il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!

Torre Canne - Angelo Michele Cozza

 
 

Le poesie di Angelo Michele Cozza: Torre Canne

 
Angelo Michele Cozza

ID Autore: 1856
ID Testo: 8796

Testo online da mercoledì 28 marzo 2018
Scritto nel 2018

 

Torre Canne

Più marezza e parlotta
al pre imbrunire il mare
oltre, prima dell'occaso,
al largo un naviglio vago
strie nivee lentamente traccia
brezza aulisce e mite spira
addolcia la canicola
alterno lampeggia il faro.
Dalla minifoce prossima del rio
da un alone di chiarore tenuo
una cannaiola fra flabelli emerge
e spicca un volo, sul bagnasciuga
tace il calpestio del branco umano
spostatosi nel populeio viale
dell'estivo borgo marino;
affrancato e spopolato
si assonna e riposa il lido.
Nell'indaco che affioca
dal basso sorridente emersa
candida si imbelletta
la luna argentata
per la sua passeggiata serale.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Angelo Michele Cozza: Torre Canne

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...