il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Io e te - Stefano Medel

 
 

Le poesie di Stefano Medel: Io e te

 
Stefano Medel

ID Autore: 2169
ID Testo: 4564

Dedica: a Eli

Testo online da domenica 12 settembre 2010

Ultima modifica del domenica 12 settembre 2010
Scritto nel 2010

 

Io e te

Vicino a te,
seduti sul sofà,
la radio accesa,
un po' scomodi
ma chi se ne frega,
accarezzo i tuoi capelli
fluenti,
una cascata castana,
che si flettono al mio tocco,
poi sfioro le tue labbra,
ti pieghi verso di me,
stringendomi,
la tua pelle calda,
il tuo calore,
odore di shampo,
e di profumo;
ti cingo la spalla,
stiamo un po' così,
poi accendi la sigaretta,
guardi i messaggini,
ti alzi e vai a bere,
passeggiamo fuori,
contemplo in silenzio,
i tuoi anni,
la tua giovinezza,
che invidio un po',
vorrei avere la tua forza,
la tua energia;
non mi stanco di guardarti,
mi sento bene con te,
e sono triste
e sfiduciato,
quando non ti vedo;
tu sei tutto il buono,
che ho trovato,
in questo mondo brutto
e grigio,
l'unica cosa per cui vale la pena
di credere,
di sperare ancora,
ti voglio bene,
ma non riesco mai a fartelo
capire bene...
e il tempo,
intanto scappa via.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Stefano Medel: Io e te

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...