il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 26 maggio:

 
 

Oggi Nacque: Mike Bongiorno, Gatto Panceri, Lenny Kravitz

 & nome_1_db_1(i) &

330
Mike Bongiorno
Michael Nicholas Salvatore Bongiorno
26 maggio 1924
New York - Stati uniti d'America
Fu un lunedì di 95 anni fa

Scomparve il
08 settembre 2009
Monte Carlo - Francia
Fu un martedì di 10 anni fa
Aveva 85 anni

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Presentatore, show men.
Naque negli Stati Uniti d'America da padre italo americano e madre torinese (il nonno paterno emigrò da Campofelice di Fitalia, frazione di Mezzojuso, Palermo). Giovanissimo si trasferì in Italia dove frequentò il ginnasio a Torino. Durante la guerra si unì ai partigiani venendo in seguito arrestato dai nazisti e trasferito in vari campi di concentramento e, prima della fine della guerra, fu liberato grazie ad uno scambio di prigionieri tra americani e tedeschi. Finita la guerra tornò negli Stati Uniti dove iniziò la sua carriera alla radio, poi, nel 1953 tornò definitivamente in Italia per condurre alcuni programmi TV sperimentali. Fu Mike a condurre la prima trasmissione ufficiale della TV pubblica (la RAI) "Arrivi e partenze", anche se il suo collega Corrado Mantoni era da più tempo in RAI. Il grande successo arrivò nel 1955 con "Lascia o raddoppia" (dal quiz americano "The $64,000 Question"). Da allora, innumerevoli i suoi successi (ricordiamo per es. il quiz "Rischiatutto" del 1970 e "Flash" del 1980), le sue apparizioni (anche in molti spot pubblicitari) e conduzioni (tra cui moltissimi Festival di Sanremo, il primo dei quali nel 1966). Dal 1979 iniziò a lavorare per le TV private e nel 1982 lasciò definitivamente la RAI per passare all'odierno gruppo Mediaset di cui è grande azionario. Mike Bongiorno ebbe anche piccole esperienze cinematografiche (come "Ragazze d'oggi" del1955 e "Venti" del 1999 giusto per citare la prima e l'ultima) Moltissimi anche i riconoscimenti ed i premi come la laurea specialistica honoris causa in televisione, cinema e produzione multimediale presso lo IULM di Milano conseguita nel 2007.
Scomparve improvvisamente per un infarto mentre si trovava in vacanza a Monte Carlo l'8 settembre 2009, aveva 85 anni.

 & nome_1_db_1(i) &

329
Gatto Panceri
Luigi Giovanni Maria Panceri
26 maggio 1962
Monza - Italia
Fu un sabato di 57 anni fa

(A cura di Riccardo Zucaro)
http://www.gattopanceri.net/

 

Ricerca Avanzata

Cantante.
Gatto Panceri è un cantautore italiano. Il nome Gatto gli fu attribuito dai compagni di scuola a causa della sua straordinaria vivacità. Alla tenera età di 14 anni si iscrisse al Conservatorio di Milano dove si diplomò in chitarra classica del 1985. Da sempre scrisse numerose canzoni per altri artisti, iniziando con quella per Mina Mazzini "Canterò per te", seguendo con Andrea Bocelli e Giorgia con "Vivo per lei", e tanti altri. Debuttò da giovanissimo al Festival di Sanremo nel 1986 con lo pseudonimo di Gigi e con la canzone "Scherzi della vita". Nel 1990 ottenne il suo primo vero contratto discografico e nel 1991 pubblicò il suo primo lavoro, "Cavoli amari", che lo fece conoscere nel mondo della musica come cantautore. Durante l'estate dello stesso anno partecipò al Festivalbar con il brano "Aiuto". Il suo secondo album uscì nel 1992, dal titolo "Gatto Panceri", con il quale otterrà il successo vero e proprio partecipando nuovamente al Festival della canzone italiana con il pezzo "L'amore va oltre". Grazie a questo album vendette cinquantamila copie. Con questo strepitoso successo ebbe l'occasione di conoscere Mogol (Giulio Rapetti) che lo aiutò nella conquista del mercato estero della musica. Il terzo album uscì nel 1995 dal titolo "Impronte digitali", pubblicando quattro pezzi inediti e altri remix dei suoi passati successi. Nel 1997 venne invitato in Inghilterra per rappresentare l'Italia in uno stage che ha il compito di riunire tutti i migliori musicisti d'Europa. Con il quarto album "Stellina" iniziò il periodo delle grandi tourné all'estero, particolarmente in Canada e in Svizzera. Il suo successo continuò con l'album "Vibrazioni" del 2001, poi nel 2003 firmando la canzone proposta da Fausto Leali "Eri tu". Ulteriori concerti all'estero li tenne a Tokio nel 2005. Nel maggio 2006 uscì la sua ultima fatica, "Passaporto", con la bellissima canzone "E solo musica".

