il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Autori: Adele Cuboni

 

Autori: Adele Cuboni

 
Adele Cuboni

ID Autore: 1909

Iscrizione: sabato 19 gennaio 2008

 

Biografia

Scrivo da sempre ma ho sempre buttato i miei scritti, arrivata ai fatidici 50 ho sentito il bisogno di raccogliere le mie poesie e ho partecipato a qualche concorso. Ne ho anche vinto qualcuno. Adesso ho voglia di condividere.

 

_

 
 

Le Poesie di: Adele Cuboni

Mi manchi
Ed ora non ci sei. Ma perché dico "ora"? Oramai è la parola Che definisce il vuoto, Questo buco profondo Che non si puo riempire. Dovrò finire sola Questo nostro viaggio Che ci ha fatto scoprire Terre meravigliose E terribili naufragi. Tu, solo, sei sbarcato Nell'Isola che non c'è, Che vorrei che ci fosse E là aspettassi me. ...
Cod: 8792 - On line dal: lunedì 12 febbraio 2018 - Ultima modifica: lunedì 12 febbraio 2018

28 Settembre 2017
La strada Era tanta. Il viaggio ancora Non era finito. Io non avevo capito Che avrei continuato Da sola. E mi mancano I tuoi silenzi, Le parole Non dette e Quelle che vorrei Poter dire. Non so più Se ti ho fatto capire Cosa eri davvero Per me. E ora, che ho ripreso Ad andare, Mi sembra di stare Sospesa. Ma breve o lunga Che sia Quest'attesa Alla fine del viaggio Ritrov ...
Cod: 8791 - On line dal: lunedì 12 febbraio 2018 - Ultima modifica: lunedì 12 febbraio 2018

Natale 2016
Come ci siamo persi Amore mio? Io non ricordo quando, Come è stato. Passato è il tempo Degli sguardi profondi. Rispondi: perché la notte Ci trova stranieri? Ieri era mio il tuo respiro, Ora mi giro, ti voltò le spalle Ed anche il mio cuore. Perché amore Lo so, risposte da te non avro' ...
Cod: 8790 - On line dal: lunedì 12 febbraio 2018 - Ultima modifica: lunedì 12 febbraio 2018

L'Erta
L'alba rosata Fascia i tuoi fianchi E, rosa tu pure, Maestoso ti levi Dal mare Eterno mio monte Della mia corruttibile Eternità. Nasci tra schiuma E sale E stridio di gabbiani; Ma in alto, Nel silenzio del vento Dove termina Il sacro cammino, Il falco pellegrino Nasconde geloso Il suo nido. ...
Cod: 8172 - On line dal: giovedì 29 ottobre 2015 - Ultima modifica: giovedì 29 ottobre 2015

Per quanto ancora
Non reggo più questo gioco malvagio. Le spalle ormai scrollano il peso di questa vita costretta in un cerchio di ferro che si restringe. Inesorabilmente. La mia mente non sa più fare gli stacchi, quei voli che mi tiravano fuori, per poco, ma quel che bastava a farmi fischiare un allegro motivo. Piatto è il pensiero, monotono. Non si fa distrarre e punta dritto al nocciolo ama ...
Cod: 7994 - On line dal: lunedì 9 marzo 2015 - Ultima modifica: lunedì 9 marzo 2015

Tre anni dopo
Soffia sopra di me come su legno, aspro e duro maestrale. Mi scortica la vita con artigliate dita. E dentro è vuoto. La fonte disseccata non trova più parole ai miei pensieri. Ed era solo ieri che, con foglio e matita, potevo dare vita a quadri pennellati con spontanea sapienza. E ora? Farne senza lascia un vuoto malsano, tronca netto il respiro. E immobile, sulla p ...
Cod: 8020 - On line dal: lunedì 9 marzo 2015 - Ultima modifica: lunedì 9 marzo 2015

Senza titolo
Tu che mi hai reso felice e infelicissima. Tu che ho amato tanto e odiato di più. Tu, che sei l'ordito nella trama della mia vita. Tu, che vorrei cancellare con un gesto che non so fare. Tu, che mi logori giorno dopo giorno. E io, che continuo a chiedermi perché. ...
Cod: 8021 - On line dal: lunedì 9 marzo 2015 - Ultima modifica: lunedì 9 marzo 2015

