il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Notte!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 27 agosto:

 
 

Oggi Nacque: Hegel

 & nome_1_db_1(i) &

37
Hegel
Georg Wilhelm Friedrich Hegel
27 agosto 1770
Stoccarda - Germania
Fu un lunedì di 250 anni fa

Scomparve il
14 novembre 1831
Berlino - Germania
Fu un lunedì di 189 anni fa
Aveva 61 anni

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Filosofo.
Fu uno dei massimi filosofi di tutti i tempi. Dopo gli studi di filosofia e teologia, iniziò a fare il precettore (preferì non intraprendere la carriera ecclesiastica) ed a scrivere i primi testi filosofici. Andò qualche anno a Berna, poi, nel 1801, andò a Jena, ove conseguì, nel giorno del suo compleanno, l'abilitazione ad insegnare ed ebbe la cattedra (nel 1806, il 13 ottobre, Napoleone Bonaparte entrò a Jena, dopo la rivoluzione francese, ed Hegel ne fu entusiasta), nel 1808 divenne direttore e professore al Ginnasio di Norimberga, nel 1816 fu professore a Heidelberg e, nel 1818, fu infine chiamato a Berlino a tenere una vera e propria cattedra di filosofia hegeliana. Nel 1829 fu nominato rettore dell'università di Berlino. Il periodo trascorso a Berlino fu il più rigoglioso per la sua carriera e la sua fama. Hegel, nella sua vita (conclusasi prematuramente a causa di una epidemia di colera), scrisse molti testi di filosofia tra cui ricordiamo: 'Fenomenologia dello spirito' del 1807, 'Scienza della logica' del 1816, 'Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio' del 1817, Filosofia del diritto del 1821. Moltissimi anche gli encomi ed i premi compresi quelli postumi.

 

Oggi Scomparve: Cesare Pavese, Stevie Ray Vaughan

 & nome_1_db_1(i) &

513
Cesare Pavese
27 agosto 1950
Torino - Italia
Fu un domenica di 70 anni fa
Aveva 42 anni

Nacque il
09 settembre 1908
Santo Stefano Belbo, Cuneo - Italia
Fu un mercoledì di 112 anni fa

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Poeta - scrittore
Nacque in una famiglia piccolo borghese e a sei anni rimase orfano di padre. La famiglia si trasferì a Torino, ma il piccolo Pavese trascorse tutte le estati della sua fanciullezza nella casa natale, sulle colline delle Langhe. Nel 1923 entrò al Liceo "D'Azeglio" di Torino, quindi si iscrisse alla Facoltà di Lettere. Negli anni universitari si delineò con chiarezza la sua complessa ed introversa personalità. Nel 1930 iniziò l'attività di traduttore che continuerà fino al 1947. La frequentazione di intellettuali antifascisti gli costò, nel 1935, l'arresto e la condanna al confino politico a Brancaleone Calabro, dove trascorse un anno afflitto da profonde crisi di depressione. In questo periodo iniziò a scrivere il diario che poi intitolò "Il mestiere di vivere". Nel 1936, tornato in libertà, pubblicò il volume di poesie" Lavorare stanca". In seguito scrisse due romanzi brevi "La bella estate e "La spiaggia". Durante la seconda guerra mondiale si rifugiò in campagna dalla sorella e trascorse diversi periodi nascosto nel convento di Crea. Dopo la liberazione si iscrisse al Partito Comunista, scrisse il romanzo politico "Il compagno"e si dedicò alla stesura de "La casa in collina". Nel 1950 fu pubblicato il romanzo della maturità "La luna e i falò". In questo periodo ebbe la più drammatica delusione della sua vita: la storia d'amore con l'attrice americana Constance Dowling. Mentre la sua attività di scrittore raggiungeva il successo, la sua vita sembrava non avere più senso: si uccise in una camera d'albergo a Torino una domenica d'agosto.

 & nome_1_db_1(i) &

619
Stevie Ray Vaughan
Stephen Ray Vaughan
27 agosto 1990
East Troy, Wisconsin - U.S.A.
Fu un lunedì di 30 anni fa
Aveva 36 anni

Nacque il
03 ottobre 1954
Dallas, Texas - U.S.A.
Fu un domenica di 66 anni fa

(A cura di Riccardo Zucaro)

 

