Chiunque tu sia,
Buon Pomeriggio!
  Casa  
  Aree    
      Mercatino       Letteratura       Almanacco       Articoli       In giro per...    
 
  My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Accedi

L'improvviso calar della sera - Francesco Zanatta

 
 

Le poesie di Francesco Zanatta: L'improvviso calar della sera

 

ID Autore: 2329
ID Testo: 8472

Testo online da domenica 15 gennaio 2017
Scritto nel 2017
Ricerca Avanzata

L'improvviso calar della sera

Piano la macchina accosta al lampione
Ronza il motore non c'è anima in giro
Oscura la via è libera fino al mattino
Scambio di falsi sorrisi
Tra bianchi soldi che
Illuminano l'improvviso calar della sera
Tra dolci sentimenti e male parole che si
Uniscono in urla di eccitazione e dolore
Ti sei fatta anche stasera un po' di carriera
Al chiaro del lampione che i più oscuri sogni avvera

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Francesco Zanatta: L'improvviso calar della sera

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2017 all right reserved)

  Sopra...Sopra...

 

  Casa!   Casa!   Aree   My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Login   Logout
  Aree   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli   In giro Per
  My Area   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli / In giro per...