il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Albeggindo al mattino - Stefano Medel

 
 

Le poesie di Stefano Medel: Albeggindo al mattino

 
Stefano Medel

ID Autore: 2169
ID Testo: 4015

Dedica: a Eli

Testo online da giovedì 25 marzo 2010

Ultima modifica del giovedì 25 marzo 2010
Scritto nel 2010

 

Albeggindo al mattino

Albeggia tra
Non molto,
fuori
il frinire
e il cicalio
degli
uccelli mattutini
tra gli alberi,
annunciano
il mattino che viene;
il sonno è fugato,
è scappato via
come un furfante
cauto;
silenzio,
occhi pesanti,
mille pensieri,
mille ricordi,
che conducono
tutti a te;
prendo
il telefono chiamo;
è presto,
ma sorpresa,
rispondi,
la tua voce,
ti parlo a lungo,
ti sento,
ti ascolto,
e mi sento bene,
rincuorato,
finalmente con te,
posso dirti,
tante cose,
che mi girano
in testa,
quanto mi manchi,
quanto sei importante,
posso dirti di me,
mentre il giorno
è là fuori,
che arriva,
con le sue menate,
le cose da fare,
la colazione,
il bagno,
fai questo,
quello;
e tu che avresti solo
voglia di dormire
un altro po',
ritrovando il sonno
perduto.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Stefano Medel: Albeggindo al mattino

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...