Chiunque tu sia,
Buon Pomeriggio!
  Casa  
  Aree    
      Mercatino       Letteratura       Almanacco       Articoli       In giro per...    
 
  My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Accedi

Ad ogni mese la sua poesia: "Dicembre" - Ornella Bianchini

 
 

Le poesie di Ornella Bianchini: Ad ogni mese la sua poesia: "Dicembre"

 
Ornella Bianchini

ID Autore: 2183
ID Testo: 8458

Testo online da martedì 6 dicembre 2016
Scritto nel 2016
Ricerca Avanzata

Ad ogni mese la sua poesia: "Dicembre"

Dicembre è l'ultimo mese dell'anno
con l'anno trascorso lascia nel passato ogni gioia e ogni affanno
è il mese in cui inizia il freddo vero
in cui in ogni angolo anche la bianca brina forma uno stelo
dicembre è il mese che tutto accorcia e il buio scende sempre troppo presto
è il tempo che di un po' precede quel mese che può essere anche senza sesto
a dicembre i campi sono privi di fronde
e l'acqua del mare ha ormai coperto le sue sponde
nei giardini imbiancati non spunta più nemmeno un fiore
tutto è rigidamente infreddolito… ma il calore di questo mese sta nel cuore
pochi uccelli indolenziti svolazzano nel cielo
per loro la fame è tanta… per loro andrebbe bene anche una briciola sottile come un velo
tutto ciò che a terra vedono sono cose bianche
sono infreddoliti e affamati… hanno le ali ormai stanche
in questo mese a fiorire splendidamente è solo la neve
che lenta o copiosa scende comunque sempre soffice e lieve
dicembre è il mese delle grandi feste che però poi troppo velocemente se ne vanno via
lasciando solamente di esse una struggente malinconia
la brina dà vita a molteplici forme posandosi ovunque già stanca
e così come la neve anch'essa tutto imbianca
in questo mese ogni terreno resta chiuso nel suo oblio profondo
indifferente alla festa che si prepara tutt'intorno
l'aria ha una brezza sempre gelida e il vento freddissimo è anche burlone
i bimbi per un po' lasciano i libri e ogni giorno per loro diventa gioioso e giocherellone
il buio di dicembre sommerge profondamente ogni città, le campagne e i piccoli paesi
mentre gli alberi di Natale sono ormai quasi pronti con luci e decori appesi
ma dicembre è anche il mese della speranza e del barlume di luce che si accende
esso seppellisce il vecchio anno… anche se quello nuovo da esso comunque dipende
dicembre con i suoi freddi ma festosi giorni
ha i panettoni a valanghe nei forni
e i suoi cieli sempre umidi dai quali piove sui cuori
ogni tanto assaliti da una tristezza profonda e da strani malumori
la fiamma nelle stufe e nei camini… riscalda gli animi il focolare
mentre una campana chiama già per la novena di Natale
in questo mese nel suo buio serale
si può ancora sentire un timido, solitario ma coraggioso uccellino cantare
l'inverno ha ormai posato i suoi piedi a terra formando un unico e freddissimo velo
i suoi passi stendono schegge di gelo
il tempo in questo mese ha un abito da povero
mentre gli animali cercano velocemente per l'inverno un ricovero
ha perduto la propria chiave ogni orto… ogni giardino… ogni campo
mentre da lontano arriva sempre un nuovo e gelido vento
colmo però di passione per questo tempo
è sepolto lontano il ricordo dell'estate e della sabbia
ora si fanno i conti con il vento freddo, pioggia pungente e nebbia
i cieli hanno un'insolita profondità e sono sempre tetri
e intorno tutti appaiono come grigi spettri
alla fine di questo anno di giorni ne mancano… un po' più un paio
tra un respiro di gioia e un sospiro di nostalgica malinconia domani sarà già gennaio.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Ornella Bianchini: Ad ogni mese la sua poesia: "Dicembre"

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2017 all right reserved)

  Sopra...Sopra...

 

  Casa!   Casa!   Aree   My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Login   Logout
  Aree   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli   In giro Per
  My Area   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli / In giro per...