il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Mi vengon le vertigini - Francesco Scolaro

 

Le poesie di Francesco Scolaro: Mi vengon le vertigini

 
Francesco Scolaro

ID Autore: 1874
ID Testo: 365

Testo online da giovedì 4 ottobre 2007
Ultima modifica del giovedì 4 ottobre 2007
Scritto nel 2007

 

Mi vengon le vertigini

C'è un disegno, o è soltanto un puro caso?
E se fosse un disegno, che disegno sarebbe?
Perché io son qui ad interloquir con te?
Su ogni ramo del mio albero
mi sono abbrancicato
e mi son perso.
Se fossi nato altrove
chi sarei?
Se a quell'incontro non fossi andato
con chi starei?
Se avessi percorso le vie dell'empireo
anziché autostrade e gallerie
come vivrei?...Se vivrei.
E perché tutto questo
per poi svanire nel nulla?
Ho perso il baricentro della vita
sto barcollando sul crinale
mi vengon le vertigini, sto male
non darmi, ti prego, l'ultima spinta
non essere con me così banale.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Francesco Scolaro: Mi vengon le vertigini

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...