il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Notte!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

A Francesco Baracca - Francesco Zanatta

 
 

Le poesie di Francesco Zanatta: A Francesco Baracca

 
Francesco Zanatta

ID Autore: 2329
ID Testo: 8469

Testo online da mercoledì 4 gennaio 2017

Ultima modifica del mercoledì 4 gennaio 2017
Scritto nel 2016

 

A Francesco Baracca

Riposa il tuo ricordo sotto una cupola crociata
ornato da verdi pini e alberi secchi d'inverno,
il ricordo stenta a svanire e stai qui a far da simbolo
tra il vecchio e il nuovo, tra passato e presente.

L'agonia d'Italia si prende i suoi pochi figli rimasti
da una guerra che regolarmente distrugge l'avvenire;
ma è proprio questo che ci tiene e ci lascia in vita
sempre pronti a morire all'altare della nostra Madrepatria.

Siamo figli di un Simbolo concreto, di una religione laica
che sta sotto un unico Dio che osserva i suoi figli morire per Lui:
che sia nel corso di una rivoluzione o
in battaglia contro l'invasore tra le alture,
poco importa per l'amore che uccide i suoi figli nelle giornate più oscure.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Francesco Zanatta: A Francesco Baracca

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...