Chiunque tu sia,
Buon Pomeriggio!
  Casa  
  Aree    
      Mercatino       Letteratura       Almanacco       Articoli       In giro per...    
 
  My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Accedi

Pianto antico - Giosuè Carducci

 
 

Le poesie di Giosuè Carducci: Pianto antico

 

ID Autore: 2333
ID Testo: 8501

Testo online da venerdì 21 settembre 2007
Scritto nel 1871
Ricerca Avanzata

Pianto antico

L'albero a cui tendevi
la pargoletta mano,
il verde melograno
da' bei vermigli fior,

nel muto orto solingo
rinverdì tutto or ora
e giugno lo ristora
di luce e di calor.

Tu fior della mia pianta
percossa e inaridita,
tu dell'inutil vita
estremo unico fior,

sei ne la terra fredda,
sei ne la terra negra;
né il sol più ti rallegra
né ti risveglia amor.

 

I Commenti dei lettori alla poesia di Giosuè Carducci: Pianto antico

Santi
Data commento: venerdì 17 febbraio 2017 - Provincia: Messina - ID: 1849

La sublimazione del dolore e della sofferenza in versi.

Lele
Data commento: domenica 5 febbraio 2017 - Provincia: Biella - ID: 1846

Stavo riguardando alcune poesie che come me tutti i miei coetanei studiavamo a memoria e che delle quali ricordiamo ancora parecchi versi e mi veniva da chiedermi come mai mio nipote di 10 anni non solo non le conosce ma non sa nemmeno chi sono i vari Pascoli, Carducci, Leopardi... ma sa perfettamente chi sono Fedez, Emis Killa[se si scrive così... che tristezza!!!

Carlo Catuogno
Data commento: lunedì 2 gennaio 2017 - Provincia: Palermo - ID: 1845

È una poesia tragicamente stupenda e stupendamente tragica !! Mi colgono i brividi più intensi e profondi a rileggerla, per la millesima volta, a distanza di tanti anni da quando la lessi, per la prima volta, e subito la imparai a memoria ; e mi scorrono quasi le lacrime ogni volta che la leggo solo a pensare da quale immenso tormento paterno ebbe a trarre ispirazione rimango impietrito. Che Dio ci protegga tutti e sempre dal provare un siffatto immenso, atroce ed indomabile dolore!

Armando Maiucci
Data commento: domenica 8 maggio 2016 - Provincia: Viterbo - ID: 1840

Al pari di altre poesie sullo stesso argomento, questa è senz'altro la più significativa e commovente.

Leeonardo De Carlo
Data commento: venerdì 5 febbraio 2016 - Provincia: Torino - ID: 1837

Molto struggente, di dolore e gonfie di lacrime, per me che a circa sei anni perdetti due fratellini di età 3 e 1 anno di vita. Ancora oggi dopo circa 60 anni di distanza mi commuovo con lacrime copiose, leggendo simili capolavori come: "Pianto Antico" immaginando l'amara e dolorosa sofferenza del grande poeta per la perdita del figlio.

Marcello Amedeo Ranieri
Data commento: domenica 13 dicembre 2015 - Provincia: Milano - ID: 1835

Ho sempre amato le poesie struggenti e questa è da sempre una delle mie poesie preferite.

Salvatore
Data commento: mercoledì 23 settembre 2015 - Provincia: Catania - ID: 1834

Bellissima e struggente

Palmiro Dianto
Data commento: sabato 4 luglio 2015 - Provincia: Sassonia anhalt - ID: 1832

È semplicemente struggente!

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Giosuè Carducci: Pianto antico

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2017 all right reserved)

  Sopra...Sopra...

 

  Casa!   Casa!   Aree   My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Login   Logout
  Aree   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli   In giro Per
  My Area   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli / In giro per...