il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 17 gennaio:

 
 

Oggi Nacque: Alfred Reginald Radcliffe-Brown, Cassius Clay, Vittoria Belvedere

 & nome_1_db_1(i) &

612
Alfred Reginald Radcliffe-Brown
17 gennaio 1881
Birmingham - Inghilterra
Fu un lunedì di 139 anni fa

Scomparve il
24 ottobre 1955
Londra - Inghilterra
Fu un lunedì di 65 anni fa
Aveva 74 anni

(A cura di Riccardo Zucaro)

 

Ricerca Avanzata

Antropologo
Inglese di nascita, il suo cognome è composto non solo da quello del padre, ma anche da quello della madre (Radcliffe). Rimase orfano di padre a soli cinque anni. Non riuscì a compiere i regolari studi, ma da autodidatta ottenne una borsa di studio e a ventuno anni riuscì ad entrare all'Università di Cambridge. Studiò filosofia e scienze naturali con il professor William Halse Rivers Rivers. Diede un'impronta naturalistica allo studio della filosofia. Compì le prime ricerche nell'arcipelago delle isole Andamane, Oceano Indiano, tra India e Indocina, con il metodo intensivo. Il primo libro, pubblicato nel 1922, lo stesso anno del primo libro di @@Bronislaw Malinowski@@, s'intotola "The Andaman Islander". Nel 1920 si spostò a Città del Capo per la prima cattedra di antropologia. Nel 1926 divenne professor a Sydney e rivestì il ruolo di dirigente dell'istituto di antropologia dell'università della città. Nel 1935 insegnò a Pechino, poi fu chiamato a Chicago e poi a Oxford nel 1937, dove rivestì il ruolo di primo vero docente di antropologia sociale. Divenne il più influente antropologo britannico dopo @@Bronislaw Malinowski@@. Introdusse il pensiero del sociologo Emile Durkheim in Inghilterra. Tra i suoi allievi spiccano i nomi di Edward Evans Pritchard, che lo affiancò a Oxford, e Mayer Fortes. Nel 1940 tenne una conferenza sullo studio dei sistemi di parentela, dividendo due metodi essenziali, quello di storia congetturale e quello di analisi strutturale. Espose la definizione di struttura sociale. L'antropologia sociale opera in favore della struttura sociale, che è "l'insieme di individui legati da relazioni sociali, implementati da diritti e doveri e caratterizzati da certe forme di comportamento". Definì così l'oggetto di studio dell'antropologia nelle relazioni sociali: evitare così lo studio delle emozioni e dei rapporti di affetto, campo più consono a uno psicologo, ma approfondire lo studio dei diritti e dei doveri all'interno di relazioni sociali.

 & nome_1_db_1(i) &

168
Cassius Clay
Cassius Marcellus Clay Jr - Muhammad Alì
17 gennaio 1942
Louisville, Kentucky - Stati Uniti d'America
Fu un sabato di 78 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.alicenter.org/

 

Ricerca Avanzata

Pugile.
Iniziò la sua carriera di pugile giovanissimo in una palestra gestita da un poliziotto, Joe Martin, allenatore di boxe per hobby. Nel 1960, alle olimpiadi di Roma conquistè la megaglia d'oro di pugilato categoria massimi leggeri. Il primo titolo mondiale arrivò il 25 febbraio 1964, vinse contro Sonny Liston, per ko alla settima ripresa. Ma il titolo gli fu tolto d'ufficio nel 1967 (venne radiato ed arrestato) dato che si rifiutò di svolgere il servizio militare in Vietnam. Cambiò il suo nome in Muhammad Ali dato che abbracciò la religione musulmana e fece sua la causa di Martin Luther King e Malcom X. In seguito, nel 1970, fu riammesso nel pugilato e, il 30 ottobre 1974 riconquistò il titolo mondiale dei massimi battendo George Foreman all'ottava ripresa. Nel 1978 perse il titolo ma lo riconquistò a settembre dello stesso anno ai danni di Leon Spinks Annunciò il ritiro, ma torno nel 1980 per poi ritirarsi definitivamente. Nel frattempo, il morbo di parkinson lo aveva attaccato.

 & nome_1_db_1(i) &

167
Vittoria Belvedere
17 gennaio 1972
Vibo Valentia - Italia
Fu un lunedì di 48 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.vittoriabelvedere.it/

 

Ricerca Avanzata

Attrice.
Milanese di adozione, iniziò a soli 13 anni a svolgere, seppur saltuariamente, la carriera di modella che in seguito divenne la sua principale attività. A 18 anni conobbe per caso Paola Petri che divenne la sua agente e la introdusse nel mondo dello spettacolo permettendole così di iniziare la carriera di attrice per la TV ed il cinema (debutto TV: nel 1991 con Piazza di Spagna di Florestano Vancini; debutto cine: nel 1994 con Ritorno a Parigi di Maurizio Rasio). Nel 2002 presentò, insieme ad Emanuela Arcuri e, naturalmente, a Pippo Baudo, il Festival di Sanremo.