Perdita
Una volta avevo una voce, e avevo tante parole. Ma la voce mi é morta dentro e le parole sono foglie secche. Se le porta via con rabbia un freddo vento tagliente, e le scaglia su ruvidi muri. Le sbriciola e non resta più niente ...
Cod: 8022 - On line dal: lunedì 9 marzo 2015 - Ultima modifica: lunedì 9 marzo 2015

Perché
I profili delle montagne sono sagome di giganti dormienti, coperti dal cielo. Sole, pioggia, vento, niente li turba. Immortali sfidano il tempo. Le onde dei mari si inseguono eternamente, niente le ferma nel loro perpetuo moto. Muoiano sulle plaghe o si spezzino nelle falesie, all'orizzonte rinascono. Per noi, in questa immensa eternità sperduti, attoniti, muti, per noi, a cui l'i ...
Cod: 8023 - On line dal: lunedì 9 marzo 2015 - Ultima modifica: lunedì 9 marzo 2015

La verità fa male
Le verità nascoste. Quelle, da sempre, chiuse negli armadi di comodo. Quelle tenute al buio delle coscienze spente, che la gente rifugge e i media coprono saggiamente. Perché è imperativo essere felici, belli e in eterno giovani, costasse sacrifici. Viviamo bombardati da falsi valori attenti alla scorza a quello che sta fuori. Se questo falso mondo a un tratto s'incrina non esi ...
Cod: 8024 - On line dal: lunedì 9 marzo 2015 - Ultima modifica: lunedì 9 marzo 2015

Nuvole
Leggère, portate da maestrale. Matasse, pennellate, fiocchi che si dipanano, candidi battiti d'ali. Fantastici giochi, i nostri. Che forme! Che mostri! Arriva un uccello... un soffio... è un castello. Un soffio più forte.. è sparito. Nel nulla infinito. ...
Cod: 3968 - On line dal: venerdì 12 marzo 2010 - Ultima modifica: venerdì 12 marzo 2010

Io con me
Filtra, dai vecchi scuri, la luce del mattino. E suoni, e odori. Dormono ancora, nell'aria fresca e pura, le forti mura della casa in collina. Lascio che scorra lento, e mi pervada, questo momento ch'è tutto mio. Ma nel verde d'attorno è già inoltrato il giorno. E brulica la vita. ...
Cod: 3969 - On line dal: venerdì 12 marzo 2010 - Ultima modifica: venerdì 12 marzo 2010

Il battito del tempo
È l'alba. Buio è il silenzio ancora. Ma batte ogni stanza la sua ora. È la rete del tempo che va, sempre uguale a sè stesso, immutato. Sono io che apro gli occhi cambiato. Ogni giorno diverso. Che dò il ritmo al mio grumo di terra perduto nell'universo. ...
Cod: 3970 - On line dal: venerdì 12 marzo 2010 - Ultima modifica: venerdì 12 marzo 2010

Io so
Io so la voce dei gabbiani. So il roco guaito che s'innalza nel cielo e, largo e lento, fende l'aria e discende. So il lungo zizzio del pettirosso che saltella sui rami a primavera e dall'alba alla sera cerca la sua compagna. So degli uccelli il volo e quando il sole splende e quando fitta scende la pioggia. E quando a stormi fuggono via dal gelo, verso altre stagioni. I ...
Cod: 3913 - On line dal: martedì 23 febbraio 2010 - Ultima modifica: martedì 23 febbraio 2010

Involuzioni
La quiete, il silenzio, lasciavano, sempre più spesso, spiragli insicuri, passaggi ben poco protetti. E dentro fluivano, lenti, pensieri neri, desideri clandestini, sentimenti potenti. Difficili da fermare. Amore, da tempo, era un verbo in disuso, soffocato e confuso da altri ben più attuali. Metteva le ali un verbo preciso: scappare. ...
Cod: 3898 - On line dal: mercoledì 17 febbraio 2010 - Ultima modifica: mercoledì 17 febbraio 2010

