il nino!
Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Dipendenti tartassati...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Per la Madre e...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

La notte - Marcello Comitini

 

Le poesie di Marcello Comitini: La notte

 
Marcello Comitini

ID Autore: 2130
ID Testo: 5825

Testo online da martedì 10 aprile 2012
Ultima modifica del martedì 10 aprile 2012
Scritto nel 2012

 

La notte

La notte lacerata dai bagliori dei fanali
alta sulla città con il mio stesso passo
vicino a ogni lampione zoppica silenziosa,
tenta di scaldare alla luce dei fari
le sue mani umide e il suo viso di pianto.
Con il cuore ferito dal gelo dei fanali
scioglie nella luce il suo splendore oscuro.

Io non posso lasciare che se ne vada sola
cacciata lungo i viali dal brusio dei lampioni.
Sotto lo sguardo terreo delle finestre spente
insieme abbandoniamo la città deserta.

Stendiamo i nostri corpi come due coperte
sopra campi soffici arati e profumati.
Sotto un cielo chiaro di nuvole bianche
io verso nei bicchieri il vino dei ricordi
lei chiama le sue stelle e la bella luna.
Cantiamo forte in coro come gli ubriachi.

Forse – penso - la vita è questo incanto strano
di una notte ebra che sogna l'infinito.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Marcello Comitini: La notte

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2021 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...