Ricerca Avanzata

Chitarrista
Nacque da Jim e Martha Vaughan a Dallas, trasferendosi poco dopo a Austin, sempre in Texsas. Proprio come il fratello Jimmie, di tre anni più grande, conosciutissimo chitarrista blues, iniziò a suonare la chitarra. Nel 1971 abbandonò la scuola per potersi dedicare a tempo pieno alla musica. Cominciò a farsi le ossa con alcune band. La prima aveva il nome di Cast Of Thousand, che lascerà dopo due anni per i Nightcrawlers. Con questi ultimi incise un demo. Nel 1975 entrò a far parte dei Paul Ray & Cobras con i quali registrò l'album "Texas Clover". Due anni dopo la band si sciolse e Stevie si unì con i Triple Threat Revue, i quali cambieranno nome in Double Trouble, riferendosi alla canzone omonima di Otis Rush; di questa band Stevie diventò il leader. Nella band sono presenti Chris Layton alla batteria, Jackie NewHouse al basso e la cantante Lou Ann Barton. Nel 1979 si sposò con Leonora Baily, detta Lenny, dalla quale divorziò nove anni dopo. Lou Ann lasciò la band nel 1980 e l'anno dopo fu la volta di Jackie; quest'ultimo fu sostituito da Tommy Shannon. La formazione rimase così definitiva e cavalcò il successo per un decennio. Mick Jagger e il produttore discografico Jerry Wexler scrutarono Stevie Ray Vaughan e i Double Trouble facendoli così partecipare al Montreux Jazz Festival; nonostante il pubblico avesse reagito male, David Bowie sembrò pensarla diversamente, tanto da ingaggiare Stevie nella registrazione di "Let's Dance" del 1983 e il successivo tour mondiale. Ma Stevie non partecipò al tour e tornò dai Double Trouble. Nello stesso anno, Stevie e i Double Trouble debuttarono con il loro primo album, "Texas Flood". L'album venne registrato in tre giorni grazie al contributo di Jackson Browne che mise a disposizione i propri studi di registrazione alla band. Quest'album ottenne un successo impensabile e "Pride and Joy" entrò nella classifica tra venti brani più venduti. L'album dell'anno successivo, "Couldn't Stand the Weather" consacrò Stevie e I Double Trouble sulla scena mondiale; all'interno di questo album vi è contenuta una cover di "Voodoo Child" di Jimi Hendrix. Questo lavoro verrà apprezzato in tutto il mondo grazie anche a sonorità più rock e meno grezze rispetto ai precedenti. Nello stesso anno, Stevie e i Double Trouble vinsero il Grammy Award. Il seguente tour toccò l'Europa centrale e il Giappone; nel luglio dello stesso anno, Stevie approdò in Italia all'Umbria Jazz Festival per la prima volta. Continuò la sua carriera con collaborazioni diverse, fino a doversi assentare dalle scene per circa due mesi per disintossicarsi da alcool e droga, che avevano ridotto il suo fisico in pessime condizioni. Ripresosi, tornò alla ribalta con un album live e un tour affiancato da Jeff Beck, tenutosi tra il 1987 e il 1988, toccando anche tappe italiane. Nel 1989 uscì con un nuovo album, "In Step", con il quale vinse un Grammy Award come miglior album blues contemporaneo e più di un milione di dischi venduti. Nel 1990 iniziò una collaborazione con il fratello Jimmie per un disco di Bob Dylan, "Under The Red Sky", e per un progetto tra fratelli, "Family Style". Lasciò la chitarra elettrica per un'acustica dodici corde in occasione dell'MTV Unplugged, dove propose un riarrangiamento di "Testify", acclamato dal pubblico e riproposto più volte nel corso della serata, tanto da dover interrompere gli altri brani. Ma tornò alla chitarra elettrica in un tour con Joe Cocker. Il 27 agosto 1990 prese parte all'Alpine Valley Music Theater, in Wisconsin, insieme a Eric Clapton, Robert Cray, Buddy Guy e il fratello Jimmie Vaughan. Terminato l'evento, Stevie salì su un elicottero, che precipitò probabilmente a causa della fitta nebbia. Pubblicati postumi furono alcuni album come "The Sky Is Crying", 1990, "In Session", nel 1999 registrata con Albert King del 1983. Fu sepolto a Dallas, dove il sindaco proclamò il 3 ottobre, data di nascita di Stevie, come Stevie Ray Vaughan Day. La Fender, che iniziò una produzione poco prima della morte di Stevie, mise in commercio la "Number One", con caratteristiche simili alla originale del 1959, la chitarra preferita da Stevie, con dei pick up "Texas Special" messi a punto per l'occasione. Kevin Russel, Pat Travers, Jon Butcher e Steve Huner incisero, nel 1993, un album riproponendo alcuni classici brani di Stevie. L'album ha il titolo "Hats Off To Stevie Ray". L'anno dopo fu scolpita una statua a Austin per commemorare Stevie. Nel 1996 un altro tributo al meraviglioso chitarrista, al quale presero parte B.B. King, Eric Clapton, Buddy Guy e Bonnie Rait; nello stesso anno, "Crossfire: A Salute to Stevie Ray" con Steve Morse e tanti altri uscì come nuovo omaggio al chitarrista. La Fender mise in commercio, in versione limitata, la "Number One", in versione vissuta; seguentemente, uscì una serie di chitarre, anch'esse in versione limitata, chiamate Lenny, in onore della mog

 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...