il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Notte!

Il coraggio di Ambrogio - Antonino Fleres

 
 

I miniracconti di Antonino Fleres: Il coraggio di Ambrogio

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 8788

Dedica: Agli egoisti e a chi li foraggia.

Testo online da martedì 16 gennaio 2018
Scritto nel 2017

 

Il coraggio di Ambrogio

Commento all'immagine dell'autore Antonino Fleres:

Ci vuole "coraggio" per fare questo mestiere... ma forse anche solo per giocare ad impersonare tali impavidi...

Il coraggio di Ambrogio

Ad una cena aziendale di fine anno, oltre che tutti i dirigenti, dipendenti e collaboratori, fu invitato anche un giovane ragazzo di nome Ambrogio con la passione per il mare e per le regate.
Ambrogio fu presentato ai dipendenti con l’intenzione di porre il coraggio dello stesso quale esempio per tutti.
Il ragazzo infatti ha coraggio da vendere: acquista una barca mezza demolita e con l’aiuto di amici e parenti la rimette a nuovo. Con questa barca partecipa a più gare e molte di queste le vince, oppure si piazza ai primi posti.
Alcune delle regate a cui partecipa sono di quelle molto pericolose: si tratta di stare in alto mare (oceani compresi) talvolta anche da soli e per giorni e giorni… coraggio da vendere, appunto.
Il coraggio che tutti i dipendenti dovrebbero prendere ad esempio per osare di più e quindi rendere di più.
Il ragazzo fu invitato sul palco per descrivere le proprie avventure ed alla fine fu gratificato da un grande applauso da parte di tutti.
Tutti tranne uno.
E quando lo scroscìo fu terminato si alzò lui e chiese di guadagnare il palco: voleva pronunciare due parole.
Ed ecco cosa disse:
Ho moto rispetto per il ragazzo. Ha coraggio da vendere, ma siamo sicuri che si tratti davvero di coraggio? Almeno di quello che io (od il vocabolario) intendiamo per coraggio?
Il ragazzo è determinato, testardo, intraprendente, ha quel pizzico di follia buona che lo porta a rischiare pur di raggiungere, se non il suo, un obiettivo vicino al suo.
È un ragazzo, come molti ragazzi, soprattutto è giovane, sano, in salute e con l’attrazione per l’estremo.
Non sono l’unico però a pensare che quando si è giovani, in salute, immersi in un fluido di energia, di sogno, di speranza e di competizione, sia più che altro l’incoscienza l’ingrediente principe che spinge ad accettare e talvolta ad intavolare le sfide più rischiose e pericolose…
Ma il coraggio?
Ecco la mia chiave di lettura, la mia definizione, la mia bilancia ed i miei pesi:
Vorrei perciò focalizzare la tua attenzione su molti di noi che (come molti di noi) hanno il coraggio di alzarsi alle 6:00 di mattina, uscire di casa alle 7:00, andare al lavoro, tornare a casa alle 18:00… e che hanno il coraggio di spendere fino all’ultimo centesimo del proprio tempo e del proprio magro stipendio per contribuire al sostentamento della famiglia?
Questo è coraggio. Ognuna di queste persone potrebbe abbandonare tutto e trascorrere una vita molto più agiata… altro che undici ore fuori casa… a faticare per pagare mutui, bollette, rate, rette, balzelli, tasse, multe, abbonamenti, libri, zaini, magliette, scarpe…
Questo è coraggio: per inseguire le proprie passioni fino in capo al mondo e non occuparsi di nulla e di nessuno non serve coraggio: basta un po’ (o forse tanta) di incoscienza, un po’ di spirito d’avventura, un po’ d’egoismo, un po’ di menefreghismo ed altre piccole cosine.
I padri di famiglia e le madri di famiglia (soprattutto i tantissimi ai minimi sindacali e/o allo sfruttamento puro) sì! Loro sì che sono coraggiosi, a tal punto da sacrificare la propria esistenza ed immolare le proprie passioni per dedicarsi interamente al servizio dei figli e della famiglia.
Questo è coraggio!
Sarebbe facile mollare tutto e tornare a coltivare due hobbies anche da 4 soldi e fregarsene di tutto e tutti… ci vuole davvero coraggio per fare la scelta giusta…
Ed infine: Coraggio: ha ddà finì a nuttata…

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonino Fleres: Il coraggio di Ambrogio

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...