il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Oh uomo solo, come come ti somiglio! - Angelo Michele Cozza

 
 

Le poesie di Angelo Michele Cozza: Oh uomo solo, come come ti somiglio!

 
Angelo Michele Cozza

ID Autore: 1856
ID Testo: 4461

Testo online da venerdì 13 agosto 2010
Ultima modifica del venerdì 13 agosto 2010
Scritto nel 2010

 

Oh uomo solo, come come ti somiglio!

Tardiva dispare l'ultima stella nel cielo
albeggia. Spirati sono i notturni sogni
sbuca il giorno, longevità di tedi,
cruda lentezza d'ore aspre si annunciano
per chi come te niente si aspetta uomo solo.
Tu certo ricordi le strade gremite di presenze
ora spopolate e da tempo non più frequentate
rievochi come alle prime luci ricominci
lo spingere, il pestare, il gran vociare,
i tafferugli dei credenti in corteo
alla supplica diurnale delle illusioni!
Fuggito dagli altri, sposato te stesso,
rintanato da tempo in tugurio d'attese
un fiume in magra dentro ti incide
detriti di prospettive sedimentano
stagna un tremore in arterie spossate;
vano attendi la bonifica di un sorriso
un'interiore implosione di palpiti
uno scoppio di parole da labbra mute.
La girobussola che pur segui
va all'impazzita; per te senza meta
e smarrito tutte le direzioni sono uguali
l'ora della meridiana sul quadrante
dei giorni perduti riscandisce il ritmo
del dolore che si ravviva, nel buio
ritrovi i pioli della pena che risali,
nell'ombra del mondo ti lasci svanire.
Dimmi: -Tornerebbe la speranza
se cessasse il gridìo di ali spezzate
se ritrovassi la chiave per riaprire
le porte blindate del cuore?-
-Ma l'illusione manca! - Tu dici
-In una spelonca spopolata
dalla sorte sono stato sbattuto e ivi vivo:
scorazza e si assembra il nulla che mi parla
un silenzio di sale mi nutre; pensieri grevi
insabbio e spalo asciugando lacrime al sole,
in questa caducità senza fine è l'attesa
di uno sconvolgente accadimento umano.-
Quanto ti occupa e opprime! Ah, cosa
potrà mai più decantare il tossico respiro
che a malavoglia ancora ti tiene in vita?-
Oh uomo solo, come come ti somiglio!

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Angelo Michele Cozza: Oh uomo solo, come come ti somiglio!

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United States of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...