il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Autori: Demetrio Cadeddu

 
 

Autori: Demetrio Cadeddu

 
Demetrio Cadeddu

ID Autore: 2311

Iscrizione: lunedì 20 ottobre 2014

 

Biografia

scrivo dal 1982, seppur a fasi alterne, non ho mai smesso.
finalista al premio fabrizio de andrè, sezione poesia, negli anni 2004 e 2005.
vincitore del premio fabrizio de andrè, sezione poesia, nell'anno 2014.
ho scritto circa sessanta-settanta testi, nati originariamente quali canzoni, ma non ho avuto mai il coraggio di renderli pubblici, appunto fino al 2004.
cresciuto tra i vinili di de andrè, fossati, paolo conte, leonard cohen, grazie ad amici più grandi di me.
assiduo ascoltatore di jazz .
amo visceralmente coltrane, miles davis, chet baker, tutto il jazz anni 50'-60'.
credo di non aver dimenticato nulla...

 

_

 
 

Le Poesie di: Demetrio Cadeddu

Cinque giorni a Natale
Cinque giorni a Natale, non va bene, non va male, cinque giorni a Natale, e tutto questo cielo mi sembra così lontano da questo monolocale. Cinque giorni a Natale, non piove da un po', dovrei passare per venirti a trovare, ma è come un grande mare da attraversare. Qui fuori va tutto per il suo verso, discorsi senza senso, vita, politica, famiglia, tutto sembra controverso. Cinqu ...
Cod: 8236 - On line dal: mercoledì 3 febbraio 2016 - Ultima modifica: mercoledì 3 febbraio 2016

Mi siedo quì
Mi siedo così, senza pensarci poi tanto sopra mi siedo tra i sedili di questo tram, con gli occhi, la testa, e pure il cielo sottosopra. Navigo sulle rotaie di una Roma deserta, periferia di una deriva lenta mi siedo qui, quando fuori dai finestrini inizia una strada aperta. Scendo tra i palazzi in costruzione, rivedo i miei anni in un colpo di tosse me e te in un angolo soli, virag ...
Cod: 8064 - On line dal: mercoledì 29 aprile 2015 - Ultima modifica: mercoledì 29 aprile 2015

Pierpaolo (lettera a pierpaolo pasolini)
Parole controvento, dal capovolto orizzonte di Roma, rumore metallico di vento contro panni stesi al sole finestre ingiallite dalla periferia del lungomare case in affitto, strade buone solo per l'estate. Rovescio obliquo del mondo, parole in cucina ad asciugare, stanze vuote nulla, oggi pomeriggio nulla da segnalare, se non due ossa sotto le ruote. Così si vive, come di un rumore ven ...
Cod: 7934 - On line dal: mercoledì 22 ottobre 2014 - Ultima modifica: mercoledì 22 ottobre 2014

Settembre
Settembre ci sorprese alle spalle, come un clacson violento ad un incrocio, non diede nemmeno il tempo per respirare, ci lasciò il tempo, solo un tempo per bruciare. Fu subito inverno, riuscimmo in un istante, per un momento, a staccare il biglietto per l'inferno. Il viaggio non ci dette pace, attraversammo strade desolate, col biglietto di sola andata, dormimmo un sonno lungo, int ...
Cod: 7935 - On line dal: mercoledì 22 ottobre 2014 - Ultima modifica: mercoledì 22 ottobre 2014

Viraggio seppia
Questo è mio padre che legge distratto, questa è mia madre con i bigodini in testa, questo poi sono io che rido rido e non penso a niente. Non penso a quanto tempo ci vuole per stampare una fotografia, a tutti i pomeriggi che mi cadono addosso, tra traduzioni d'inglese, passi e ripassi di antologia. Questa è mia madre nel quarantasei, e forse anche lei rideva e non pensava a niente ...
Cod: 7936 - On line dal: mercoledì 22 ottobre 2014 - Ultima modifica: mercoledì 22 ottobre 2014

Cronache estive di città
La donna si pettina gli anni dietro la finestra bruciata dal sole in un'estate vuota e di poche parole. Sopra il tavolo piatti vuoti e avanzi di cucina, cento sigarette spente lasciano l'odore di un amore disperato fuggito alle cinque di mattina. Albe che faccio fatica a ricordare, come spettri degli anni persi d'improvviso nella nebbia del mare. Questi anni di corse col cuore in ...
Cod: 7931 - On line dal: martedì 21 ottobre 2014 - Ultima modifica: martedì 21 ottobre 2014

Mia madre
mia madre è un mucchio di scale in un quartiere popolare un grembiule piegato lasciato in cucina ad asciugare. mia madre è un fischio che ogni giorno rallenta e ci rimane male. è una strada di periferia è l'inverno che scivola via partite che duravano tre ore quattordici a diciannove, coi rigori battuti sotto il sole. è l'odore freddo di un inverno bagnato di pioggia fino al ...
Cod: 7932 - On line dal: martedì 21 ottobre 2014 - Ultima modifica: martedì 21 ottobre 2014

I MiniRacconti di: Demetrio Cadeddu

Le Massime di: Demetrio Cadeddu

Le Canzoni di: Demetrio Cadeddu

Gli Articoli di: Demetrio Cadeddu

Gli Annunci di: Demetrio Cadeddu

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...