Federico
Piccolo gnomo, essere fatato che non mi stancherei mai di guardare. Quale incantato mondo è nei tuoi sogni, che ti fanno sorridere beato e quali sono le visioni buie che fanno il tuo visetto corrucciato? Dormi, riposa. Caccerò, lontano da te, mostri e chimere col mio amore. Con la tua mano nella mia saranno sempre liete e serene le tue ore. Ricucirò per te i miei ricordi, ca ...
Cod: 3899 - On line dal: mercoledì 17 febbraio 2010 - Ultima modifica: mercoledì 17 febbraio 2010

Siesta in campagna
Nell'assolato pomeriggio, la cicala gridava alla campagna la sua effimera gioia, contendendo il silenzio alla monotona tortora. Instancabile, la lunga fila di grosse formiche nere, si arrampicava lungo un fianco della casa, fino al tetto di tegole rosse. I contorti rami degli ulivi si chinavano carichi sfiorando la terra. E gli uccelli saltavano lieti tra il verde. E tutto er ...
Cod: 3703 - On line dal: giovedì 3 dicembre 2009 - Ultima modifica: giovedì 3 dicembre 2009

Casa di campagna
Muri, che appena visti, senti di averli sempre vissuti. Dove vorresti passare giorni, minuti, anni. Che non sanno che siano gli inganni, i misteri. Tra cui filtrano, leggeri, i raggi di un sole pulito. Muri aperti alla terra che, tra le sue verdi braccia, li serra, come madre affettuosa. Muri affacciati sulla valle ridente dei frutti aranciati che danno l'oblio. È tra di voi c ...
Cod: 3674 - On line dal: lunedì 30 novembre 2009 - Ultima modifica: lunedì 30 novembre 2009

Quaesivi
Va, mio pensiero. Va, vola leggero sul virente campo che a fondo si frange e annega dove schiuma il torrente. Scivola tra i biondi flutti e lasciati mondare dai sassi, mentre scendi veloce dove ti accoglie il mare. Fuggi come lepre al veltro, le smerlate onde dove l'acqua è più fonda, oltre orizzonte. E poi, ch'è tondo l'astro su cui posiamo, come arma aborigena, torna ne ...
Cod: 3676 - On line dal: lunedì 30 novembre 2009 - Ultima modifica: lunedì 30 novembre 2009

Tramonto
Là in fondo, nel sole, il blu si riaccende. Dorate pagliuzze sospese, al tramonto, ci fanno sentire il senso profondo del difficile dire di un giorno speciale che sta per finire. Il liquido manto ricopre l'incanto. E arriva la sera. ...
Cod: 3670 - On line dal: sabato 28 novembre 2009 - Ultima modifica: sabato 28 novembre 2009

Il peso del Segno
Sono Gemelli, sono incostante. Cambio parere ad ogni istante. Se prima azzurro mi sembra il cielo, dopo un momento lo copre un velo. Sono una barca in balia del mare: sempre in procinto di naufragare. Punto diritta verso la riva, ma sono attratta dalla deriva. Mi piace il bianco ma pure il nero. Mi attrae il sicuro e anche il mistero. In equilibrio tra due opinioni sovente s ...
Cod: 3671 - On line dal: sabato 28 novembre 2009 - Ultima modifica: sabato 28 novembre 2009

Slovacchia Giugno 2006
La strada scorre, mentre sfreccia la vita chiusa nella scatola blù. A tratti, un sole infreddolito pennella i campi che si stendono ampi. Poi incedono, cupi, i Carpazi. L'occhio accarezza quieti, verdi spazi. Casette, come vecchie comari con lo scialle sugli occhi, ascoltano i rintocchi di un vecchio campanile. L'aria primaverile entra dal finestrino, mi scompiglia i capelli. Met ...
Cod: 3672 - On line dal: sabato 28 novembre 2009 - Ultima modifica: sabato 28 novembre 2009

Musica e pietre - Agosto 2006
Nella vecchia tonnara stasera, spento l'urlo e lo sbatter di reti, non c'è sangue, dolore nè pena. Solo musica in scena. La nostra musica antica con le nenie per i picciriddi, con le gesta dei paladini e coi versi di Ignazio e di Rosa. C'é la luna che imbianca ogni cosa: le rosicate pietre e la sabbia del mare dove, a notte, i legni e le reti si poggiano a riposare. E il canto a ...
Cod: 3673 - On line dal: sabato 28 novembre 2009 - Ultima modifica: sabato 28 novembre 2009

