il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Vana ingordigia - Giovanni D'auria

 

Le poesie di Giovanni D'auria: Vana ingordigia

 
Giovanni D'auria

ID Autore: 2035
ID Testo: 5552

Testo online da mercoledì 23 novembre 2011
Ultima modifica del mercoledì 23 novembre 2011
Scritto nel 2008

 

Vana ingordigia

Fiero il capo alzato a scrutare lontano
l'irraggiungibile offuscato orizzonte,
mari, montagne, colline, e pianure
ostacoli sormontate facilmente,
gli occhi, la mente, fugaci, ingordi
volti al futuro lontano, mai presente.
Ma! Il piede inciampa nell'ostacolo
mai guardato, il più insignificante,
il corpo umano vacilla sotto il
peso del tempo remoto passato,
il capo inerme giace adagiato su
un cuscino di marmo di granito nero,
l'entrata angusta non mostra l'uscita,
l'ignara via non porta il nome inciso,
ogni speranza e vana, per chi vi è entrato.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Giovanni D'auria: Vana ingordigia

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...