il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!
Abbasso le tasse!...
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Carte di credito, il diavolo veste... Visa - Aldo Fiorenza

 
 

Le poesie di Aldo Fiorenza: Carte di credito, il diavolo veste... Visa

 
Aldo Fiorenza

ID Autore: 1959
ID Testo: 1692

Testo online da martedì 30 settembre 2008

Ultima modifica del martedì 30 settembre 2008
Scritto nel 2008

 

Carte di credito, il diavolo veste... Visa

Il fascino magnetico
delle vetrine sovrabbondanti
dov'è fisso il piacere del possibile
- ma nessuna paura del debito...fisso
tanto la carta Visa è una goduria incredibile -
ha un fascino spendaccione, vero?
Irresistibile!
Che importa se uno spettro
sta in agguato
sulle nostre tasche incuranti!

Il pastore John K. Jenkins, Maryland
l'ha detto e ripetuto...
lo ripete e predica a 200 praticanti:
c'è da cambiare i principi in cui credete...
capisco che non si compra la vita in contanti,
servono tante e tante rate al giorno,
è la più cara merce che ci sia,
tutto s'acquista con la carta Visa
meno i valori della vita tua... mia!
Non capite neanche questo,
razza di spendaccioni principianti?!

Commento al testo dell'autore Aldo Fiorenza:

Il consumismo e il Dio denaro sono i mostri insaziabili della nostra epoca. Stanno divorando la nostra anima cioè la nostra stessa essenza umana (nel senso di umanesimo da ribattezzare ormai come "dis-umanesimo"), in particolare va scomparendo del tutto ogni scrupolo morale. L'Etica sta diventando sempre più un optional a cui la stragrande maggioranza appare tragicamente indifferente... e forse non è più neanche un optional dal momento che questo materialismo sfrenato e insensato si aggiunge al già piramidale egoismo naturale dell'individuo (insensato perché va contro gli stessi nostri interessi umani e solidali, anche se fingiamo di non accorgercene); il consumismo come l'arricchimento a tutti i costi, rende l'individuo privo di ogni senso di solidarietà umana; nessuno che ci renda conto, come l'avidità non porta da nessuna parte perché avidità richiama avidità e pertanto nessuna ricchezza, neanche la più colossale, riuscirà mai a soddisfare il nostro smisurato egoismo che comporta, fra l'altro più cattiveria, poiché finisce per alimentare l'altro genio del male che ospitiamo nelle nostro DNA: lo spaventoso spirito di sopraffazione.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Aldo Fiorenza: Carte di credito, il diavolo veste... Visa

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...