il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Scuro - Stefano Medel

 
 

Le poesie di Stefano Medel: Scuro

 
Stefano Medel

ID Autore: 2169
ID Testo: 4066

Dedica: a Eeli

Testo online da mercoledì 14 aprile 2010

Ultima modifica del mercoledì 14 aprile 2010
Scritto nel 2010

 

Scuro

Schermo,
guardo una cosa
alla tv,
intanto
intorno
è quasi l'alba,
gli uccelli
mattutini
cantano il giorno,
nascosti tra le fronde;
non ho voglia di niente,
non ho voglia di vedere,
di sapere;
scuro,
chiudo gli occhi per un attimo;
scalpiccio,
tra poco sarà giorno,
e non me ne frega più di tanto;
berrò il latte,
mi laverò la faccia,
solite cose trite,
e banali;
poter tornare indietro,
ritrovarsi bambino,
con la voglia di correre,
di scoprire,
prato in fiore,
le dalie di nonna,
l'orto,
e le semenze;
poter tornare
a un'altra età,
un'altra vita;
lontano da questo,
questo squallore,
questo grigiore;
voglia di chiudere gli occhi,
sonno,
dormire
e ignorare tutto,
meglio
non sapere,
non vedere.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Stefano Medel: Scuro

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...