il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Albeggiando - Stefano Medel

 

Le poesie di Stefano Medel: Albeggiando

 
Stefano Medel

ID Autore: 2169
ID Testo: 6481

Dedica: a Eli

Testo online da martedì 25 settembre 2012
Ultima modifica del martedì 25 settembre 2012
Scritto nel 2012

 

Albeggiando

Il cielo và
Albeggiando lentamente,
scrivo sconfiggendo per
il momento il sonno,
che mi segue,
rumori soffusi
e ovattati del mattino,
i vicini si muovono,
si destano,
giorno di scuola;
non per me,
io scrivo le mie carte,
cercando pace,
cercando calma,
e un po' di serenità;
mille pensieri si agitano,
cosa farò,
che accadrà,
non lo so,
non voglio pensarci,
voglio solo la colazione,
un caffè caldo,
un biscotto,
guardare i vetri,
ancora scuri per la notte,
il cancello che batte,
una vicina mattiniera esce,
voglia di vedere qualcuno,
è presto ancora,
nel cielo nuvole di pioggia,
sospese,transitano coperte dal buio,
il tempo nicchia,
e passa lento,
la mattina è iniziata,
non voglio pensarci,
solo chiudere gli occhi,
e sognare,
un altro po'.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Stefano Medel: Albeggiando

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...