Concerto di Ruggero Mascellino
Tu, che le dita scorri sui tasti e nasce melodia. Tu, della terra mia nuovo splendore, mi portasti, ieri sera, dentro al cuore gioia, tormento e a volte nostalgia. E il sentimento mio scorreva nella sala gremita; era la vita stessa che fluiva dalle sapienti tue note. ...
Cod: 3663 - On line dal: giovedì 26 novembre 2009 - Ultima modifica: giovedì 26 novembre 2009

Mors tua, vita mea
"Dai, mangia! Si fredda... Non vedi ch'é buono?! Ti sembra scipito? Aggiungi un po' il sale... "Chissà se stasera ci fanno cenare! I guai del pianeta li danno alle otto al telegiornale!... "Mi passi il gateau? C'ho messo tre uova... é soffice, no? "Oh, tu guarda là! Mi passa la fame... i più sono ossa! Ma sensibilità non ne hanno in Tivvù? "Dai cambia canale... Hai proprio ragio ...
Cod: 1709 - On line dal: domenica 5 ottobre 2008 - Ultima modifica: domenica 5 ottobre 2008

Spes ultima res
Insperato, rinasce il sorriso e ti addolcisce la linea severa del viso. Un soffio di vento, leggero, ti scompiglia, giocando, il pensiero. E trascina con sé il malumaore: quel grigio uniforme che esclude l'amore. ...
Cod: 1694 - On line dal: mercoledì 1 ottobre 2008 - Ultima modifica: mercoledì 1 ottobre 2008

Isola delle femmine
La torre mozza e un volo di gabbiani, a tesser reti candide tra cielo e mare. Piccolo cono arso dal sole. Non più passi, non grida, non donne, né colpe da lavare nella risacca. Ora, purificate, aspettano il chiaro di luna e danzano sulle omde schiumanti. ...
Cod: 1686 - On line dal: domenica 28 settembre 2008 - Ultima modifica: domenica 28 settembre 2008

Onirica
Cavalcare l'infinito, oltrepassare le stelle, andata e ritorno. Prima che spunti il giorno a tirarmi per la giacca, a riportarmi alla solita realtà nuda e piatta. Perdermi, provarci almeno, tra quelle luci nate all'inizio del tempo; ingannevole traccia. Cerco ancora le braccia che possano fermare il mio viaggio inquieto. ...
Cod: 1687 - On line dal: domenica 28 settembre 2008 - Ultima modifica: domenica 28 settembre 2008

Alba primaverile
Macigni sulle palpebre, le luci. Graffi, irumori del mattino che prende l'avvio. Io cancellerei le urgenze di questa giornata. Starei, rannicchiata in posizione fetale, sotto le lenzuola. Silenzio é ciò che mi serve, per ora. Ma tutto cospira, ed anche il mio gatto miagola ch'é vuoto il suo piatto. Mi struscia il suo umido naso sul viso, e inaspettato, da dentro gorgogla il ...
Cod: 1688 - On line dal: domenica 28 settembre 2008 - Ultima modifica: domenica 28 settembre 2008

Finire in bellezza
Se così, per ipotesi, decidessi ch'è l'ora d'andare, sono certa che prima avrei molto da fare. Metterei fuori le scarpe più belle, le decolletè col fiocchetto, quelle che quando le metto mi sento tornare bambina. Poi dal bauletto degli ori prenderei il filo di perle biancorosato, che nei momenti peggiori ha fatto miracoli per il mio incarnato. E infine, il tubino nero con le ...
Cod: 1130 - On line dal: martedì 29 aprile 2008 - Ultima modifica: martedì 29 aprile 2008

Filastrocca dolceamara
Dormire, sognare, forse pensare. Restare, scappare, soffrire, un po' morire. Dire, non dire, inventare favole amare. Sentire scoppiare il cuore, d'amore. Fare, disfare, cercare quel po' di vita tra le dita. ...
Cod: 1112 - On line dal: mercoledì 23 aprile 2008 - Ultima modifica: mercoledì 23 aprile 2008

