il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Dipendenti tartassati...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Per la Madre e...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Al solito raggio di sole - Giampiero Iezzi

 

Le poesie di Giampiero Iezzi: Al solito raggio di sole

 
Giampiero Iezzi

ID Autore: 2282
ID Testo: 6882

Testo online da domenica 2 dicembre 2012
Ultima modifica del domenica 2 dicembre 2012
Scritto nel 2012

 

Al solito raggio di sole

Non posso essere una persona da mare
che alla prima ondata, non regge la vita
spiaggiata dei dolori ardenti a camminare,
in battigia con la testa nella bolgia,
tutta l'algìa della divin commedia
d'ognun porta via la nostalgìa.
Di tutti è il problema della vita che,
sensibile spunta i sogni della sua storia
per tentar l'anima del poeta ansimando
aggettivi amaro digrigna masticando
parole con i denti consegnati al ricordo
nasce una poesia ricca di guai descritta
per una vita disabile, la mia. Ooh Dio!
Ricerca un amico se puoi a giampiero
da adottare meticcio di vecchiaia
per guaire a quattrozampe insieme
alla fantasia i propri guai da dosso
grattando via l'acredine solitudine.
Scura è l'ombra ossidata sul volto mio
intriso di noia, gelato! Al solito raggio
di sole apre la speranza alla nuvola della
sofferenza, se si dissolve...
Vuole della gioia farcita con la felicità.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Giampiero Iezzi: Al solito raggio di sole

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2021 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...