il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!

Alla Musa - Alessandro Manzoni

 
 

Le poesie di Alessandro Manzoni: Alla Musa

 
Alessandro Manzoni

ID Autore: 2338
ID Testo: 8725

Testo online da domenica 10 novembre 2013
Scritto nel 1802

 

Alla Musa

Novo intatto sentier segnami, o Musa,
Onde non stia tua fiamma in me sepolta.
È forse a somma gloria ogni via chiusa,
Che ancor non sia d'altri vestigj folta?

Dante ha la tromba, e il cigno di Valchiusa
La dolce lira; e dietro han turba molta.
Flora ad Ascre agguagliosse; e Orobia incolta
Emulò Smirna, e vinse Siracusa.

Primo signor de l'italo coturno,
Te vanta il secol nostro, e te cui dièo
Venosa il plettro, e chi il flagello audace?

Clio, che tratti la tromba e il plettro eburno,
Deh! fa' che, s'io cadrò sul calle Ascreo,
Dicasi almen: su l'orma propria ei giace.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Alessandro Manzoni: Alla Musa

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...