il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Notte!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 20 luglio:

 
 

Oggi Nacque: Francesco Petrarca

 & nome_1_db_1(i) &

273
Francesco Petrarca
20 luglio 1304
Arezzo - Italia
Fu un domenica di 716 anni fa

Scomparve il
19 luglio 1374
Arquà - Padova - Italia
Fu un martedì di 646 anni fa
Aveva 70 anni

(A cura di Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Poeta e scrittore
Francesco Petrarca fu considerato il primo filologo dell'età moderna per aver riscoperto, studiato ed analizzato i testi antichi sotto il profilo linguistico, storico e stilistico. Figlio di Eletta Canigiani e del notaio fiorentino ser Pietro detto Petracco, nacque esule poiché il padre, guelfo bianco, era stato costretto all'esilio nel 1302 dopo il colpo di stato dei guelfi neri. Nel 1307 nacque il fratello Gherardo che fu per lui un costante modello di riferimento. Nel 1312, persa ogni speranza di tornare a Firenze, la famiglia si stabilì ad Avignone, dove era stata trasferita, nel 1309, la sede papale ed in questo periodo Francesco iniziò gli studi di grammatica, retorica e dialettica. Iniziò quindi ad apprendere le prime nozioni di diritto e nel 1320, pur contro la sua volontà, fu mandato dal padre a Bologna per continuare gli studi di giurisprudenza insieme con il fratello, ma il giovane Francesco si dedicò anche all'approfondimento delle sue conoscenze di letteratura latina e studiò la lirica in volgare. Dopo la morte del padre, avvenuta nel 1326, decise di abbandonare gli studi giuridici per dedicarsi alla letteratura. Tornato ad Avignone, nel 1327, nella Chiesa di Santa Chiara, incontò Laura, una donna, forse sposata, di cui non si hanno notizie certe, che il poeta amò per tutta la vita e che influenzò notevolmente la sua attività di scrittore. Nel 1330, dopo aver preso gli ordini minori, entrò al servizio del cardinale Giovanni Colonna. In questo periodo, insofferente verso la curia avignonese, di cui conosceva la corruzione, si adoperò per favorire il ritorno della sede papale a Roma. Nel 1340 il poeta ricevette l'offerta dell'incoronazione poetica contemporaneamente da Parigi e da Roma. Dopo essere stato sottoposto all'esame dal re di Napoli, Roberto d'Angiò, l'8 aprile del 1341, sul Campidoglio, fu incoronato poeta con la "laurea", la corona d'alloro posta intorno alla fronte. Nello stesso periodo il Petrarca si dedicò alla stesura di due tra le sue opere latine più illustri, il poema epico "Africa" e il "De viris illustribus". Il grande poeta ebbe due figli: Giovanni, nato nel 1337 e Francesca, nata nel 1343, ma di entrambi non si conosce il nome della madre. Negli anni successivi viaggiò in Italia e appoggiò l'insurrezione popolare guidata dal tribuno Cola di Rienzo che voleva riportare Roma allo splendore del periodo repubblicano, ma il fallimento dell'impresa fu per lui fonte di una profonda delusione. Nel 1348, a causa della peste, morirono alcune delle persone a lui più care, tra cui Laura e Giovanni Colonna. Nel 1362, mentre il poeta era a Milano, la peste uccise il figlio Giovanni e il Petrarca si stabilì quindi a Venezia dove, in cambio della sua ricchissima biblioteca, ottenne la possibilità di vivere in un palazzo presso la Riva degli Schiavoni. Infine nel 1368 si stabilì ad Arquà, (paese che oggi si chiama Arquà Petrarca), sui Colli Euganei, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita con la figlia Francesca, il genero ed i nipoti. Il Petrarca morì nella notte tra il 18 e il 19 luglio 1374 senza aver visto avverare il suo sogno più grande, cioè il ritorno della sede papale a Roma, evento che si realizzò tre anni dopo. Il Petrarca fu un grande poeta, molto apprezzato dai suoi contemporanei, ma spesso infelice a causa delle sue inquietudini interiori. Le sue opere vanno distinte in opere in latino e opere in volgare. Tra queste ultime la più conosciuta è il "Canzoniere", una raccolta che comprende 366 poesie, moltissime delle quali ispirate dall'amore per Laura.

 

Oggi Scomparve: Papa Leone XIII, Guglielmo Marconi, Bruce Lee

 & nome_1_db_1(i) &

345
Papa Leone XIII
Vincenzo Gioacchino dei Pecci
20 luglio 1903
Città del Vaticano
Fu un lunedì di 117 anni fa
Aveva 93 anni

Nacque il
02 marzo 1810
Carpineto Romano, Roma - Italia
Fu un venerdì di 210 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.vatican.va/

 

Ricerca Avanzata

Papa della Chiesa Cattolica.
Di famiglia aristocratica, prese il dottorato in teologia nel 1832 e venne ordinato sacerdote nel 1837. Nel 1843 divenne Arcivescovo e nel 1853 Cardinale. Nel 1876 divenne segretario di Stato sotto Pio IX che l'anno successivo morì e così, il 20 febbraio 1878 fu eletto papa. Fu eletto quale papa di transazione, ma il suo pontificato fu invece molto longevo (25 anni) e molto ricco dal punto di vista delle innovazioni. Molto famosa la enciclica Rerum novarum del 15 maggio 1891 considerata una pietra miliare nella dottrina sociale cattolica.

