il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 3 aprile:

 
 

Oggi Nacque: Marlon Brando

 & nome_1_db_1(i) &

47
Marlon Brando
Marlon Brando Junior
03 aprile 1924
Omaha, Nebraska - Stati Uniti d'America
Fu un giovedì di 96 anni fa

Scomparve il
01 luglio 2004
Los Angeles, California - Stati uniti d'America
Fu un giovedì di 16 anni fa
Aveva 80 anni

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Attore
Di origini francesi (ma anche inglesi, irlandesi, olandesi e tedesche), di famiglia medio borghese, dopo un'infanzia un po' turbolenta, ed una mancata carriera militare (venne espulso dalla scuola militare), Marlon Brando iniziò a studiare recitazione a New York, alla scuola d'Arte drammatica e poi all'Actor Studio. Nel 1944 debuttò a teatro, a Broadway, con la commedia "Remember Mama" di John Van Druten. Seguirono alcuni anni in ascesa nel mondo teatrale, finché non esordì sul grande schermo, nel 1950, con il film "Uomini - Il mio corpo ti appartiene"" di Fred Zinneman. Nel 1951, con "Un tram che si chiama desiderio" di Elia Kazan ebbe ulteriori conferme. Da allora innumerevoli furono i successi cinematografici dell'attore che non smise mai di recitare. Ricordiamo: "Fronte del porto", del 1954, di Elia Kazan che gli valse un Oscar come migliro attore, "Selvaggio", del 1954, di Laszlo Benedek, "Il Padrino" di Francis Ford Coppola, del 1972 (altro Oscar come miglior attore protagonista), "Ultimo tango a Parigi", del 1972, di Bernardo Bertolucci, "Apocalypse Now" di Francis Ford Coppola, del 1979. Ultimo film in cui comparve fu "The Score" del 2001 di Frank Oz. Ebbe undici figli da quattro diverse mogli (una non ufficiale) e non mancarono i grandi dispiaceri, come quella del 16 maggio 1990 quando il primogenito, Christian Devi Brando, uccise il fidanzato della sorella, Tarita Cheyenne Brando, Dag Drollet. Cheyenne si suicidò il 16 aprile 1995 per il dolore della perdita dell'amato.
Nella sua carriera ebbe molti riconoscimenti e premi, tra cui otto candidature all'Oscar (di cui due vinti).
Marlon Brando ebbe un'attività sociale degna di nota, tra le più note ricordiamo quella a favore delle cause per le minoranze dei Nativi Americani.

 

Oggi Scomparve: Johannes Brahms, Battista Pininfarina

 & nome_1_db_1(i) &

301
Johannes Brahms
03 aprile 1897
Vienna - Austria
Fu un sabato di 123 anni fa
Aveva 64 anni

Nacque il
07 maggio 1833
Amburgo - Germania
Fu un martedì di 187 anni fa

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Compositore, pianista e direttore d'orchestra.
Iniziò a studiare musica con il padre che suonava nell'orchestra del Teatro civico di Amburgo, rivelando un buon talento. A sette anni iniziò lo studio del pianoforte e i buoni risultati che conseguì gli permisero di esibirsi in pubblico già nel 1843. Nel 1853, durante una tournée, conobbe il musicista Joseph Joachim grazie al quale fu introdotto nei principali circoli musicali tedeschi, così ebbe modo di conoscere Franz Liszt e strinse una profonda amicizia con Robert Schuman, il quale fu molto colpito dalle composizioni del giovane Brahms che considerò il musicista del futuro. Schuman e sua moglie Clara, famosa pianista, lo incoraggiarono nel suo lavoro di compositore e Johannes Brahms stabilì con entrambi un profondo legame. Dal 1857 si dedicò alla composizione di brani impegnativi come sinfonie, concerti e musica sacra. Quindi creò e diresse ad Amburgo un coro femminile, esperienza importante per il compositore che dedicò grande attenzione alla scrittura per voce. La prima grande opera eseguita in pubblico fu il "Primo concerto per pianoforte in re minore", presentata a Lipsia nel 1859. Si trasferì quindi a Vienna dove fu molto apprezzato e dove diventò direttore dell'Accademia corale, nel 1863. Dopo la prima esecuzione del "Requiem tedesco" nel 1868, raggiunse una fama a livello europeo. Nel 1876 eseguì la "Prima sinfonia in do minore" che venne considerata come "la Decima di Beethoven". Studioso dei musicisti che lo precedettero, la sua musica fu la mediazione tra il passato ed il proprio tempo; Johannes Brahms si dedicò alla composizione in tutti i generi musicali tranne il melodramma e con la sua musica cercò di mantenere viva l'opera di Ludwig van Beethoven, di cui fu considerato il successore. Negli ultimi venti anni della sua vita si dedicò particolarmente all'attività concertistica. Morì a causa di un cancro il 3 aprile 1897 e fu sepolto nel cimitero di Vienna, nella zona dei musicisti.

 & nome_1_db_1(i) &

600
Battista Pininfarina
Giovanni Battista Farina
03 aprile 1966
Losanna - Svizzera
Fu un domenica di 54 anni fa
Aveva 73 anni

Nacque il
02 novembre 1893
Torino - Italia
Fu un giovedì di 127 anni fa

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Carrozziere, disegnatore e progettista.
Nacque all'interno di una famiglia numerosa; era il decimo degli undici figli della famiglia Farina e fu battezzato con il nome di Giovanni Battista, soprannominato poi "Pinin" che in dialetto piemontese vuol dire "Piccino". All'età di undici anni iniziò a lavorare nella carrozzeria del fratello Giovanni Farina dimostrandosi da subito molto interessato alle automobili e all'aerodinamica. Nel 1920 si recò negli Stati Uniti dove conobbe Henry Ford ed approfondì la sua esperienza in campo tecnico. Nello stesso anno si unì in matrimonio con Rosa Copasso e da lei ebbe i due figli Gianna e Sergio Pininfarina. Il 22 maggio 1930 fondò la Carrozzeria denominata "Società Anonima Carrozzeria Pinin Farina" (divenuta in seguito "Pininfarina") con sede nello stabilimento di Corso Trapani 107 a Torino. Nel 1946 disegnò la "Cisitalia", un'autovettura che riscosse fama mondiale e che fu esposta al Museo d'Arte Moderna di New York. Da quel momento la notorietà della Pininfarina si estese in tutto il mondo e l'azienda iniziò a collaborare, oltre che con la FIAT, con la Lancia e l'Alfa Romeo, anche con case automobilistiche straniere. Nel 1952 iniziò la famosa cooperazione con la Ferrari. La Pininfarina divenne in breve un'industria in continua espansione con notevole ampliamento degli stabilimenti e con un buon incremento del personale impiegato. Il 6 giugno 1961, avuta l'autorizzazione dell'allora Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, Giovanni Battista Farina cambiò definitivamente il proprio nome in Battista Pininfarina e nello stesso anno la direzione dell'azienda passò al figlio Sergio. A Battista Pininfarina furono conferite numerose onoreficenze tra cui la nomina a Cavaliere del Lavoro, la laurea "honoris causa" concessagli dalla Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino e la "Legion d'Onore" conferitagli dal generale Charles De Gaulle.

 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...