il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Nina, la leggenda della ballerina - Gaetano Capitano

 
 

Le canzoni di Gaetano Capitano: Nina, la leggenda della ballerina

 
Gaetano Capitano

ID Autore: 2266
ID Testo: 5474

Testo online da domenica 23 ottobre 2011

Ultima modifica del domenica 23 ottobre 2011
Scritto nel 2011

 

Nina, la leggenda della ballerina

Aveva gli occhi belli
e si chiamava Nina
da tutti conosciuta
come "la ballerina"
Su Tango Mambo e Samba do Brasil
seguiva un po' la dieta delle Miss
centosessanta chili di sorriso e sex appeal

La banda comunale
a fine settimana
con il sombrero in testa
sembrava messicana
Della serata era lei la star
e tutti ne parlavano nei bar
se Nina sculettava su Merengue e Cha Cha Cha

"Hai visto la Nina bailar ?
sembra una balena nel mar
Si muove nel ritmo Latino
come un immenso molle Budino"

Le vecchie del paese
zitelle maldicenti
sedute in prima fila
ridevano tra i denti
Il prete in una giacca di lamé
e Nina in un vestito di paillettess
bizzarra parodia di Ginger Rogers & Fred Astaire

Il sindaco alla festa
del santo protettore
per rinforzare il palco
chiamò un muratore
Tra vino rosso e fisarmoniche
rimasero delusi quelli che
ai fuochi artificiali preferivano un "caschè"

"La senti la Nina danzar?
La piazza ora sembra tremar
Tutti l'hanno vista ammiccare
come una bella chica sensuale?"

Ma un principe Egiziano
pirata e ballerino
con Nina quella notte
ballò sino al mattino
Lei aveva gli occhi belli di un Pierrot
di quel sorriso lui si innamorò
e su una carovana di cammelli la portò
nel suo paese caldo oltre il mare e la sposò

e solo "la leggenda della Nina" qui restò

Commento al testo dell'autore Gaetano Capitano:

Canzone vincitrice del Premio Letterario Panchina di Bologna 2011, organizzato in collaborazione con "Odoya" Casa Editrice e "I libri di Emil".

La serata finale è stata condotta dal presentatore Marco Magrini, mentre le opere finaliste sono state affidate alla lettura dell'attore professionista Filippo Plancher.

Scritto su una melodia del M° Daniele Dall'Omo, chitarrista di Paolo Conte, il testo ha ricevuto- tra i vari premi- la pubblicazione su una pagina dedicata al concorso dal quotidiano nazionale "Il Resto del Carlino".

<<"Il testo di "Nina, la leggenda della ballerina" di Capitano, si muove ironico sul malizioso ritmo di salsa di Daniele Dall'Omo, ammiccando alla scrittura visionaria del nostro chansonnier Paolo Conte, ricordando, per evocazione cinematografica, i piccoli -grandi- quadri d'autore di alcuni maestri italiani, come Fabio Concato (Rosalina) e Fabrizio De Andrè (Bocca di Rosa)>> (PaoloDelPrani- TempodiMusica)

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla canzone di Gaetano Capitano: Nina, la leggenda della ballerina

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...