il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Almanacco del giorno 3 marzo:

 
 
 
 

Oggi nella Storia - Fatti: Tragedia treno 8017

 & nome_1_db_1(i) &

347
Tragedia treno 8017
03 marzo 1944
Balvano, Potenza - Italia
Fu un venerdì di 76 anni fa

(A cura di Antonino Fleres)
http://treno8017.trenidicarta.it/

 

Ricerca Avanzata

Dato che a Salerno finiva la linea elettrificata, al treno merci 8017, partito da Napoli e diretto a Potenza, venne sostituito il locomotore elettrico con due locomotive a vapore. Inspiegabilmente, i locomotori vennero messi tutti e due in testa e non uno in testa e l'altro in coda, data la lunghezza del treno e la strada tortuosa ed in salita. In più quella fu una notte molto umida e, quando il convoglio giunse nella galleria delle Armi (lunga circa 2 km, situata tra le stazioni di Balvano-Ricigliano e Bella-Muro), le ruote dei locomotori iniziarono a perdere l'aderenza, cosicché pur al massimo della potenza, il treno 8017 arrivò praticamente a fermarsi. Fu così che i fumi di scarico delle locomotive saturarono l'aria della galleria e, nel giro di poche ore causarono la morte per asfissia di moltissime persone (circa 600 tra personale ferroviario e passeggeri). In quel periodo, il neonato Governo Badoglio dell'Italia del Sud (al Centro Nord vi era ancora la Repubblica di Salò) mise a tacere la notizia e diffuse anche diversi particolari inesatti, come per es. il fatto (poi smentito) che i passeggeri sarebbero stati tutti abusivi poiché stipati sui carri merci. In effetti a quel tempo era vietato l'utilizzo di quel treno ai passeggeri (quasi tutti commercianti al nero) ma il personale di scorta del treno, come è facile capire dati i tempi, era solito chiudere un occhio e permettere (a fronte di un pagamento del pedaggio) ciò che invece era proibito. Tutte le vittime furono sepolte in una fossa comune a Balvano. Dopo decenni di vertenze in tribunale i parenti delle vittime riuscirono ad ottenere solo un indennizzo assai modesto. Nei pressi della stazione di Balvano venne intitolata una via per ricordare la tragedia, ma anche qui l'imprecisione ebbe la meglio, dato che sul cartello si legge via 4 marzo (anziché 3 marzo).

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...