il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Autori: Fabio Martini

 

Autori: Fabio Martini

 
Fabio Martini

ID Autore: 2090

Iscrizione: sabato 21 marzo 2009

 

Biografia

Non sono quello che gira con carta e penna e a qualunque "cosa", ne scriva versi, anche perché un'immagine, se colpisce l'intimo, resta comunque. Credo infatti che un poeta debba avere un suo percorso che non dovrà mai essere monocorde sempre ed esclusivamente sullo stesso tema o con gli stessi ritmi. Come un pittore, ha nell'arco della vita vari periodi, anche un poeta nella sua vita raccoglie varie fasi e attraverso la sua opera ne paiono evidenti strada facendo, gli elementi che le contraddistinguono.

 

_

 
 

Le Poesie di: Fabio Martini

Amarti per sempre...
Se solo io potessi raccontar ciò che viver non si può veder cosa mai sarebbe se tu andassi via da me rincontrarti quindi in quella vita e parallela viverla che mai potrei aver non fatto in quel tempo tutto che con me non sei o diversamente non aver vissuto... Da tutto ciò saprei se morir d'amor si può o si vive uguale e si cammina sull'orme del non vissuto amor oppur c ...
Cod: 3632 - On line dal: martedì 17 novembre 2009 - Ultima modifica: martedì 17 novembre 2009

Come un muro a secco
Vorrei scriver di te del sogno mio ...l'avverato. Pantocratore il tuo sorriso. Aristocratico tuo ...il camminare. Mi raggiungi sempre in quest'estemporaneo e lento esserci costanti... La mano tesa ...la tua ...e la mia, a raggiungerla. Oppure al contrario ...la mia L'incantato mio osservarti. Eppur tuttavia, l'antica sindrome di uno Stendhal che ben riconosco nel tramb ...
Cod: 3633 - On line dal: martedì 17 novembre 2009 - Ultima modifica: martedì 17 novembre 2009

Pietre sulla strada
Il ponte sotto i nostri piedi scivolava via, scivolavano le bombe che lo facevano brandelli. I minareti alla preghiera chiamavano, rispondevano i campanili batacchi sordi alle stesse preghiere e noi in ginocchio... Il mio ponte il ponte mio dell'infanzia mia gettata al fiume come roba vecchia e il fiume come una madre che l'abbracciava in un tonfo di tuono e io ch ...
Cod: 3481 - On line dal: sabato 19 settembre 2009 - Ultima modifica: sabato 19 settembre 2009

Sognai...
Sognai un insieme di sogni, sognai. Un camminar erratico, sognai. Terre lontane, vicine, eppur mai pensato avrei varcar di montagne e lavar piedi come a benedire. Non avrei pensato mai, pianger mai alla fine dello stesso identico sogno lo stesso sogno, ripetita... La strada che scese a un fitto di bosco Estenuante e poi, la paura, e il bambino lì a giocare, alla cinta la sua ...
Cod: 3370 - On line dal: mercoledì 29 luglio 2009 - Ultima modifica: mercoledì 29 luglio 2009

La stazione del tempo infinito
C'è una notte, riflettevo giorni fa, una notte in fondo alla vita. Una notte simile a molte altre, eppure speciale. Proprio laggiù in fondo oppure chissà dove, una notte che seppur gli uomini tornino dal lavoro e i bimbi vadano presto a dormire sebbene in ogni casa si lavino i piatti e la tele resti accesa a far compagnia, bene, in una notte così, poco importa se la luna si fa g ...
Cod: 3208 - On line dal: lunedì 29 giugno 2009 - Ultima modifica: lunedì 29 giugno 2009

Dal tramonto all'alba
Guardavi le gocce cadere e l'acqua stagna muoversi appena. Lei stava seduta cantava come del cigno l'ultima nenia la ferita che ti portava lontano. Il tuo viso stralunato com'era. L'involuzione in atto. La cascata di un cielo di stelle. La luna che abbaiava al cane... Insomma: la confusione sovrana. Ricordi com'eri? Come diventato sei? Come tutto è cambiato? Così stavi? ...
Cod: 3078 - On line dal: giovedì 21 maggio 2009 - Ultima modifica: giovedì 21 maggio 2009

Se un giorno tu dovessi... andare via
Ricordi quella rupe a Lanzarote rivolta la sua spiaggia alla Graziosa? Ricordi che dicesti: "Se cadessi"? Allora ti risposi "Io... ti seguirei". E ancora oggi io ti seguirei nulla senza te sarebbe uguale se un giorno tu dovessi andare via Volando allora io ti seguirei... Piuttosto che restare qui a contare, le notti che non portan più mattini, verrei via insiem ...
Cod: 3018 - On line dal: domenica 10 maggio 2009 - Ultima modifica: domenica 10 maggio 2009

