il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Autori: Michele Collu

 
 

Autori: Michele Collu

 
Michele Collu

ID Autore: 2068

Iscrizione: venerdì 23 gennaio 2009

 

Biografia

Le mie poesie provengono da un originale modo di pensare, per il quale l'uomo comune neanche vi fa caso: la nostalgia di un passato luminoso che mai ritornerà. La nostra mancanza di autostima e allo stesso tempo lo slancio verso l'eccesso di questa, dimostrano l'assenza di un chiaro punto di riferimento, o meglio di un modello. Per tale motivo, siamo costretti a riproporre soliti schemi. Con ciò che scrivo, offro un colore nuovo alla poesia, nel tentativo di svuotare me stesso ma allo stesso tempo proporre l'ideale di eleganza e di estetica che tanto ora ci rende simili. L'interesse per la perfezione, per la bellezza, è raccolto nelle mie poesie in modo coinciso, in modo da rendere il letto partecipe di queste ma allo stesso tempo lasciarlo fantasticare su mete ed orizzonti irraggiungibili.

 

_

 
 

Le Poesie di: Michele Collu

Idilli morenti
E se lei fosse una vergine, una di quelle ninfe, dipinte di canuta pietà e innocenza? E se lei fosse una donna, la descrizione insormontabile di mani di artisti? E se lei fosse un'anziana, perché quell'infinito pittore, qual è Dio, ha deciso di renderle la tristezza che ha vissuto e di affogarla nelle più infime pieghe del cuore? Ma tu non sei una vergine, né una donna, né un'anziana. Avrei do ...
Cod: 2401 - On line dal: lunedì 26 gennaio 2009 - Ultima modifica: lunedì 26 gennaio 2009

Umane stagioni
Soffice malinconia, mio anelato tradimento, non sfuggire dalle mie dita. Tragedie dimenticate, lacrime soffuse, verginità riposte. Dal lacerante sorriso al contorno di un occhio, asciutte quelle lacrime. Navigli trapassano la tua eburnea sclera, a vele spiegate. Piume di pavone, le tue braccia seta tra i rovi. Mi tocca, Nostalgia, o Nostalgia, la rovina, la mia. Se vedessi la v ...
Cod: 2373 - On line dal: sabato 24 gennaio 2009 - Ultima modifica: sabato 24 gennaio 2009

Il tempo che danza
È piovuto! E in ogni goccia di questa candida pioggia, mi è parso di vedere un raggio di luna. Ma ho scoperto che il sole, talvolta, ha altre forme. ...
Cod: 2380 - On line dal: sabato 24 gennaio 2009 - Ultima modifica: sabato 24 gennaio 2009

I MiniRacconti di: Michele Collu

La fiaba di una morte
- Quanto hai corso, forestiero, per raggiungermi? Ancor sei convinto che l'amore sia una banalità, una stupida sciocchezza nel quale puoi compiacerti di crescere? - Mia candida fanciulla, non t'ho mai amato, ho solo goduto della prestigiosa offerta che una creatura più grande di te m'ha donato. Nei tuoi occhi, ritrovo l'inconsapevole sicurezza che una robusta catena ci leghi perennemente, e all' ...
Cod: 2410 - On line dal: mercoledì 28 gennaio 2009 - Ultima modifica: mercoledì 28 gennaio 2009

Il santo buio
All'ombra della cattedrale di Bruges, tre tra le tante bigotte scacciavano al di fuor del recinto dei denti le penitenze imposte dal temuto confessore. Le vetrate, insolitamente recanti complessi messaggi teologici, lasciavano che il viso delle donne che accendevano candele rosso cardinale venisse illuminato da una pseudo luce omicida, la qual dipinse di un tenue color miele le loro speranze, del ...
Cod: 2397 - On line dal: lunedì 26 gennaio 2009 - Ultima modifica: lunedì 26 gennaio 2009

Sul dialogo con l'amico
"Mi senti? Ho deciso di raccontarti della mia vita, tu, che hai gli orecchi sempre tesi ad ascoltare chi ha bisogno di te. Ma tu sei sempre tra di noi. Prima di andare a letto, sul far della sera e spesso anche a tavola, con il tuo manto oscuro, arrivi e tutti restano ad ammirarti. Imponente. O qual bellezza. Hai sempre paura dello specchio, e quando, il mattino, m'appresto ad andare in bagno, se ...
Cod: 2392 - On line dal: domenica 25 gennaio 2009 - Ultima modifica: domenica 25 gennaio 2009

Viziose prospettive
L'uomo, volgare soprammobile sopra un giaciglio disordinato, al fine di un sesso precario, tiene, con far soddisfatto, il bocchino di una pipa in sepiolite, sperimentando quanto addolora pensar di esser cacciato dal talamo di una furente milite, che al suon di lenzuola, corazze di dorsi perlati, ha donato all'uomo assatanato, caleidoscopici piaceri. Mentre le sue labbra si dispongono in una posi ...
Cod: 2381 - On line dal: sabato 24 gennaio 2009 - Ultima modifica: sabato 24 gennaio 2009

Le Massime di: Michele Collu

Le Canzoni di: Michele Collu

Gli Articoli di: Michele Collu

Gli Annunci di: Michele Collu

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...