il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Prima visione di Ezechiele - Ignazio Salvatore Basile

 
 

Le poesie di Ignazio Salvatore Basile: Prima visione di Ezechiele

 
Ignazio Salvatore Basile

ID Autore: 1951
ID Testo: 1954

Testo online da mercoledì 26 novembre 2008
Ultima modifica del mercoledì 26 novembre 2008
Scritto nel 2002

 

Prima visione di Ezechiele

Nel suo libro il profeta Ezechiele
Con segni precisi e varie annotazioni,
come un pittore che sulle tele

descriva le sue intime emozioni,
racconta le parole che il Signore
gli diè da riferire alle Nazioni!

Vedi il cocchio di fiammante bagliore,
con quattro sembianti umani, quadràli,
ritti su zoccoli in bronzeo splendore

che quattro facce aveano tali e quali
il numero di mani e procedean
secondo proprie traiettor facciali

senza mai voltarsi indietro! Avean
fattezze d'uomo, tutti, di leone a destra,
e di toro a manca; si componean

tutti d'aquila in fila sol maestra;
con due delle ali si coprivano
e l'altra coppia era del vol estra!

Ecco che d'un tratto apparivano,
a fianco di ciascuno dei sembianti,
due cerchi che l'un l'altro s'univano

in un cerchio solo e circolanti
a lor piacer in quattro direzioni,
di dimensioni assai importanti

avevano tutte e quattro degli occhioni
intorno e quando gli esseri viventi
si movevano, idem per i cerchioni,

che in mezzo si vedean carboni ardenti
in guisa di torce solidal con loro,
e quando quei s'alzavano a momenti

le ruote pur s'alzavan di straforo
e se si fermavano all'istante
pur i cerchi si bloccavano in coro

perché il loro spirito animante
nelle ruote dovea trovarsi posto!
Sopra le teste del quartetto astante

v'era splendente come un ciel d'agosto,
una specie di raro firmamento
e sotto, ogn'arto alato disposto,

l'un contro l'altro in aprimento!
Quand'essi si movevano, s'udiva
Come tumulto d'un accampamento,

un rombo d'ali, al quale poi seguiva,
una novella volta sopra un trono
di zaffiri, una figura viva

che lucente come il miglior dono
parea dai fianchi in su; di fuoco
per l'altra metà; non di color mono,

ma di tutti quei che io conosco
dell'arcobaleno risplendeva!
Era la gloria del Signor e poco

Fu che non svenissi mentr'Il vedeva!

Commento al testo dell'autore Ignazio Salvatore Basile:

Qualcuno sostiene che il profeta, nella circostanza, abbia visto degli UFO. Personalmente non lo credo. Ho cercato di rendere fedelmente la splendida descrizione contenuta nell'Originale. Chissà se ci son riuscito! Beh, giudichino gli amici poeti. Il mio dovere-piacere in fondo è stato quello di sintetizzare il brano in rima e in versi. Per i palati più esigenti c'è sempre a disposizione l'Originale!

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Ignazio Salvatore Basile: Prima visione di Ezechiele

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...