il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 7 gennaio:

 
 
 

Oggi Scomparve: Nikola Tesla, Hirohito

 & nome_1_db_1(i) &

602
Nikola Tesla
07 gennaio 1943
New York - Stati Uniti d'America
Fu un giovedì di 77 anni fa
Aveva 87 anni

Nacque il
10 luglio 1856
Smiljan, Gospic - Croazia (allora Serbia)
Fu un giovedì di 164 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Scienziato, fisico, elettrotecnico, inventore, filosofo.
Figlio d'arte, poiché la mamma, Georgina Djuka Mandic era un'inventrice. Dopo un'infanzia un po' travagliata per motivi di salute (piccole allucinazioni comprese), iniziò gli studi nel campo della fisica e dell'elettrotecnica. Imparò interi libri a memoria grazie ad una eccezionale capacità mnemonica. Iniziò a lavorare in Ungheria, nel 1881, in una compagnia dei telegrafi, per poi spostarsi in Francia (1882) alla "Continental Edison Company" ove brevettò parecchie invenzioni, tra cui un motore ad induzione magnetica. Infine, nel 1884, volò negli Stati Uniti, ove conobbe Thomas Edison in persona (grazie ad una lettera di credenziali, ricca di entusiasmo, del suo superiore) e venne assunto alla "Edison Machine Works". Si occupò del progetto sul motore e generatore a corrente continua, ma dopo un paio d'anni abbandonò Edison perché da questi matrattato sia dal punto di vista economico che scientifico (In particolare, Edisono si rifiutò di dar credito all'importante progetto sul motore in corrente alternata polifase ideato da Tesla). Nel 1886 Nikola Tesla fondò una sua società la "Tesla Electric Light & Manufacturing" e, dopo poco arrivarono i primi frutti. In particolare, niziò una collaborazione con George Westinghouse che lo appoggiò nella realizzazione dei suoi progetti sulla generazione e distribuzione della corrente alternata polifase. Da ricordare la prima centrale idroelettrica a corrente alternata alle cascate del Niagara, commissionata a Westinghouse nel 1883 dalla "Niagara Falls Power Company" e costruita nel 1896. Da quel momento la sua carriera ebbe un'impennata. Sfornò centinaia di brevetti e collaborò con i maggiori istituti di ricerca (per es. fu vice presidente all'American Institute of Electrical Engineers). Nel 1897 brevettò una invenzione di base sulla trasmissione radio e l'anno successivo presentò al pubblico un modellino di barca radiocomandata. Si trasferì quindi in Colorado ove costruì un laboratorio adatto per i suoi esperimenti sulla telegrafia senza fili (in realtà i suoi esperimenti furono i più disparati). Nel 1900 il suddetto laboratorio fu demolito e Tesla si trasferì a Wardenclyffe ove costruì il suo nuovo edificio chiamato "Wardenclyffe Tower". Vi furono poi dispiaceri e dissapori (anche legali) legati al Premio Nobel del 1909 (vinto da Guglielmo Marconi per l'invenzione della radio) e, successivamente, nel 1916, la bancarotta. In seguito problemi di salute (disturbi compulsivi e ossessivi), poi, nel 1917 un gradito premio: la "Edison Medal" conferita dall'American Institute of Electrical Engineers. Continuò i suoi studi negli anni a venire, ma non fu più supportato da importanti investitori e così, privo di fondi, non potè più perfezionare le sue geniali (o, per alcuni, fanasiose) intuizioni. Si spense a 87 anni, in una stanza al "New Yorker Hotel" per un attacco cardiaco. Tra le centinaia di invenzioni ricordiamo: la generazione e produzione di corrente alternata polifase, la trasmissione radio, l'applicazione medica della risonanza magnetica, la prima stazione di energia idroelettrica CA, l'auto elettrica senza generatore di corrente, la scienza della sismologia e molte altre. Innumerevoli i premi e i riconoscimenti ricevuti specie in tarda età e post mortem.

 & nome_1_db_1(i) &

75
Hirohito
Showa Hirohito
07 gennaio 1989
Tokyo - Giappone
Fu un sabato di 31 anni fa
Aveva 88 anni

Nacque il
29 aprile 1901
Tokyo - Giappone
Fu un lunedì di 119 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Imperatore.
Diventò imperatore del Giappone il 25 dicembre 1926 quale successore del padre. Inizialmente lasciò la nazione in mano alle forze militari che spinsero al conflitto con la Cina (dal 1937 al 1945) ed alla partecipazione, insieme con l'Europa nazista e fascista, al secondo conflitto mondiale. Dopo le atomiche in Giappone, cambiò ruolo ed interviene personalmente per la cessazione del regime militare e spinse per la resa agli alleati. Iniziò così una nuova era per il Giappone che diventò sempre più uno stato democratico. Si spense nel 1989 lasciando il trono al figlio Akihito.

 

Oggi nella Storia - Fatti: Nascita Bandiera Italiana

 & nome_1_db_1(i) &

646
Nascita Bandiera Italiana
07 gennaio 1797
Reggio Emilia - Italia
Fu un sabato di 223 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://www.quirinale.it/

 

Ricerca Avanzata

Tutto iniziò a Reggio Emilia, nel 1794, ad opera di due studenti dell'Università di Bologna e martiri patrioti: Luigi Zamboni, di Bologna, e Giovanni Battista de Rolandis, di Castell'Alfero in provincia di Asti. I due studenti vollero unire (inizialmente in tre bande orizzontali - rosso sopra, binaco in centro e verde sotto) i colori che, secondo alcuni rappresentano i colori (bianco e rosso)delle città di Bologna e di Asti, secondo altri, quelli di Milano, con il verde che era il colore della divisa della Guardia civica milanese (o forse, o anche, il colore della speranza - speranza dell'unità d'Italia).
Il tricolore fu ufficilmente adottato dalla Repubblica Cispadana il 7 gennaio 1797 e fu mantenuto quale simbolo di patria e libertà durante i turbolenti e rivoluzionari decenni a venire fino all'unità d'Italia del 1861.
Il 27 dicembre 1947, i padri costituenti, misero la Bandiera Italiana quale 12° "principio" della Repubblica Italiana. Il tutto andò in vigore l'1 gennaio 1948.
I colori della Bandiera Italana, citati appunto nell'articolo 12 (comma 6) della Costituzione Italiana sono: pantone: verde 17-6153, bianco 11-0601, rosso 18-1662. RGB (in esadecimale): verde 009246, bianco ffffff, rosso cb2b37.
Le proprorzioni della Bandiera Italiana sono pari a 2:3.
Il codice penale prevede, all'articolo 292, la tutela al vilipendio o danneggiamento della bandiera (o altro emblema dello Stato).

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...