24 Giugno 217 a.c.
L'usignolo nel silenzio del mattino da sopra la collina gli occhi scruta l'Appennino. Conta gli uomini tra il Gualandro e Montigeto... Montes Cortonenses piange romano il 24 Giugno duecentodiciassette Flaminio muove a nord Servilio e bianca la coltre di nebbia che si allarga... Cavalleria leggera avanti... e celti, libici e iberici intorno alla cima baleari e astati c ...
Cod: 3034 - On line dal: domenica 10 maggio 2009 - Ultima modifica: domenica 10 maggio 2009

Uguale come allora
Se è vero com'è vero che io a te ancora darei la vita intera, la metterei nelle tue mani come allora. Confesso che ugualmente io ripercorrerei passo dopo passo quel che vivo ancora uguale come allora il sogno rivivrei Come un gatto sopra un tetto. E se "El catalan" lì non ci fosse più, lo riedificherei uguale a mani nude in quella via, la stessa via d'allora. Uguale ...
Cod: 3035 - On line dal: domenica 10 maggio 2009 - Ultima modifica: domenica 10 maggio 2009

Passione e tempesta
Occhi spersi nel vuoto bottiglia ubriaca tra passioni (spesso inutili) e volgar vita ad inseguir tempeste. Luce selvaggia che mai si quieta lontana... sfugge via. Ci porta via, cavalca oceani e via, E ansima e richiama, e rotte morte... percorse a volte e desideri mai raggiunti. Poi il mare, spazza il tempo. Onde increspate, poi la notte. Giostrano navi alla deriva che ...
Cod: 3036 - On line dal: domenica 10 maggio 2009 - Ultima modifica: domenica 10 maggio 2009

Sera a Madrid
Un giorno tra i tanti, una sera in arrivo Plaza De Espana è un crepuscolo rosso auto che al volo mi guardano appena io scendo la scala di questa metro che porta profondo... poi ancora fuori. Un senso di freddo mi avvolge di nuovo sciarpa sul collo che chiudo gli occhi il vento mi spinge... Genova nel cuore ...sorrido per questo. bassa la testa, cammino. Le mani in tasca guardo i ...
Cod: 2831 - On line dal: sabato 4 aprile 2009 - Ultima modifica: sabato 4 aprile 2009

Dalle memorie di Fedor Michailovic
Strappi di storia incanto e oppio a portata di tutti io che la notte guardo la strada dal vetro della stanza vedo donne sguaiatamente ridere tra gomme in fiamme io che parlo al mio cervello e mi rispondo sento il mio cuore che batte quando il silenzio mi uccide. Cammino solitario intorno al letto mentre sfrego le mani. Se fossi un pazzo? Sarei in ospedale no? Ma so ...
Cod: 2832 - On line dal: sabato 4 aprile 2009 - Ultima modifica: sabato 4 aprile 2009

Nato in Italia
Sono nato e cresciuto in Italia l'Italietta nostra di sempre stivale da calci in culo e camminare col sudore rappreso e un fazzoletto al collo mille volte delusi noi, mai fuggiti eterni viaggiatori di idee incomprese da giustizieri al potere a schiacciar l'idea sinistra che da sempre paventa i cuor... Girata in lungo e largo da truppe dispotiche torme teutoniche e lavorata ben ...
Cod: 2833 - On line dal: sabato 4 aprile 2009 - Ultima modifica: sabato 4 aprile 2009

Grazie alla vita
In una pace da sensi smarriti in un involucro pieno di sogni realizzati a volte o disattesi a giorni sento il tempo sfuggire ogni anno. Momenti-macigni di vita vissuta come in un film lascian brandelli al vento dal temporal passaggio spesso strappati. Lotto ancora io che ho qualcosa per cui valga la pena sorridere anche se tutto sembra scivolare addosso quando ...
Cod: 2834 - On line dal: sabato 4 aprile 2009 - Ultima modifica: sabato 4 aprile 2009

La sera del campo e della stella
Gocce sulla distesa dell'oceano formavano zampilli. L'acqua spingeva il diadema tra le grandi alghe. La luna, bianca opalescenza della notte, illuminava i diamanti sgorgati dal sacchetto di cuoio. Le mani del garzone tremavano inquiete. Tu sorridevi divertita tra quegli strani lisci capelli neroblù. Il tuo viso rifletteva al riverbero di quella luce azzurrognola. Ricordo appena fu ...
Cod: 2835 - On line dal: sabato 4 aprile 2009 - Ultima modifica: sabato 4 aprile 2009

Retrogusto d'angostura
Straniero come un fiume al contrario straziato dall'incubo vissuto sperduto ho vagato isole come un Robinson oscuro come il tunnel del peccato accompagnato da un polacco austero come una cartina tornasole perduto come un papero nel mare un insulso manichino come una barca senza timone più triste di un torero incornato ...sono stato. Mentivo come un vecch ...
Cod: 2809 - On line dal: mercoledì 1 aprile 2009 - Ultima modifica: mercoledì 1 aprile 2009

Musiche dal primo dopoguerra
Ho acceso lo stereo un vecchio vinile pieno di track crack strack canta "Somewhere Over The Rainbow". Entrano nell'aria senza permesso senza bussare... restano lì appese note pluridirezionali vorticano come foglie al vento. Lascio scorrer gli occhi tra i tetti e gli abbaini, al sole della città uguale come allora immagino nel quasi Natale da una finestra aperta. Ch ...
Cod: 2810 - On line dal: mercoledì 1 aprile 2009 - Ultima modifica: mercoledì 1 aprile 2009