Il disimpegno
Credere nel miracolo, o non credere in niente. Pensare che, ad un cenno, tutta quanta la gente esca dal buco nero dov'era posteggiata: rifiuto riciclabile. Mi sembra una menata, voler recuperare, in una sola battuta, una vita fottuta. ...
Cod: 1113 - On line dal: mercoledì 23 aprile 2008 - Ultima modifica: mercoledì 23 aprile 2008

Il capolinea
Arriverai, chiuso in un battito d'ali, eterno istante. E si aprirà la porta dei punti di domanda. Di qua e di là staranno il bianco e il nero, e, se ci sono, avrò le mie risposte. Rosicchiando il mio tempo, ho rubato il sorriso di un bimbo per donarlo alla terra. E in ogni caso ne sarà valsa la pena. ...
Cod: 1043 - On line dal: domenica 6 aprile 2008 - Ultima modifica: domenica 6 aprile 2008

Per i senzanome
La Corte dei Miracoli in versione attuale me la trovo ai semafori, moltitudine uguale. Prende vita col rosso, sciame di moscerini attratti dalla luce. Chi con spugna e asciughino fa brillare il cruscotto; chi mi porge un giornale; chi, in un foglio mal scritto, mi presenta il suo conto che non riesce a quadrare. E lo sguardo è, ad un tempo, eloquente e lontano. Mentre il ross ...
Cod: 1042 - On line dal: sabato 5 aprile 2008 - Ultima modifica: sabato 5 aprile 2008

Sogno
Lascio salire il cuore sopra l'accelerato. Lo lascio cullare dal lento arrancare. La mente divaga. Filari di viti, coi grappoli al sole, si danno la mano. Io sono lontano. Mi lascio alle spalle parole non dette, omissioni, distacchi. Con questi miei pacchi di nuove emozioni e un po' di paura, magari ci provo ad amare di nuovo. ...
Cod: 1015 - On line dal: giovedì 27 marzo 2008 - Ultima modifica: giovedì 27 marzo 2008

Morire due volte
Inarrestabile e lento passa il tempo, e lascia tra le mani sempre meno domani. Cocci di sensazioni, dolori sfumati, ricordi abbelliti, fin troppo addolciti, ormai snaturati. L'anello si chiude e oggi è domani, alla fine. Rimane... una lettera, la foto di un viso, un ricordo impreciso, un nome mai più pronunciato. Bisogna lasciare una traccia scolpita, per giustificare un ...
Cod: 1000 - On line dal: sabato 22 marzo 2008 - Ultima modifica: sabato 22 marzo 2008

Cambiamenti climatici
Apro, al mattino, la finestra e il sole, che, prepotente, entrava dentro casa trascinando sentori di ginestra -in piena estate- e in maggio di viole, s'è snaturato. Ora pudico e pallido si consuma tra drappi grigio-bianchi, densi di umori. E l'aria intorno sembra come sospesa nella trepida attesa della nota d'avvio. ...
Cod: 1001 - On line dal: sabato 22 marzo 2008 - Ultima modifica: sabato 22 marzo 2008

Alternative
Sento nell'aria il momento, come il cane che annusa, nel vento, la lepre. Tergiverso, mi sposto scansando la mano che naviga piano. Berrei volentieri un intruglio; qualcosa da mettere in gola, qui, tra queste lenzuola. In alternativa provando a spostare, di poco, lo scambio che regola il flusso delle sensazioni, le lascio in stand-by e, a mente svuotata, meccanicamente, cu ...
Cod: 1002 - On line dal: sabato 22 marzo 2008 - Ultima modifica: sabato 22 marzo 2008

Remiehtsew Divad
Il mio dolce compagno, di là dai suoi alti muri sonori, vaga in regioni a me sconosciute e, nei suoi labirinti, smarrito non sente ch'è ormai quasi finito il mio tempo d'attesa. Io, chiusa fuori da quella invalicabile soglia, raccolgo mattoni di spente emozioni. E alzo il mio muro. ...
Cod: 1003 - On line dal: sabato 22 marzo 2008 - Ultima modifica: sabato 22 marzo 2008

