il nino!
Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!
Dipendenti tartassati...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Per la Madre e...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Terra di Calabria - Domenico Arcidiacono

 

I miniracconti di Domenico Arcidiacono: Terra di Calabria

 
Domenico Arcidiacono

ID Autore: 2057
ID Testo: 2721

Dedica: Alla mia dolce terra di Calabria.

Testo online da sabato 28 marzo 2009
Ultima modifica del sabato 28 marzo 2009
Scritto nel 2007

 

Terra di Calabria

Cerco senza nulla vedere, cerco ancora senza trovare un albero di frescura in quest'infuocata calura del sol leone d'agosto, che dardeggia di fuoco sopra di noi dal cielo senza sosta. Nella mente fluisce il gorgoglio d'acque fresche di un rio che scorre in pianura, più forte si risveglia l'arsura in quest'infuocata stesura di nostra terra arida e nella forte peluria, con molti campi Incolti e radici spente, di questa nostra terra di Calabria: desolata, bruciata dal sole sempre dal sorgere d'albe radiose argentate, al tramonto di fulve luci colorati, che proiettati vengono in ogni luogo. in ogni lato, nelle ore del declino I raggi ancora caldi infuocati, sulle calve nostre teste proiettati, sui nostri corpi abbronzati, sulle nostre membra consunte dai faticosi lavori nei campi assolati, sulla terra scura, arida e brulla, nuda, spoglia, desolata, ma piena d'odori deliziosi, rari, delicati, che si sentono nell'aria col respiro. Terra nostra di Calabria amata sei bella ma abbandonata, piena d'ulivi verdi prosperosi con foglie argentate al vento, vigneti ben sistemati nei promontori tagliati a sentieri sulle alture montuosi,. come scale verdi colorate, scendono lungo il pendio dei colli. Con alberi d'aranci e limoni profumati, che. riempiono le pianure a valle coltivate, danno dove sono un risalto di bellezza e grandiosa armonia, quei campi così formati con arte e simmetria. Calabria mia! Poco visitata, Calabria amata non ancora apprezzata, Calabria non conosciuta per la rara bellezza che il creatore così prosperosa ti ha dotato, coi due mari ai lati, ti cingono nella grazia e nella frescura, e così lunghe le spiagge di rena bianca di quarzo puro formate, che danno risalto di bellezza e di grazia, e i monti che ti circondano incoronandoti di beltà festosa con coste meravigliose frastagliate lungo i pendii che scendono verso il mare, pieni di fiori gialli di ginestre profumate che l'aria riempiono di quel profumo delicato. Come alti mura di sponde ti circondano i boschi delle Sile e di Gambarie, con gli alti pini di Serra S. Bruno con i boschi fitti pieni d'alberi verdi maestosi di pioppi e pini dritti come candele che sventano le cime alte nel cielo.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Domenico Arcidiacono: Terra di Calabria

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2021 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...