il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Massime che si rincorrono... tenute insieme da un filo conduttore... - Ornella Bianchini

 
 

Le massime di Ornella Bianchini: Massime che si rincorrono... tenute insieme da un filo conduttore...

 
Ornella Bianchini

ID Autore: 2183
ID Testo: 5883

Testo online da mercoledì 2 maggio 2012

Ultima modifica del mercoledì 2 maggio 2012
Scritto nel 2012

 

Massime che si rincorrono... tenute insieme da un filo conduttore...

È buona cosa ascoltare tutti, sentire tutto, prestare il proprio orecchio a chiunque, ma la propria voce riservarla per pochi... prestarla solamente a chi la sa ascoltare, a chi prestando il proprio orecchio sa sentirla...
coloro che sentendola sapranno ascoltarla saranno ricchi solamente se ogni singola parola sarà allevata in assoluta povertà interiore...
se chi sente la nostra voce e ascolta le nostre parole ci risponderà con una patetica scusa... non sarà mai una scusa... ma solamente una bugia fortemente imbellettata...
se poi, sempre chi ci ascolta, non avanzerà verso di noi ma rimarrà in distanza, come chi non oltrepassa una porta... come chi non avanza verso un uscio, sarà il segnale, per noi, che il suo sentire e il suo ascoltare sono distrattamente sordi...
prestando il proprio orecchio a chiunque si possono trarre dei vantaggi, sopratutto da chi saggiamente sa mettere in pratica i consigli che va dispensando...
prestando, sentendo... ascoltando sé stessi e gli altri è ancora buona cosa non seminare e non mietere mai l'erba di un prato finché non lo si conosce pienamente e perfettamente...
tutto ciò che è nel dire di chi parla e tutto ciò che è nell'ascoltare di chi sente è sempre umano... anche se a volte manca totalmente di umanità...
tutto ciò che è detto e ascoltato se non progredisce irrimediabilmente dovrà per forza "umana" retrocedere...
la voce e l'orecchio attento di un amico non si riconoscono mai nel tempo del piacere ma solo nel momento del dolore...
lo stesso è per l'amore, che non può vivere e continuare solamente di felicità... ma deve saper resistere anche nelle tristezze del dolore...
ogni voce quando nel suo dire diventa fortemente malvagia trasforma ogni parola in odio... così ogni singola parola ama sé stessa e ama anche continuare ad odiare... purché rimanga dagli altri temuta...
quando in ogni parlare o in ogni ascoltare c'è un sorriso beffardo o solo presunto, solo accennato o assolutamente falso... tutto è bugia, tutto è assoluta falsità e lo stesso ghignato sorriso diventa, nel tempo, il mezzo per qualsiasi falsa ambiguità...
le parole buone non ascoltate sono perse per sempre... il bene in esse contenuto lo si riconosce solo nel momento della perdita, quando ormai è troppo tardi per recuperarle...
nella voce di chi dice c'è felicità quando anche le parole sanno avere dei limiti, quando quella voce sa amare il proprio dire e quel suo limitarsi...
con il tempo che passa e gli anni che avanzano ogni voce e ogni ascoltare diventano più saggi... da essi ogni malanno scompare.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla massima di Ornella Bianchini: Massime che si rincorrono... tenute insieme da un filo conduttore...

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...