il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
Abbasso le tasse!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 3 dicembre:

 
 

Giornata Mondiale

Il 03 dicembre si celebra:

la Giornata Mondiale della Disabilità

 

Oggi Scomparve: Alighiero Noschese, Imperatore Diocleziano

 & nome_1_db_1(i) &

419
Alighiero Noschese
03 dicembre 1979
Roma - Italia
Fu un lunedì di 40 anni fa
Aveva 47 anni

Nacque il
25 novembre 1932
Napoli - Italia
Fu un venerdì di 87 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Attore, conduttore.
Dopo un inizio di carriera come giornalista radiofonico senza seguito, iniziò la strada dello spettacolo come imitatore debuttando nella Rivista con Garinei e Giovannini. Raggiunse il grande pubblico e la grande notorietà grazie ai varietà televisivi del sabato sera negli anni 60 e 70 come Alta fedeltà, Doppia coppia, Canzonissima e Formula due. Contemporaneamente partecipò come attore in una dozzina di film italiani (il primo fu I due della legione di Lucio Fulci del 1962). Alighiero Noschese è da tutti ricordato per la cura e la perfezione delle sue ottime imitazioni (ricordiamo quella di Pastore, Giulio Andreotti, Pannella, Cannuli, Orlando...). Amava autodefinirsi l'uomo dalle 96 voci. Si tolse la vita nel 1979, nella piccola cappella della clinica Stuart di Roma in cui era ricoverato a causa di un grave disturbo da sindrome depressiva (anche se su quel suicidio esiste ancora un'ombra di mistero).

 & nome_1_db_1(i) &

586
Imperatore Diocleziano
Gaio Aurelio Valerio Diocleziano
03 dicembre 313
Spalato - Croazia
Fu un mercoledì di 1706 anni fa
Aveva 70 anni

Nacque il
22 dicembre 243
Salona - Croazia
Fu un venerdì di 1776 anni fa

(A cura di: Riccardo Zucaro)

 

Ricerca Avanzata

Imperatore romano
Imperatore romano, fu scelto per succedere al trono dell'Imperatore Numeriano, precedentemente assassinato, e nel 285 divenne l'unico imperatore. Il suo governo durò ventuno anni. Dichiaratosi Augusto d'Oriente, proclamò Massimiano Augusto d'Occidente; la città di Roma stava ormai perdendo il suo antico plendore, anche se non cessò mai di rappresentare un punto di riferimento. La capitale dell'impero venne trasferita a Milano. L'Imperatore Diocleziano nominò il futuro Imperatore Galerio cesare, mentre Massimiano nominò il futuro Imperatore Costanzo Cloro; l'importanza della tetrarchia fu evidente in un impero che non sarebbe più stato possibile governare da soli. Nel 285 l'imperatore riuscì a unificare gli eserciti orientali degli imperatori a lui preceduti, pur non risolvendo tutti i problemi che gli si ponevano. Nei seguenti dieci anni dovette affrontare ribelli persiani ed egiziani, come Narsete (re persiano) e Achilleo (in Egitto). L'importanza dei due imperatori fu decisiva data l'eredità dei loro predecessori; Diocleziano si prodigò nel sopprimere una rivolta in Egitto nel 294 e cacciò i Sarmati, tribù iranofona di cultura e religione persiana, al di là del Danubio. Successivamente alla crisi affrontata nel III secolo, Diocleziano riformò l'esercito, puntando sulla quantità di uomini schierati alla difesa. Riguardo alla politica interna, invece, riorganizzò il sistema fiscale, rifiutando privilegi ed esenzioni al popolo. Le tasse vennero determinante annualmente seguendo le necessità dell'impero. Per facilitarne l'amministrazione, la burocrazia centrale dell'impero fu affidata al prefetto del pretorio. In quel periodo emersero dalla sottomissione anche i cristiani; i seguaci del cristianesimo penetrarono nella classe senatoriale in maniera molto massiccia. Diocleziano, di fronte al movimento cristiano, lavorò intensamente costituendo un passaggio decisivo nell'evoluzione del mondo romano. Importante fu l'editto sui prezzi massimi, emesso dall'imperatore Diocleziano nel 301, che aveva il compito di fissare i prezzi massimi e di ridare valore alla moneta d'argento. Tuttavia la moneta scomparve insieme ad alcuni beni materiali, ritrovabili nel mercato nero. La fine dell'impero di Diocleziano fu caratterizzata dalla persecuzione verso i cristiani, l'ultima databile nel 303, condotta con terribile ferocia. Nel 303, Diocleziano annunciò la sua rinuncia alla carica di Augusto e si ritirò nei suoi palazzi a Spalato. Morì nel 313.

 

Oggi nella Storia - Fatti: Primo trapianto di cuore

 & nome_1_db_1(i) &

79
Primo trapianto di cuore
03 dicembre 1967
Città del Capo - Sudafrica
Fu un domenica di 52 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Fu il chirurgo sudafricano, professor Christian Barnard, a trapiantare il cuore di una donna deceduta a 25 anni a causa di un incidente stradale ad un paziente cardiopatico di 59 anni (Louis Washkansky). L'intervento durò 5 ore ed ebbe un esito positivo, ma il paziente non visse a lungo, solo 18 giorni, a causa del sistema immunitario che rigetta naturalmente i corpi estranei impiantati. Sono poi stati introdotti farmaci immunosoppressori, che hanno allungato la vita ai trapiantati cardiaci.

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

Abbasso le tasse!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Mercato Almanacco Articoli In giro Per
My Area Letteratura Mercato Almanacco Articoli / In giro per...
  Sopra...Sopra...