il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Notte!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 8 gennaio:

 
 

Oggi Nacque: Leonardo Sciascia, Elvis Presley

 & nome_1_db_1(i) &

158
Leonardo Sciascia
08 gennaio 1921
Racalmuto, Agrigento - Italia
Fu un sabato di 98 anni fa

Scomparve il
20 novembre 1989
Palermo - Italia
Fu un lunedì di 30 anni fa
Aveva 68 anni

(A cura di Laura Fleres)
http://www.amicisciascia.it/

 

Ricerca Avanzata

Scrittore
Maestro elementare e impiegato statale, fu tra gli intellettuali più influenti degli ultimi decenni. Il suo impegno civile si estese dalla lotta alla criminalità organizzata alla politica attiva. La mafia è al centro della maggior parte dei suoi scritti. Il primo libro importante di Sciascia fu "Le parrocchie di Regalpetra" del 1956, un'inchiesta sulla vita di un paese siciliano immaginario, sulle orme della natia Racalmuto a cui l'autore rimase sempre legato. Nel romanzo breve "Il giorno della civetta" (1961), scritto sotto forma di giallo, lo scrittore impose all'attenzione dell'opinione pubblica il grave problema della mafia: è la storia di un capitano dei carabinieri proveniente dal Nord che indaga sull'omicidio, realmente avvenuto nel 1947, del deputato Miraglia. Da questo romanzo il regista Damiano Damiani trasse l'omonimo film. Ad un altro delitto di mafia si ispirò "A ciascuno il suo" del 1966. Del 1977 è "Candido ovvero un sogno fatto in Sicilia", una riscrittura del romanzo "Candide" dell'illuminista Voltaire. Negli ultimi anni pubblicò altri brevi libri scritti sotto forma di inchiesta che vogliono ricostruire eventi e rivelare ingiustizie e menzogne dell'Italia contemporanea. Tra questi "La scomparsa di Majorana"(1975), sulla misteriosa sparizione del fisico catanese Ettore Majorana e "Il teatro della memoria" (1981). L'ultimo capolavoro dell'autore fu "Una storia semplice" del 1986 che denuncia una totale sfiducia nella giustizia italiana.

 & nome_1_db_1(i) &

159
Elvis Presley
Elvis Aaron Presley
08 gennaio 1935
East Tupelo, Mississippi - Stati uniti d'America
Fu un martedì di 84 anni fa

Scomparve il
16 agosto 1977
Memphis, Tennessee - Stati uniti d'America
Fu un martedì di 42 anni fa
Aveva 42 anni

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.elvis.com/

 

Ricerca Avanzata

Cantante, attore.
A 10 anni vinse un concorso di canto per principianti, poi, nel 1953 incise il suo primo disco a sue spese. Il proprietario lo notò, e così, l'anno dopo, formato un gruppo con Scotty Moore e Bill Black (i Blue moon boys), venne inciso il primo discreto successo. Ma fu nel 1956, con Heartbreak Hotel, che raggiunse il vero successo vendendo milioni di copie. Da allora la sua popolarità crebbe senza mai una battuta d'arresto sia nel campo musicale (dischi e concerti) che in quello cinematografico. Ma dal 1973 le cose non andarono più bene, probabilmente a causa di momenti di depressione coadiuvati da alcool e droghe e che, presumibilmente, lo portarono alla sua prematura scomparsa.

 
 

Oggi Scomparve: Paul Verlaine

 & nome_1_db_1(i) &

387
Paul Verlaine
Paul Marie Verlaine
08 gennaio 1896
Parigi - Francia
Fu un mercoledì di 123 anni fa
Aveva 52 anni

Nacque il
30 marzo 1844
Metz, Lorena - Francia
Fu un sabato di 175 anni fa

(A cura di: Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Poeta.
Nacque da una famiglia della piccola borghesia, il padre era capitano dell'esercito. Studiò a Parigi e ben presto scoprì la vocazione poetica. Nel 1866 pubblicò i "Poemi saturnini". Frequentatore dei caffè e dei salotti letterari parigini, la sua vita fu un alternarsi di degradazione morale e di pentimenti. Dopo un periodo di vita disordinata, nel 1870 sposò Mathilde Mautè per la quale scrisse la "Buona canzone" considerandola l'artefice della sua salvezza. L'anno successivo conobbe il giovane Arthur Rimbaud con il quale iniziò una particolre amicizia tanto che decise di lasciare la moglie ed il figlioletto Georges per seguire il giovane poeta in una serie di viaggi in Inghilterra ed in Belgio. Fu una relazione travagliata che finì dolorosamente, infatti nel 1873 Verlaine fu arrestato per aver ferito Arthur Rimbaud durante un litigio. Ispirandosi a questi fatti, durante la reclusione, scrisse le poesie riunite nella raccolta "Romanze senza parola" (1874). Abbandonato dalla moglie a cui voleva ricongiungersi, maturò una crisi religiosa che lo riavvicinò al cattolicesimo e fu motivo di ispirazione per la stesura dei versi "Saggezza" (1881). Nel 1884 pubblicò il saggio "I poeti maledetti" che contribuì a fargli raggiungere una posizione di primo piano nel movimento simbolista. Verlaine fu considerato il poeta della musicalità elevata a suprema forma di arte e conoscenza: la musicalità dei suoi versi deriva dalla costante attenzione al suono, al ritmo ed all'uso di assonanze ed allitterazioni. L'ultimo decennio della sua vita fu segnato da nuovi dolori: la morte del giovane contadino Lucien Letinois con cui aveva avuto una relazione appassionata tanto da spingerlo ad adottarlo come figlio, e la morte della madre. Nel 1888 fu pubblicata la raccolta "Amore" in cui il poeta piangeva la morte del giovane Lucien. Da questo periodo Verlaine cadde nella miseria più profonda e visse, consumandosi prematuramente, tra il caffè e l'ospedale. Nel 1894, per dieci soldi a riga, Verlaine iniziò la stesura delle sue "Confessioni" in cui rivisse un'esistenza segnata dagli scandali e dalla miseria, ma sempre riscattata dalla poesia. Nello stesso anno fu insignito del titolo di "principe dei poeti" e gli fu elargita una pensione. Morì poveramente, a soli 52 anni, in un ospedale di Parigi.

 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...