Sera d'estate
Nel buio dirompente della sera, che alla notte s'arrende, in fondo al giardino s'accende una luce. Risplende un pochino, si spegne: un piccolo faro. Di nuovo rifulge, e ancora scompare. E pare che lanci un richiamo, che cerchi qualcuno; ma non c'è nessuno nell'umido folto. Ricordo altre estati, altre età, e un altro giardino. Di lucciole a sera, allora, ce n'era un casino. ...
Cod: 895 - On line dal: lunedì 18 febbraio 2008 - Ultima modifica: lunedì 18 febbraio 2008

Sulle rive del lago
Cadde una pigna. Si staccò dal ramo e venne giù. L'accolse l'acqua immobile e si spezzò il blù del lago di montagna. Deformato, il riflesso dei pini, trovò nuova armonia in piccoli cerchi, dapprima vicini e poi, più lontani, sfumati. Il cuore segnava il mio tempo un po' sgangherato. E la mente archiviava nella sua scatola nera, tutte le sensazioni. Meticolosamente. ...
Cod: 851 - On line dal: giovedì 7 febbraio 2008 - Ultima modifica: giovedì 7 febbraio 2008

Un giorno qualunque
Mi scivola addosso questa minuscola vita. Niente titoli sui quotidiani: mi basta arrivare a domani. Un'alba via dietro a un tramonto. I soliti gesti da nulla. Mi lavo, mi guardo allo specchio. Mi piaccio -che importa il lavoro del Ragno-, mi mando un sorriso. Preparo il caffè, abbasso la fiamma e già, con la mente, inizio il viaggio. Ripenso a uno sguardo raccolto per st ...
Cod: 852 - On line dal: giovedì 7 febbraio 2008 - Ultima modifica: giovedì 7 febbraio 2008

Dove?
Dove va il sole, alla sera? Dove, la luna che all'alba scompare? E, dove va il mare oltre quell'ultima, linea nera? Dove vanno i miei sogni, nel buio della notte? Sanno forse le rotte per altri lontani mondi incantati? Dove va il nostro amore, nel suo incerto viaggio, proteso ad un miraggio che forse è una chimera. E quando, in fondo al viale, è finito il cammino, dove spinge, il ...
Cod: 842 - On line dal: martedì 5 febbraio 2008 - Ultima modifica: martedì 5 febbraio 2008

Scirocco
Le morbide onde, -velluto che scorre tra le dita- si spostano pigramente; carovana infinita di dune. Scirocco le sparpaglia, le rompe con forza, le scaglia in mille granelli su altre liquide onde. Sospinte da fresche correnti, le piccole sfere rosate, coprendo ogni cosa raccontano storie di fate. ...
Cod: 843 - On line dal: martedì 5 febbraio 2008 - Ultima modifica: martedì 5 febbraio 2008

Riposo
Che vite ho già vissuto, che pensieri ho pensato, se in altri tempi lontani, qualcun'altro son stato o qualche cosa. Nulla ne resta, o, forse, incomprensibili frammenti emergono, sconnessi, da qualche involontario atteggiamento. Come brani di recite quasi dimenticate. Forse rinascere è un dono? O è proprio questa la croce che ognuno si trascina? E forse anche le cose muoiono ...
Cod: 795 - On line dal: lunedì 28 gennaio 2008 - Ultima modifica: lunedì 28 gennaio 2008

Eberstrasse - Berlin - agosto 2005
Nascosti da tumuli grigi, in interminabili linee parallele. Anonimi, come sempre, e muti. Profanati da sguardi distratti o accarezzati da una lacrima. Voi, che foste divisi, straziati, passati su pei camini; voi, interminabile fila di uomini, donne, vecchi, bambini, sussurrate nel vento di questa dolce sera d'estate : " Noi siamo ciascuno di voi, ricordate ". ...
Cod: 796 - On line dal: lunedì 28 gennaio 2008 - Ultima modifica: lunedì 28 gennaio 2008