 & nome_1_db_1(i) &

328
Lenny Kravitz
Leonard Albert Kravitz
26 maggio 1964
New York - Stati Uniti d'America
Fu un martedì di 55 anni fa

(A cura di Riccardo Zucaro)
http://www.lennykravitz.com/

 

Ricerca Avanzata

Cantante.
Nacque a Brooklyn, dal produttore musicale e cinematografico Sy Kravitz e dalla famosa attrice Roxie Roker, che fece parte del cast de "I Jefferson". Nel 1974 si trasferì a Los Angeles insieme alla madre ed entrò a far parte dei California Boys Choir. Venne anche scelto per una pubblicità di Burger King che lo inquadrava mangiare un panino. Intanto imparò a suonare vari strumenti, tra cui la chitarra elettrica ed esplorò molti generi musicali come blues, funk, gospel, reggae, musica classica e rock. Alla Beverly High School di Los Angeles scoprì un artista che cambiò il suo modo di vedere la musica: Prince. Facendosi chiamare Romeo Blue, nome tratto proprio dal film "Purple Rain" che racconta la vita di Prince, cercò di fare carriera, ma senza successo. Dopo aver conseguito il diploma, chiese i soldi al padre per produrre un album. Così, dopo aver conosciuto Liza Bonet nel 1987 e dopo la nascita della figlia Zoe, uscì nel 1989 il suo primo album "Let Love Rule". L'album di debutto fu subito un successo, data la miscela esplosiva di rock, funk e il decisivo tocco psichedelico. Così, nel 1990, Lenny iniziò il suo primo tour mondiale. Da qui in avanti la storia di Lenny Kravitz fu un crescendo. All'interno del primo album spiccarono brani come "Let Love Rule", "Rosemary" scritto con la moglie, e "I Build This Garden For Us". Il secondo album dell'artista fu "Mama Said", del 1991. Lenny lavorò a questo album in soli due mesi, dormendo poche ore a notte. Le canzoni sono una miscela tra il rock duro e crudo e la raffinatezza nel trasmettere le sue emozioni. Le tracce "It Ain't Over 'Till It's Over" e "Stand By My Woman" sono chiari riferimenti al suo matrimonio, mentre "Flowers For Zoe" è una "ninna nanna" cantata per la figlia. In questo album collaborò con Slash, ex compagno di scuola di Lenny e membro dei Guns N'Roses (ora dei Velvet Revolver) nella traccia "Always On The Run" che getta formalmente Lenny nella scena rock internazionale. Il successo di Lenny fu irrefrenabile. Il suo terzo album venne messo in vendita nel 1993 con il titolo "Are You Gonna Go My Way?", il singolo omonimo gli fece vincere un Brit Award e il video relativo alla canzone il premio come miglior artista maschile agli MTV Music Award. All'interno dell'album vi sono altre tracce interessanti: "Believe", "Is There Any Love In Your Heart"; "Sister", "Eleutheria", tutta reggae. Il suo quarto album uscì pieno di rabbia e tristezza. La madre stava male e il suo sentirsi male con lei portò all'uscita di "Circus" il 21 settembre 1995. Tra le undici tracce importanti furono l'imponente "Rock And Roll Is Dead" e il triste "Circus", che uscirono come singoli, e "Can't Get You Off My Mind". Nell'album si vede la collaborazione con Craig Ross, chitarrista fedele di Lenny Kravitz, in brani come "Thin Ice" e "Beyond The 7th Sky". La morte della madre fece uscire di scena Lenny per un po' di tempo; si rifugiò alle Bahamas, a casa del nonno, dove incontrò Liza Bonet e si tagliò i lunghi capelli. Uscì il suo quinto album, "5" del 1998. Una furia di successi uscirono da quell'album, primo tra tutti "If You Can't Say No", che mostra (nel video) una fantastica Milla Jovovich, con la quale ebbe una relazione; "Black Velveteen" e "Fly Away", ritmate e da hit, "I Belong To You", sofisticata e tranquilla, e "Thinking Of You", una splendida canzone dedicata alla madre. Nel 2001 uscì "Lenny", il suo sesto album. Si ricordano i singoli "Stillness Of Heart", "Dig In", "If I Could Fall In Love" e "Yesterday Is Gone". L'anno successivo il singolo con Jay-Z "Guns And Roses" per il film "Blueprint 2" mentre nel 2003 un importantissimo progetto chiamato "We Want Peace" per opporsi alla guerra in Iraq vide Lenny Kravitz collaborare con alcuni artisti mediorientali, riservandosi critiche pesanti. Nel 2004 fu l'anno di uscita di "Baptism" che contiene quel rock e quella psichedelia originari del primo album, con brani come "Baptism", "California", "Minister Of Rock And Roll", "Calling All Angel", "Destiny", "Uncharted Terrain", un reggae nella versione giapponese, "Lady", dedicata a Nicole Kidman, "Storm", che vide nuovamente la collaborazione di Jay-Z. Il 5 febbraio 2008 uscì "It Is Time For The Love Revolution", che vinse il disco d'oro in Italia. Il disco è notevolmente più triste rispetto al precedente, ma senza dubbio con delle qualità che per la prima volta si sentono nella musica di Lenny. I singoli "I'll Be Waiting", "Dancin' Til Dawn" e "Love Love Love" hanno scalato le classifiche. Nel 2009 Lenny festeggiò i suoi venti anni di carriera.

 
 
 
 

Oggi nello Sport - Persone: Sandro Mazzinghi campione del mondo di pugilato

 & nome_1_db_1(i) &

327
Sandro Mazzinghi campione del mondo di pugilato
26 maggio 1968
Milano - Italia
Fu un domenica di 51 anni fa

Aveva 30 anni

(A cura di: Antonino Fleres)
http://www.sandromazzinghi.com/

 

Ricerca Avanzata

Vinto mondiale di Box pesi superwelter
Sandro Mazzinghi vinse per la seconda volta il titolo mondiale di box pesi superwelter allo stadio San Siro di Milano. Vinse ai punti dopo quindici intensissime riprese contro il campione coreano Kim Soo Ki. Il 25 ottobre 1968 difese il titolo contro l'americano di colore Freddie Little che venne però squalifitcato a causa di una scorretta testata ai danni di Sandro. Però, in seguito la squalifica venne annullata ed il titolo mondiale gli venne parzialmente (lo fece la Federazione Italiana e non la WBA) tolto. Questa serie di spiacevoli episodi, contribuirono a sfiduciare il campione italiano che da lì a poco decise di ritirarsi dal mondo della box.

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...