il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

But baxt ta sastipè (I diritti negati) - Mario Bolognini

 
 

Le poesie di Mario Bolognini: But baxt ta sastipè (I diritti negati)

 
Mario Bolognini

ID Autore: 2017
ID Testo: 5486

Dedica: ai miei amici sinti e rom di Lanciano

Testo online da lunedì 31 ottobre 2011

Ultima modifica del lunedì 31 ottobre 2011
Scritto nel 2011

 

But baxt ta sastipè (I diritti negati)

Piove. Non ho con me l'ombrello.
Sono zuppo dalla testa ai piedi.
Beriò mi accoglie sotto l'acqua,
mi dice: But baxt ta sastipè! e mi abbraccia.
Mentre a voce alta chiama Alì
e gli comanda di portarmi,
per il campo a fare foto.
Tra le pozzanghere ed il fango,
forse stamani può nascere anche un fiore.

Diluvia senza sosta, qui a Palermo.
Da una baracca, proprio giù nel fondo,
a tutto volume, irrompe nella pioggia
uno straziante e tenero singhiozzo.
È Alexian che fa correre,
nel vento e saltellare la sua fisa.

"Ho visto anche degli zingari felici...",
cantava Claudio Lolli lì a Bologna
al tempo dell'autonomia operaia
e degli indiani metropolitani
(nostalgia canaglia degli annisettanta).
Invece, adesso, matematica e precisa
esplode una rabbia nuova
che la dignità pretende contro chi strapazza
ed alimenta, invece, gli odi della razza.

Sono io un gaggè ma pure un sinti, un rom,
un ebreo, un calvinista, e poi un cristiano,
un musulmano, un ortodosso, un non credente
e come te un figlio del vento e della terra:
dunque un essere umano.

Senza la tua amicizia ed il tuo affetto
non sono proprio niente.

Commento al testo dell'autore Mario Bolognini:

Con questa poesia sabato 29 ottobre 2011 sono stato insignito come Vincitore Assoluto del 18° Concorso Artistico Internazionale "Amico Rom" 2011 del Premio Presidente della Repubblica. È stato per me un onore riceverlo dalle mani di Santino "Alexian" Spinelli (immenso musicista, professore all'Università di Chieti e uomo con un grande cuore) nell'Aula dell'Istituto tecnico De Giorgio, la mattina, e la sera stessa salutato da un folto pubblico al Teatro Comunale "Felice Fenaroli". Santino, la sua stupenda famiglia, la Federazione Romani Italiana, benchè io sia e resti un "gaggè" hanno regalato a me e a mia moglie Maria Denise Spinelli (anche lei insignita di Diploma d'Onore) un'amicizia straordinaria e come esseri umani restiamo impegnati in battaglie comuni per i diritti civili e per l'integrazione necessaria della comunità rom e sinti d'Italia. Per la democrazia e la libertà di tutte e di tutti!

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Mario Bolognini: But baxt ta sastipè (I diritti negati)

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...