A mia madre
Madre, anche se tu non sei - ch'è spenta la tua luce su questa terra - incredula, mi trovo a immaginare per te altri spazi e infiniti, ove ti irraggi eterna. Esile roccia, piangesti tutte le tue lacrime di donna, e raccogliesti in te briciole di sorriso che riversasti moltiplicate sulle tue creature. Madre, anche se tu non sei, intatta ti ritrovo nel mio cuore. ...
Cod: 779 - On line dal: venerdì 25 gennaio 2008 - Ultima modifica: venerdì 25 gennaio 2008

Iniziazione
Alto volava nell'azzurro striato. Sbatteva le piccole ali insicure e tesseva una rete tra i due genitori, cercando conferme. Lenti, i due falchi, con le grandi ali immobili fendevano l'aria. Sapienti si spostavano tra le correnti ascendenti, e lanciavano ritmati richiami. A lungo mi persi con loro, divenni parte di quel pezzo di cielo. Poi si confusero con l'azzurro. E spa ...
Cod: 780 - On line dal: venerdì 25 gennaio 2008 - Ultima modifica: venerdì 25 gennaio 2008

Il grande lavoratore
Il diavolo, se esiste, lavora anche la notte. Fà lo straordinario nei pub tra i giovani dai timpani rotti da ritmi sparati a chissà quanti decibel. Li accompagna, sollecito, -fatti d'alcol e droghe- su bolidi impazziti che, come calamite, li fanno schiantare sulle loro vite finite. Per quelli rimasti c'è il turno di giorno che lavora alla TV, surrogato del mondo ridotto a "Isole" ...
Cod: 767 - On line dal: mercoledì 23 gennaio 2008 - Ultima modifica: mercoledì 23 gennaio 2008

Colori d'autunno
Sul muro scrostato si adagia la vite canadese, in questo autunno tardivo. E, più giù, l'ulivo contorto dal vento ricopre, di cupo verde, la valle. Geometriche balle di fieno s'asciugano all'ultimo sole sui campi. Solcato da rapidi lampi il cielo rimbomba lontano, oltre il ponte sul fiume che già s'annera. E lenta la sera si stende sui campi. ...
Cod: 768 - On line dal: mercoledì 23 gennaio 2008 - Ultima modifica: mercoledì 23 gennaio 2008

Pet terapy
Lenta si spostava, meccanicamente, la mia mano sul tuo serico manto nero. E non potrei dire se fosse soltanto una mia sensazione o invece scorresse davvero, tra la mia pelle e il tuo pelo, una corrente sottile. Uno scambio di ioni. Quella chimica delle emozioni che ti faceva ronfare beato e che regalava oasi di pura armonia al mio deserto assolato. ...
Cod: 769 - On line dal: mercoledì 23 gennaio 2008 - Ultima modifica: mercoledì 23 gennaio 2008

Sottovuoto
Danza tra noi, il silenzio, spenta coreografia di una vita. Copre le nostre serate, nuvola greve di occasioni perdute, di parole non dette; algida come neve. Ci grida dentro e fa male, il silenzio, mentre stanche si trascinano le ore. ...
Cod: 758 - On line dal: martedì 22 gennaio 2008 - Ultima modifica: martedì 22 gennaio 2008

Acquarelli
Linee, colori, forme. Lo spirito che dorme, Rosaspina incantata, rompe il guscio robusto della mono-tonia. Chiamatela "mania". Fondendo i blu coi verdi, i gialli con i rossi, salta, ridendo, i fossi, la mia malinconia. ...
Cod: 759 - On line dal: martedì 22 gennaio 2008 - Ultima modifica: martedì 22 gennaio 2008

12 Aprile 1946
Tu, solo te ne andasti in silenzio, tirandoti dietro la porta -custode d'inutili affetti-. Soli compagni, l'inseparabile pena e il dubbio. Ti ferì, forse, il sole, o, forse, eri già lontano e, tra la folla, t'incamminasti straniero. Poi, fu solo il copione -quante volte corretto, limato-. La filovia si lasciò dietro le case e, tra odori di resina, ti consegnò alla muta ...
Cod: 753 - On line dal: lunedì 21 gennaio 2008 - Ultima modifica: lunedì 21 gennaio 2008

I MiniRacconti di: Adele Cuboni

Le Massime di: Adele Cuboni

Le Canzoni di: Adele Cuboni

Gli Articoli di: Adele Cuboni

Gli Annunci di: Adele Cuboni

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...