947 si trovò confinato all'opposizione dove il partito comunista fu relegato dalle elezioni del 1948. Nel 1970 furono pubblicate le sue "Lezioni sul fascismo". Ci ha lasciato una vasta produzione giornalistica e qualche studio importante, tra cui: "Gramsci" (1949) e "L'opera di De Gasperi - Rapporto tra Stato e Chiesa" del 1958. Morì nel 1964 durante una breve vacanza in Ucraina a causa di una emoraggia cerebrale.

 

Oggi Scomparve: Ludwig van Beethoven, Erminio Macario

 & nome_1_db_1(i) &

92
Ludwig van Beethoven
26 marzo 1827
Vienna - Austria
Fu un lunedì di 193 anni fa
Aveva 57 anni

Nacque il
16 dicembre 1770
Bonn - Germania
Fu un domenica di 250 anni fa

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Pianista e compositore.
Crebbe in una famiglia dove era molto forte l'autorità del padre Joahnn, tenore nel coro della corte, il quale voleva che Ludwig diventasse un bambino prodigio; effettivamente il piccolo Beethoven iniziò molto presto a manifestare le sue doti musicali e, a soli sette anni, diede il suo primo concerto per pianoforte. A causa dei problemi di alcolismo del padre, dovette, però, prendersi presto cura del mantenimento della famiglia così nel 1784, a soli quattordici anni, trovò lavoro come organista presso l'arcivescovo di Bonn, Maximilian Granz. Beethoven ricevette molti riconoscimenti e, grazie all'interessamento dell'arcivescovo di Bonn che seppe apprezzare le sue capacità, nel 1792 si recò a studiare a Vienna dove fu allievo di Franz Joseph Haydn. In questo periodo fu notevolmente ammirato dal pubblico viennese e riuscì, con la sua attività musicale, a raggiungere una discreta autonomia finanziaria; fu uno dei primi artisti che riuscirono a vivere decorosamente del proprio lavoro senza dover prestare servizio presso una corte. Purtroppo, verso la fine del Settecento, cominciò ad accusare una diminuzione dell'udito. Nei primi anni dell'Ottocento scrisse le sue opere più famose e divenne compositore di fama internazionale. Nel 1805 scrisse la "Terza Sinfonia Eroica", dedicata a Napoleone, che fu uno dei suoi capolavori. Nel 1812 completò l'"Ottava Sinfonia". Con l'aggravarsi della sordità iniziò, però, ad isolarsi e le sue apparizioni in pubblico divennero sempre più rare, l'ultima risalì al 1814 quando eseguì l'"Opus 97", un trio per pianoforte, violino e violoncello. Nel 1815, dopo la morte del fratello maggiore, divenne tutore del nipote di nove anni di cui, in seguito, ottenne l'affidamento. Dal 1818, diventato ormai completamente sordo, comunicò con i suoi interlocutori attraverso i quattrocento "quaderni di conversazione" che, per volere dell'artista furono quasi tutti distrutti anche se 137 riuscirono ad essere salvati. Scrisse ancora una delle sue più importanti opere, la "Missa Solennis" con la quale espresse la sua fede in Dio. Nel 1824 completò la "Nona Sinfonia". Morì nel 1827 a causa di un'infezione polmonare. Ai suoi funerali parteciparono migliaia di persone, in questo modo Vienna volle dimostrare di non aver abbandonato l'artista come invece avvenne per Wolfgang Amadeus Mozart.

 & nome_1_db_1(i) &

333
Erminio Macario
26 marzo 1980
Torino - Italia
Fu un mercoledì di 40 anni fa
Aveva 78 anni

Nacque il
27 maggio 1902
Torino - Italia
Fu un martedì di 118 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Attore.
Iniziò giovanissimo in teatro facendo il mimo, poi iniziò con la rivista finché, nel 1930 non fondò una sua compagnia. Nel 1937, fece duo con Wanda Osiris e, coadiuvati da uno stuolo di belle ballerine ebbero un grandissimo successo di pubblico. Negli anni 40 iniziò a recitare anche nel cinema ed ottenne grandi successi specie lavorando al fianco di Totò. Fece molte apparizioni anche in TV, ma rimase sempre legatissimo al mondo del teatro e della rivista fino alla fine dei suoi giorni.

 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...