il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Ristorante cinese - Antonella Santoro

 
 

I miniracconti di Antonella Santoro: Ristorante cinese

 
Antonella Santoro

ID Autore: 2019
ID Testo: 1909

Testo online da domenica 16 novembre 2008
Ultima modifica del domenica 16 novembre 2008
Scritto nel 2008

 

Ristorante cinese

Un tavolo con tovaglia immacolata e, sopra, un vasetto di fiori rossi, una musica in sottofondo.
Un sorriso cordiale per noi, clienti da anni.
Nel tempo è diventato un'occasione in più per i "che cosa facciamo stasera?" e i ricordi si accavallano ...situazioni diverse, amici diversi.
Di loro sappiamo poco, oltre al nome incomprensibile: una madre di età indefinibile, un figlio che si muove con la grazia di un torero, delle figlie che nel tempo si sono "moltiplicate".
Nel tempo anche i sorrisi e i piccoli regali "cinesi".
Siamo stati testimoni delle alterne vicende di questi ristoranti. Periodicamente, notizie più o meno credibili e diffamatorie li hanno avuti per oggetto. I piccoli orientali hanno continuato imperterriti a sciorinare le loro tovaglie pulite e a cucinare piatti gustosi, a prezzi decisamente concorrenziali.
È stato in occasione di una cenetta felice, per noi, annaffiata da birra cinese, in una serata ventosa di scarsa affluenza di pubblico, che abbiamo assistito, interdetti, a un fatto da noi giudicato molto severamente e che ci ha lasciato costernati (ancor ora, se vogliamo pensarci).
A un tavolo non distante dal nostro alcuni giovani, sei o sette, sedevano allegri, facendo onore allo "chef", creando simpaticamente un po' di scompiglio in quella stanza al secondo piano di una casetta che dava su una strada deserta, in una serata invernale. Ogni tanto qualcuno si alzava, scendeva la scaletta e andava a fumare al portoncino d'entrata. Fra una sigaretta e l'altra si avvicendavano le ordinazioni.
Alzando gli occhi dal mio piatto, nel silenzio generale, vidi il tavolo accanto vuoto, con i resti ancora abbondanti di una cena interrotta. Chiesi al mio compagno: "Hanno già finito?"
"Saranno giù a fumare", rispose.
Intanto il cameriere, con l'aria smarrita, si affacciava alla finestra.
Poi corse giù per le scale. Al portone non c'era nessuno.
Si poteva immaginare un coro di risate in fondo alla strada.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonella Santoro: Ristorante cinese

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2020 all right reserved)

Made in Earth Planet;
From Turin, Italy, Europe, World (United People of World)

100 € di retribuzione netta ne costano al Datore di lavoro 205!...
Fai una Donazione Ricorsiva!...
Fai una Donazione Una Tantum!...

 

Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Letteratura Almanacco Articoli In giro Per Mercato
My Area Letteratura Almanacco Articoli / In giro per... Mercato
Sopra...Sopra...