Speciale: tutti i Papi della Chiesa Cattolica

 & nome_1_db_1(i) &

69
Guglielmo Marconi
20 luglio 1937
Roma - Italia
Fu un martedì di 83 anni fa
Aveva 63 anni

Nacque il
25 aprile 1874
Bologna - Italia
Fu un sabato di 146 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Ingegnere Elettrotecnico
Guglielmo Marconi è definito il padre della radio anche, se molti altri scienziati ed inventori contribuirono all'invenzione della telegrafia senza fili (come per es. Faraday, Hertz, Nikola Tesla, Edison), perché la sua realizzazione ottenneuna notevole diffusione nel tempo. Iniziò i suoi esperimenti giovanissimo, in casa sua, fino ad arrivare al grande successo della trasmissione transoceanica che gli regalò una enorme notorietà. Riuscì a trasmettere il primo segnale radio nel 1895 dalla finestra di casa sua. Nel 1899 fece un collegamento radio attraverso la Manica dalla Francia all'Inghilterra e nel 1901, ne fece un'altro dalla Cornovaglia all'America Settentrionale. Nel 1924 trasmise per la prima volta la voce umana fra l'Inghilterra e l'Australia e nel 1930, dal panfilo Elettra ancorato a Genova, accese le luci del municipio di Sidney in Australia (22.000 km di distanza) grazie ad un segnale radio. Marconi venne insignito del Premio Nobel per la Fisica nel 1909, ricevette 15 lauree ad honorem, fu Senatore d'Italia (1914), Marchese, Presidente dell'Accademia italiana (1930), Presidente del C.N.R., Professore di Onde Elettromagnetiche all'Università di Roma, Cavaliere di Gran Croce del Royal Victorian.

 & nome_1_db_1(i) &

425
Bruce Lee
Lee Jun Fan
20 luglio 1973
Hong Kong - Cina
Fu un venerdì di 47 anni fa
Aveva 33 anni

Nacque il
27 novembre 1940
San Francisco - Stati uniti d'America
Fu un mercoledì di 80 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.brucelee.com/

 

Ricerca Avanzata

Attore e maestro di arti marziali
Lee Jun Fan (colui che ritorna - forse riferito al fatto che un giorno sarebbe tornato in USA). Quando nacque, in Cina correva l'anno del Drago e forse fu per questo che a 8 anni (durante una sua piccola particina in un film) si guadagnò l'appellativo di 'Siu Lung' (Piccolo Drago). Figlio d'arte, in quanto il padre Lee Hoi Cheun fu un attore molto famoso in Cina (nel 1940 in tournè a S. Francisco, appunto). A 13 anni iniziò a studiare le arti Marziali (abbandonando la danza) e, nel 1959 tornò a San Francisco dove iniziò ad insegnarle. Fondò un nuovo stile chiamato Jeet Kune do, scrisse un libro chiamato The Tao of Jeet Kune Do (la via per captare il pugno) e si laureò in filosofia. Il suo primo lavoro da attore (a parte piccole apparizioni da bambino - la prima a 6 anni in 'The Beginning of a Boy') fu in 'The Green Hornet' con il ruolo di Kato. I suoi films: The Big Boss (1971), The Fist of Fury (1972) The Way of The Dragon (girato a Roma nel 1972), Enter the Dragon (1973) e The game of Death (1973) rimasto incompiuto per la sua morte prematura e per certi versi oscura. In Italia fu doppiato dall'attore Cesare Barbetti.

 

Oggi nella Storia - Fatti: Primo uomo sulla luna

 & nome_1_db_1(i) &

274
Primo uomo sulla luna
20 luglio 1969
Luna
Fu un domenica di 51 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Alle 20:17 UTC (per l'orario italiano calcolare + 1) di quel giorno, Neil Armstrong (comandante della spedizione) comunicò alla Nasa di Houston di aver conquistato la Luna. Circa sei ore e mezza dopo, alle 2:56 UTC, il capitano mise (per primo) il piede sul suolo lunare. In realtà gli uomini che passeggiarono sulla luna per più di due ore e mezza, scattando fotografie e raccogliendo rocce, furono due: Neil Armstrong e Buzz Aldrin. Insieme piantarono al suolo la bandiera degli Stati Uniti d'America. Il terzo menbro della spedizione, Michael Collins, rimase in orbita, a bordo del Columbia, dopo che il modulo lunare "Eagle" fu sganciato per allunare sul nostro bel satellite terrestre. Dopo quasi 22 ore, il modulo "Eagle" si ricongiunse al Columbia per iniziare il viaggio di ritorno. La missione Apollo 11 fu lanciata con il Saturn V dalla base John F. Kennedy Space Center il 16 luglio alle 13:32 UTC. Tornò sulla terra, grazie ad un ammaraggio, il 24 luglio alle ore 16:50 UTC, a circa 640 Km dalle Wake Island e 24 Km dalla nave che li recuperò, la USS Hornet. Lgi astronauti lasciarono oltre alla bandiera anche una targa che recita così (traduzione): "Qui uomini dal pianeta Terra fecero il primo passo sulla Luna - Luglio, 1969 D.C. - Siamo venuti in pace per tutta l'umanità".

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...