il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Autori: Vittorio Volpi

 
 

Autori: Vittorio Volpi

 
Vittorio Volpi

ID Autore: 1993

Iscrizione: lunedì 1 settembre 2008

 

Biografia

 

_

 
 

Le Poesie di: Vittorio Volpi

La TV
Oggi sull'Autostrada del Sol laddove nei pressi s'esce di quel di Bologna casel, padre, madre, due bimbi, chiusi vivi, carbonizzati son morti nella ferrea cassa mortal... ..Oggi si canta e si balla in quel della canzone festival sull'odoroso e variopinto palco davanti alla platea festante di gioie e firme luccicanti fra le quali notar si fan in prima fila ministri d'industria e d ...
Cod: 1640 - On line dal: domenica 14 settembre 2008 - Ultima modifica: domenica 14 settembre 2008

Le parole
Come da ogni cosa che move l'aer con moto proprio o d'altre è mossa, infiniti suoni giungono a noi e percepiti son nel senso nostro in forma di rumori, d'armonie, di scoppi. In tal guisa le parole son romore quando, fuggendo dal silenzio che pensar fa, escon di bocca a frotte, come gioventù dagli svogliati studi, e vocia e struscia in su e giù pel corso. Eseguon armonie ...
Cod: 1633 - On line dal: giovedì 11 settembre 2008 - Ultima modifica: giovedì 11 settembre 2008

Te stesso
Poscia che al vecchio e stanco giorno, segue la notte spenta e senza voci, non seppellir le preci tue nel sonno profondo e senza tempo ma ai primi albori, per non recar le rughe del dì passato, chiare e fresche recitar le devi, per preparar il nuovo che t'aspetta. Tu sei vittima sol di stesso. Nel cammin di tua vita hai fatto ognor quel che parea a te. Al par di te anche gli al ...
Cod: 1617 - On line dal: lunedì 8 settembre 2008 - Ultima modifica: lunedì 8 settembre 2008

Il pensiero
O terra mia, più t'avvicini a me, più mi stringo a te. Tardi ebbi a capir l'amore che mi desti. Solo, ignaro e senza meta, fin da' primi cenni sciupai il dono che facesti. Quando presto venne la sera l'ora che sopisce gli odi e la mente riaccende, da insonni e notturne preci quaggiù a me da lungi un mondo nuovo venne ove da ogni loco libra ritorna e va il pensier mio. Per ragionar ...
Cod: 1570 - On line dal: mercoledì 3 settembre 2008 - Ultima modifica: mercoledì 3 settembre 2008

Il mare
Come gabbiano ristò sullo scoglio. E fisso. E penso. Guardo quel che da lungi vienmi con passo or breve, or lungo, or minaccioso. Par che mi dica: taci ed ascolta. Con moto incessante scherza, l'abbraccia, rigira, spumeggia la pietra. Or la guata umida e nuda, or l'accarezza maschio e supino, or la sovrasta ritto e imperioso. Lontano fin che lo guardo può, rugando teso la fronte, gi ...
Cod: 1565 - On line dal: martedì 2 settembre 2008 - Ultima modifica: martedì 2 settembre 2008

I MiniRacconti di: Vittorio Volpi

Le Massime di: Vittorio Volpi

Le Canzoni di: Vittorio Volpi

Gli Articoli di: Vittorio Volpi

Gli Annunci di: Vittorio Volpi

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...