il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Pietre sulla strada - Fabio Martini

 
 

Le poesie di Fabio Martini: Pietre sulla strada

 
Fabio Martini

ID Autore: 2090
ID Testo: 3481

Dedica: a Mostar e Sarajevo

Testo online da sabato 19 settembre 2009
Ultima modifica del sabato 19 settembre 2009
Scritto nel 2009

 

Pietre sulla strada

Il ponte sotto i nostri piedi
scivolava via,
scivolavano le bombe che lo facevano brandelli.
I minareti alla preghiera
chiamavano,
rispondevano i campanili
batacchi sordi
alle stesse preghiere
e noi in ginocchio...
Il mio ponte
il ponte mio
dell'infanzia mia
gettata
al fiume come roba vecchia
e il fiume come una madre
che l'abbracciava
in un tonfo di tuono
e io
che avevo il cuore in mano
e la mia mano nell'acqua
a catturarne i pesci
e di bambino rivedevo
il gesto
io che avevo del mio fiume
il rispetto
dello stesso suo figlio.
Mio padre mi prendeva di peso
e via mi portava
di corsa verso casa
il mio rovescio del mondo allora
pareva il vero
e il vero era rovesciato
e allora piangevo
che il monte sputava il fuoco
e la gente cadeva a terra
nel sangue rappreso restava giorni
vedevo l'acqua
delle bottiglie bucate alla fabbrica
della birra
vedevo
il ponte cadere ed io che mai
sarei caduto... mai.
Impossibile era credere
al cielo che fugge
e Allah che piange
e Dio lo tiene per mano
che l'aria era il pane
e il pane era l'aria
senza neppure l'intenso profumo
sento ancora
i passi pesanti
lungo le scale
disperati gl'anfibi
io nell'angolo
tenendomi la testa
mio padre a difenderci
che lì rimasi
che tante volte ancora
grande che sono ormai
rannicchio il bambino in me
a quell'angolo e piango
per ritrovare mio padre.

Lì fermo mio padre rimase
in quell'istante mio padre
povero padre rimase
contro il mondo
da solo
mio padre
rimase...

per noi...

Commento al testo dell'autore Fabio Martini:

Alle bellissime Mostar e Sarajevo che per sempre rimarranno nel nostro cuore di stupidi turisti che nulla mai potranno capire degli avvenimenti di una guerra così assurda di cui mai abbiamo potuto chiedere e di cui mai avreste voluto rispondere... ai minareti, ai campanili, ai vostri sorrisi, al caffè di Mohamed, alle corse di quei bambini, a ciò che ci avete lasciato... pietre sulla nostra strada... su cui sempre ed inevitabilmente, inciamperemo.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Fabio Martini: Pietre sulla strada

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...