il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Notte!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 30 marzo:

 
 

Oggi Nacque: Paul Verlaine, Vincent Van Gogh

 & nome_1_db_1(i) &

387
Paul Verlaine
Paul Marie Verlaine
30 marzo 1844
Metz, Lorena - Francia
Fu un sabato di 176 anni fa

Scomparve il
08 gennaio 1896
Parigi - Francia
Fu un mercoledì di 124 anni fa
Aveva 52 anni

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Poeta.
Nacque da una famiglia della piccola borghesia, il padre era capitano dell'esercito. Studiò a Parigi e ben presto scoprì la vocazione poetica. Nel 1866 pubblicò i "Poemi saturnini". Frequentatore dei caffè e dei salotti letterari parigini, la sua vita fu un alternarsi di degradazione morale e di pentimenti. Dopo un periodo di vita disordinata, nel 1870 sposò Mathilde Mautè per la quale scrisse la "Buona canzone" considerandola l'artefice della sua salvezza. L'anno successivo conobbe il giovane Arthur Rimbaud con il quale iniziò una particolre amicizia tanto che decise di lasciare la moglie ed il figlioletto Georges per seguire il giovane poeta in una serie di viaggi in Inghilterra ed in Belgio. Fu una relazione travagliata che finì dolorosamente, infatti nel 1873 Verlaine fu arrestato per aver ferito Arthur Rimbaud durante un litigio. Ispirandosi a questi fatti, durante la reclusione, scrisse le poesie riunite nella raccolta "Romanze senza parola" (1874). Abbandonato dalla moglie a cui voleva ricongiungersi, maturò una crisi religiosa che lo riavvicinò al cattolicesimo e fu motivo di ispirazione per la stesura dei versi "Saggezza" (1881). Nel 1884 pubblicò il saggio "I poeti maledetti" che contribuì a fargli raggiungere una posizione di primo piano nel movimento simbolista. Verlaine fu considerato il poeta della musicalità elevata a suprema forma di arte e conoscenza: la musicalità dei suoi versi deriva dalla costante attenzione al suono, al ritmo ed all'uso di assonanze ed allitterazioni. L'ultimo decennio della sua vita fu segnato da nuovi dolori: la morte del giovane contadino Lucien Letinois con cui aveva avuto una relazione appassionata tanto da spingerlo ad adottarlo come figlio, e la morte della madre. Nel 1888 fu pubblicata la raccolta "Amore" in cui il poeta piangeva la morte del giovane Lucien. Da questo periodo Verlaine cadde nella miseria più profonda e visse, consumandosi prematuramente, tra il caffè e l'ospedale. Nel 1894, per dieci soldi a riga, Verlaine iniziò la stesura delle sue "Confessioni" in cui rivisse un'esistenza segnata dagli scandali e dalla miseria, ma sempre riscattata dalla poesia. Nello stesso anno fu insignito del titolo di "principe dei poeti" e gli fu elargita una pensione. Morì poveramente, a soli 52 anni, in un ospedale di Parigi.

 & nome_1_db_1(i) &

388
Vincent Van Gogh
Vincent Willem Van Gogh
30 marzo 1853
Zundert, Breda - Olanda
Fu un mercoledì di 167 anni fa

Scomparve il
29 luglio 1890
Auvers sur Oise, Parigi - Francia
Fu un martedì di 130 anni fa
Aveva 37 anni

(A cura di Sandro Massarenti)
http://www.vangoghmuseum.nl/

 

Ricerca Avanzata

Pittore.
Vincent Van Gogh è ricordato come il simbolo del genio incompreso e tormentato. Nacque a Zundert, un villaggio dell'Olanda meridionale. La sua vita fu contrassegnata da povertà, ideali infranti e delusioni d'amore. Nel 1869 diventò apprendista presso la galleria d'arte 'Goupil & Co', qualche anno più tardi fu trasferito nella sede londinese dove vi rimase 2 anni. Nel 1877 dopo essere stato licenziato si trasferì ad Amsterdam dove intraprese gli studi teologici, ma li abbandonò presto e iniziò a fare il predicatore nel Borinage, una povera regione di minatori. Nel 1879, allontanato per fanatismo religioso, decise di disegnare impegnandosi negli studi per diversi anni, il suo primo capolavoro fu 'I mangiatori di patate'. Nel 1885 si trasferì a Parigi dal fratello Theo, e nel 1888 la lasciò per trasferirsi ad Arles, nel sud della Francia, dove tentò di creare un circolo di artisti insieme a Paul Gauguin. Nel 1889 iniziò ad accusare i primi sintomi di una seria malattia mentale, fu così ricoverato in un ospedale psichiatrico, dove continuò a realizzare i suoi capolavori. Lasciato l'ospedale si trasferì a Anvers sur Oise, qui in preda ad un attacco si sparò al petto il 27 luglio 1890, morì due giorni dopo assistito dal fratello Theo. Nei 10 anni di attività artistica elaborò una quantità impressionante di opere.

 

Oggi Scomparve: Anna Frank

 & nome_1_db_1(i) &

201
Anna Frank
Annelies Marie Frank
30 marzo 1945
Bergen Belsen, Hannover - Germania
Fu un venerdì di 75 anni fa
Aveva 16 anni

Nacque il
12 giugno 1929
Francoforte - Germania
Fu un mercoledì di 91 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.annefrank.org/

 

Ricerca Avanzata

Studentessa, scrittrice.
Dopo la fine della seconda guerra mondiale diventò famoso in tutto il mondo il suo diario. Anna era una bambina ebrea tedesca molto arguta ed estroversa che fu deportata, dopo varie vicissitudini, in un campo di concentramento (quello di Bergen Belsen in Hannover, Germania) ove morì di tifo iniseme con la sorella maggiore Margot Betti Frank nel marzo del 1945 (il giorno preciso non si conosce), poco prima del 15 aprile 1945, data in cui quel campo fu liberato. Il padre di Anna, Otto Frank, nel 1933 a causa delle leggi razziali emanate da Hitler in Germania, emigrò in Olanda, ad Amsterdam, ma anche qui, nel 1940 arrivarono le stesse odiose leggi, così, il 9 luglio 1942 decise di portare la sua famiglia in un luogo sicuro e nascosto (due stanze nascoste dietro i locali di una libreria in un edificio sul Canale Prinsengracht 263, vicino alla Westerkerk) ove vissero da clandestini, insieme ad altre persone (in tutto otto persone) fino al 4 agosto 1944, quando, a causa di una soffiata, i nazisti della Ghestapo li scovarono e li deportarono (inizialmente ad Auschwitz). Nel giro di un anno morirono tutti tranne il padre di anna, Otto Frank. Finita la guerra e liberati i pochi superstiti, Otto Frank tornò in Olanda e trovò il diario di sua figlia che era stato custodito da Miep Gies ed Elly Vossen, due delle persone che si presero cura del gruppo nei mesi in cui vissero nascosti). Più tardi, nel 1947, decise di renderlo pubblico e lo pubblicò con il titolo di "Het Achterhuis". Fu in seguito tradotto in moltissime lingue.

 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...