Sobrepena
Un atavico suono di tamburi lontani muove l'aria pesante (quasi densa) tra i rami al vento. Una specie di miele lavicamente vischioso dalle porte del tempo, dal profondo, da sempre racconta chi siamo dal nostro millenario calpestar la terra. Mischiati a questo, cantilena di rumori secchi: un can c'abbaia all'ombra di luna oltre ogni dove appeso anch'egli a quel narrar di guerre a s ...
Cod: 2811 - On line dal: mercoledì 1 aprile 2009 - Ultima modifica: mercoledì 1 aprile 2009

Celestion
Grigio il cielo piombo di 'sto mattino piombo. Oltre ai vetri delle finestre piombo. Il suono lontano del tuono al rimbombo. Piombo. Il lampo che anticipa poi deflagra. L'occhieggiar di spari-sibili e luci dall'effetto stereo. Girotondo concentrico m'assorbe e come tal l'accolgo. L'afferro. Tra le dita che rotano l'aria in un mar di silenzio che la luce echeggia al primordiale tonfo. ...
Cod: 2771 - On line dal: giovedì 26 marzo 2009 - Ultima modifica: giovedì 26 marzo 2009

Del fornaio, del capriccioso e della morte che passa
Se ci fosse l'isola che non c'è, sarei la sua croce, la sua corona di spine. Nel cielo dell'eterna gaffe sarei complice e tormenta. Sarei sabbia di arido deserto, compagnia eternamente perduta, notte gelida e giorno infuocato, della mia infinita storia. Sorriderei ai giovani amanti di Prevert contro le porte della notte, virando seppia questo volare eterno ad una coppa di vino . ...
Cod: 2750 - On line dal: martedì 24 marzo 2009 - Ultima modifica: martedì 24 marzo 2009

Ciao pa'
Di quella sera ricordo il malinconico lamento dell'imposta che il vento sbatteva contro il muro e si perdeva. Quell'ultimo tuo cenno del viso così quieto e sereno mi sfugge dietro al fumo del motore sulla strada all'ombra di quell'insegna di benzina. Ma non sarebbe per me una sorpresa oggi vederti seduto sul quel gradino mentre scendo le scale che dalla strada portano al bo ...
Cod: 2744 - On line dal: lunedì 23 marzo 2009 - Ultima modifica: lunedì 23 marzo 2009

Ni un paso atras
È vero che non avevo nulla da regalarti e tu non avevi nulla da ricevere eppure ridevi che il clown scivolasse lento. Consolavi il mio sogno nascosto senza niente da perdere, tu che dalla vita dovevi solo comprare, io che dalla vita dovevo soffrire e in quel momento si cominciava noi due, seduti che s'era su quell'ultimo autobus nella notte dai vetri riflessi. Lo stesso sogno c ...
Cod: 2745 - On line dal: lunedì 23 marzo 2009 - Ultima modifica: lunedì 23 marzo 2009

D'amore e d'ombra
Sulla torre di guardia la vedetta osserva. Amleto vede lo spettro del padre. Mosè la terra promessa. Ed io, dispiace dirlo, la mia ombra invecchiare. Accadde una sera di fine estate dopo giorni di sole con nel mezzo trambusti di temporale. Proprio in quella sera d'ultimo sole percorrendo come sempre la salita verso casa improvvisamente (quasi dal nulla) vidi gli anni volare. ...
Cod: 2737 - On line dal: domenica 22 marzo 2009 - Ultima modifica: domenica 22 marzo 2009

Aguacalientes
Come giungessi stanco dalle mie ansie. Come ci fosse un dove su cui far forza. Come ci fosse un fato davvero ai miei passi. Come incontrassi questa verità prima. Come vestirsi ora per ogni mattina. Come un sospiro profondo e quieto. Un mal di denti alleviato. L'impossibile compiuto. Ambire ora come alla fine una bella poesia fosse questa che così com'è ...
Cod: 2740 - On line dal: domenica 22 marzo 2009 - Ultima modifica: domenica 22 marzo 2009

Invincibili noi
Ti ritrovo così amica mia dolce che torni stasera dalla memoria e dalla memoria il tempo che vola ne attraversa i vicoli e il bus che passa davanti al portone ...e noi due. Ricordi noi due? Ci sentivamo invincibili li ad incominciare che non si sapeva che il tempo si fugge che i manifesti ai muri arrotolati a colla di rossa bandiera oggi vengon derisi. Sogni scalfiti i nostri, p ...
Cod: 2739 - On line dal: sabato 21 marzo 2009 - Ultima modifica: sabato 21 marzo 2009

I MiniRacconti di: Fabio Martini

Le Massime di: Fabio Martini

Le Canzoni di: Fabio Martini

Gli Articoli di: Fabio Martini

Gli Annunci di: Fabio Martini

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...