 

Oggi Scomparve: Ranuccio Bianchi Bandinelli, Imperatore Teodosio I

 & nome_1_db_1(i) &

565
Ranuccio Bianchi Bandinelli
17 gennaio 1975
Roma - Italia
Fu un venerdì di 45 anni fa
Aveva 75 anni

Nacque il
19 febbraio 1900
Siena - Italia
Fu un lunedì di 120 anni fa

(A cura di Riccardo Zucaro)
http://www.bianchibandinelli.it/

 

Ricerca Avanzata

Archeologo, storico dell'arte antica, politico
Appartenente alla stessa famiglia di papa Alessandro III, dopo il diploma di maturità proseguì gli studi in archeologia presso l'Università di Roma, laureandosi nel 1923. Sposatosi l'anno successivo con Maria Garrone, ebbe due figlie, Marta e Sandra. Con la pubblicazione della tesi sulla città etrusca di Chiusi, vicino Siena, lavorò presso il Museo archeologico di Firenze, occupandosi di etruscologia e dei rapporti con l'arte classica. Nel 1929 ottenne la cattedra di insegnante di archeologia presso l'Università di Cagliari, successivamente a Pisa. Due anni dopo si spostò a Groningen, in Olanda, dove insegnò archeologia classica. Nel 1933 tornò a Pisa, occupandosi di arte classica basandosi sugli studi di Riegl e Wickhoff, entrambi storici dell'arte. Fondò nel 1935, con Carlo Ludovico Ragghianti, uomo politico e storico dell'arte, la rivista "La critica dell'arte", sulla base delle idee dello storico Benedetto Croce. Nel '38 si spostò a Firenze per insegnare archeologia; intraprese interessanti studi sull'influenza che l'arte romana ebbe da quella ellenistica, trovandone la perfetta fusione nella colonna di Traiano. Dal 1956 insegnò a Roma per dieci anni. Raccolte di scritti come "Storicità dell'arte classica" e "Organicità e astrazione" risultarono importanti per il dibattito sull'arte antica. Oltre che di archeologia si occupò di politica: la più famosa rivista da lui fondata fu "Società", dove favorì dialoghi tra intellettuali, trattando argomenti inerenti alla politica. Morì nel 1975, lasciando un importante contributo all'evoluzione dello studio dell'arte antica attraverso l'archeologia.

 & nome_1_db_1(i) &

588
Imperatore Teodosio I
Flavio Teodosio, Teodosio il Grande
17 gennaio 395
Milano - Italia
Fu un martedì di 1625 anni fa
Aveva 48 anni

Nacque il
11 gennaio 347
(Segovia) - Spagna
Fu un sabato di 1673 anni fa

(A cura di Riccardo Zucaro)

 

Ricerca Avanzata

Imperatore romano
Figlio di un generale, l'Imperatore Graziano lo nominò co-imperatore nel 379, alla morte dell'Imperatore Valente. Il suo regno durò quattordici anni. Importante azione di Teodosio I fu quella di far diventare ufficalmente il cristianesimo religione di stato. Teodosio professava il credo niceneo che si contrapponeva all'arianesimo. Nel 381 convocò il primo concilio di Costantinopoli, con lo scopo di condannare le opinioni contrastanti al credo niceneo. Proibì poi tutti i riti pagani, conservando però gli oggetti come opere artistiche. Nel 383, l'Imperatore Graziano muore prima della battaglia contro Magno Massimo, proclamato imperatore della legione della Britannia. Con mossa astuta, per turlupinare l'avversario, Teodosio I pose un trattato di amicizia con Magno Massimo e in suo onore gli fece erigere una statua ad Alessandria. Nel 387, però, Magno Massimo muove guerra minacciando Milano, dove si trovavano Valentiniano II e la madre, che cercarono rifugio da Teodosio I. Quest'ultimo mosse guerra contro Magno Massimo, sconfitto nel 388. Nel 390 il popolo dell'odierna Salonicco si ribella e Teodosio ordina di sopprimere i rivoltosi. Ambrogio, vescovo di Milano, scrisse dunque una lettera piena di sdegno all'imperatore d'Oriente, che lo costrinse a una lunga penitenza. Il potere del cristianesimo e di Ambrogio, in quel periodo, si rivelarono a volte superiori rispetto a quelli degli imperatori, con un'influenza nell'agire degli stessi, come possiamo vedere per il caso dell'altare della Vittoria, cui protagonisti furono, oltre al promotore della parola del Senato Simmaco, anche l'Imperatore Valentiniano II e Teodosio I, che impauriti dal potere che rappresentava il vescovo non osarono contraddirlo. Il cristianesimo comincia a farsi strada, soprattutto con il tardo antico, che inizia più o meno con la morte di Teodosio I. L'imperatore governò, per un breve periodo, come unico imperatore, dopo la morte dell'Imperatore Valentiniano II, e dopo aver sconfitto l'usurpatore Flavio Eugenio. Morì nel 395.

 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...